LINK PRINCIPALE O LINK MANCANTE: LA FORCELLA INCREDIBILE CHE IL TEMPO HA DIMENTICATO

Il compianto Dave Bickers su un collegamento principale Greeves (con un telaio in alluminio).

Con tutto il trambusto della nuova generazione di forcelle da motocross, esiste un design a forcella che il tempo ha dimenticato - i collegamenti principali. Eppure, molti dei ciclisti di motocross che hanno corso o sperimentato con questo design pensano che sia stato dato alla deriva corta dai ciclisti attenti alla moda del passato. Roger DeCoster è tra i ranghi dei fan delle forcelle di collegamento. DeCoster ha corso i 500 campionati del mondo di motocross per il Team Suzuki con una serie di forcelle quadrilatere di collegamento Ribi e quando DeCoster è partito per il Team Honda nel 1980, ha convinto la Honda ad acquistare i diritti sul design di Valentino Ribi.

Valentino Ribi lavora alle forcelle Suzuki di Roger DeCoster.

DeCoster non era l'unico pilota che credeva nelle forcelle di collegamento. Durante gli anni '1960 e l'inizio degli anni '70, molte motociclette arrivarono con forcelle a attacco principale, spesso chiamate forcelle Earles. A differenza della tipica forcella telescopica, le maglie principali avevano la straordinaria capacità di scavalcare dossi e ostacoli piegando su e giù la loro maglie anteriore sospesa dagli ammortizzatori con la forza dell'urto. Greeves, DKW, DOT, Cotton, Sachs e persino BMW sono stati grandi sostenitori delle forcelle di collegamento.

I collegamenti principali erano più leggeri delle forcelle telescopiche, sebbene sembrassero più pesanti. Potrebbero scavalcare gli ostacoli senza che i tubi della forcella si pieghino all'indietro. Avevano una forza minima a causa della leva del braccio pieghevole all'indietro. Se avevano un difetto, era che alcune forcelle del collegamento principale si sarebbero irrigidite e si sarebbero sollevate in frenata brusca, ma questo problema è stato facilmente risolto facendo galleggiare il freno anteriore.

La BMW è stata una grande sostenitrice delle forcelle link principali e molte delle loro biciclette dagli anni '1940 agli anni '1960 sono arrivate con collegamenti di punta.

Se la tua bici non ha i link principali, puoi acquistare versioni aftermarket da Swenco o Van Tech. Un giovane Jody Weisel iniziò a correre con una Sachs 125 equipaggiata con un collegamento di testa alla fine degli anni '1960 e, quando passò alle Hodaka 100 e 125, corse dietro alle forcelle Swenco. Rich Thorwaldson era un pilota Suzuki di fabbrica la cui carriera post-gara era incentrata sulla costruzione di forcelloni per moto da cross 1970-80. Rich era un ex corridore del deserto che credeva che i collegamenti principali potessero essere aggiornati per funzionare su bici moderne. I suoi Thorks del 1979 erano molto buoni, molto economici e molto leggeri.

Horst Leitner, fondatore di ATK, sta lavorando alla sua parallelogrammo forcella da motocross.

La forcella per mountain bike AMP Research di Horst Leitner imitava il suo design parallelogrammo forcella da motocross - con due bracci che si ripiegano su e indietro quando attraversano terreni accidentati.

All'inizio degli anni '1990, l'inventore di ATK / AMP Horst Leitner ha sviluppato un prototipo di forcelle di collegamento leader che ha unito le idee di Earles e Ribi in un unico design a forcella. Leitner sperava di rendere le forcelle un'opzione per le sue moto ATK 406 e 604 motocross. Il quattro volte campione 250 Gary Jones è stato il pilota collaudatore del progetto, ma Leitner ha venduto ATK e, quando è partito, il progetto è stato accantonato, anche se Horst lo ha rivisto in seguito sulla famosa forcella per mountain bike AMP link.


Una delle bici più belle mai realizzate, la Dot del 1964 aveva anche le forcelle di collegamento anteriore più belle. Gli ammortizzatori ricoperti di cromo hanno aggiunto un tocco di classe.

Un team di fabbrica ha anche sperimentato di mettere piccole forcelle con attacco principale sul fondo di una serie di forche telescopiche. L'idea era che i bracci ad attacco principale assorbissero piccoli dossi, mentre i telescopici assorbivano le cose grandi. Non ha mai visto la luce del giorno (al di fuori della fabbrica).


Quando DeCoster lasciò il Team Suzuki per la Honda, convinse la Honda ad acquistare i diritti sul design della forcella di Valentino Ribi. Honda ha realizzato diversi prototipi in alluminio lavorati a CNC (anche su questo RC125 bicilindrico), ma ha accantonato l'idea a causa della sua complessità e dei suoi costi.

Quindi, cosa è successo alle forcelle di collegamento principale? Negli anni '1970, il miglioramento delle forcelle telescopiche faceva sembrare antiquati i collegamenti principali e, come spesso accade, i cavalieri dell'epoca abbandonarono i collegamenti principali per la prossima grande novità. Honda ha realizzato diverse versioni esotiche, realizzate a CNC, ultraleggere del design Ribi, ma ha deciso che il mercato delle motociclette non era pronto per un'idea così radicale.


Le forcelle Greeves Challenger del 1967 erano le più popolari. Potresti anche notare il tubo obliquo in fusione di alluminio.


Cheney ha combinato i quattro colpi, gli shock d'aria e la mania dei collegamenti principali in una macchina definitiva Yamaha. Le forcelle ruotavano sui quadrilateri di Ribi.

Questa è una Villa MX250 di fabbricazione italiana con forcelle quadrilatero Ribi in alluminio. Le forcelle furono costruite molto prima che la Honda acquistasse il design da Valentino Ribi.


Cotton Cobra è stato dotato di collegamenti principali Armstrong.


La maggior parte delle bici da sidecarcross usa ancora i collegamenti principali per reggere la massa di un grosso motore e due uomini. Qui, Jody Weisel equipaggia un motore gemello Yamaha 650 Wasp al secondo posto nei Campionati Sidecar California del 1983.

Tecnicamente queste forcelle Cheney sono un collegamento finale, ma il concetto è lo stesso.


Questo è un super ratto Hodaka con forcelle di collegamento principali Swenco. Le forcelle Swenco erano un bullone aftermarket che utilizzava i tripli morsetti di serie per sostenere le gambe della forcella cromoliche. Il forcellone anteriore era in fusione di alluminio. Gli shock erano Curnutts.


Questa Greeves Griffon 380 è stata una delle ultime bici fuori dalla fabbrica Greeves con collegamenti importanti a metà degli anni '70. Le forche telescopiche stavano rapidamente sostituendo le maglie principali.


La Sachs / DKW 125 costruita in Germania fu una delle prime 125 moto da cross XNUMX appositamente costruite vendute in America. Originariamente era dotato di forcelle con attacco principale, ma la maggior parte dei ciclisti ha optato per i telescopici opzionali quando sono stati resi disponibili.


I Thorks del defunto Rich Thorwaldson (per le forcelle Thor) erano più leggeri di 4 libbre rispetto alle forcelle telescopiche da 36 mm dell'epoca. I Thorks utilizzavano due ammortizzatori S&W Stroker II e presentavano un'escursione di 11 pollici. Thorks è stato venduto al dettaglio per $ 375 senza shock o $ 475 con shock. Notare il freno anteriore flottante che ha impedito alla forcella di sollevarsi in frenata.


Il collaudatore MXA Lance Moorewood guida un berm Saddleback su una Yamaha YZ1980 del 250 equipaggiata con Thorks e ammortizzatore ad aria Fox. Gli shock sui Thorks sono di S&W.

Yamaha YZ1979 del 125 restaurata di Dan Alamangos con Thorks e Fox AirShox.

 

Dirt BikeDKWGreevesPRIMO LEITNERJody Weiselcollegamenti principalimotocrossazione di motocrossmxaThorwaldson riccoRoger DecosterValentino Ribi