FLASHBACK FRIDAY | RYAN DUNGEY INTERVISTA AL PRIMO ANNO PRO

Ryan Dungey nel 2007 ha corso sulla pista di prova della Suzuki Factory. 

Ryan Dungey parla nel 2007 dopo aver vinto la prima gara di Supercross a cui partecipò a bordo di una Factory Suzuki RM-Z250 con Rogar Decoster che lo prendeva sotto la sua ala protettrice. Ascoltiamo quello che ha da dire Ryan sulla vittoria della sua prima gara, cerca di descrivere se stesso e parla dei suoi obiettivi futuri (che li raggiunge tutti).

Ryan posa per MXA's camera al 2007 St. Louis Supercross. 

“Il Minnesota è un ottimo posto. La parte migliore del mio stato di casa è che quando arriva l'estate, le piste di motocross sono le migliori. Sono cresciuto lì, e questo è tutto ciò che so. Non mi dispiace la neve in inverno, ma la cosa bella è che rimango in California durante i mesi invernali, quindi evito la neve. "

“Sono uno dei pochi piloti che hanno vinto la loro prima gara di Supercross e per me rimarrà un risultato molto importante. Allo stesso tempo, non è che sono soddisfatto di aver vinto solo una gara. Non posso fermarmi ora che ho raggiunto uno dei miei obiettivi. Devo continuare a spingere e migliorare. Dovrò continuare a lavorare sodo per arrivare dove voglio essere in questo sport. "

Ryan's Factory Suzuki RM-Z2007 del 250. 

“C'era una parte di me che era nervoso a Millville l'anno scorso quando sono diventato professionista, ma ero più eccitato di uscire e correre con tutti i ragazzi veloci. Ho lavorato tutta la vita per arrivare a dove sono ora e quando vai contro il meglio del meglio, è una bella sensazione essere sulla stessa linea di partenza. Millville è stato il vantaggio della pista di casa e ho sicuramente imparato alcune lezioni. ”

“Come mi descrivo? Sono un gran lavoratore, ma allo stesso tempo mi piace divertirmi. Sono anche motivato a fare del mio meglio. Come la maggior parte delle persone, ho difficoltà a descrivermi. È più semplice per me rispondere alla domanda dicendo che sono Ryan Dungey. Io sono me."

“La più grande differenza tra me e quasi tutti gli altri ciclisti è che la voglio di più. Lavoro più duramente di chiunque altro. Quando vengo alla gara, voglio essere pronto e sento di poter fare tutto ciò che devo fare per vincere. Se ti prepari correttamente, allora sarai in grado di fare del tuo meglio quando conta. "

“La motivazione per me viene dal voler essere uno dei migliori piloti di sempre. Voglio essere come Ricky Carmichael. Ha vinto così tanto e ha fan fantastici, e voglio essere il ragazzo per cui tutti applaudono. Spero di avere una vita fantastica in questo sport. "

“Ci sono state così tante persone che mi hanno aiutato nella mia carriera da professionista. Roger DeCoster, Ricky Carmichael e Ivan Tedesco sono stati grandi nel lavorare con me per prendere la strada giusta. Cerco di imparare qualcosa di nuovo ogni giorno e sono disposto a imparare dai migliori. Devo molto anche ai miei genitori. "

“La parte più forte della mia guida è la mia resistenza. Mi sento in ottima forma. Posso ancora andare forte alla fine di una moto, mentre altri ragazzi tendono a perdere il passo. "

“Passare ai professionisti non mi ha cambiato come persona. Sono lo stesso bambino di un anno fa. Solo perché faccio parte di una squadra di fabbrica non significa che agirò diversamente o cercherò di essere un bravo ragazzo. Sarò la stessa persona che sono stato indipendentemente da dove sono nella vita. Mi dà fastidio quando alcune persone con cui non ho parlato per un po 'mi chiamano un tipo simpatico, anche se non riesco sempre a tenermi in contatto. "

“Non mi interessa mantenere un'immagine truccata che in realtà non ho. Inoltre, non voglio essere la persona di cui le persone parlano negativamente ogni fine settimana. Sono solo una persona sobria. Non riesco a credere come alcuni bambini stiano facendo cose cattive, eppure c'è ancora molto clamore e si parla di loro. Voglio essere conosciuto come il bambino di cui la gente parla perché sto andando veloce in pista. "

“Essere estroversi e simpatici aiuterà sicuramente in questo sport. Il motocross ti porterà lontano quando avrai buoni risultati, ma anche essere una brava persona e trattare tutti con rispetto ti porterà molto lontano. Guarda Travis Pastrana. Quel ragazzo è così gentile, e continua a prosperare in questo sport. "

“Firmare con la fabbrica Suzuki è stata una situazione strana perché è avvenuta così rapidamente. Stavo parlando con Roger per un po 'di come mi piacerebbe cavalcare per lui, e l'opportunità mi è venuta di provare per la squadra. Per fortuna, tutto è andato bene! È bello essere dove sono adesso. ”

“Tra cinque anni voglio essere al top. Voglio avere molto realizzato e avere campionati. Mi piacerebbe anche essere sulla Suzuki ufficiale, perché è una grande squadra in cui essere”.

 

Flashback venerdìRyan DungeySUZUKIthor-ritorno di fiamma