FERRO MOTOCROSS CLASSICO: 1968 SUZUKI TM250

Di Tom White

La prima avventura di Suzuki nel motocross iniziò nel 1964 con una macchina da lavoro sperimentale, bicilindrica, ispirata alla corsa su strada, apparsa in diversi 250 GP. La Suzuki aveva dominato le corse su strada da 50 e 125 cc nel 1963 e si sentiva pronta a provare le acque nel motocross. Suzuki ha inviato uno dei suoi piloti su strada e due ingegneri per guidare la macchina in GP 250cc selezionati. I risultati furono disastrosi, ma Suzuki tornò nel 1965 con un modello monocilindrico da testare insieme a un modello bicilindrico migliorato. Nel 1966, il gemello fu lasciato cadere e la fabbrica si concentrò su un modello monocilindrico soprannominato RH66 / 67. La RH66 fu fortemente influenzata dalla doppia pipa CZ del 1964 che aveva portato Joel Robert ai Campionati del Mondo 1964cc del 250.

L'RH66 / 67 sembrava professionale, ma mancava il segno con un ampio margine. La potenza era altissima, maneggiava il sottoparco e la Suzuki era pesante rispetto alle macchine di Husqvarna e CZ. Nonostante ciò, nel 1968 la fabbrica decise di costruire 100 biciclette di produzione basate sulla RH67. La macchina era chiamata TM250. Meno di 50 furono spediti in America e le macchine arrivarono con un kit di parti completo che includeva pistoni, anelli, parti di frizione di ricambio, ingranaggi e getti del carburatore.

La TM1968 del 250 fu guidata in America da Preston Petty, Walt Axthelm e Gary Conrad. Durante quella stessa stagione, Suzuki assunse il veterano del GP Olle Pettersson per sviluppare la macchina. Letteralmente durante la notte, Pettersson ha apportato modifiche significative alla macchina. Alesaggio e corsa sono stati cambiati per una migliore potenza di fascia bassa. Il motore fu spostato in avanti e un singolo tubo basso sostituì i tubi gemelli alti. Pettersson ha anche raccomandato di assumere Joel Robert, e il resto è storia!

La TM250 è stata l'unica moto da cross Suzuki prodotta nel 1968. Il prezzo al dettaglio di $ 975 nel 1968 ha reso la TM la 250 più costosa venduta. Oggi, la TM250 è la bici da collezione "più" desiderabile in circolazione: il prezzo parte da $ 30,000. Le parti indispensabili che un collettore TM250 dovrebbe cercare sono i doppi tubi alti RH66/67 (con scudi termici), l'esclusivo carburatore Mikuni da 38 mm, il serbatoio in lega splendidamente scolpito e il parafango posteriore in fibra di vetro con targhe integrate. Meno di 15 Oggi è noto che i TM250 esistono. Il Primi anni del Museo del Motocross ne possiede due; la Collezione Owen due; e Chris Carter di Motion Pro ne possiede quattro.

Suzuki tm1968 del 250ferro classicoFERRO MOTOCROSS CLASSICOclassicoronprimi anni del museo del motocrossGary Corradoprofessionista del movimentomxaOlle petterssonpreston meschinoSUZUKIsuzuki RH67tom biancoWalt Axthelm