RELAZIONE A SETTIMANA DI MOTOCROSS AZIONE DI JOHN BASHER

FOTO (SEQUENZA) DELLA SETTIMANA

I neo-scolari lo chiamano "leg swag". Tuttavia, quelli di noi che ricordano quando Bill Clinton era in carica lo chiamano un errore quando il tuo piede viene fuori dai pioli. È stato il caso la settimana scorsa quando stavo girando un test in bici con MXA Assistente al montaggio, Daryl Ecklund. D-Rail è un diavolo di cavaliere. È anche perfettamente consapevole di ciò che i bambini stanno facendo, con il loro gioco di frusta e scrub sul punto. E così Daryl è determinato a fare ciò che fanno i bambini della metà dei suoi anni. Com'è strano che Ecklund non avesse idea di da dove venisse la mia eccitazione mentre faceva una frusta di routine. Perplesso, si avvicinò e chiese cosa fosse così sorprendente. Ho risposto: “La tua gamba! Guarda, sta andando alla deriva dietro la bici mentre frusta! ” A quel punto ho indicato lo schermo della mia fotocamera digitale. Il ragazzo era ignaro del suo cosiddetto "leg swag". Dopodiché l'ho spinto a enfatizzare davvero il fatto che il suo piede era fuori dal piolo. Questo è il risultato. Non male per un fantino da scrivania di 29 anni.

MXA VIDEO: INCONTRA UNO DEI PIÙ GRANDI MOTORI DA MOTO CHE VIVONO MAI VIVUTI

PRIMA GUARDA LA KTM 2016SXF 350

Foto per gentile concessione di KNS Kuwait KTM

Martedì al salone motociclistico EICMA in Italia è arrivata la notizia che KTM uscirà con una 350SXF completamente nuova nel 2016. Non ci credi? Dai un'occhiata alle foto sopra e sotto. Non ci credi ancora? Allora forse prenderai la parola del otto volte campione del GP, Tony Cairoli, che ha portato su Instagram per condividere una foto della nuova bici.

I cambiamenti più evidenti si trovano nello stile del corpo, con la disposizione in plastica della parte posteriore davvero unica e le protezioni spigolose. Sebbene queste immagini non raccontino l'intera storia, ci sono prove che KTM sta avanzando.

PRODOTTO SPOTLIGHT: CONCETTI MATRIX MX1 CAN

[Comunicato stampa]

MZ1 Can Caratteristiche:

* I kit di tubi per beccuccio sono venduti come articoli separati.

* 3 "tappo di riempimento extra largo per un facile riempimento della lattina.

* La rientranza per la cinghia multiuso Matrix aiuta a tenerla saldamente durante il trasporto.

* Realizzato in plastica HDPE di alta qualità con spessore della parete resistente.

* La capacità di 4.0 galloni rende il peso della lattina facile da maneggiare.

* Fondo a costine rinforzato per una maggiore resistenza.

* Impugnatura laterale strategicamente posizionata e impugnatura inferiore unica per equilibrio e maneggevolezza. Questa lattina è disponibile in California solo per gli scopi previsti sopra elencati.

Prendine uno oggi! Basta fare clic qui

CAMPIONATO MONDIALE DI IFP: UNA STORIA IN FOTO

Il World Vet Championship è sempre un atto di bilanciamento per me, perché sono un po 'egoista, nel senso che preferirei correre piuttosto che fare foto ai piloti. Tuttavia, è difficile schiacciare il mio desiderio di scattare foto, in particolare dei corridori veterinari più veloci da questa parte del Marocco. Vale anche la pena ricordare che uno dei miei compiti lavorativi richiede che io copra l'azione di un evento così prestigioso come il Dubya World Vet Championship.

Domenica ho fatto il doppio dovere, cambiando marcia tra le foto della classe 30+ Pro e la corsa nella classe 30+ Intermediate (evviva per me, quinto posto in assoluto!). È stata una giornata fantastica, fatta principalmente dal fatto che i veterinari sono tutti tagliati dalla stessa stoffa. Questi uomini di una certa età amano le moto, le conversazioni e le corse pulite. Il Dubya World Vet Championship è uno dei miei eventi preferiti ogni anno. Adesso siediti e dai un'occhiata ad alcune delle mie immagini della classe 30+ Pro e assicurati di fare il trekking a Glen Helen l'anno prossimo per goderti delle corse eccellenti e un buon divertimento.

Ecco il coperchio del pilota da combattimento del nostro impavido leader, Jody. Questo elmetto racconta una storia. Nota l'estensione personalizzata della visiera, messa in atto da Jody prima della fangosa sessione di prove libere di domenica mattina. L'adesivo Jody Weisel aggiunge un tocco personale, così come le viti della visiera Bell. Perché i dispositivi di fissaggio Bell? Rendono facile la rimozione e la pulizia della visiera, grazie alla mancanza di un cacciavite.

Le condizioni fangose ​​di sabato hanno lasciato la concreta linea di partenza un pantano prima della prima 30+ Pro di domenica. Travis Preston, in un colpo di genio, girò la bici e si bruciò sul cemento per pulire la superficie. Ha funzionato, perché TP ha afferrato l'oleshot.

Shawn Wynne fece un cenno agli appassionati di due tempi correndo su una Honda CR1994 del 500. Wynne è tornato a casa al 13 ° posto assoluto.

Una muggine massiccia e l'acceleratore spalancati? Deve essere una foto del estremamente amichevole Gordon Ward. Gordon è andato 9-6 per il 7 ° posto assoluto.

Tonni Anderson ha fatto il viaggio negli Stati Uniti per contestare la classe 30+ Pro. I suoi sforzi non erano per nulla. Anderson è arrivato quarto in totale contro un campo di gente del posto di Glen Helen.

Ryan Morais è stata una gradita aggiunta al Dubya World Vet Championship. Conosciuto per il suo approccio fluido e tecnico alle corse, Morais è arrivato terzo. Spero che torni l'anno prossimo e che gli altri ex-Pro seguano le sue orme.

Brian Jorgensen aveva in programma di correre il campionato mondiale di veterinaria l'anno scorso, ma era infortunato e non poteva competere. Ha dato il suo tutto questo tempo ed è finito quinto in totale. Ragazzi come Brian aiutano a rafforzare il prestigio di questo evento.

È lungo e sciocco, ma Travis Preston lo fa. TP ha vinto il suo secondo titolo Pro 30+ consecutivo, facendo saltare la competizione a passi da gigante. Solo Mike Sleeter poteva tenere in vista Preston.

La domenica non è andata molto bene per Dennis Stapleton (184) della MXA, almeno al mattino. L'arco di Red Bull che è stato posizionato immediatamente dopo una ripida discesa è stato sgonfiato. Dennis corse nell'arco e subì una mano tagliata. Indipendentemente da ciò, Stapo ha conquistato un ottavo posto assoluto.

Mike Sleeter (111) cerca di scappare e nascondersi da Travis Preston (11). Non ha funzionato

Glen Helen ha il miglior inizio di motocross dritto. È lungo, spaventoso e, soprattutto, la posizione del cancello non è esattamente cruciale. Questo è un inizio giusto.

I bambini non possono correre il World Vet Championship, che crea una dinamica infradito dalle gare più normali. Qui, il figlio di Doug Dubach, Carter, interpreta il ruolo di aiutante / meccanico per suo padre.

Il motocross è un affare di famiglia. Ryan Morais ha portato suo figlio sulla linea di partenza per condividere il momento. Molto bello.

Travis Preston non poteva essere toccato.

Doug Dubach ha vinto le classi 40+ e 50+. Ora ha 24 titoli di veterinario mondiale a suo nome.

Mike Sleeter ha attraversato un sabbiatrice, per gentile concessione della gomma posteriore YZ450F di Travis Preston.

Tutti i corridori reagiscono in modo diverso durante il trionfo. Me? Grido e urlo. Travis Preston? Passa alla prima marcia e naviga fuori pista. Salterei di gioia dopo aver vinto la classe 30+ Pro. Quindi, Preston dovrebbe vincere. Sono sicuro che Travis è stato più sollevato che soddisfatto dopo essere andato 1-1 nel giorno. Forse è così che va per un ex campione di Supercross.

VISUALIZZAZIONE: TIM GAJSER

Di Jim Kimball Foto di Massimo Zanzani

Non stiamo scherzando quando diciamo che Tim Gajser è l'orgoglio della Slovenia. Lo è davvero. Perché? Non ci sono molti piloti di motocross del piccolo paese confinante con Italia, Austria, Croazia e Ungheria. Non solo, Gajser è arrivato quinto assoluto nel campionato mondiale MX2 (250) di questa stagione. Tim ha segnato 11 podi, con due vittorie in moto nelle ultime due gare. Continua a leggere per saperne di più su Tim "Gas Gas" Gajser.

MXA: Tim, puoi parlarci del motocross in Slovenia?

Tim: La Slovenia è un piccolo paese e quando ho iniziato a guidare il motocross solo poche persone hanno guardato le gare di motocross. Poi un paio di anni fa la popolarità ha iniziato a crescere e ora c'è un aumento del numero di ciclisti amatoriali. In precedenza nessuno parlava di motocross e non si vedevano gare in televisione, ma quando ho iniziato a correre il campionato del mondo MX2 (250) alcuni programmi televisivi hanno iniziato a mettere in evidenza il motocross. Ho avuto alcuni reporter televisivi a casa mia, dove mi hanno registrato interviste e girato alcuni cortometraggi. In pochi anni è cambiato molto in modo positivo. Ora in Slovenia abbiamo alcune piste, e a casa mia ho due piste da motocross e una da Supercross. Mio padre e il mio allenatore, Bogo, li hanno realizzati con un escavatore.

Come hai iniziato a correre il motocross?

Ho iniziato a farmi coinvolgere dal motocross quando avevo solo due anni. Mio padre era, a quel tempo, il miglior pilota in Slovenia e Croazia. Mi ha impressionato così tanto che volevo anche provare. Sono andato con mio padre ovunque e in tutte le gare che ha fatto. Per Natale  nel 1999 ho ottenuto una nuova Yamaha PW50. Più tardi, dopo la primavera, ho partecipato alla mia prima prima gara in Slovenia e sono arrivato terzo.

Hai fatto rapidamente molto bene e presto hai vinto i campionati europei. Nel 2007 hai vinto il campionato 65cc.

Ogni anno stavo crescendo come pilota e stavo diventando più veloce. Stavo imparando da mio padre e i miei risultati stavano migliorando. Ma quando ho iniziato a pensare alla storia, devi capire che questi anni sono stati molto difficili. Mio padre lavorava molto e tutti i soldi che guadagnava usava per le mie bici e per i nostri viaggi. Volevo andare a cavallo e allenarmi ogni giorno, ma non avevamo soldi per la benzina. Ci siamo sempre preoccupati di cosa avremmo dovuto fare per pagare tutte le nostre spese. Avevamo bisogno di prendere in prestito denaro spesso, perché non avevamo abbastanza per arrivare alle gare. In quegli anni correvo con vecchie moto di serie, mentre i miei concorrenti a quel tempo avevano bici modificate più recenti. Ho corso tutta la stagione con solo due o tre gomme. Abbiamo viaggiato in un camper di 20 anni, senza doccia o servizi igienici all'interno, ma ce l'abbiamo fatta. Abbiamo viaggiato tutti insieme come una famiglia, e questo era molto importante.

Hai vinto diversi altri campionati prima di entrare nella serie MX2013 Grand Prix 2. Quanto di un cambiamento è stato?

È una grande differenza tra le due serie. Nei Campionati del mondo ci sono molti ciclisti molto esperti con moto di fabbrica. È molto importante nei Campionati del mondo avere una buona bici e una squadra alle spalle. Hai bisogno di un buon rapporto con il tuo meccanico e tutti gli altri membri del team in modo da poter ottenere buoni risultati. Un'altra cosa molto importante è l'inizio e la posizione sul cancello. Nel 2013 ero con il team KTM Marchetti. Sembrava che ad ogni gara avessimo un problema con il motore. Quell'anno è stato piuttosto male. Il mio miglior risultato è stato un sesto posto in moto e un undicesimo posto in generale. Durante tutto l'anno abbiamo avuto problemi con il denaro; avevamo ancora bisogno di prendere in prestito denaro molto tempo per arrivare ad ogni gara. Quindi arriveremmo a una gara e il motore si era rotto. Tuttavia, ho imparato molto quell'anno. Mio padre e io dovevamo essere molto forti in modo da poter sopportare la pressione. Alcune persone volevano dimostrare che non ero un buon pilota e che mio padre non era un buon insegnante, ma non ci riuscirono. Non sapevo davvero cosa aspettarmi in quel primo anno perché tutti i piloti della MX6 sono forti e veloci. Molti di loro hanno avuto più esperienza di me. È stato molto onorevole guidare nella classe MX11.

Come è nata la tua pedalata con la Gariboldi Honda? È stato un grande cambiamento essere con una Honda e in una squadra di fabbrica?

Bene, abbiamo finito le cose con KTM. Per tutto l'anno abbiamo avuto problemi con il motore e mio padre ha chiesto a KTM di recedere dal contratto per favore, e lo hanno fatto. Quindi Giacomo Gariboldi ha chiamato e mi ha chiesto se era vero che ero libero per il 2014. Giacomo è una persona molto brava e ha un grande cuore. Abbiamo firmato per un contratto di un anno in questa stagione. L'inizio è stato difficile, perché dovevamo sviluppare una buona relazione. Avevamo bisogno di conoscerci.  Inoltre, avevamo anche un sacco di nuove persone in giro, come ingegneri e meccanici giapponesi. La Honda era stata lontana dalle gare del campionato mondiale MX per 20 anni nella classe MX2 e volevano entrare ed essere la migliore. Abbiamo testato costantemente la bici e stavamo imparando tutto il tempo. Il passaggio effettivo alla Honda è stato molto facile per me. La bici è più facile da guidare e molto maneggevole. Venendo dal team KTM era molto importante che il motore non si fosse mai rotto, e quando ero sul cancello prima della partenza sapevo che la Honda aveva il potere di resistere all'intera gara. È una grande differenza tra il team Gariboldi e i miei precedenti team. Il team Gariboldi ha un atteggiamento completamente diverso verso me, mio ​​padre e la mia famiglia. Ci rispettiamo l'un l'altro; piangiamo e ridiamo insieme. Abbiamo creato un'ottima relazione con tutti i membri del team. Inoltre, è più facile far parte di una squadra di fabbrica, perché ho abbastanza biciclette, pezzi di ricambio e pneumatici.

Sei salito sul podio un paio di volte quest'anno. Cosa ne pensi della tua stagione 2014? 

Sono molto contento di tutti i miei risultati in questa stagione. Sono molto grato a HRC e al team Gariboldi. Sono anche molto grato a mio padre / allenatore, perché mi dà tutta questa conoscenza e tecnica di guida. Prima di ogni gara ci riuniamo e analizziamo la pista, parlando di salti, curve, persino controllando le sospensioni. Questo è molto importante per me che ho sempre mio padre con me, perché sa molto.

Cosa ha pensato il team dei risultati della stagione 2014?

HRC non si aspettava un simile risultato, perché era il mio primo anno nella classe MX2. Solo mio padre sapeva cosa avrei potuto ottenere. Sono salito sul podio sei volte (in totale)  quest'anno è stato fantastico. Questa è stata una stagione di apprendimento. Ora iniziamo a cercare la prossima stagione. HRC vuole preparare la bici migliore e io devo esserlo  preparati fisicamente e mentalmente.

Quali ritieni siano i tuoi punti di forza? Che cosa sei debolezza?

I miei punti di forza sono in mio padre e nella mia famiglia che sono sempre con me. Con mio padre dimostriamo che vogliamo ottenere buoni risultati e che posso salire sul podio. La mia debolezza è che vengo da un piccolo paese. Il motocross non è molto popolare in Slovenia.

Ora hai firmato un contratto con la Honda per il 2015 e il 2016. Come ti senti per la Honda e il futuro?

Sì, ho firmato per più di due anni. Sono molto felice che vogliano firmare di nuovo con me. Ho un ottimo abbattimento con la squadra. Mi piacciono tutti i membri e con tutti loro ho ottime relazioni. Con Honda – HRC, voglio stare con loro e diventare un campione del mondo in MX2. Sappiamo che la Honda vuole finire al primo posto, perché tornano alla classe MX2 dopo 20 anni.

Quali sono i tuoi pensieri / piani per la stagione 2015? Riuscirai a vincere i Mondiali il prossimo anno? 

Il piano per il 2015 è salire sul podio il più spesso possibile! Complessivamente alla fine della stagione, voglio salire sul podio in classifica. Tutto è possibile e penso di poter vincere. Molte cose devono essere nel posto giusto e quindi è possibile vincere. È bello che ci siano molte gare. È bello viaggiare in tutto il mondo e vedere la natura e la cultura di altre nazioni.

Hai qualche desiderio di correre in America?

È il mio sogno che alla fine verrò negli Stati Uniti e gareggerò con Supercross. Ho detto che a casa ho una pista Supercross e mi piace molto. Ho davvero bisogno di fare dei buoni risultati nella classe MX2, perché poi penso che sarò pronto per andare negli Stati Uniti.

APERTO PROGRAMMA DI SPONSORIZZAZIONE CONNESSIONE LAVORI

[Comunicato stampa]

Works Connection accetta il nuovo pilota e il pilota attualmente sponsorizzato riprende per la stagione 2015. Il programma Rider Support di Works Connection è al suo 25 ° anno ed è attivamente alla ricerca di piloti che facciano parte del programma. I livelli di supporto vanno dal principiante al livello nazionale. Il programma è aperto a ciclisti di tutte le discipline, tra cui Motocross, Supercross, Off-Road, Flat Track, Hill Climb, Supermoto, Speedway, Endurocross, Trials, ATV e atleti di sport d'azione.

Clicchi Hookit e richiedi la tua sponsorizzazione oggi.

Il termine ultimo per candidarsi è il 12/31/14.

UN'ALTRA FIRMA “UFFICIALE” DEL PILOTA ANNUNCIATA VIA INSTAGRAM

I social media sono uno strumento prezioso per il marketing e la promozione. Prendi ad esempio l'account Instagram di Chad Reed (@crtwotwo). Il multi-time campione e il proprietario del team TwoTwo Motorsports ha 296,000 follower. Questo è molto supporto! Quando è stato annunciato che il team sostenuto da Kawasaki ha firmato Josh Grant il mese scorso, Reed è andato su Instagram per rovesciare i fagioli. E martedì ha pubblicato la foto qui sotto per presentare l'ultimo membro della squadra TwoTwo - Michael Byrne.

I social media sono il futuro della diffusione delle informazioni? I comunicati stampa saranno un ricordo del passato? Io non la penso così. Tuttavia, l'approccio unico di Reedy alla condivisione delle notizie della squadra è un colpo di genio. I 296,000 fan di Chad su Instagram hanno il privilegio di apprendere le stesse informazioni contemporaneamente ai media. In sostanza, la notizia arriva direttamente dalla bocca del cavallo e si diffonde su Internet come un fuoco selvaggio. Complimenti a Chad Reed per aver abbracciato un nuovo metodo di condivisione delle informazioni.

MOTO 6: IL RIMORCHIO DEL FILMATO

NUOVO PRODOTTO: MANICOTTO RADIATORE TWIN AIR

[Comunicato stampa]

Twin Air è orgogliosa di annunciare il nostro ultimo prodotto, il manicotto per radiatore Twin Air. Questo nuovo prodotto è un materiale filato di vetro rivestito in nylon che si adatta alle feritoie del radiatore in modo che sporco, sabbia o fango non possano aderire al radiatore, ostruendo il radiatore e causando il surriscaldamento. Il manicotto del radiatore Twin Air si installa facilmente rimuovendo le feritoie del radiatore in plastica e facendo scorrere il manicotto Twin Air sulle feritoie e reinstallando sul radiatore.

PEER SPONSOR: RACCOGLIERE FONDI PER LA STAGIONE SUPERCROSS 2015 E OLTRE

[Comunicato stampa]

Reno, NV:  Oggi, Peer Sponsor, LLC., Una società specializzata in Crowd Funding for Athletes, ha annunciato ufficialmente la sua presenza nel settore del motocross.  Lanciato nel luglio 2014, il sito web di Peer Sponsor LLC. www.peersponsor.org, ha rapidamente preso piede con la sua prima campagna dal vivo, in cui sono stati raccolti oltre $ 1200 in soli due giorni a beneficio di un individuo del settore motociclistico che ha bisogno di aiuto con le spese sanitarie.  Ora stiamo cercando un maggior numero di individui che sono spinti a raggiungere il successo e consideriamo il crowdfunding come una risorsa per raccogliere i fondi necessari per competere ai massimi livelli.  Il finanziamento della folla non è per tutti, ma è uno strumento prezioso disponibile ora per la raccolta di fondi che non era disponibile solo pochi anni fa.  Semplicemente non si può ignorare l'effetto positivo che il crowdfunding ha avuto per molte startup su siti come Kickstarter e Indiegogo.

Cosa distingue peersponsor.org dalle altre piattaforme di crowdfunding online?  "La nostra piattaforma è stata progettata per ottenere i contributi nelle tasche dell'atleta il più rapidamente possibile", afferma Dustin Smith, fondatore di Peer Sponsor, LLC.  "Questi atleti potrebbero non essere a casa per ricevere un assegno per posta e potrebbero non essere in grado di attendere che la loro campagna finisca come richiedono altri siti Web."   "Quindi, abbiamo creato una piattaforma di raccolta fondi che consente di trasferire in modo sicuro la donazione direttamente da un collaboratore, sul conto bancario del soggetto che ha effettuato la campagna entro pochi giorni dal ricevimento del contributo."

Peersponsor.org addebita una commissione di campagna standard del 5% sugli importi forniti alle campagne, ma, per Strada per il recupero campagne in cui vengono raccolti fondi per rimettere in piedi un ciclista infortunato, il Peer Sponsor rimborsa metà dell'onorario all'atleta o a un'organizzazione benefica di sua scelta.  Peersponsor.org incoraggia fortemente ogni atleta a consentirci di inoltrare il 2.5% a un'organizzazione benefica nel tentativo di pagarlo in avanti e aiutare qualcun altro nel bisogno.  I nostri consigli per un'organizzazione benefica sono elencati sul nostro sito nella Pagamenti e commissioni pagina, e tutti avvantaggiano lo sport del motocross in un modo o nell'altro.

Chad ReedDARYL ECKLUNDJim KimballGIOVANNI BASHERconcetti di matriceRAPPORTO DI SETTIMANAfotografieTim Gajseraria gemelladue sport motoristicicampionato mondiale veterinario