FLASHBACK VENERDI: 1987 MOTOCROSS DES NATIONS TRIUMPH

 

Jeff Ward.

Mentre è vero che l'America è in testa alle vittorie del Motocross des Nations, accumulando 22 vittorie nella illustre storia di 75 anni dell'evento, non c'è stato nessun pari nella squadra che ha vinto 13 trofei Chamberlain dal 1981 al 1993. Ricky Johnson, David Bailey , Jeff Stanton, Johnny O'Mara, Jeff Ward e molti altri famosi piloti hanno pilotato il rosso, il bianco e il blu sul gradino più alto del podio. Gli storici ricorderanno che lo sforzo americano nel 1981 - il primo anno in cui il Team USA vinse il MXDN - fu un miscuglio di talenti che si unirono e scioccarono il mondo del motocross; tuttavia, l'MXDN del 1987 si distingue tra i tanti incredibili sforzi americani.

Bob Hanna.

Il Motocross des Nations del 1987 è stata un'occasione speciale per diversi motivi. (1) Era la prima volta che si svolgeva il prestigioso evento negli Stati Uniti. L'edizione del 1987 si è tenuta sul circuito Unadilla di Ward Robinson a New Berlin, New York. (2) La selezione di Bob Hannah per il Team USA, nel crepuscolo della sua carriera, ha suscitato un grande clamore, perché il Campionato Nazionale AMA 1987 del 125, Micky Dymond, è stato superato. Il due volte campione 125 è stato livido. (3) Ricky Johnson, Jeff Ward e Bob Hannah hanno avuto un vantaggio sul campo di casa correndo a Unadilla. Il trio sembrava inarrestabile durante le sessioni di qualificazione di sabato. Poi, un diluvio ha colpito lo stato di New York, e Unadilla è stato un pantano domenica. Il fango favoriva gli europei, che erano abituati a sfrecciare nel fango del Vecchio Mondo.

NELLA COMBINATA 250/500 MOTO, RICKY JOHNSON (250) E JEFF WARD (500) SONO STATI BATTITI CONTRO UN ALTRO. IN QUALUNQUE ALTRO GIORNO, I CONCORRENTI AVREBBE IMPEGNATO IN UNA GUERRA COMPLETA, MA IL MXDN ERA DIVERSO.

Un trionfo settimo consecutivo della MXDN per il Team USA era in dubbio dopo l'apertura della giornata. Nella classe 125/500 combinata, Bob Hannah non è riuscito due volte a scalare una ripida salita sulla sua Suzuki RM125; tuttavia, nel classico stile Hurricane, Hannah si è fatta strada dall'ultimo posto per finire al nono posto assoluto combinato e quarto nel campo 125. Bob in seguito ha dichiarato: "Ho avuto il mio lavoro tagliato per me, quindi ho appena iniziato a fare il culo. Non ho visto niente. È stato divertente cavalcare tutto con i piedi che si agitano. Ho usato i miei piedi come sci per aggirare la pista! ” Nel frattempo, Jeff Ward ha perso gli occhiali mentre correva davanti sul suo KX500. Ha conquistato il terzo posto. Tuttavia, Belgio e Olanda sono stati pareggiati per il primo posto dopo la prima manche. Il Team USA stava guardando fuori.

Wardy e RJ

Fortunatamente, le cose sono andate nella direzione del Team USA nella moto 125/250. Ricky Johnson ha dimostrato di essere l'ancora, conquistando un quarto posto e superando la sensazione olandese John Van den Berk per il comando. Ricky ha ostacolato i progressi del campione del mondo 250 Eric Geboers e ha vinto andando via. Bob Hannah è stato una rivelazione nella seconda manche, raggiungendo la top-10 e arrivando fino alla terza assoluta e prima nella classe 125. Quando il fango si è depositato, gli americani sono stati legati con il Belgio per i punti di vantaggio con una moto per andare.

Nella moto combinata 250/500, Ricky Johnson (250) e Jeff Ward (500) si sono scontrati l'uno contro l'altro. In qualsiasi altro giorno, i concorrenti si sarebbero impegnati in una guerra totale, ma l'MXDN era diverso. I due si sono uniti nel secondo turno, ma hanno evitato un potenziale disastro quando Ward si è spento e ha lasciato passare il suo compagno di squadra americano. Johnson si è allontanato con la vittoria, che ha assicurato il trofeo Chamberlain per gli Stati Uniti. Ricky Johnson è andato 1-1, Jeff Ward è andato 3-3 e Bob Hannah 9-3. È stata una giornata indimenticabile per il Team USA, ma altrettanto importante per il motocross americano.

Bob HannahEric GeboersFlashback venerdìJeff Wardkx500motocross delle nazioniMXDNricky johnsonsquadra usathor-ritorno di fiamma