ALEX MARTIN SU HANGTOWN, L'RM-Z250 E CHE COSA CERCERÀ PER ESSERE IL CAMPIONE

Di Jim Kimball

All'apertura del Hangtown 2019 National JGR Suzuki, Alex Martin lotta con un incidente al primo turno, e il successivo incidente, per finire 250 ° in prima gara, ma è tornato indietro per ottenere il secondo nella seconda gara. Come uno dei piloti più anziani della classe 23, Alex riesce ancora a fare esperienza e grinta. Abbiamo incontrato Alex per parlare della stagione a venire.

ALEX, HANGTOWN È STATO Certamente E IL GIORNO SU E GIÙ NON È STATO? Sì, penso che molte persone abbiano sicuramente avuto una giornata sulle montagne russe con condizioni di pista al mattino e poi fango nel pomeriggio. Personalmente, è stata una giornata un po 'disastrosa. Ho faticato nelle qualifiche, il set up della bici non era dove dovevamo essere. È stato difficile per me stenderlo davvero per un giro. Quindi abbiamo apportato modifiche durante il giorno, con sospensioni, ingranaggi e tutto il resto. Tutto è culminato in una buona impostazione per me davvero metterlo giù in moto due. Sono stato molto contento di essere riuscito a raggiungere il secondo posto.

LA BICICLETTA È TUTTA NUOVA, COSÌ NON È STATA REALMENTE CORSA ALL'APERTO, GIUSTA? È molto vero. Penso che il problema più grande sia stato che non ho fatto tanti test quanto avrei voluto con JGR, proprio nella pausa tra Las Vegas e Hangtown. È un po 'più difficile quando hanno sede a Charlotte. Penso che a volte siamo in svantaggio lì, e anche il fatto che in realtà ero solo io a provare e preparare la moto. Non abbiamo molti altri piloti Suzuki e nessuno da cui attingere. Quindi, sì, è difficile quando non hai molti compagni di squadra su cui fare affidamento per le cose, ma alla fine abbiamo apportato modifiche durante il giorno a Hangtown, e non c'è posto migliore per sentire davvero una moto da cross per vedere cosa sta andando oltre il giorno della gara immagino. Odi fare affidamento sul giorno della gara per i test, ma non avevamo scelta. Siamo stati in grado di trovare un buon setting per tutta la giornata e si è tradotto in un buon secondo traguardo.

PARLA DEL PRIMO MOTO PER UN MINUTO. COSA TI HA AIUTATO? È stata solo una stupida fortuna, davvero, come il posto sbagliato al momento sbagliato. Ero dietro a Garrett Marchbanks, che si è schiantato all'angolo esterno al primo giro e non avevo nessun posto dove andare e l'ho ammazzato. Poi, sono sceso e Jordan Smith è entrato nella mia ruota posteriore, e fondamentalmente le nostre bici erano bloccate insieme. Ci sono voluti 25 secondi per smontare le biciclette. È stato un peccato e mi ha fatto tornare indietro. In realtà mi sono schiantato di nuovo, come al sesto giro e ho perso probabilmente altri 15-20 secondi, quindi sicuramente lo scenario peggiore per la prima moto dell'anno.

ALEX, HAI MAI PENSATO DI ESTRARRE SOLO DA QUELLA MOTO? No, sicuramente non lascerò mai la pista, o tirerò giù la pista, a meno che non ci sia qualcosa che non va nella moto o se mi faccio male. Ovviamente, non mi sono fatto male, e niente era sbagliato con la bici. Era solo un caso di due stupidi errori in moto e di essere così lontani. La pista era piuttosto difficile da recuperare, quindi era una di quelle cose in cui era imbarazzante essere così lontani. Vorrei considerarmi nella caccia al titolo, ma non ho nemmeno segnato punti nella prima manche. Ero tipo "oh mio Dio". Sono stato molto fortunato a poter ottenere una seconda manche migliore e recuperare il maggior numero di punti possibile. Ora sto praticamente iniziando una serie con un deficit di punti abbastanza decente, ma mi riterrei giù, ma non fuori. Sicuramente penso di avere quello che serve per salire sul podio, ottenere alcune vittorie e provare a ritirare i punti che Adam (Cianciarulo) e i ragazzi hanno guadagnato su di me questo fine settimana.

Ti sei riscattato in MOTO DUE. QUANTO TROPPO SONO STATI QUELLI I PRIMI POCHI LAPS? Oh, certo. Penso di aver raggiunto il primo turno verso il sesto, e ho dovuto passare alcune persone, come Martin Davalos, Chase Sexton e Michael Mosiman. Qualche ribaltamento, quindi ho avuto alcuni passaggi facili. Colt Nichols è rimasto bloccato con un lapper e poi ho avuto molta pressione anche da Ferrandis. Per una lunga parte di quella moto ho sicuramente avuto il mio lavoro ritagliato per me e non è stato facile. Sfortunatamente, Adam è scivolato via dalla mazza per la vittoria e non è mai stato davvero sotto pressione per tutta la moto, ma sicuramente ho avuto la mia giusta dose di sfide lungo la strada.

IL TUO SECONDO MOTO DEVE ESSERE UN COLPO SUL BRACCIO PER I RAGAZZI JGR. Penso di sì, è stato un po 'un anno su e giù per JGR. Mi sono sentito davvero bene a ripagare tutti con almeno un buon risultato e iniziare l'anno in modo decente. Con la seconda manche, il secondo posto, c'era solo una posizione in cui potevamo andare, e quella era la prima, quindi sicuramente ci sono molti aspetti positivi da cui nutrire per il resto della serie. Detto questo, tutti e 250 i ragazzi, che si tratti di Jimmy Decotis, Kyle Peters o Enzo Lopes, siamo stati davvero molto contenti della Suzuki RM-Z250 quest'anno, gestendo saggiamente e saggiamente il motore, abbiamo trovato molto meglio pacchetto. È bello poterli ripagare, e tutto quello sforzo con le rifiniture.

IL FANGO È PIÙ FORTE DA UN PUNTO DI VISTA FITNESS? Il fitness è sicuramente coinvolto. Ero quasi vicino al mio massimo per 35 minuti in quella seconda moto, quindi anche se era fangoso, stavamo ancora guidando al limite. Un sacco di lunghi rettilinei con le carreggiate sembrava che le carreggiate fossero lunghe un quarto di miglio. Dovevi pianificare in anticipo perché non volevi una carreggiata con un lapper. È un po 'come mi sono aggrappato a Colt Nichols. C'era un lapper in giù, ha preso una linea in cui si trovava un lapper, è stato trattenuto per una frazione di secondo e sono stato in grado di aggirarlo. La pista era piuttosto complicata. Penso che i 450 ragazzi abbiano avuto molto peggio per le loro moto rispetto alla nostra 250 moto. Abbiamo piovuto tutto il tempo. Ho dovuto togliermi gli occhiali con probabilmente cinque minuti, quindi è stato un peccato. Lo sento sicuramente nei miei occhi, un paio di giorni dopo.

VIENI DAL MINNESOTA, RESIDENTE IN FLORIDA, MA SEI STATO SOGGIORNO IN CALIFORNIA PER FARE PROVE ALL'APERTO? Sì, sono sulla costa occidentale fino al Colorado e poi torneremo in Florida. È bello abituarsi al fuso orario e alle tracce impegnative. Penso che abbia un senso per le prime tre gare. Fox Raceway sta arrivando questo fine settimana e mi piace quel posto. Mi piace molto lo sporco lì. Siamo riusciti a guidarlo un bel po 'nelle ultime due settimane e, si spera, il tempo è bello. Penso che sarà solo negli anni '60. Stavo guardando le previsioni del tempo, dovrebbe essere buono.

È STATO AVUTO UN'INDICAZIONE DI CHI CONTENDERÀ PER IL CAMPIONATO? Sì, penso che tutti i ragazzi che ci aspettavamo di essere lassù saranno lassù. La mia prima moto è stata terribile, e questo è stato solo un affare una tantum per me, o speriamo comunque. Dylan Ferrandis, Justin Cooper, Chase Sexton e Adam Cianciarulo saranno alcuni ragazzi piuttosto difficili quest'estate. Nessuno nella classe ha vinto un campionato all'aperto AMA National, quindi penso che sia il gioco di chiunque. Per ottenere il titolo, si tratterà di gare vincenti. Per quanto mi riguarda, sono stato come un ragazzo del secondo e terzo posto in molti fine settimana, ma so che puoi vincere il maggior numero di punti in un fine settimana vincendo. Tre punti extra sono grandi quando si vince ogni moto. Sarà un'estate dura.

Foto di Josh Mosiman

 

2019 hnagtown nazionale2019 pala nazionalealex martinoama nataionla campionato di motocrossJGR SuzukijgrxJim KimballJOSH MOSIMANmotocrossRM-Z250