INTERVISTA A MXA: TED PARKS È L'EROE NASCOSTO DEI PRIVATI

Di Jim Kimball

Hai cambiato il nome da "THE PRIVATEER JOURNEY" A "THE PROFESSIONAL JOURNEY" nel 2018. PERCHÉ? Il cambiamento è dovuto alle sponsorizzazioni. Molte grandi società preferiscono sponsorizzare una società chiamata "The Professional" piuttosto che "The Privateer". Ovviamente, come sai, ho creato questa squadra per aiutare i corsari. Per raccogliere gli sponsor più grandi al di fuori del settore, erano più propensi a sponsorizzare una squadra chiamata The Professional Journey perché sono atleti professionisti che stanno cercando di passare al livello successivo, quindi è per questo che abbiamo apportato il cambiamento.

ERA ISPIRATO AL VECCHIO PROGRAMMA WARTHOG WONDER? No. Ho iniziato fa mentre guardavo i genitori lottare cercando di aiutare i loro figli a correre. Ciò mi ha indotto a mettere insieme un programma per aiutare i piloti e i genitori. Ho deciso di aiutare i piloti a ottenere prodotti per correre per risparmiare denaro. Molte persone non conoscono il mio intero programma. Pensano che io sia solo un affare di trasporto per portare le bici alle gare. In realtà non lo sono. Forniamo tutto su una bici da corsa: dai pneumatici ai carburanti, alla plastica, ai pistoni, ai freni delle camme, alle frizioni, ai coprisedili, ai filtri e ai lubrificanti, quindi il mio programma è cercare di aiutare il pilota a riuscire a vivere nello sport.

SCELGONO I MARCHI CHE DESIDERANO O COME FUNZIONA? Inizialmente, i motociclisti avevano prodotti diversi sulle moto, ma ora sono arrivato al livello che ho reso obbligatorio il funzionamento dei prodotti delle persone del settore che supportano il mio programma. Ad esempio, le frizioni Rekluse sono sponsor, quindi è obbligatorio che tutti i miei ciclisti utilizzino quel prodotto per essere al di sotto della mia configurazione. E questa è la stessa cosa con Braking, Vertex, Hot Cams, Pivot Works, Cometic Guarnizioni; Posso andare avanti all'infinito.

“IL MIO PROGRAMMA NON STA PROGETTANDO DI EFFETTUARE UNA VITA. NON PROPRIO UN NEGOZIO DI MOTOCICLI. Faccio questo rigorosamente per aiutare lo sport."

Rendo anche obbligatorio che tutti nella mia squadra indossino l'equipaggiamento Fly Racing, ma non lo rendo obbligatorio per stivali, caschi e occhiali. Per quanto riguarda le sospensioni e il motore, lo lascio anche al singolo pilota. Per quanto riguarda le bici reali, sono coinvolto con i concessionari e alcuni produttori. Negli ultimi due anni ho aiutato i ciclisti a mettere le bici nel mio programma. Lo facciamo non solo per i produttori, ma per aiutare a supportare i rivenditori da cui li riceviamo. Alla fine della stagione, restituiamo queste bici in una forma migliore di quelle che escono dal pavimento dello showroom. È come se il concessionario stesse recuperando una bici nuova di zecca, solo con tutti gli extra che abbiamo messo su. Spesso le biciclette restituite sono così buone che i clienti al dettaglio hanno una guerra di offerte contro di loro! Una delle biciclette di mio figlio (Teddy's) ha venduto per $ 1000 in più di quanto non fosse venduta al dettaglio.

Anche se è stato corso, non ho intenzione di girare una bici che è soggetta all'esplosione di un salto. Se non lo facessi non dormerei di notte. Questi concessionari sono entusiasti dell'aspetto che hanno le bici quando vengono restituite.

IL MARCHIO DELLA BICI È FATTO AL PILOTA? Si signore; dipende dal cavaliere. Quando arrivano nella mia squadra, porto la loro bici, la cassetta degli attrezzi e la borsa degli attrezzi, e do loro un armadietto e una configurazione dei box. Portano il marchio di bici che vogliono. Quindi i miei sponsor forniranno loro il prodotto per quella bici, indipendentemente dalla marca. Se hanno uno sponsor individuale che li aiuta a pagare i loro voli, motel o biglietti d'ingresso, allora consento che quelle decalcomanie vengano messe sulla bici in luoghi che non sono già stati presi da uno dei miei altri sponsor.

AIUTA CON PIÙ DI BICI E PARTI? Cerco di insegnare ai bambini che non è solo andare in bicicletta; si sta alzando al mattino, ringraziando Dio per quello che hai nella vita, essendo riconoscente e facendo uno sforzo del 100 percento per diventare un campione. Devono allenarsi. Non possono bere Coca-Cola; non possono mangiare gelati o barrette di cioccolato. Uno dei miei grandi slogan nella vita è alzarmi ed essere riconoscente. Guardo questi giovani ragazzi e posso dire se non si stanno allenando. So che non andranno in palestra, perché posso vederlo, e li metto fuori per questo.

ORA CHE TEDDY JR. NON CORRE PIÙ, CHE COSA STA FACENDO? Teddy ha avuto un incidente in un cantiere e si è fatto male a uno dei suoi occhi. Hanno inserito un obiettivo, ma a questo livello ci vuole molto per correre da professionista. Teddy sta ancora lavorando nel settore delle costruzioni, oltre ad allenare i giovani ciclisti. Quest'anno aiuterà il diciannovenne James Milson e sarà coinvolto nel team di gara. Mia moglie ed io potremmo dimetterci, quindi vogliamo insegnare a Teddy i dettagli del team di gara. Spero che possa prenderne il controllo e continuare.

COME PUOI FARE QUESTO FINANZIARIAMENTE? Possiedo una società di costruzioni in Texas. Tutti pensano che io sia solo un manager della squadra, ma sono il proprietario della squadra. Rimetto tutto in quello che faccio nella vita. Fidati di me; Sono stato spesso nella buca. Mia moglie fa i libri e si arrabbia quando tiriamo fuori i soldi dalla nostra attività per sostenere la squadra.

IL TUO PROGRAMMA È NECESSARIO IN QUESTO SPORT, MA NON DEVI AFFARE CON MOLTI GENITORI? Quando questi ragazzi passano dai dilettanti ai professionisti, non riescono nemmeno a fare la top 40. I loro genitori si piegano fuori forma. Devo far sedere la famiglia e dire loro: “Stai gareggiando i ragazzi più veloci del mondo. È difficile arrivare a questo livello e competere con piloti affermati a livello professionale ”.

“NON SEI UNA ROCK STAR. NON SEI UN CAMPIONE. QUANDO SI OTTIENE QUESTO PODIO, QUELLO È QUANDO IL TUO LAVORO INIZIA DAVVERO. "

Dico ai genitori di lodare i loro figli e di non buttarli giù. La maggior parte dei corridori dilettanti deve tornare alle origini. Pensano che se possono saltare grandi salti, lo faranno, ma io dico loro che tutti possono saltare. Devono tornare al tavolo da disegno e concentrarsi sul resto della traccia. Gli angoli sono ciò che vince le motos, insieme alla resistenza. Per essere in grado di correre una moto di 30 minuti più due giri ed essere in grado di salire sul podio ed essere ancora in grado di parlare, ecco quando sei in buona forma.

QUESTO DEVE ESSERE UN LAVORO DI AMORE PER TE. Il mio programma non riguarda il tentativo di guadagnarsi da vivere. Non possiedo un negozio di motociclette. Non possiedo un prodotto che va in bicicletta. Lo faccio rigorosamente per aiutare lo sport. La mia ambizione è che Roger DeCoster, Jeremy Albrecht o altri team manager guardino i miei piloti. Il mio obiettivo è quello di farli entrare in una squadra di fabbrica facendo un grande stipendio.

Mia moglie è spesso triste perché uno dei bambini che è con noi da tre o quattro anni fa un giro e se ne va. Vuole che rimangano, ma li faccio uscire dal loro contratto per trasferirsi in una squadra migliore.

WESTON PEICK È STATO UNO DEI TUOI PILOTA CHE HANNO FATTO QUESTO PASSO. Sì. Ricordi quando Weston ha calciato la sua bici dallo stand di Daytona pensando che non fosse riuscito a qualificarsi per il main? Dopo ciò abbiamo avuto un piccolo incontro "vieni a Gesù". Gli ho detto: “Weston, hai un sacco di talento. Stai diventando più veloce e devi iniziare ad apprezzare chi ti aiuta in questo sport. "

Questo è uno dei maggiori problemi che ho con alcuni di questi ragazzi. Arriveranno ad un certo livello e all'improvviso pensano di essere delle rock star. Devi spiegare loro: “Non sei una rockstar. Non sei un campione. Quando sali su quel podio, è allora che il tuo lavoro inizia davvero. C'è solo un campione nel motocross, non 40. Ma, essere in pista con le vere rock star di questo sport ti rende un campione. Lui è un campione. Sta correndo con i ragazzi più veloci del mondo. ”

Sono così orgoglioso di Weston e di dove si trova oggi perché si è dedicato. Ha messo il naso sulla mola, ha tonificato il suo corpo e ora sta guidando per il team JGR Suzuki.

Ted Parks

Hai vinto il 2015 AMA TEAM MANAGER DELL'ANNO PREMIO 2015. CHE DOVREBBE FARTI ARRIVARE. Lo ha fatto e non me lo aspettavo nemmeno. Tutti continuavano a dirmi che dovevo andare alla presentazione del premio AMA. Craig Shoemaker di Western Power Sports / Fly Racing si stava preparando a riprendere il rig che mi ha prestato nel suo magazzino in Indiana. Stavo cercando di ripulire il rig, dettagliarlo e renderlo immacolato per mostrare il mio apprezzamento per lui che mi permetteva di usarlo. Ha insistito che mi prendessi il tempo per viaggiare alla cerimonia di premiazione. All'improvviso, mi chiamano sul podio e mi consegnano il premio.

QUAL È IL FUTURO DEL TEAM VIAGGI PROFESSIONALE? Mia moglie ed io stiamo arrivando all'età del disegno della previdenza sociale. Dirigere la squadra può essere molto stancante. Alla fine della giornata, il nostro obiettivo è aiutare lo sport, i concessionari, gli sponsor e i giovani piloti. Sono molto grato per le persone che supportano The Professional Journey e non posso ringraziarli abbastanza, quindi per favore vai su TPJRacing.com e vedi tutti coloro che sono coinvolti nel programma. Non voglio che qualcuno legga questo e dica: "Wow, Ted non ha parlato di me."

 

Ti potrebbe piacere anche