2020 DAYTONA SUPERCROSS HOMEWORK: RICORDA COSA È SUCCESSO L'ULTIMO ANNO A DAYTONA?

Il numero tre di Eli Tomac ottiene la sua terza vittoria del 2019, la sua terza vittoria a Daytona, con una foto di Dale Earnhardt che era il numero tre personalizzato dipinto sul suo casco. 

2020 DAYTONA SUPERCROSS HOMEWORK: RICORDA COSA È SUCCESSO L'ULTIMO ANNO A DAYTONA?

Foto di Brian Converse
Parole di Josh Mosiman

Daytona detiene un record storico speciale, in quanto è l'unica sede che è stata inclusa in ogni singola stagione dei Supercross. Ancora una volta le condizioni uniche e stimolanti della pista Supercross all'aperto hanno offerto grandi battaglie e storie interessanti. Dopo che Eli Tomac è rimasto indietro di oltre due secondi su Marvin Musquin in qualifica, è stato in grado di trovare un po 'di velocità e lottare per attraversare il traguardo per primo quando contava di più. Scopri tutti i dettagli sulla Daytona Supercross 2019 in "The Aftermath" di Motocross Action.

HIGHLIGHTS SUPERCROSS DAYTONA 2019 450

Ricky Carmichael è il progettista della pista Daytona Supercross. Ha anche guidato con i giovani il giorno della stampa e di fronte alla folla durante le cerimonie di apertura il giorno della gara. Abbiamo intervistato Ricky sulle sue vittorie a Daytona e gli abbiamo chiesto cosa cercasse durante la progettazione di una traccia. 

Eli Tomac ha iniziato al secondo posto e dopo aver combattuto avanti e indietro con Blake Baggett all'inizio della gara, è stato in grado di salire in testa e conquistare la sua terza vittoria dell'anno. 

Marvin Muschino è stato veloce tutto il giorno a Daytona, ma quando è arrivato il momento di correre, sembrava che stesse spingendo troppo e questo lo ha portato a commettere errori costosi. Nel lungo 1000 piedi sezione ritmica, Marvin è atterrato su un blocco duro e quasi è caduto, poi ha fermato la moto e poi nell'ultimo giro mentre cercava di fare un sorpasso su Webb per il secondo, è quasi caduto nella sabbia. Questi errori, più molti altri, hanno impedito a Marvin di vincere a Daytona. 

Cooper Webb non è stato il più veloce al Daytona Supercross 2019, ma è stato in grado di tenere a bada il suo compagno di squadra per finire secondo. Eli Tomac ha vinto, ma Cooper ha comunque esteso il suo vantaggio in campionato su Ken Roczen e Marvin Musquin. Arrivando a Daytona aveva 13 punti di vantaggio su Roczen (che era secondo). Dopo Daytona, Roczen è sceso al quarto posto in punti ed Eli Tomac è risalito per legare Marvin Musquin per il secondo, 19 punti dietro Cooper Webb.

Dalla sua prima vittoria stagionale a San Diego, Eli Tomac ha vinto altre due volte, ma sfortunatamente per il nativo del Colorado, non è stato molto coerente. A partire da San Diego, i piazzamenti di Eli sono stati 1-6-12-1-6-1. La vittoria di Eli a Daytona lo ha portato tre punti più vicino a Cooper Webb nella classifica del campionato, ma ci vorranno più vittorie per Eli e alcuni errori di Webb per chiudere nuovamente la battaglia del campionato. 

Ken Roczen è arrivato a Daytona sentendosi bene e durante il giorno ha parlato molto bene della pista morbida e solcata di Daytona. Sfortunatamente per Ken, nell'angolo di sabbia all'inizio della 450 principale ha incontrato Chad Reed ed è caduto con il suo compagno di squadra Honda HRC Cole Seely. Ken si è alzato e ha caricato fino all'ottavo posto. Questa è stata la prima gara nel 2019 in cui Ken non è finito tra i primi cinque e lo ha riportato al quarto posto in campionato, a 21 punti da Webb.

Blake Baggett ha afferrato la holeshot e ha tenuto il comando per i primi tre giri del principale di diciotto giri evento. 

Baggett stava andando bene a Daytona. È stato il primo a lanciare il famoso salto sul muro di Daytona e sembrava che potesse ottenere la sua seconda vittoria della stagione. Anche dopo che Eli ha superato Blake, il numero quattro è riuscito a tornare in testa per un altro giro sorpassando Tomac nell'angolo di sabbia. Dopo aver combattuto con Tomac, Webb e Musquin sarebbe finito per tagliare il traguardo al quarto posto. 

Shane McElrath stava effettivamente guidando la sua KTM 250SXF nella classe 450 a Daytona. Perché i 250 compagni di squadra di East Shane Jordan Smith e Mitchell Falk sono fuori per infortunio, il team ha deciso di portare Shane nella classe 450 per il fine settimana.

Daytona era una buona scelta per tre dei quattro 450 principianti Supercross. Justin Hill era uno dei principianti che aveva una buona notte. Il suo settimo posto è stato il migliore per la stagione del pilota JGR Suzuki.

Joey Savatgy ha avuto un'altra solida notte di gare nella classe 450. Ha superato Cole Seely nell'ultima curva della sua gara di calore per finire terzo, e poi nella principale è partito quinto ed è finito quinto. Ha detto via Instagram: “Daytona era nodoso ... Felice della prima metà della mia gara, la seconda metà ha faticato ma è riuscita a tenerla insieme! P2, e vivo per combattere un altro fine settimana. Grazie team # Team5. "

Zach Osborne ha anche avuto il meglio della stagione a Daytona. Dopo aver iniziato la stagione in ritardo a causa di a ferita alla spalla, Zach ha lottato nelle sue prime gare con il suo miglior piazzamento essendo un decimo a Detroit. Daytona è andato molto meglio per il debuttante 450, ha superato il gruppo per finire sesto con la sua Rockstar Husqvarna.

Aaron Plessinger era il 450 novellino del Supercross a non passare una buona notte. Ha fatto un grosso errore e racchiuso una tripla nel lungo 1,000 piedi. sezione ritmica che gli fa espellere dalla bici e atterrare duramente su questi piedi. Aaron ha annunciato tramite Instagram di essersi rotto il tallone, ha pubblicato: “Bene .. Come tutti hanno visto, stasera sono sceso un po 'nel main, ho finito per rompere il tallone. Non molte informazioni in questo momento, solo radiografie, ma vi terrò tutti aggiornati. Grazie per l'amore e il supporto! 

Arrivando alla Daytona Supercross 2019, molti hanno messo Eli Tomac in cima alla lista per i previsti vincitori della classe 450, ma dopo una partenza lenta nelle qualifiche alcuni dubitavano che l'avrebbe fatto. Dopo la prima sessione di qualifiche, Eli era al nono posto, a 1.9 secondi dal tempo più veloce stabilito da Marvin. Nella seconda sessione di qualifiche, Eli ha perso molto tempo, ma anche Marvin. Eli è passato al quarto posto con 1.09.295 ma Marvin Musquin è sceso fino a 1.07.724 a quel punto.

Marvin Musquin è stato veloce tutto il giorno a Daytona. Si è qualificato più veloce, quasi un secondo intero davanti a Ken Roczen che era il secondo classificato. L'esclusiva pista in stile outdoor deve aver fatto la differenza nei tempi di qualifica, perché non possiamo ricordare quando è stata l'ultima volta che qualcuno è stato così avanti rispetto agli altri in una sessione di qualifica di Supercross. 

COSA DOVREBBERO DARE I 450 PILOTI SUL SUPPORTO DI DAYTONA 2019

Eli Tomac: “A partire dalla giornata, è stata semplicemente dura, ero dietro a questi ragazzi. A un certo punto Marvin aveva un tempo sul giro che era di due secondi e mezzo più veloce di me e io sono seduto lì a interrogarmi. Abbiamo semplicemente giocato a recuperare e apportato alcuni miglioramenti ad ogni allenamento. Arrivare all'evento principale, mi ci è voluto un po 'per entrare nel ritmo. Sono stato spostato in terza, e poi ho finalmente trovato le linee e il flusso. Stavo facendo un buon tempo con gli whoops e ho iniziato a venire da me. Avere quella terza vittoria qui è davvero speciale. "

Cooper Webb: “È stata una battaglia per tutto il tempo, penso di essere arrivato terzo o giù di lì il primo giro e Marv mi ha aggirato velocemente. Ho commesso alcuni errori, sono tornato un po 'indietro e sono dovuto tornare indietro. Poi Marv ha commesso un errore, credo che io e Blake lo abbiamo aggirato. Poi ho avuto una battaglia con Blake e poi Marv è stato tutto su di me alla fine, quindi è stata una battaglia per tutto il tempo. È stata una gara divertente, difficile, ma è stato bello ottenere un secondo e tornare sul podio a Daytona ".

Marvin Muschino: “Ho passato una giornata fantastica, la pratica è stata fantastica. È iniziato ieri con la stampa. L'intero weekend è stato fantastico, l'atmosfera era fantastica, non vedo l'ora che arrivi Daytona. Le prove sono state fantastiche, sono stato il più veloce e ho fatto dei giri davvero molto veloci, quindi mi sentivo davvero a mio agio. Nella gara di calore siamo effettivamente caduti nella seconda curva, quindi questo mi ha lasciato indietro, sono tornato al quinto posto. Ero un po 'fuori sulla corsia di partenza per entrare nell'evento principale, ma in qualche modo ce l'ho fatta. Quando sono sceso dalla sabbia ero tra i primi cinque. Quindi era un'ottima posizione. Ho fatto dei sorpassi e stavo guidando alla grande, ho solo commesso degli errori. In realtà sono andato in folle e ho bloccato la moto, laggiù sul lato opposto della pista. Mi è costato molto e ho dovuto addebitare indietro e sono riuscito a tornare terzo e quasi secondo. Ho sicuramente caricato molto forte e la velocità era buona, ma era sufficiente solo per il terzo posto. Sono un po 'deluso, ma ho fatto del mio meglio ed è stata sicuramente una lotta dura ". 

Eli Tomac parla della sezione di sabbia: “Era un punto da sorpassare quindi è stato bello, direi all'inizio della giornata e la maggior parte delle volte abbiamo usato l'interno, ma una volta che abbiamo iniziato a correre, l'esterno si è aperto ed è stato un bene. In sostanza, in realtà ho fatto, lo chiamerò semplicemente un "errore stupido", ho lasciato la porta aperta a Blake lì. L'esterno era più veloce se eri nell'aria pulita, ma l'ho lasciato aperto. Ma è stato un bene, siamo riusciti a fare un paio di passaggi finché i tuoi occhiali sono rimasti puliti ".

Alla domanda su come gestire le nuove aspettative e pressioni, il leader di 450 punti Cooper Webb ha dichiarato: “Una volta ottenuto quel sapore di vittoria, lo vuoi sempre. Per me è abbastanza facile (rimanere concentrato), devo battere stasera e sai, ci sono cose su cui lavorare. Quindi è quello che penso mi mantenga motivato e in questo momento, prendendolo fine settimana per fine settimana e farlo in quel modo ".

450 CLASSIFICA PUNTO CAMPIONATO (DOPO IL ROUND 10 di 17)

  1. Cooper Webb-222
  2. EliTomac-203
  3. Marvin Musquin-203
  4. Ken Roczen-201
  5. Blake Baggett-161
  6. Decano Wilson-149
  7. Ciad Reed-137
  8. Justin Brayton-127
  9. Joey Savagty-124
  10. Aaron Plessinger-123

Punti pieni in piedi, CLICCA QUI .

2020 DAYTONA SUPERCROSS | PIENA COPERTURA

HIGHLIGHTS DI SUPERCROSS DI DAYTONA 2019 DEL 250

Ancora una volta, Austin Forkner ha dominato la classe 250. È passato in testa all'inizio, ma è atterrato su un duro blocco nella sezione ritmica. Dopo la chiamata ravvicinata ha gestito bene la gara conquistando la sua quarta vittoria stagionale. Qui fa bruciare il famoso Daytona Speedway subito dopo aver attraversato la bandiera a scacchi, i fan erano entusiasti!

Per la seconda volta in questa stagione Austin Forkner, Chase Sexton e Justin Cooper raggiungono il podio 250.

Austin Forkner celebra un'altra vittoria. Alla domanda su quale sia la differenza per lui nel 2019, Austin ha detto: “Ho apportato alcune modifiche per quanto riguarda il mio programma, dentro e fuori dalla bici con allenatori e cose del genere. Mi sento come se fosse un'esperienza, questo è il mio terzo anno. E le cose che ho imparato, sicuramente dal mio anno da rookie e anche dall'anno scorso, sento di averle imparate e fatto miglioramenti quest'anno. Quindi penso che sia davvero solo esperienza, ci vuole solo tempo ed è difficile arrivare al primo anno al giorno d'oggi e andare subito al top. È solo l'esperienza che penso sia la cosa più importante ".

Chase Sexton è stato veloce tutto il giorno a Daytona, ha anche battuto Austin per 0.06 per segnare il tempo sul giro più veloce in qualifica. Ma quando è arrivato al main event non è stato in grado di sfidare il capoclassifica. Chase è arrivato di nuovo secondo.

Justin Cooper continua a dimostrare le sue capacità. Finora nel 2019 ha corso cinque gare, è salito tre volte sul podio ed è stato tra i primi cinque in ogni gara. 

Kyle Peters # 55 ha afferrato la holeshot nella 250 principale e ha guidato per i primi due giri. 

Mitchell Oldenburg è tornato indietro da un incidente di prove ad Atlanta per ottenere il miglior quarto posto stagionale a Daytona. Era contento dei suoi progressi e siamo contenti di vederlo tornare dopo l'incidente!

La curva dopo la partenza era un angolo di sabbia profonda e stava causando problemi ai piloti per tutto il giorno. Qui Austin Forkner commette un piccolo errore mentre Kyle Peters si aggira all'esterno per prendere il comando.

Alex Martin ha preso il gas a Daytona, è arrivato quinto con la sua JGR Suzuki.

Ryan Sipes ha iniziato una lunga settimana di gare a Daytona. Nel 2019 Sipes ha deciso di fare qualcosa fuori dall'ordinario, gareggiando in diverse gare motociclistiche durante tutto l'anno. Ha iniziato la sua stagione unica 2019 a Daytona alla famosa Daytona Beach Bike Week. Sabato ha corso in Supercross e ha concluso quattordicesimo nella classe 250, domenica ha corso la Florida GNCC (che è una gara di tre ore in fuoristrada tra gli alberi) e giovedì tornerà a Daytona per correre l'AFT Flat pista da corsa TT. 

Dopo aver perso tre round a causa di un infortunio al ginocchio, Thomas Covington ha corso il suo secondo Supercross a Daytona. Dopo una brutta partenza ha concluso quindicesimo con la sua Rockstar Husqvarna.

Dopo aver ottenuto l'Holeshot e aver guidato i primi due giri, Kyle Peters è tornato al settimo posto. Questa è stata ancora una grande corsa per il pilota JGR Suzuki da Greensboro, NC. Ha detto via Instagram: “Daytona 2019, mi sentivo bene a correre davanti al nostro posto. Ho ancora del lavoro da fare ma prendere gli aspetti positivi e andare avanti! La mia squadra è fantastica. "

Jace Owen # 159 è arrivato dalle gare della serie Kicker Arenacross che è appena terminata al Supercross di Atlanta. Sfortunatamente, non si è qualificato per lo spettacolo notturno lì con la dura concorrenza e il formato Est / Ovest. Ma si è qualificato bene a Daytona, un 5 ° posto nella gara di calore ha dimostrato all'industria che Jace Owen è legittimo.

Austin Forkner ha vinto la sua gara di calore e ha lanciato questo enorme nac-nac per i fan dal salto al traguardo.  

Un altro morde la polvere, Kyle Cunningham scende nella dura sezione di sabbia. 

Austin Forkner scolpisce da solo l'angolo di sabbia. Nell'evento principale, è stato più veloce colpire la linea esterna come sta facendo Austin qui. Ma se qualcuno fosse vicino a te, potrebbe colpire l'interno e fare il passaggio, anche se subito dopo è stato più lento.

John Short # 69 strappa via mentre Richard Jackson # 725 guarda il nostro fotografo Brian Converse.

Lorenzo Locurcio viene colpito con una faccia piena di terra mentre supera il salto sul muro. Lorenzo ha vinto la 250 LCQ ed è arrivato tredicesimo nella 250 main event. Ora correrà i 250 GP in Europa per Bud Racing.

Austin celebra mentre prende le pedine.

Mitch Payton passa lo champagne sul podio di Forkner a Jon Primo. 

Dato che Austin non ha ancora 21 anni, l'equipaggio del Pro Circuit riesce a bere il suo champagne. 

Austin non era arrabbiato perché aveva un'altra sorpresa che lo aspettava dopo la vittoria. 

Di cosa avrebbero dovuto dire i 250 ciclisti orientali IL DAYTONA SUPERCROSS 2019

Austin Forkner quando gli viene chiesto come è riuscito a vincere: “La partenza ha aiutato e stava facendo quel ritmo ogni singolo giro senza commettere errori, perché era facile perdere tempo e poi anche gli whoops sono stati distrutti. Fondamentalmente quell'intero rettilineo proprio lì, è stato davvero fondamentale che tu fossi pulito. Sento che questa è stata la differenza per me, solo cercando di eliminare gli errori. Penso di averne fatti dei piccoli, ma in generale non ho commesso errori, quindi penso che sia stato quello. "

Insegui Sexton:“Sono andato a prendere l'holeshot nella gara di calore e poi sono caduto da solo alla prima curva. Non mi sono aiutato con il mio gate pick (nel principale) ma ho fatto alcuni passaggi e penso di essere stato proprio intorno al quinto all'inizio. Mi sono messo subito dietro Justin (Cooper) e poi ha finito per commettere un errore e l'ho preso. Probabilmente Austin era a circa quattro secondi da me, è rimasto lì per il resto della gara. La pista era nodosa, era facile commettere errori, ho solo cercato di essere coerente, Austin ha guidato molto bene, non ha commesso errori. Tutto sommato è stata una bella gara. " 

Giustino Cooper alla domanda sulla traccia: “Direi che è iniziato abbastanza liscio, ovviamente nelle manche, e poi si è rotto da lì. Ad ogni giro le linee diventavano più profonde, stavamo prendendo le stesse linee là fuori. C'erano tre linee principali in ogni curva e venivano scavate ad ogni giro. Gli whoops sono diventati davvero complicati, era un po 'come una pista di capre, dovevi saltare e saltare lì. Ogni giro diventava più duro, le facce (dei salti) andavano via con i solchi. Era quasi fino alle pedane, quindi alla fine della gara dovevi guardare quali solchi stavi prendendo dalle curve ". 

250 CLASSI DI PUNTI COSTIERA ORIENTALE (DOPO IL ROUND 5 DI 9)

  1. Austin Forkner-125
  2. Giustino Cooper-102
  3. Insegui Sexton-102
  4. Alex Martin-78
  5. Martin Davalos-71
  6. Brandon Hartranft-71
  7. Jordan Smith-70
  8. Mitchell Oldenburg-69
  9. Kyle Cunningham-65
  10. Kyle Peters-62

Punti pieni in piedi, CLICCA QUI .

2020 DAYTONA SUPERCROSS | PIENA COPERTURA

Daytona 2019Supercross AMA 2020Daytona supercross 2020MONSTER ENERGY SUPERCROSS 2020Blake BaggettDean WilsonELI TOMACJeremy MartinKen RoczenmotocrossmxaSUPERCROSSVincenzo Frise