INTERVISTA A SHANE MCELRATH: PRONTO PER LA STAGIONE IN ARRIVO

INTERVISTA A SHANE MCELRATH: PRONTO PER LA STAGIONE IN ARRIVO

Dopo essersi unito al team Monster Energy Star Yamaha per la stagione 2020, Shane McElrath era determinato a vincere un campionato 250 Supercross per assicurarsi un posto a bordo di un giro 450 per il prossimo anno. Mentre Shane ha vinto gare con la tabella rossa in mano occasionalmente, la serie Supercross è stata vinta da Chase Sexton che stava finendo il suo periodo come pilota della 250. Mentre il secondo assoluto non è stato certamente terribile con un terzo assoluto nel campionato 250 all'aperto, non è stato sufficiente avere offerte 450 ufficiali. Shane alla fine ha firmato con MotoConcepts per il 2021, ma gli infortuni avrebbero afflitto la stagione agonistica di Shane, schierandosi solo per tre round. Alla sua prima gara di ritorno, stava combattendo in anticipo con Eli Tomac per la vittoria della Heat Race, ma sfortunatamente la fortuna di Shane ha continuato a precipitare verso il basso. Alla fine di questa estate, McElrath è stato firmato dal team ATV/MC-KTM-WPS rivisto di Rocky Mountain. Di recente, hanno pubblicato un video che annunciava formalmente i motociclisti Max Anstie, Joey Savatgy e Shane, descrivendo in dettaglio la loro nuova struttura per il 2022. Per saperne di più, abbiamo chiamato Shane nella sua casa in Florida. 

Parole di Jim Kimball

SEI FELICE DI AVER FATTO IL TUO OFFERTO 2022 PRIMA DELLA FINE DELL'ANNO PER ROCKY MOUNTAIN? "Questa è la norma nel nostro settore per lavorare sulle cose il più rapidamente possibile. Avevamo davvero iniziato a lavorare sulle cose dopo che ero rimasto fuori dal resto di Supercross per guarire. Stavo cercando di anticipare le cose perché con il punto in cui eravamo dopo la stagione all'aperto 2020, era metà ottobre e stavamo ancora cercando di capire le cose per il 2021. Abbiamo finito all'aperto e siamo andati direttamente al Supercross, quindi nel tempo, è non era molto buono per noi. Fisicamente e mentalmente, è stato già un anno difficile e tornare subito indietro e affrontare alcuni infortuni, è stato difficile per me come pilota. Quindi, abbiamo iniziato a parlare all'inizio di quest'anno con l'intento di non rimanere indietro come abbiamo fatto l'anno scorso. Approfitteremo di tutto questo tempo che abbiamo ora e lo useremo a nostro vantaggio. Abbiamo firmato in estate. È stato bello ed emozionante riuscire a bloccarlo perché potevamo iniziare subito a pianificare. Mentalmente e fisicamente mi sto preparando”.

ASCOLTIAMO DI PI SULL'ANNO SCORSO. "Per me, come pilota, è una di quelle volte in cui è stato un anno orribile, dal punto di vista dei risultati. La cosa buona è che avevo buone persone dietro di me e il team MCR mi ha dato tutte le opportunità che potevano. Gli infortuni sono stati la parte più grande, quindi il mio tempo in bici era così basso che era quasi come non guidare, con quanto tempo avevo in bici. Abbiamo avuto una buona opportunità con quella squadra e non abbiamo fatto molto. Come pilota, è imbarazzante e deludente perché ho messo la mia vita in questo, e continuare ad affrontare le cose uno dietro l'altro e sentire che non puoi andare avanti, ti pesa davvero. Non sarei stato catturato nella stessa posizione in cui ero, perché l'anno prima (2020) avevamo lavorato così tardi nell'anno che ero così esausto fisicamente per quell'intero anno. Ma subito dopo l'outdoor, ho dovuto iniziare a testare le bici e capire dove stavo andando per il Supercross. È stato difficile affrontare quegli infortuni, ma abbiamo davvero imparato molto come persone e abbiamo dovuto crescere molto. Non ho mai avuto così tanto tempo libero in una volta sola".

Il periodo di Shane alla MotoConcepts 450 è stato breve, ma ha imparato molto.

DOPO SOLO FAR PARTE DI TRE GARE IN QUESTA STAGIONE PASSATA, COME È STATO ESSERE IN PRIMO PIANO PER UNA DI LORO? "Quella gara onestamente mi ha tenuto in vita in un certo senso mentalmente e fisicamente perché a quel punto ero in moto solo da circa quattro settimane da quando avevo firmato con la squadra. Ero in bici e mi sono fatto male. Stavo guidando bene ma poi mi sono fatto male e sono rimasto fuori dalla moto per altre quattro settimane. Sono tornato al settimo round a Orlando e ho avuto circa due settimane in bici. Si trattava principalmente di assicurarmi di essere in grado di resistere a causa della mia spalla. Stavamo per metterci in fila per correre perché non posso davvero migliorare molto di quanto non sia in questo momento solo per esercitarmi. Ho bisogno di andare a ritirare alcuni cancelli e ho bisogno di imparare a correre nella classe 450. Ho finito per qualificarmi bene. Sulla linea di partenza ero nervoso. Non so cosa accadrà e cercherò solo di ottenere il tiro e lo scopriremo da lì. ”

“Sto cercando di imparare, sto cercando di correre, sto cercando di capire questi piloti in questa classe e quindi è stata una grande impresa e una grande rivelazione, proprio per il punto in cui venivo dalla vetta della classifica classe 250.”

COME HAI SUPERATO LE FARFALLE QUANDO È CADUTO IL CANCELLO? “Nella mia gara di calore ho ottenuto l'holeshot e ho solo provato a correre, ma allo stesso tempo non avevo idea di quale fosse il passo di gara. Il mio tempismo era sbagliato e stavo cercando di spingere, ma stavo tagliando le cose e stavo saltando le cose. Poi sto correndo contro Eli e penso "Questo è davvero fantastico". Ma non ero davvero preparato a farlo. È stato un bene, ma è stato anche un grande colpo d'occhio. Il mio secondo round ad Orlando, la pista era così dura. Nel complesso, ho guidato molto meglio. Non ero in quella buona forma in quel momento. Ho fatto dei bei sorpassi nel gruppo, ma poi sono stato superato alcune volte verso la fine della gara. È stata dura entrare e iniziare a correre in quei round quando i ragazzi erano già nel loro solco e sono stati inseriti. Sto cercando di imparare, sto cercando di correre, sto cercando di capire questi piloti in questa classe e quindi , è stata una grande impresa e una grande rivelazione, proprio per il punto in cui arrivavo dai primi della classe 250”.

L'ultimo anno di Shane a bordo della Star Yamaha 250 è stato il migliore di uno dei migliori anni della sua carriera, ottenendo il 2° posto nel campionato Supercross e il 3° all'aperto.

COME È STATO PASSARE DA 250 A 450? “Ero abbastanza composto nella classe 250. In realtà, il team (Star Yamaha) ha avuto molto a che fare con questo, ma quello è stato il mio settimo anno da professionista nella classe 250. Conoscevo davvero bene la classe. Conoscevo l'assetto della bici. È stato naturale durante gli ultimi due anni della mia carriera. Ho pensato "ok, non sto lottando con il ritmo, è più simile a come posso davvero crescere mentalmente e fisicamente e proprio come modellare davvero il mio mestiere di gara e passare alla classe 450". Quando sono salito per la prima volta sulla 450, non avevo idea di come impostare una 450 su Supercross.

QUALCUNO DICONO CHE UNA 450 SIA TROPPO VELOCE PER IL SUPERCROSS. “Non sono sicuro di quanto dovrebbe essere veloce. Sono passati solo due mesi dall'inizio della guida della moto, quando ho sentito che "dobbiamo abbassare un po' la potenza". Lo abbiamo fatto e ha fatto una grande differenza. È stato un grande apprendimento che non sapevo davvero sarebbe stato lì perché non era qualcosa che avevo davvero incontrato prima. era come una di quelle cose che sono fuori dalla vista e dalla mente. Non so cosa è giusto, cosa è sbagliato, cosa dovrebbe essere in questo modo, cosa deve cambiare.

HO SENTITO CHE DIVERSI PILOTI QUESTA STAGIONE PASSATA ERANO EFFETTIVAMENTE DETUNANDO I LORO 450. “Ci sono alcune piste del Supercross a cui arriviamo e vedremo la classe 250 qualificarsi più velocemente. Alcune persone rimangono in seconda marcia su una 450 in Supercross, anche negli whoops. In tal caso, stai guidando solo in prima e seconda marcia, e basta. Quando ero sulla moto Star Racing, a volte potevo guidare in prima marcia, e colpivo alcuni degli whoops in quarta, e gli whoops ad Arlington, all'inizio dell'anno, li colpivo in quinta. Quindi, puoi davvero usare tutta la potenza del 250, mentre il 450, stai a malapena colpendo il gas. È pazzesco quanto siano veloci le moto e quanto siano strette le piste”.

Mentre Shane era infortunato, avrebbe continuato a presentarsi alle gare per supportare la squadra.

SENZA ALCUN DISCRETO PER IL TEAM MOTOCONCEPTS, SONO SCONVOLTO CHE NON AVRAI NESSUNA OFFERTA DELLA FACTORY 450 DOPO AVER FINITO SECONDO IN 250 SUPERCROSS E TERZO IN MOTOCROSS. “Il mio ultimo anno nella classe 250 è stato il mio miglior anno da professionisti delle corse. All'epoca era più o meno come se vincessi il campionato, Star Racing mi avrebbe dato un posto, perché avevano già altri impegni con altri piloti. Non me ne arrabbio affatto perché è strettamente un business. Tutti i team ufficiali erano già al completo e, nel mio caso, c'erano già tre ragazzi che si spostavano fino alle 450 corse ufficiali. A tutto questo si aggiungono i piloti con contratti pluriennali. È stato rigorosamente il caso di non aver vinto il titolo 250 Supercross e non c'erano corse ufficiali disponibili. L'opportunità che ho avuto con MCR è stata davvero una buona opportunità per la situazione in cui mi trovavo e, francamente, non l'ho fatto bene. Sono un grande gruppo di ragazzi alla MCR ed è passato così velocemente che non abbiamo nemmeno potuto lavorare insieme. Ho corso tre gare, ma solo due eventi principali; questo è imbarazzante e brutto. È difficile accettarlo, ma devo usarlo per il prossimo anno. Sono grato per l'opportunità che ho avuto con il team di Rocky Mountain”.

"Ora, abbiamo centralizzato un po' le nostre vite ed è molto bello e molto meno stressante".

CON ROCKY MOUNTAIN ADESSO, IL TEAM HA SEDE IN FLORIDA? “Sì, il nuovo comproprietario della squadra, Mark Lane, possiede 83 Compound. Quindi, questa è la sede del nostro team ora, se vuoi. Mia moglie ed io siamo tornati nella nostra casa qui in Florida e siamo felici di avere un programma fisso almeno per il prossimo po' di tempo, perché nel nostro settore le cose cambiano così tanto. Ci siamo trasferiti in California per il contratto Star e ci siamo trasferiti quattro volte diverse negli ultimi due anni. Ora, abbiamo centralizzato un po' le nostre vite ed è molto bello e molto meno stressante".  

Shane sembra in incognito durante il suo giro sulle Montagne Rocciose qualche mese fa.

COME VEDE LE COSE MENTRE ANDIAMO VERSO IL 2022? “Sono davvero entusiasta dell'opportunità e dello stato della squadra perché sono una squadra che esiste da molto tempo e hanno molta esperienza. Quest'anno è quasi una ripartenza e un refresh per tutta la squadra. Ci sono tre ragazzi ora, un sacco di nuovo personale e un nuovo comproprietario. Abbiamo anche iniziato ad occuparci internamente di alcuni aspetti del team, ma non abbiamo mai fatto un passo indietro. È stato un passo laterale e ora continuiamo a costruire, quindi è emozionante pensare a dove siamo in questo momento, e siamo all'inizio di dicembre. Abbiamo tempo per costruire. Abbiamo ancora alcune cose da fare, ma siamo in una posizione talmente buona che saremo pronti per la gara. Sono super eccitato, davvero dato il tempo, rispetto allo scorso anno, è come se tecnicamente questo fosse ancora il mio anno da rookie 450. È così che la vedo io".

PREsumo che TRE A ROCKY MOUNTAIN cavalcheranno e si alleneranno INSIEME. "Ho guidato con molte persone diverse, e mi sono allenato con molte persone diverse, e penso che sia importante per me imparare sempre nuovi piloti, imparare nuove personalità, imparare come fa bene questo ragazzo e cosa parti in cui lotta. Sto sempre imparando e studiando, e più persone corro e con cui mi alleno, meglio è perché riesco a prendere le cose da loro e ad applicarle alla mia guida e alle mie corse. Se funzionano meglio, dolcezza, e in caso contrario, va bene, forse continuerò a fare questo passaggio in modo leggermente diverso".

È UN VANTAGGIO AVERE TUTTO IL TEMPO CHE HAI DATO SULLA TROY LEE DESIGN KTM? "È pazzesco perché dopo essere sceso dalla TLD KTM ed essere passato alla Yamaha, è stata una grande transizione, basata solo sul telaio. Passare da un telaio in acciaio a un telaio in alluminio mi ha richiesto più tempo di quanto pensassi. Ora tornando a KTM, è stato subito come "ok, me lo ricordo". So come ci si sente e cosa farà, ed è stato davvero incoraggiante. È davvero senza stress perché non mi sto chiedendo "cosa fa questo, cosa succede quando la moto arriva a questo punto?" Sento che mi ha aiutato a iniziare prima di dove sono stato negli ultimi due anni di cambio di marchio".

Shane McElrathPrima di correre per Star Yamaha, Shane ha fatto parte del team Troy Lee Designs Red Bull KTM.

HAI TOCCATO LE COSE CHE CAMBIANO TRA ROCKY MOUNTAIN E KTM, PUOI ESPANDERE QUESTO? SEI IN FACTORY BIKE? "Tecnicamente no, non siamo su moto di serie. È qualcosa che è difficile da spiegare, ma Factory KTM e KTM Corporate stanno cambiando il loro modello di business. Insieme a questo ci sono i loro team supportati dalla fabbrica. Non è necessariamente come un togliere le cose però. Non è cambiato molto, a parte l'etichettatura e l'aspetto del marketing. Il pettegolezzo è che la squadra ha perso questo, e la squadra ha perso quello, ma internamente non è necessariamente così. A molte persone piace speculare su questo. È un grande cambiamento, immagino per l'elenco degli sponsor o per il contratto, ma non tanto per tutta la logistica”.

SARAI NELLA NUOVA VERSIONE FACTORY EDITION? "In questo momento, no. Abbiamo avuto un'opzione per essere su di esso. Il motivo principale per cui rimaniamo sulla vecchia bici è che non ci sono parti garantite. Ci è stato detto "possiamo procurarti delle biciclette, nessun problema. Sono le parti che non possiamo garantire” e la data promessa delle parti era un po' troppo vicina all'inizio della stagione, e questo è stato dato che tutto è filato liscio. Rimarremo fedeli a ciò che hanno fatto negli ultimi due anni, e a tutti noi è andata bene. Ci ha risparmiato molto tempo e molto stress e mal di testa. Stiamo solo riprendendo da dove la squadra ha interrotto".

Rocky Mountain rimarrà sul modello di KTM dell'anno precedente per la prossima stagione.

CAPITO QUESTO, IMMAGINEREBBE CHE SIA UNA BUONA COSA ESSERE SUL MODELLO ATTUALE. "Ho passato la stessa cosa l'anno scorso; tranne che non avevamo davvero l'opzione. Avevamo solo una bici nuova, ed era di Vince. Ha guidato una moto di serie e poi è stato come un paio di settimane dopo, finalmente hanno ottenuto uno scarico per questo. Poi, un po' più tardi, hanno ottenuto altre parti, quindi Vince era lo sviluppatore. Non c'era nessun caso che tutti noi avremmo potuto ottenere una nuova moto l'anno scorso e avere qualcosa per questo. Molti non capiscono davvero la logistica del tentativo di rendere la nuova bici altrettanto buona in sei mesi, come negli ultimi quattro anni in cui la bici è stata sviluppata. Molte persone non vedono quel lato di esso. È divertente sentire la gente parlare di questa situazione, ma toglie molto stress".

su un Supercross_Shane McElrath-4120Shane e sua moglie Joy si sono trasferiti in Florida per lavorare nell'83 Compound, di proprietà del comproprietario del team, Mark Lane. Anche il figlio di Mark, Ethan, gareggia per il programma amatoriale della squadra.

CHE ALTRO HAI FACENDO ADESSO, PRIMA DELL'INIZIO DEL SUPERCROSS? “Sono contento del mio assetto fino ad ora. Mi sto concentrando sul miglioramento della mia forma fisica e sul miglioramento del mio corpo. Abbiamo trascorso il Ringraziamento con la famiglia in North Carolina, siamo tornati e siamo tornati al lavoro. Non sto facendo molte ricerche. È tempo di lavorare, è tempo di macinare e nel mio caso sto recuperando un po' sulla forma fisica e sulla forma di guida perché ho avuto molto tempo libero. Per me c'era da aspettarselo e l'ho accettato. È solo tempo di grind davvero.”

HAI UN OBIETTIVO IN MENTE DOPO QUESTI PRIMI COPPIA DI TURNI? "Sulla base dell'anno scorso, il mio primo obiettivo è quello di superare il primo turno, perché non l'ho fatto l'anno scorso. Man mano che ci avviciniamo, restringiamo la nostra attenzione ai nostri obiettivi e sviluppiamoci come corridori nella classe 450. Non è un compito facile dato il numero di persone che sono lì da un po', dato che sono ancora ottimi corridori e sono ancora veloci. Mi aspetto che sia dura perché nessuno di quei ragazzi vuole che un "bambino" entri e li batta".

Ti potrebbe piacere anche