2020 AMA SUPERCROSS: COSA SUCCEDE L'ULTIMA VOLTA AL SUPERCROSS È STATA A ST. LOUIS?

Il 17 marzo 2018, migliaia di fan si sono radunati nel Centro America di St. Louis per assistere all'undicesimo round del Monster Energy 11 Supercross della Premier League. Dalle prime ore del mattino alle qualifiche fino all'ondata finale della bandiera a scacchi, i fan non sono rimasti delusi dagli eventi di quella notte. Ci sono state alcune storie e rivalità che hanno iniziato a formarsi in questa notte di gare. Zach Osborne contro Austin Forkner e Jason Anderson contro Eli Tomac per dirne alcuni. Per non parlare di molti altri piloti che cercavano il gradino più alto. Come è successo tutto? Alla vigilia del ritorno del Supercross a St. Louis, dopo aver saltato la Gateway City nel 2019, scopri "What Happened The Last Time Supercross Came to St. Louis".

2020 ST. LOUIS SUPERCROSS | PIENA COPERTURA

La giornata è iniziata con le qualifiche. Zach Osborne ha conquistato il 250 ° tempo est più veloce della giornata, seguito da Austin Forkner e jordon smith. Sì, St. Louis è stata una gara della 250 East nel 2018 ed è una gara della 250 West nel 2020.

Nel 450, Eli Tomac conquistò il primo posto in qualifica seguito da Justin Brayton e Malcom Stewart.

Le cerimonie di apertura a St. Louis. 

Dopo che le cerimonie di apertura furono tutte chiuse e il fumo ripulì l'aria, era ora di caricare i cancelli per le prime quattro gare della notte. Il meccanico di Pro Circuit, Olly Stone prepara la base di partenza per il suo pilota Austin Forkner.

Austin Forkner ha sicuramente dominato la sua gara di calore della 250 East. Ha inchiodato un nuovo inizio ed è riuscito a staccarsi dal gruppo. Il suo compagno di squadra Martin Davalos seguito dietro al secondo, e il corsaro Jacob Williamson al terzo. Forkner sembrava più che pronto ad affrontare Zach Osborne nel main.

Nella seconda manche della 250 est, il pilota JGR Suzuki Kyle Peters è balzato al comando. Dopo un minuto e mezzo, Zach Osborne ha fatto un passaggio pulito su Peters e si è portato in vantaggio. Mentre le pedine salutavano, Zach Osborne ha vinto, seguito da Kyle Peters e Jeremy Martin.

Patch personalizzata di Jeremy Martin per la notte. La frase proveniva da uno spot di "Bud Lite" che stava giocando in TV in quel momento.

Il prossimo è stato il 450 gare di calore. Con nomi di grandi piloti come Ken Roczen e Justin Barcia feriti, ha lasciato la porta aperta a molti atleti potenzialmente in grado di vincere. Nel 450 di Heat one a St. Louis, era tutto incentrato sul vincitore del Daytona del fine settimana precedente Justin Brayton. Ha vinto la manche, seguito da Dean Wilson e Broc solletico.

La seconda manche è stata la gara che tutti stavano aspettando. The Eli Tomac contro la resa dei conti di Jason Anderson. All'inizio, Eli è ricaduto drasticamente lasciando Jason a dare un'occhiata. Alla fine, è stato Jason Anderson al primo posto, Eli Tomac al secondo posto e Blake Baggett al terzo.

Tra le ultime gare di calore e la prima LCQ, la Junior SX di KTM è iniziata. Come sempre questi piccoli corridori hanno portato entusiasmo ed energia sul campo. In questa serata, Elly Gross ha preso il primo, seguito da Levi Wilkins al secondo e Lucas Skelton al terzo.

Una volta che i Juniors furono fuori pista, era tempo di abbandonare il cancello per gli LCQ. Nella classe 250, Cody Vanbuskirk ha dato a Drake Sizemore una corsa al comando per l'intera gara. Ma alla fine, è stato Drake Sizemore al primo posto in Last Chance con Cody Vanbuskirk al secondo, Ramyler Alves al terzo e Tanner Basso al quarto.

Con il passare della notte, la pista si stava facendo più profonda e ha iniziato a rendere le cose un po 'più interessanti.

Sfortunatamente Malcolm Stewart è stato nel 450 LCQ di questa settimana dopo un piccolo errore nel suo Heat. Fortunatamente, ha preso la vittoria di LCQ in modo pulito e si è trasferito direttamente al Main Event. Dietro di lui c'erano AJ Catanzaro, Dylan Merriam e Scott Champion.

Dopo che tutte le qualifiche sono state completate, sai cosa verrà dopo. The Mains. Zach Osborne stava facendo la sua preghiera pre-gara proprio dietro la griglia di partenza 250.

Austin Forkner che mostra lo stato "Show Me" un po 'd'amore.

Ed eccoci qui, è il momento di vedere come è uscito il Main Event 250!

All'inizio era Austin Forkner davanti. Correva solido, pulito e sembrava completamente indistruttibile. Fino a quando si è rotto. Zach Osborne è partito alla grande e è riuscito a rimanere dietro Forkner per tutto il tempo non lasciandolo fuori di vista. Una volta Osborne iniziò a esercitare pressioni Forkner, si è schiantato e ha dato il vantaggio. Mentre la gara andava avanti, Forkner ha commesso alcuni altri errori e si è classificato quinto.

In questo sport, al fine di ottenere una solida esposizione, è necessario effettuare una pedalata di emergenza. Ed è esattamente quello che St. Louis era per Kyle Peters. Ha concluso alla grande con la sua 250 manche e ha finito per appendere con i corridori davanti nella 250 Main. Ha tagliato il traguardo al quarto posto.

Ci stiamo abituando a vedere il numero 45 di Jordon Smith sulla scatola. È il maestro nel catturare il campo e nel fare giri solidi e lisci. Alla fine si è piazzato terzo.

Un altro pilota che ci stiamo abituando a vedere è Jeremy Martin. Il numero 6 ha avuto un inizio difficile per la stagione 2018. Ma ha davvero messo insieme alcune fantastiche corse nelle ultime settimane. Jeremy ha sfruttato le disavventure di Austin Forkner e ha iniziato a girare a Osborne. Ma alla fine, si sarebbe accontentato di un secondo nel main event 250 East.

Zach Osborne è un diavolo di cavaliere. Nessuno potrà mai portarglielo via. Quando la rivalità cominciò a formarsi tra lui e Austin Forkner, qualcuno dovette intensificarsi. Qui a St. Louis, Zach si fece avanti e spezzò il giovane. Non solo ha conquistato la vittoria, ma ha aumentato il suo vantaggio di otto punti su Forkner.

Risultati ufficiali: Zach Osborne (1 °), Jeremy Martin (2 °), Jordon Smith (3 °).

250 CLASSI DI SX POINT EAST COAST (GIRO 4 DI 9)

  1. Zach Osborne (Hus) ... 115
  2. Austin Forkner (Kaw)… 107
  3. Jordon Smith (KTM)… .102
  4. Jeremy Martin (Hon) ... 93
  5. Luke Renzland (Yam) ... 71
  6. Kyle Peters (Suz) ... 70
  7. RJ Hampshire (Hon) ... 57
  8. Sean Cantrell (KTM) ... 56
  9. Colt Nichols (Yam) ... 54
  10. Martin Davalos (Kaw) ... 52

Successivamente, i 450. Ecco un colpo unico di cavalieri che aiutano i cavalieri a prepararsi per la 450 Main. 

Di tutte le volte per salire al piatto, il momento è adesso. Weston Peick era stato uno dei cinque migliori per tutta la stagione ed era stato molto coerente. Ha dato il massimo per riuscirci. Ma a St. Louis, avrebbe tagliato il traguardo in quinta posizione.

Il vincitore dello scorso fine settimana non ha avuto la stessa fortuna a St. Louis. Un brutto inizio e una perdita di terreno sono state le ricette della notte di Justin Brayton. Ha dato tutto quello che aveva e si è aggrappato al quarto.

Marvin Musquin è un altro pilota che è stato molto coerente. Corre le sue linee e spesso segna i tempi più veloci della giornata durante le gare. Ma questo fine settimana, avrebbe ottenuto un altro terzo posto. Sa di essere capace di fare di più, e così fa il campo.

Anche se Jason Anderson ha tagliato il traguardo al secondo posto, non era la notte che aveva in mente. Battere Eli Tomac direttamente è qualcosa che aveva in mente. Jason stava caricando duramente e stava andando alla grande. Ha solo bisogno di quel vantaggio extra su Eli per accumulare più vittorie. La sua costanza sta pagando, in quanto estende anche i suoi punti portando a 42 punti in più sul campo.

Quando Eli Tomac si presenta, si presenta per correre. Non scherza. È uno dei piloti più veloci del mondo. Sappiamo che può vincere le gare. Ma potrebbe essere necessario un miracolo per farlo salire nel campionato 2018, anche se ha attraversato il traguardo per primo, ancora una volta.

Risultati ufficiali: Eli Tomac (1 °), Jason Anderson (2 °), Marvin Musquin (3 °).

450 PUNTI SUPERCROSS IN PIEDI (GIRO 11 DI 17)

  1. Jason Anderson – 246
  2. Marvin Musquin – 204
  3. Justin Brayton – 189
  4. Eli Tomac – 186
  5. Blake Baggett – 181
  6. Weston Peick – 171
  7. Broc Tickle – 147
  8. Cooper Webb-146
  9. Cole Seely – 124
  10. Giustino Barcia-113

_____________________________________

LE PRINCIPALI NOVITÀ DOPO NS. LOUIS:

Cooper Webb non era presente durante le 450 gare di calore a St. Louis a causa di un schianto in pratica. Le fonti dicono che in realtà ha avuto un incidente a metà settimana praticando, e non stava andando bene a St. Louis.

Cooper ha commentato: “Voglio solo dare a tutti un avvertimento. Martedì ho avuto un incidente di allenamento con conseguente infortunio alla spalla / dislocazione a causa di un bizzarro problema con la bici di mano. Ho riformato tutta la settimana per provare a correre oggi a St. Louis. Sfortunatamente la mia spalla non è abbastanza buona per correre oggi, il che ha provocato un incidente di prove libere nella pratica 1. Estremamente distrutto, ma farò tutto il possibile per tornare al più presto possibile. Vorrei ringraziare tutti i miei sponsor e fan per la comprensione. "

È stata anche una notte difficile per Malcolm Stewart. Sfortunatamente è caduto duramente nel caldo e si è fatto male alla spalla. È riuscito a vincere il suo LCQ, ma non si sentiva così bene.

Malcolm ha commentato: “Stava andando bene tutto il giorno, ha avuto una brutta partenza nel caldo e si è unito a un altro pilota, è andato giù e mi ha incasinato la spalla, finendo decimo! Non posso lamentarmi, sono solo felice di essere al sicuro. Ragazzi, vi darò un aggiornamento questa settimana sulla spalla. Grazie fan per essere lì per me Così come il gruppo medico alpinestars per avermi aiutato! ” #WeSstillThere 

Hai notato che Star Racing aveva un nuovo pilota sotto la sua tenda? L'assistente del team manager Wil Hahn ha portato Thomas Ramette dalla Francia per riempire il ferito Colt Nichols e Dylan Fernandis. "Thomas non guida una 250 da oltre sei anni", ha detto Hahn. L'attuale pilota francese 450 è saltato sulla moto di Ferrandis e ne ha adorato ogni cosa. L'unica cosa che voleva cambiare era il posizionamento della barra. 

Thomas ha commentato: “P4 in calore e P10 in testa alla mia prima gara AMA 250 Supercross. Sempre meglio su 250. grazie a tutti @starracingyamaha per il loro fantastico lavoro. "

Bene, Austin Forkner è andato in leggera collera con un cavaliere caduto dopo essere sceso nel Main Event 250. Si suppone che il corsaro Ramyller Alves abbia sventolato la bandiera blu più volte durante quel particolare giro, e alla fine ha portato Forkner fuori mentre era in missione per recuperare posizioni.

Forkner ha commentato: “Beh ci ho provato. Colpisci un calcio sul drago e prendi un dollaro come molti di noi hanno visto. Ho perso il mio flusso e poi mi sono riunito con un lapper e sono finito quinto. Per quanto riguarda il mio piccolo "capriccio", avrei dovuto tranquillamente calmarmi un po 'prima di dire qualcosa, ma hey gli animi sono alti, è un campionato vicino e non è finita. "

Alves lo ha seguito: “Voglio chiarirlo, non stavo cercando di eliminare o tenere in piedi qualsiasi pilota che fosse in grembo in testa. Sul giro dell'incidente, dal salto all'arrivo fino all'incidente non ne ho avuto uno, non uno, con la bandiera blu sventolata contro di me, non avevo idea che il pilota dietro di me fosse un pilota nel giro principale. Stavo lottando per le posizioni per tutta la gara e non vedendo una bandiera blu sventolata in quel giro, questo mi ha fatto pensare che fosse un pilota con cui stavo combattendo. Un paio di giri prima dell'incidente, ho sventolato una bandiera blu, quindi ho lasciato passare il cavaliere dietro di me, ma alla fine non è stato un cavaliere nel giro principale, in realtà era un cavaliere con cui stavo combattendo. È una situazione difficile essere come pilota. Andando avanti."

Foto di Krystyn Slack.

ST 2018 LOUIS SUPERCROSS | COPERTURA COMPLETA

2020 ama il campionato di supercross2020 Anaheim 1 SupercrossMONSTER ENERGY SUPERCROSS 2020Supercross di St.Louis 2020energia mostruosasupercross di energia del mostromotocrossmxaSupercross St. Louis Supercross 2020SUPERCROSSsx