INTERVISTA A LARS LARSSON: L'UOMO CHE HA SCOPERTO IL MOTOCROSS AMERICANO

Hakan Andersson (a sinistra), Torsten Hallman, Christer Hammargren, Arne Kring, Bengt Aberg, Lars Larsson e Gunnar Lindstrom erano l'élite di potere nel 1971.

Di Jean Turner

ERA IL PRIMO GRAN PREMIO DI CORSA PER SPOSTARSI IN AMERICA. COME È venuto? All'inizio non sapevo nulla dei piani di Husqvarna. I miei amici continuavano a dirmi: "Ehi, ho sentito che andrai in America". Non sapevo di cosa stessero parlando, quindi ho chiesto dove avevano sentito quella voce. Dissero: "Ci ha detto Torsten Hallman." Quindi, al prossimo round del campionato svedese, ho camminato fino a Torsten e ho detto: "Mi scusi, ma stanno dicendo che andrò in America." Torsten sembrava scioccato e disse: "Oh mio Dio, immagino di aver dimenticato di dirtelo!"

TORSTEN ERA VENUTO IN USA PRIMA DI QUEL ANNO? Torsten era arrivato in America nel 1966 e l'importatore Husqvarna Edison Dye aveva chiesto a Torsten se conosceva qualcuno che sarebbe venuto negli Stati Uniti per rappresentare il marchio. Mi ha suggerito Torsten. Alla fine, Husqvarna mi ha chiesto se ero interessato e ho risposto: "Oh, certo". Ho incontrato Edison Dye, Rubin Helmin e Bror Jauren in un ristorante di lusso appena a nord di Husqvarna e ho firmato un contratto di un anno. Dissero che sarei andato direttamente in America dopo essere stato nella squadra svedese del trofeo all'ISDT del 1966 in Polonia. Nel tempo che intercorre tra il nostro incontro e l'ISDT, mi hanno messo in fabbrica per un paio di settimane per insegnarmi tutto sulla manutenzione di Husqvarna. Poi, quando ero in Polonia, Edison Dye è venuta da me e mi ha detto: “Ciao, Lars. Ecco la chiave. C'è la macchina. Portalo a Bruxelles e vola a Chicago. Ci incontreremo li." Ho detto: "Va bene". Pensavo che Chicago fosse un sobborgo di San Diego [ride]. Ciò si è rivelato sbagliato.


Foglio autografo di Lars quando era un pilota Husqvarna di fabbrica.

Dicci della tua prima gara in America? Edison Dye mi venne a prendere e mi disse: "Andremo a correre. Andiamo al Campionato TT Indiana State. " Non sapevo cosa fosse un TT. Alla gara mi sono iscritto come "Larry Lawson", perché in base alle regole della FIM non potevo prendere parte a nessuna gara che non fosse sanzionata dalla FIM. Mio Husky era ancora nella sua cassa e quando tirammo fuori questo svedese a due tempi con i bottoni di Trelleborg, le persone si radunarono per guardarlo. La gente non aveva mai visto pneumatici tassellati in una gara su sterrato. Dissero: “Ehi, che cos'è? Cosa fai? Non avrai alcuna possibilità con questo tipo di pneumatici. Hai bisogno di pneumatici da pista ”. Edison disse loro: “Oh, va tutto bene. Questa si chiama moto da cross e vogliamo solo che la guidi per mostrare cosa può fare. " Li ho montati con quelle gomme e dopo la gara i fan si sono radunati per parlare con me, ma non parlavo inglese. Tutto quello che potevo dire era: "Husqvarna ... svedese di ottima qualità ... motocicletta molto buona." Edison ha ripetuto questa storia molte volte nel corso degli anni, e ha sempre riso, perché gli spettatori scuotevano la testa e dicevano: "Questi ragazzi della California parlano sicuramente in modo divertente".

A quel tempo, ERA L'UNICO MOTOCROSS RACER NEL PAESE? Oh assolutamente. La gente non aveva mai visto una gara di motocross o una vera moto da cross. Sono andato in giro per molti rivenditori e molti posti. Una notte fuori da Kansas City ho visto un aereo in aria e ho appena iniziato a piangere; Avevo tanta nostalgia di casa da piangere. Ma l'ho superato.

GLI AMERICANI CONOSCONO TUTTO SUI MOTOCROSS? È stato divertente, perché molti dei concessionari hanno detto: "Ehi, torna sabato. Ti insegneremo a guidare una moto. Abbiamo un'enduro. " Sono appena arrivato in America direttamente dalle gare dell'International Six Day Trials e mi avrebbero mostrato come cavalcare nei boschi. Il ragazzo che ha vinto la gara è stato agganciato di 12 punti per essere in ritardo. Sono stato attraccato a 28 punti perché ero troppo presto per ogni checkpoint. Ad ogni controllo dicevano: 'Devi rallentare! Devi rallentare! " E alla fine ho chiesto: "Vuoi che cammini e spinga la bici?" In alcune città, dopo averli battuti, mi hanno portato via i trofei. A loro non piacevano i piloti ufficiali che venivano nella loro città e "rubavano i trofei dei nostri ragazzi".

Lars nella sua induzione alla AMA Hall of Fame.

QUAL ERA IL TUO LAVORO PER EDISON DYE? Il mio compito era vendere motociclette Husqvarna ai rivenditori. Viaggiavo da una città all'altra, vincevo gare e iscrivevo i rivenditori. La prima città in cui andai fu Dayton, Ohio. Quando arrivai, strappai una pagina dalla rubrica e andai al primo negozio di motociclette nelle pagine gialle. Le prime bici che ho venduto sono state agli accessori da competizione di Xenia, Ohio. Avevano un negozio per mamme e pop nel seminterrato della loro casa. Sono usciti a guardare la bici. Non avevano mai sentito parlare di un Husqvarna, ma è iniziato al primo calcio. E andarono, "Cosa?" Allora, nessuna moto è iniziata al primo calcio! Attraversai la strada fino a un grande campo in erba e schioccai alcune impennate e posai lo sporco dappertutto. Hanno comprato tre biciclette. Sono stati i primi concessionari Husqvarna in America.

Lars era il distributore Penton della West Coast. Come prima, Lars ha venduto le bici vincendo gare su di esse. Da notare la visiera Hallman, la protezione per il torace, le pelli, i guanti, gli stivali e il prototipo di protezione per il viso Lexan.

COME HA FATTO INIZIARE? Avevo un contratto di un solo anno con Husqvarna, ma durante quell'anno mi resi conto che i piloti americani non avevano alcuna attrezzatura da motocross. Non avevano stivali. Non avevano le pelli. Non avevano i guanti. Dissi a Torsten Hallman: "Ehi, dovremmo vendere roba qui". Non penso che avremmo mai aperto Torsten Hallman Offroad Racing (THOR) se non fosse stato per John Penton. Ho incontrato John a Daytona e gli ho detto i nostri piani. Disse: "Se apri un'attività, ti invierò un container di motociclette Penton." Proprio così siamo diventati distributori della West Coast di Penton Motorcycles. Aprimmo le porte nell'agosto del 1968 e, proprio come con Husqvarna, ero di nuovo in viaggio a vendere motociclette Penton. Il mio inglese era un po 'meglio ora, ma l'accordo con il Penton ha tenuto aperte le porte quando abbiamo iniziato a importare prodotti. Nella mia mente, ho pensato: 'Non possiamo guadagnarci da vivere vendendo pantaloni, stivali e guanti da motocross. Chi potrebbe farlo? " Fu l'inizio di alcuni anni fantastici.


Lars ha corso l'ISTD per tre diverse squadre di trofei: Svezia, Stati Uniti e Messico. Faceva anche parte del team ISDT della fabbrica Kawasaki (sopra).

È VERO CHE SEI FORMATO IL TEAM MESSICANO ISDT COSÌ PUOI CORRIRE? Il motivo per cui il Team Mexico è nato è che hanno tenuto alcuni enduros laggiù e li ho convinti a formare un team ISDT con l'approvazione della federazione messicana.

Lars nel 1966, scherzando per la telecamera nel campeggio Tilf appena fuori Liegi, in Belgio. Quello era il luogo in cui molti piloti del Gran Premio del 1960 rimasero tra le gare in Europa. Questo è il taxi Mercedes Benz di Lars che ha comprato per trainare un rimorchio per le gare.

C'erano alcuni ciclisti messicani sulla squadra? No. La squadra era Fred Cameron di San Francisco, Jim Simmonds del Missouri e me stesso. L'ISDT di quell'anno era in Svezia. Hanno avuto una cerimonia di apertura in cui le squadre hanno marciato lungo la strada principale tenendo le loro bandiere nazionali proprio come le Olimpiadi. Quando arrivò il nostro turno, marciammo indossando grandi sombreri e potevo sentire i bambini svedesi in piedi sul marciapiede dire: "Non sembrano affatto diversi da noi". Sono l'unico pilota al mondo che ha partecipato a tre squadre di trofei per tre diverse nazioni: Svezia, America e Messico.

Licenza FIM Pro 1980 di Lars Larsson.

CHE COSA HA FATTO HUSQVARNA LA MOTO DOMINANTE NEGLI ANNI '1960 E '1970? Due persone: Bror Jauren e Ruben Helmin. Erano molto entusiasti delle corse e, se non fosse stato per loro, non credo che Husqvarna avrebbe mai fatto una bici da cross. Fondamentalmente hanno costruito le prime moto da cross Husky senza l'approvazione dei grandi colpi. Husqvarna costruì una piccola bici da strada chiamata Silverpilen 175 e Bror e Rubin la modificarono per le corse. Sono stati fortunati a convincere persone come Torsten Hallman a cavalcare. Ha battuto tutti. Ma è a causa di Bror e Rubin che Husqvarna ha deciso di costruire moto da cross. Hanno avuto la visione. Ci sono molte persone così; Henry Ford sarebbe uno. Aveva una passione. È quello spirito che è la forza trainante.


Lars Larsson è un quattro volte campione del mondo veterinario: campione Over-2001 Expert nel 60 e campione Over-2011 Expert nel 2012-70 e campione Over-2021 nel 80.

QUALE LED PER IL DECLINO DI HUSQVARNA? Electrolux. Non avevano lo spirito. Preferirebbero vendere tosaerba e frigoriferi. Comprarono Husqvarna e poi lo vendettero agli italiani. Husqvarna appartiene alla Svezia, proprio come Volvo. Gli operai della fabbrica Husky non l'hanno mai superato. Si staccarono e avviarono Husaberg. Lo hanno fatto a causa del loro orgoglio e del modo di pensare svedese, e contro ogni previsione hanno vinto i 500 Campionati del mondo. Oggi, sotto la proprietà di KTM, Husqvarna è di nuovo un marchio orgoglioso, non svedese, ma vicino.

Lars Larsson nel volante del leggendario Husky in titanio durante la serie Inter-AMA del 1971.

DICACI SUL FUSIBILE TITANIO HUSKY? L'estate con la bici in titanio è stata un'altra cosa. Un venditore venne da noi e disse: “Ehi, sono nel settore del titanio. Penso che dovrebbe esserci una bici realizzata in titanio. " Pro Fab a Orange County ha realizzato il telaio. Era così leggero. Hai iniziato e non hai mai guardato indietro. Sei andato! È stata una bici fantastica da guidare e abbiamo avuto molto successo su quella bici. Nel 1971 ho vinto quattro delle cinque gare di supporto dell'Inter-Am 500cc. Fu un tale successo che l'AMA lo vietò. L'hanno incolpato del costo, ma non puoi mai convincermi di niente del genere. L'AMA ha vietato ciò che non capivano. Hanno ostacolato l'innovazione.

Il titanio Husqvarna di Lars fu bandito dall'AMA dopo la stagione 1971 e ora risiede in un museo.

COSA TI PIACE DEL MOTOCROSS MODERNO? Supercross. Che successo è stato. È uno sport diverso. So che molti dei vecchi piloti non ci pensano molto, ma è una fantastica estensione del motocross. Essere una piccola parte dell'evoluzione di questo sport è una cosa fantastica. Ho visto i cambiamenti dalla prima volta che un americano è venuto in Europa per competere con il Team USA, dominando il Motocross des Nations 22 volte. L'intera cosa è stata un'esperienza incredibile. È come se avessi lasciato cadere qualcosa nell'acqua e le increspature diventassero sempre più grandi. È bello sedersi con un bicchiere di vino e pensare, sì, ne ho fatto una piccola parte.

Lars oggi.

COSA PENSI DELL'ERA LUONGO DI GP RACING? Penso che i Campionati del mondo non significhino uno squat oggi, nel senso che non tutti sono invitati a competere. Ai vecchi tempi, a ciascun paese era permesso mandare i piloti a competere nel campionato del mondo. Oggi non è il caso. Ai migliori di ogni paese dovrebbe essere permesso di vedere dove si trovano contro i migliori piloti di un altro paese. Per me, in molti modi, gli AMA National sono oggi il vero campionato mondiale. Sono aperti a chiunque da qualsiasi luogo. Ma, allo stesso tempo, i nazionali AMA non sono proprio i campionati del mondo. Da dove vengo, un campione del mondo deve competere in tutto il mondo. Deve mangiare il cibo che gli danno, ascoltare la lingua che parlano e adattarsi al tempo che hanno. Vorrei che ci fossero più americani in competizione nel Campionato mondiale. Il più grande onore che puoi avere è quello di rappresentare il tuo paese. Come sportivo, come pilota, non c'è chiamata più alta.

L'ottantenne Lars Larsson in questo modo per il campionato mondiale veterinario over-80 2021. Era la quarta corona mondiale di Vet di Lars. Sorprendentemente, ha vinto il titolo Over-80 nel 60, il suo primo titolo Over-2001 nel 70 (e ripetuto di nuovo nel 2011) e ha vinto il campionato Over-2012 nel 80: ci aspettiamo grandi cose da lui nel 2021 quando compirà 2031 anni Quando gli è stato chiesto del numero 90 sulla sua Husqvarna FC13, ha detto: "Questo è il giorno in cui ho incontrato mia moglie, quindi è un numero fortunato".

SEI ANCORA CORRENTE A 80 ANNI. QUAL È IL CONCORSO? Bene, non paga come ha fatto la classe Pro. Ho corso per 60 anni e ci sono momenti in cui so di aver colpito un angolo davvero bene. Allo stesso tempo, mi rendo conto che sto andando estremamente lento. Amo ancora andare in moto e il cameratismo delle corse è molto speciale. Sono onorato di far parte della squadra di demolitori della MXA per decenni. Vado in bici diverse ogni settimana. Jody Weisel e io possiamo ancora avere le nostre battaglie in pista. Non riesco a vedermi su una barca a vela e non mi piace giocare a golf. Il motocross è per me. Quei ragazzi che hanno appena compiuto 60 anni, sono difficili da affrontare!

IL VIDEO DELLA VITA EDISON DYE DI LARS LARSON CON TOM WHITE

fratello jaurencolorante edisonHusabergHusqvarnaJody WeiselLars Larssonmxamotocicli a pentoneruben elminThor Racinghusky di titaniobici da cross in titanioTorsten Hallman Racing