NOTIZIE, EVENTI E COMUNICATI STAMPA DEL SETTORE MXA

HUSKY E KTM CAMPIONATO MONDIALE VIRTUALY SWEEP VET


Nelle cinque principali classi Pro (Over-30, Over-40, Over-50, Over-60 e Over-70) al Dubya USA World Vet Motocross Championship, KTM ha vinto tre e Husqvarna ha vinto due. Mike Sleeter (KTM) ha vinto la classe 30 Pro, Daryl Hurley (Hus) ha spazzato entrambe le foto della classe 40 Pro, Kurt Nicoll (KTM) ha dominato la classe 50 Pro, Pete DeGraaf (KTM) ha aggiunto la classe 60 Pro al suo curriculum di quattro titoli World Vet e Jim O'Neal (Hus) sono andati 1-1 nella classe 70 Pro.

  
Mike Sleeter. Daryl Hurley.

  
Kurt Nicoll. Andy Jefferson.

  
Pete DeGraff. Jim O'Neal.

Nel frattempo, nelle divisioni Esperti 35, 45, 55 e 65, l'italiano Mirko Milani ha vinto gli Esperti Over 35 su una KTM, mentre Andy Jefferson ha preso gli Esperti Over 55 sulla sua Husqvarna. Le uniche altre vittorie nelle classi Pro ed Expert classificate per età che non sono state vinte su una macchina austriaca sono state l'australiano Mike Reefman (Yam) negli Over-45 Experts e Ike DeJagger (Kaw) negli Over-65 Experts. Tutto sommato, KTM (4 vittorie) e Husky (3 vittorie) hanno vinto 7 delle 9 classi principali al campionato mondiale veterinario Dubya 2017.

Questo è Lars Larson dieci minuti prima che gli fosse assegnato il premio Edison Dye Lifetime Achievement Award. Ha detto che voleva correre la sua seconda moto prima della cerimonia di premiazione nel pieno del Glen Helen Museum, la riprogrammazione della presentazione in modo che Lars potesse fare ciò che era più importante per lui. 

E come ciliegina sulla torta, il 75enne Husqvarna Pioneer Lars Larsson, non solo è stato insignito dell'Edison Dye Lifetime Achievement Award durante l'evento, ma è arrivato tra i primi dieci nella classe Over 70 su Husqvarna FC2017 350. Lars ha vinto tre titoli di veterinario mondiale in passato ed è stato il primo dipendente, pilota di fabbrica e capo commesso del marchio Husqvarna negli Stati Uniti, nel 1967.

DUCATI STAMPA 803cc "SCRAMBLER DESERT SLED"


Comunicato stampa Ducati:
Desert Sleds erano biciclette di origine americana apparse nella California sudoccidentale e nella Baja California del Messico negli anni '60 e '70. Si trattava di bici da strada con cilindrate superiori a 500 cc, prive di accessori non indispensabili, dotate di pneumatici fuoristrada, ruote e raggi e dotati di sistemi di sospensione e piastre paramotore modificati. In effetti, è la piastra paramotore del motore - indispensabile per proteggere la bici da rocce, pietre e il terreno del deserto implacabile - che ha dato il nome alla Desert Sled.


La Ducati Scrambler Desert Sled fa rivivere fedelmente questo spirito - ma senza abbandonare i valori unici dello stile di vita Scrambler - ed estende il nuovo marchio costruito a Bologna nel settore del "fuoristrada facile". Grazie al telaio e alle sospensioni modificati, alle ruote a raggi (19 "nella parte anteriore) e alle linee rivoluzionarie, questa bici è semplicemente perfetta per coloro che vogliono essere in grado di scendere dall'asfalto e percorrere una pista meno battuta. La capacità fuoristrada della Ducati Scrambler Desert Sled è evidente anche nel parafango omologato, nei parafanghi alti (appositamente progettati per questa versione) e, ovviamente, nella piastra paramotore del motore. I modelli Scrambler Desert Sled saranno nei rivenditori statunitensi a partire da marzo 2017. Il prezzo al dettaglio è di $ 11,395 (rosso) e $ 11,595 (bianco).

AUS-X DISEGNA TRACOLLA APERTA


Come il più grande evento australiano di Supercross, freestyle e sport d'azione, l'AUS-X Open si prepara al decollo; la tanto attesa mappa delle piste è stata rilasciata, con diverse modifiche che dovrebbero creare delle corse incredibili per il 2016. Il circuito AUS-X Open include elementi che sono unici per qualsiasi altro evento Supercross nel mondo. L'inclusione delle rampe da competizione in acciaio Freestyle Motocross (FMX), vede i piloti catapultati verso il soffitto dello stadio, giro dopo giro, fianco a fianco. Il cambiamento più significativo per il 2016 appare nel tunnel, dato che l'unico passaggio fatto su misura sotto i posti dello stadio (passando per i locali del negozio e il retro della casa) sarà riempito con "Sydney Beach Sand" quest'anno. Le sezioni di sabbia sono rinomate in tutto il mondo per aver tenuto in piedi i migliori cavalieri del mondo e gli spettatori possono aspettarsi di vedere i cavalieri che lottano per farsi strada attraverso la sabbia in movimento all'interno delle mura della Qudos Bank Arena. Il margine di errore sarà inesistente.

La "sezione ritmica" dei circuiti presenterà una combinazione unica di salti che variano di dimensioni e distanza per tutta la lunghezza del piano dello stadio, per consentire ai più grandi ciclisti del mondo di mostrare la loro creatività e precisione impudente. Una gamma di combinazioni sarà disponibile per tutti i ciclisti, assicurando che la corsia sia un grande momento e un separatore di abilità.

Il 2016 vede il ritorno dell'esclusiva corsia di scorciatoia, che sarà intitolata "Shannons Shortcut" per l'evento di quest'anno, per gentile concessione dell'assicuratore motociclistico e automobilistico - Shannons Insurance. La corsia di scorciatoia è stata responsabile di alcune delle azioni più incredibili che Supercross abbia mai visto nel 2015 ed è destinata a non essere diversa per l'evento di quest'anno. La Shannons Shortcut offre ai piloti una possibilità per gara, di perdere una sezione cruciale della pista e ottenere un vantaggio rispetto alla concorrenza. Il tempismo e l'uso del collegamento Shannons si baseranno sulla strategia che il singolo pilota può decidere!

GOPRO DONA $ 10,000 AL FONDO JESSY NELSON


La sciatrice di motocross professionista Jessy Nelson ha subito un terribile infortunio all'inizio di questa estate mentre contestava il Lucas Oil Pro Motocross Championship a Unadilla, fratturando la sua vertebra T4 e T5. Per fortuna, è tornato a casa in California, dove lavora con Strides, specialista in lesioni del midollo spinale. Sfortunatamente, l'assicurazione di Jessy non copre il programma di riabilitazione presso il rinomato centro per le lesioni del midollo spinale. Con il suo programma attuale di 26 ore al mese, le bollette si stanno aggiungendo a un importo impressionante. Come chiunque abbia avuto il piacere di lavorare con Jessy, GoPro Inc. voleva aiutare Jessy a ricevere le migliori cure possibili durante il suo processo di recupero presso Strides, ed è stata costretta a contattare e aiutare. Ogni piccolo aiuto e GoPro ha donato $ 10,000 al processo di recupero di Jessy. Consapevole del fatto che Road 2 Recovery è stata la forza trainante del supporto di Jessy, GoPro ha raggiunto la fondazione per impegnarsi a donare. Con questa donazione sostanziale, Jessy coprirà quasi quattro mesi di terapia.

KIARA FONTANESI INDIETRO IN BLU PER LA MX DONNA 2017


Comunicato stampa Yamaha:
La quattro volte campionessa mondiale di motocross FIM Kiara Fontanesi tornerà alla Yamaha per la stagione del Grand Prix 2017 e si riunirà con la YZ250F; la moto che ha usato per governare la classe WMX dal 2012-2015. Gestendo il proprio team "Fonta MX Racing", la 22enne italiana ha presentato ufficialmente la sua squadra 2017 la scorsa settimana ed è ancora una volta in Yamaha blu con il riaccendersi di un'associazione a lungo termine. "Sono molto contento che siamo riusciti a trovare un buon accordo e tornare con Yamaha", ha commentato # 8. “Abbiamo iniziato a parlare abbastanza presto l'anno scorso e Yamaha è stata positiva nel ricominciare insieme; Ne sono stato contento perché è un posto dove mi sento meglio con le mie gare. "

La Fontanesi ha dominato il campionato nel 2012 e nel 2013 ed è stata quindi parte dell'eccitante ultimo round dell'ultima gara per le campagne 2014 e 2015 in cui ha mostrato il suo coraggio e la determinazione di estendere la sua striscia a quattro corone. Nel 2016 è rimasta senza vittoria a causa di un infortunio alla caviglia e anche di nuove minacce alla sua egemonia da parte del neozelandese Courtney Duncan e dell'olandese Nancy Van Der Ven; entrambi anche Yamaha montati.

CIRCUITO PRO “BLACK FRIDAY” IN SALDO IL 25 NOVEMBRE


Per maggiori informazioni vai a www.procircuit.com

HUSQVARNA MOSTRA LA SUA NUOVA LINEA DI BICI DA STRADA A MILANO


Husqvarna Motorcycles ha tolto le copertine dalla propria produzione Vitpilen 401 e Svartpilen 401 al salone EICMA 2016 tenutosi a Milano, Italia. Con l'introduzione di questi modelli allo stato dell'arte, Husqvarna Motorcycles compie un passo importante verso la realizzazione della loro visione progressiva del motociclismo su strada. I primi due modelli della gamma 'Real Street' saranno Vitpilen 401 e Svartpilen 401, con Husqvarna Motorcycles completamente focalizzata sul loro lancio presso i rivenditori autorizzati entro la fine dell'autunno 2017. Fedele agli standard di alta qualità, prestazioni e design del marchio, questi due modelli aprono la strada a un futuro sorprendente nel segmento onroad. Anche lanciato a EICMA 2016 è il concetto Vitpilen 401 Aero, una macchina monocilindrica che è la perfetta interpretazione di come dovrebbe essere una motocicletta con motore del 21 ° secolo, secondo Husqvarna.

ANNUNCIATO QUARTO GIORNATA ANNUALE DI KURT CASELLI


A nome della Fondazione Kurt Caselli siamo molto entusiasti di annunciare il 4th Kurt Caselli Ride Day annuale in collaborazione con FMF Racing, KTM, Rocky Mountain ATV / MC e Glen Helen Raceway. Questo evento con il supporto dei fan e dell'industria di Kurt è stato una parte enorme del successo della Fondazione e delle iniziative di sicurezza che siamo stati in grado di fornire. La nostra missione "Proteggere e supportare la vita dei ciclisti fuoristrada" è così adatta a causa del supporto che riceviamo da tutti voi. Non vediamo l'ora di vedere tutti il ​​10 dicembre a Glen Helen.

Luogo: Glen Helen
Data: Sabato 10 dicembre
Orari: Cancelli aperti alle 9 del mattino
Iscrizione: Commissione di gate di $ 25 "Day of event"
Pre-ingresso: $ 20 Acquistato prima qui e hai una linea VIP speciale
Informazioni: www.kurtcaselli.com

DAY IN THE DIRT 19 IN ARRIVO A NOV. 25-27


Per maggiori informazioni vai a www.dayinthedirt.com

BULTACO È TORNATO! QUESTA VOLTA COME UN'AUTO SPORTIVA


All'International Motorcycle Show di Milano, Bultaco ha presentato la Linx, la sua prima automobile. In verità, è solo una concept car, ma il roadster assomiglia all'attuale KTM X-Bow (pronunciato Cross-Bow) nella forma e nel design generali. Il roadster del motore posteriore non ha parabrezza, finestrini laterali o tetto. Il propulsore dovrebbe essere un turbo da 2.0 litri di Audi o Volkswagen. La Linx arriva a 1870 sterline e la produzione, che inizierà nel 2018, dovrebbe essere inferiore a 50 auto per anno modello. Il prezzo sarà di 100,000 euro ($ 109,000).

GIUSEPPE LUONGO FA MODIFICHE ALLE REGOLE

La rete metallica alla Monster Cup di ottobre. Era una rete metallica su compensato su cemento, quindi non è la stessa cosa che sostituire lo sporco è una rete metallica.

Una settimana fa Giuseppe Luongo di Youthstream ha dichiarato che lo sporco che inizia sulle piste del Grand Prix sarà sostituito con una rete metallica che "sarà posizionata dando una buona presa e una pari possibilità a tutti i ciclisti in tutti i tipi di condizioni meteorologiche". Questa idea è nata dalla Monster Cup di quest'anno, dove hanno usato la rete metallica dietro e davanti al loro inizio elevato a Las Vegas. Questa regola entrerà in vigore per i campionati mondiali di motocross di quest'anno. L'idea è che la trazione al 100% della rete metallica eliminerà l'errore umano, buona fortuna e assicurerà che ogni ciclista abbia la stessa quantità di trazione indipendentemente dalle condizioni del suo punto di partenza. Il purista urlerà che questo è un altro esempio del fatto che lo sport del motocross viene gentrificato in una versione milquetoast di quello che era originariamente. Naturalmente avranno ragione, ma non stupitevi se i promotori AMA Supercross si presenteranno con la rete metallica in futuro (dopo tutto, hanno già acquistato la rete).

Ora sono iniziate le voci che prevede di istituire una regola della scatola nera della ECU, in cui ogni squadra dovrebbe usare un sistema di accensione GET. Molte squadre combatteranno contro questo cambiamento proposto perché si scontra con l'eredità della bici da lavoro del Grand Prix. Se regolano le scatole nere, quali sono le prospettive?

 

andy JeffersonDaryl Hurleydubia stati unitiGiuseppe LuongoHusqvarnajessy nelsonjim o'nealKurt Caselli ride dayKurt NicollLars LarssonMike SleepermotocrossPETE DEGRAAFvipilenIFP MONDIALEcampionato mondiale di motocross veterinario