FERRO MOTOCROSS CLASSICO: 1971 MONARK 125MX

Di Tom White

"Vincitore fuori dagli schemi" - questo è esattamente il modo in cui Monark ha commercializzato le sue macchine da motocross. Il motore Sachs 21B da 54 cavalli, sei velocità, 54 mm x 6 mm 27B veniva fornito con un'accensione transistorizzata Motoplat e un carb Bing da XNUMX mm. Una cornice cromata, le forcelle Ceriani e gli ammortizzatori Girling erano solo alcuni dei componenti di alta qualità utilizzati in questa favolosa macchina.

Monark era conosciuto come Cykelfabriken Monark AB fino al 1927 e successivamente Monark Cresent Bolagen (MCB). Monark ha costruito la sua prima motocicletta nel 1908. Nel 1959, l'azienda ha costruito a mano una manciata di moto da cross a quattro tempi da 500 cc e ha vinto il campionato mondiale di 1959 cc 500 con Sten Lundin in sella. La vittoria di Lundin è stata sia il momento clou che la fine della strada per Monark. Ha cessato la produzione di moto nel 1960.

Nel 1972, la Monark 125MX fu l'invidia di ogni 125 ciclisti. Monark ebbe il suo più grande successo dal 1959 quando Marty Smith finì secondo nella gara del campionato nazionale 1973 del 125 ad Arroyo Cycle Park (ora chiamato Glen Helen); Ray Lopez ha vinto l'evento su un Penton. Dopo che la Honda introdusse la CR125 Elsinore, le vendite della Monark calarono e la società fece la sua ultima bici nel 1976.

Il prezzo al dettaglio suggerito era di $ 975.00. I nostri primi anni di MX Museum Monark è stato restaurato da Bill West e ha un valore di $ 10,000. È possibile ordinare direttamente un modello da 100 cc in fabbrica per ulteriori $ 100. Nel 1973, Monark ha introdotto i modelli GS e GS Pro con 24 cavalli. I modelli GS avevano un serbatoio del gas giallo limone, mentre i modelli MX avevano serbatoi arancioni. I modelli GS sono stati l'ultimo evviva per il marchio svedese.

COME RACCONTARE UN MONARK 125MX DA UN GS O GS PRO

Il prezzo al dettaglio suggerito 125MX nel 1972 era di $ 975. Il modello GS più potente (GS sta per "GelandeSport"), arrivato nel 1973, costava $ 1165. C'era persino una GS Pro nel 1974 che veniva venduta al dettaglio per $ 1365. Come si fa a distinguere una 125MX da una 125GS o GS Pro? (1) La 125MX aveva un carburatore Bing con tappo a vite, mentre il modello GS ha due viti che fissano il tappo. (2) I modelli 125MX erano dotati di tubi di scarico in due pezzi (anteriore cromato e posteriore in acciaio dolce). I modelli GS sono dotati di tubi obliqui monopezzo. (3) La 125MX aveva parafanghi in acciaio cromato, mentre i modelli GS avevano parafanghi in plastica gialla. (4) Tutti i modelli Monark 125GS avevano serbatoi del gas giallo limone, ma il serbatoio 125MX era di un giallo più scuro rispetto al serbatoio GS o GS Pro (e i serbatoi 1975-'76 erano di un giallo solido e imitavano una forma CR125). (5) L'ID del motore 125MX era 6B (anche se potrebbero esserci alcuni motori 5B in giro). La 125GS e la GS Pro avevano un ID GS 6B. (6) I modelli 125MX erano dotati di corona in acciaio, mentre i modelli GS avevano pignoni in alluminio. (7) E, infine, il cilindro GS e le alette della testa avevano dei fori per accettare le bande piombate ISDT (per sigillare il motore). Dei 3480 Monark prodotti dal 1970 al maggio 1976, solo 1100 arrivarono negli Stati Uniti, di cui circa 110 erano modelli GS.
Cosa dovrebbero cercare i collezionisti? Oltre alle forcelle Ceriani, agli ammortizzatori Girling e al Bing da 27 mm, assicurati che abbia i cerchi Akront originali. I pneumatici standard Trelleborg sono quasi introvabili, così come i parafanghi in acciaio inossidabile delle moto pre-'73. Se la camera di espansione standard nello scarico in due parti è in buone condizioni, questo è un vero vantaggio!

Per maggiori informazioni sulle bici classiche vai a www.earlyyearsofmx.com

cerchi Akkrontbng carboidratiCerianiferro classicoclassicoronDirt BikeGirlingMarty SmithMonarkmotocrossmxaSACHSSten LundinVINTAGE