MXA TI PORTA ALL'AMA 450 NAZIONALI IN VACANZA DI BUSMAN

L'anno scorso, Josh Mosiman ha corso una KTM 450SXF di serie all'Hangtown National del 2021. Quest'anno ha corso una CRF450 a Pala e una KX450SR a Hangtown, ma non erano di serie.

DI JOSH MOSIMAN

Se mi dessi la YZ450F di Eli Tomac, la CRF450 di Ken Roczen o la 450SXF di Ryan Dungey, sarei veloce come loro? Se dessi a Chase Sexton il mio CRF450 oa ​​Jason Anderson il mio KX450SR, finirebbero comunque tra i primi della classe? Questo argomento è solitamente sollevato da piloti professionisti privati ​​​​che stanno facendo del loro meglio per guadagnare uno stipendio mentre vivono il loro sogno, ed è sollevato da fan sfegatati che studiano e guardano intensamente Pro Supercross e motocross.

Molti dei nostri fedeli MXA i lettori hanno già sentito la mia storia. Grazie al supporto dei nostri genitori, mio ​​fratello Michael ed io siamo stati in grado di viaggiare per il mondo di motocross fin dalla giovane età, e ho corso due stagioni complete di Nazionali all'aperto nel 2016-2017, una stagione di Supercross nel 2018 e due Nazionali in 2018 (prima che un infortunio chiudesse la mia stagione). Ora, come un MXA editore, sono grato di avere l'opportunità di entrare nella scena delle corse AMA Pro qua e là, sempre consapevole di correre nel mio ruolo di MXA collaudatore.

È UN PO' COME UNA VACANZA PER UN AUTOBUS, CHE È QUANDO UN AUTISTA DI AUTOBUS PRENDE UNA VACANZA FACENDO UN VIAGGIO IN AUTOBUS. 

È un po' come la vacanza di un busman, che è quando un autista di autobus si prende una vacanza facendo un viaggio in autobus. Trascorro molti giorni alla settimana su una moto da cross per il mio lavoro MXA, e quando ho tempo per fare qualcosa di rilassante, mi iscrivo a due 450 Nationals. Ecco i dettagli delle mie due settimane di vacanza da busman a Pala e Hangtown

PALA NAZIONALE: Al Pala i tratti più duri sono state le due brevi discese. Entrambi hanno salti in cima che ti atterrano direttamente in solchi con grandi dossi. Se hai superato il salto, sei atterrato in alcuni solchi molto insidiosi. Se hai bloccato il salto, sei rimbalzato sull'atterraggio e poi sei atterrato in alcuni solchi molto insidiosi. Aggiungi il fatto che il decollo è cieco e non puoi vedere i solchi finché non è troppo tardi. Speri solo che non siano cambiati rispetto al giro precedente. Questa era la mia prima volta che correvo una Nazionale al Pala, e pensavo che il layout della pista fosse migliore di quello che avevo visto lì in passato, ma le condizioni non erano ancora ideali. L'ultima volta che ho corso la serie AMA 450 National Championship, il round della California meridionale si è tenuto a Glen Helen.

Al Pala, è estremamente difficile per gli spettatori parcheggiare, trovare una buona visuale dell'azione e lasciare la pista. Ci sono volute due ore per lasciare il parcheggio dopo la gara.

Josh ha iniziato la sua giornata al Pala su questa Honda CRF450 Works Edition e l'ha conclusa su una bici ibrida CRF450/CRF450RX costruita da parti.

NAZIONALE HANGTOWN: Hangtown offre sempre una pista impegnativa. Quest'anno, due punti si sono distinti come più difficili. Nella parte posteriore è stata creata una corsia nuova di zecca, dietro il laghetto circondato da alberi ad alto fusto. Sfortunatamente, questi alberi rendevano invisibile a tutti la parte più pazza della pista, tranne le telecamere, e coloro che si avventuravano a guardare dalla recinzione non potevano vedere il resto della pista una volta arrivati. Questa sezione prevedeva un piccolo salto con l'anca da tavolo in una serie di cinque rulli di sabbia grandi e solcati costruiti in un ripido step-up. La linea tradizionale era quella di uscire dal salto con l'anca e andare doppio-doppio-singolo sull'ultimo rullo (che era il più grande) e quindi lanciare lo step-up. I corridori più veloci stavano saltando dal salto con l'anca sul primo rullo (mio fratello Michael è stato il primo corridore a farlo in qualifica). Ho guadagnato alcuni diritti di vanteria con mio fratello da quando ho lanciato questo salto due volte in qualifica, ma non valeva la pena il tempo guadagnato per me per farlo nelle 450 manche effettive. L'altro punto difficile è stata la discesa in mezzo alla pista. Non importa quanto lentamente andassi giù, non riuscivo a trovare una linea regolare.

ANALISI: È quasi impossibile trovare una pista locale su cui esercitarsi che ti prepari per le Nazionali. Le piste nazionali sono strappate più in profondità e irrigate più per una nazionale di quanto non lo siano in qualsiasi altro giorno dell'anno. Inoltre, di solito lanciano ostacoli che lo rendono ancora più difficile. A volte sono grandi salti o ripide colline; tuttavia, di solito non sono gli ostacoli il problema, sono i dossi e i solchi che ti prenderanno. Una pista nazionale farà sembrare un principiante un top rider professionista locale. Il divario di velocità tra Eli Tomac e un corsaro al 20° posto non è troppo grande quando sei sulla pista locale; tuttavia, quando si tratta di una Nazionale, la differenza nei tempi sul giro è quasi triste a cui pensare. 

I solchi infiniti sono un tema comune ai Nationals. Questo viene subito dall'area dei meccanici al Pala.

COSTRUIRE LE MOTO DA CORSA MXA: UNA KAWASAKI KX450SR CONTRO HONDA CRF450 WORK EDITION

2022 HONDA CRF450 NOI: La Honda CRF2022WE del 450 ha scelto di correre al Pala è una versione aggiornata della CRF450 standard (non è un'anteprima della moto del prossimo anno come lo sono le KTM Factory Editions). Gli aggiornamenti principali per il modello "WE" sono le gambe della forcella Showa rivestite, nonché l'albero dell'ammortizzatore da 18 millimetri rivestito e sovradimensionato, un sistema di scarico Yoshimura, lievi ritocchi apportati alla testata e una mappatura ECU aggiornata.

Per trasformare la CRF450WE in una bici da corsa, ho portato la sospensione Showa su Pro Circuit per rivalutarla a un'impostazione più rigida specifica per il mio peso e il mio stile di guida. Quindi, ho sostituito la marmitta Yoshimura con un sistema di scarico Pro Circuit T-6. Sono stato anche avvertito dalla Factory Honda che avrei dovuto utilizzare un serbatoio del carburante sovradimensionato per sicurezza. Il serbatoio Honda di serie da 1.7 galloni è noto per funzionare a secco (per i migliori professionisti) prima che la moto di 30 minuti più due giri sia finita, quindi abbiamo preso in prestito un serbatoio Red Moto dal team fuoristrada SLR Honda. Non è un serbatoio fuoristrada pieno, solo un serbatoio di plastica più grande di 0.3 galloni rispetto allo stock. Ho anche installato una catena Supersprox e un guidacatena TM Designworks.

Josh Mosiman e il meccanico Josh Fout in lizza per le qualifiche a Hangtown con alcuni colpi pesanti. Josh ha fatto il Fast 40.

2022 KAWASAKI KX450SR: Grazie a Pro Circuit, per Hangtown ho potuto mettere le mani su un set di sospensioni Showa A-kit di fabbrica del team Pro Circuit Kawasaki, con il leveraggio Pro Circuit e le staffe triple utilizzate anche dal team di gara. Quindi, ho eseguito i supporti del motore di FCP Racing e il bullone del supporto del motore anteriore. Ho usato il sistema di scarico Pro Circuit Ti-6 che viene fornito di serie sulla bici "SR". Il team Kawasaki mi ha fornito un sistema di frizione a molla "specifica del team di gara" (hanno sostituito la molla della rondella Belleville con molle elicoidali). Kawasaki mi ha anche dato un tappo del radiatore 1.8. Inoltre, ho sostituito il rotore del freno posteriore da 250 mm fornito di serie sulla KX450 con quello da 240 mm fornito sulla KX250 (e sulla bici fuoristrada KX450X). Per far funzionare il rotore più piccolo, abbiamo dovuto passare a una staffa della pinza del freno posteriore più piccola.

ANALISI: Ecco un elenco di parti che ho usato su entrambe le bici: pneumatici Dunlop MX33, sedile Guts Racing Wing (con un rilievo sulla parte superiore per una trazione extra), dispositivo di avviamento Works Connection Pro Launch, filtri Twin Air, piastra paramotore Acerbis e Acerbis K- futuri paramani (che si montano sui trespoli della frizione e del freno anziché bloccarsi sulla barra). Ho anche utilizzato i nuovissimi pannelli dei numeri laterali grigi Metallica di Acerbis e il parafango posteriore con la scintillante grafica metallizzata Throttle Syndicate per legare tutto insieme. Ho usato il manubrio Phoenix (con le manopole di bloccaggio ODI Emig Pro V2 sulla Honda e le impugnature Phoenix sulla Kawasaki) e mi sono fidato dell'offerta top di gamma di ETS Fuel, il carburante US MX K21, perché è stato dimostrato che produce una grande potenza per i team ufficiali KTM/Husky/GasGas e funziona in modo stabile senza bollire nelle lunghe e calde moto di 35 minuti. È lo stesso carburante che ho usato quando ho corso le 450 Nationals prima di arrivare MXA.

CONSIDERO UN RACER "FULL-TIME" COME QUALCUNO IL CUI FOCUS PRINCIPALE È SULLE CORSE. E DAVVERO, PUOI DIVIDERE IL CATEGORIA A TEMPO PIENO IN DUE GRUPPI: FABBRICA E PRIVATO.

 Qualificarsi per una Pro National non è un compito facile, ma stare al passo con i migliori piloti per 30 minuti è ancora più difficile.

RACER A TEMPO PIENO: Considero un pilota "a tempo pieno" qualcuno il cui obiettivo principale è la corsa. E davvero, puoi dividere la categoria a tempo pieno in due gruppi: fabbrica e privato. Con mio fratello minore che è un pilota ufficiale GasGas, so fin troppo bene quanto siano belle le loro vite. Mio fratello non si preoccupa di cambiare i filtri dell'aria, installare dischi della frizione nuovi, spegnere il motore per rinfrescarsi o accontentare i suoi sponsor. Il suo compito è essere fisicamente e mentalmente in forma abbastanza per competere ai massimi livelli il giorno della gara. Oltre a tutto il suo allenamento prima del Supercross in bassa stagione, Michael è stato in grado di saltare sulla pista all'aperto durante la stagione del Supercross (tra l'allenamento del Supercross) per registrare oltre 30 moto totali di 30 minuti in pista tra marzo e il primo turno delle Nazionali a maggio. A volte il suo allenatore, Will Hahn, gli faceva fare tre moto da 30 minuti in un giorno, oltre al suo allenamento cardio e di forza aggiuntivo durante la settimana.

Per quanto riguarda i corsari che sono corridori a tempo pieno (come lo ero io una volta), le responsabilità sono dieci volte. Ero il ragazzo del marketing, lo chef del team, il team manager e il pilota tutto in una volta. Il lavoro di correre un'intera stagione come corsaro è estremamente estenuante e, a seconda di quanto supporto hai, è difficile tenere il passo con l'allenamento per tutta la stagione. Sì, ho avuto un sacco di aiuto dal mio meccanico e dai miei genitori, ma gareggiare per un'intera stagione come corsaro è ancora un compito impegnativo.

RACER PART-TIME: Attualmente, rientro nella categoria dei corridori part-time. In qualità di assistente alla redazione di Azione di motocross, Non mi è permesso continuare a correre le Nazionali se prima non faccio il mio "lavoro". Non ho fatto moto di 30 minuti prima dell'inizio della stagione, ma ho corso il maggior numero possibile di eventi locali durante i mesi che hanno preceduto le Nazionali per "rimettermi in forma".

ANALISI: C'è una grande differenza tra il mio livello di forma fisica come collaudatore di riviste e quando ero un pilota a tempo pieno. Prima di avere un allenatore di alto livello e, nonostante il mio fitto programma di gestione del mio piccolo programma, potevo passare fino a due ore con lui in palestra tre o quattro giorni alla settimana. Ho anche trovato il tempo di andare spesso in bicicletta. Quando i nervi sono alti, la pista è accidentata e il ritmo è veloce, non puoi più fingere. I tuoi veri spettacoli di resistenza, e ho lottato a Pala e Hangtown.

Josh e Josh in linea prima della seconda sessione di qualifiche (dopo aver scambiato praticamente ogni parte su due CRF450 dopo un guasto al motore al quarto giro delle prime 450 di qualificazione).

LOTTE PRIVATE AMA: BICI ROTTA VS. SPIRITO SPEZZATO

PALA: La più grande lotta del Pala National è iniziata al quarto giro di prove libere ed è durata quasi due ore fino al momento di partire per la seconda sessione di qualifiche. Nella prima sessione, ho fatto un giro di parata per conoscere la pista prima che sventolasse la bandiera verde e iniziassero a cronometrare i giri di qualificazione. Ho girato la pista al primo giro, ho preso più velocità e ho fatto tutti i salti al secondo giro, e ho segnato il mio miglior tempo per qualificarmi tra i primi 36 della classe 450 al terzo giro (gli altri quattro piloti per i 40 -l'evento principale maschile proviene dal Last Chance Qualifier).

Con quanto in profondità strappano le piste ai Nationals, è sempre meglio fare un giro veloce il prima possibile, prima che diventi troppo agitato e i solchi diventino troppo profondi. Fortunatamente per me, sono stato in grado di registrarne uno buono perché il mio motore CRF450WE si è spento al giro successivo. Ha iniziato a rallentare come se stessi trascinando il freno posteriore, quindi sono uscito di pista. Quando sono arrivato in cima alla collina, è morto e non sarebbe più ricominciato. Ho fatto la lunga spinta di ritorno ai box dove il mio meccanico (compagno MXA il collaudatore Josh Fout) mi ha aiutato a diagnosticare il problema. Abbiamo provato il serbatoio di serie con la pompa del carburante originale, controllato l'airbox e sostituito il fusibile ma non abbiamo trovato soluzioni.

Fortunatamente, ho portato la CRF450RX di MXA che corro in eventi fuoristrada come bici di riserva. Avevo programmato di usarlo solo per i pezzi di ricambio, ma quando il primo motore è morto e avevamo meno di due ore prima della prossima sessione di qualifiche, Josh ed io abbiamo deciso che sarebbe stato più sicuro cambiare moto piuttosto che mettere il motore CRF450RX in fabbrica Edizione telaio. Poiché la bici RX è solo una CRF450 di serie con una ECU depotenziata, un serbatoio più grande, un cavalletto e una ruota posteriore da 18 pollici, non è stato difficile trasformarla in una bici da corsa. Abbiamo scambiato le sospensioni, il serbatoio del carburante, le ruote, la plastica e lo scarico sull'RX e l'abbiamo definito buono (il cavalletto era già spento). Alla fine, era praticamente la stessa bici di prima.

Scambiare le parti non è stato troppo difficile, ma ho reso il nostro lavoro un vero grattacapo grazie a un errore. Durante l'installazione dell'ammortizzatore Honda, ho inserito il bullone dell'ammortizzatore superiore più lungo nel supporto dell'ammortizzatore inferiore e Josh Fout ha iniziato a serrare il dado; tuttavia, poiché il bullone era troppo lungo, il dado si è avvitato oltre i filetti sulla spalla liscia del bullone dove si è bloccato. Ci sono voluti 20 minuti e l'aiuto di Gary e Justin Jones (i nostri specialisti Honda ai box) per far leva sul dado. Siamo arrivati ​​alla linea di partenza con pochi minuti di anticipo per la nostra prossima sessione di qualifiche, ma il mio tempo sul giro del terzo giro della prima qualifica (quando la pista era la più liscia) mi è valso il 28° posto in linea per 450 Moto 1.

HANGTOWN: Fortunatamente, non abbiamo avuto problemi con la bici a Hangtown. Le sfide non erano meccaniche qui, erano fisiche. Dopo aver corso due manche di 30 minuti al Pala, ero esausto per il fine settimana successivo a Sacramento. Inoltre, non ho fatto il miglior lavoro di recupero. Tra un round e l'altro, ero impegnato a recuperare il lavoro per MXAla scadenza editoriale e il montaggio della bici da corsa. Kawasaki mi ha dato una nuova KX450SR per Hangtown, quindi l'ho introdotta martedì come bici di serie mentre Pro Circuit ha costruito la mia sospensione. Quindi ho preso le sospensioni Showa A-kit, il collegamento e le staffe triple martedì sera, le ho installate mercoledì mattina al Lago Elsinore e ho guidato la bici per due sessioni per testarla. Quindi, dopo aver installato una catena più lunga tra le sessioni di test, sono stato in grado di far tornare indietro la ruota posteriore, cosa che il team di Pro Circuit ha raccomandato.

Dopo aver guidato martedì/mercoledì, mercoledì sera ho lavato le biciclette e fatto le valigie sul furgone velocista, giovedì ho guidato otto ore a Sacramento e ho passato il venerdì a lavorare sulla bici, con Josh Fout che ha installato nuova grafica, nastro adesivo, un dispositivo Pro Launch, ruote con Pneumatici Dunlop, nuove impugnature Phoenix e il rotore del freno posteriore più piccolo da 240 mm. Josh ha fatto la maggior parte del lavoro, ma dopo ero ancora stanco! Poi, dopo una giornata ai box, mi sono fermato al negozio di alimentari per fare scorta di provviste, ho preso cibo messicano da asporto per cena e sono rimasto sveglio fino alle 10:00 a preparare il mio cibo per il giorno della gara, che includeva il versamento caffè, uova a colazione, due pancake proteici di zucca e lino per uno spuntino di mezzogiorno e un frullato proteico tra le due manche.

Quando è arrivato sabato mattina, ero stanco e affamato. Con la mia mancanza di preparazione e nervosismo aggiuntivo il giorno della gara, non ero in grado di mangiare abbastanza cibo per "recuperare" la nutrizione. Per non parlare del fatto che Hangtown è una gara locale per me. Sono cresciuto due ore a ovest della pista e ci ho corso per tutta la vita. Ho avuto molti amici che sono venuti ai box per vedermi e parlare con me, ma questo ha anche esaurito più energia e aumentato i miei nervi.

ANALISI: Alla fine, entrambe le lotte sono state impegnative, ma la mancanza di resistenza e forza è stata un fattore importante nella mia corsa a Hangtown. Ho sottovalutato quanto correre per due fine settimana di seguito avrebbe messo a dura prova il mio corpo. Pensavo che avrei recuperato più facilmente dal primo weekend, ma non è stato così.

LE 450 MOTO NAZIONALI DI MXA: PROVA DI HONDA CRF450 E KAWASAKI KX450SR AI NAZIONALI

HONDA CRF450E: Anche se ho dovuto passare alla mia bici di scorta, la CRF450RX, non credo che abbia ostacolato i miei risultati. L'unica cosa che è stata ostacolata è stato il mio salto dall'inizio. Le impostazioni della ECU sintonizzate per il cross-country sul motore RX non sono così reattive o "scattanti" dal crack dell'acceleratore. Sono partito accanto ad Alex Martin nella seconda manche e sono stato pronto a reagire, ma non ero all'altezza di lui una volta che abbiamo attraversato il cancello e la sua YZ450F ha iniziato ad agganciarsi. Ma questo non mi ha infastidito troppo. Come pilota di fascia media, un holeshot non avrebbe fatto molta differenza nei miei risultati. Se non altro, l'ECU RX mi ha aiutato una volta a metà moto perché era più dolce, rendendo più facile tenere la bici per le due manche. Inoltre, poiché il nostro motore CRF450WE relativamente nuovo non è sopravvissuto, ho creduto nel motore RX perché era stato corso in un evento fuoristrada molto lungo senza problemi. Come previsto, ha tenuto bene, anche con una manutenzione quasi nulla in anticipo. Ho corso con la stessa frizione e olio che ho usato quando ho corso la gara WORCS di Lake Havasu di due ore e una gara del Gran Premio SRA di 45 minuti due settimane prima.

Josh ha preso in prestito un serbatoio Red Moto da 2.0 galloni dal team SLR Honda 0off-road per assicurarsi di non rimanere senza carburante.

Per quanto riguarda la maneggevolezza, mi è piaciuta la sospensione Pro Circuit, ma la prossima volta opterò per impostazioni ancora più rigide per ottenere più tenuta e meno movimento nelle cose mosse. Era un'ottima impostazione su piste normali, ma con grandi dossi e rulli interni ripidi che comprimevano la sospensione giro dopo giro, penso che avrei beneficiato di valvole molto più rigide, anche se pensavo che il Pro Circuit fosse abbastanza rigido all'inizio.

KAWASAKI KX450SR: Questa bici è stata divertente da guidare! La sospensione Showa A-kit con morsetti e leveraggio Pro Circuit ha funzionato come un sogno sulla KX450SR. Ero entusiasta di guidare con questa sospensione e, dopo un giorno di test su di essa a Lake Elsinore mercoledì prima di Hangtown, mi sono sentito come a casa. Inoltre, il rotore più piccolo da 240 mm ha aiutato immensamente. È pazzesco come i 10 mm in più possano farti bloccare così tanto il freno posteriore.

Gli adesivi grigi dello scarico sono stati abbinati alla nuova plastica Acerbis Metallic Grey.

ANALISI: As MXA ha spiegato in precedenza in altri articoli, la sospensione A-kit è costruita con tolleranze più strette con materiali di qualità superiore che resistono più in alto e consentono ai sintonizzatori delle sospensioni di comporre la sospensione, rendendola immensamente migliore per i ciclisti veloci. No, non è un confronto equo mettere la Honda CRF450WE di produzione contro la KX450SR con parti di fabbrica, ma chi ha detto che questo era un test di confronto? Ho semplicemente continuato a correre MXA bici di prova che volevo provare a correre a un AMA National o due..o quattro. Ho avuto accesso ai pezzi di fabbrica di Pro Circuit e non li avrei rifiutati!

Pro Circuit ha rivalutato i componenti Showa di serie sulla Honda CRF450WE, che erano già stati aggiornati rispetto alle forcelle CRF450 di serie.

La Kawasaki KX450 Special Racer di MXA ha ottenuto le forcelle Showa direttamente dal team Monster Energy/Pro Circuit Kawasaki per Hangtown, rivalutate per una KX450.

GIORNO DI GARA A PALA: La prima manche al Pala è stata brutale. All'inizio ero a metà gruppo e ho avuto un brusco risveglio alla follia che è un Pro National. In quasi tutti gli AMA National in cui sono stato, la pista inizia a diventare scivolosa e fangosa in ogni manche, ma è ancora peggio quando la pista è già asciutta all'inizio. Perché non vogliono innaffiare a metà gara, e non vogliono che sia impolverato in TV, la pista è inzuppata prima del giro di vista e talvolta ci sono pozzanghere nei solchi. I primi giri sono frenetici. Il primo giro del Pala era un progetto stupido con un angolo stretto di 180 gradi seguito da un altro angolo di 180, una sezione di rollio e due grandi salti. Solo i corridori che sono arrivati ​​alla prima curva del gruppo di testa l'hanno superata indenni.

È sempre snervante saltare in un branco di 40 corridori, ma è questo che lo rende così eccitante. Ho anche sperimentato Jason Anderson che atterra sul mio braccio prima della ripida salita nella sezione posteriore. Pensavo di essere proprio all'interno della traccia, ma Jason ha creato una nuova linea ancora più all'interno, e si è lanciato dal singolo interno e mi ha spinto fuori dal punto: è stato pazzesco. Ho perso alcune posizioni per tagliare il traguardo al 28° posto al primo giro. Sono stato sopraffatto nei primi giri da quanto fosse accidentata la pista e dalla velocità con cui tutti mi giravano intorno. Sono passato dal 28° al 33° prima di stabilizzarmi su un ritmo decente e risalire al 27°. Dopo essermi divertito per circa 20 minuti, mi sono stancato nell'ultima parte della gara e ho perso un posto alla fine della manche per finire 28°.

Nella seconda manche sono partito meglio e ho tagliato il traguardo al 18° posto al primo giro, ma la mia resistenza non c'era. Questa volta ho avuto una collisione al primo giro con Justin Barcia. Ha cercato di inveire intorno a me, ma la sua carreggiata lo ha lanciato nella mia linea. Per fortuna ho tenuto duro. È rimbalzato su di me, ha fatto il passaggio e ha continuato. Siamo rimasti entrambi su due ruote. Sono tornato indietro lentamente e alla fine ho tagliato il traguardo al 30° posto, dandomi 28-30 punti per il 30° posto assoluto.

Josh (171) stava battendo Ken Roczen (94)? No, mi sto solo facendo leccare. I leader entrano regolarmente nella top-20.

GIORNO DELLA GARA ALL'HANGTOWN: Quando è arrivato il momento delle qualifiche sabato mattina a Hangtown, ero entusiasta di essere il primo a scendere in pista. Per le qualifiche si schierano tutti in gruppo alla partenza direttamente davanti al cancello. Fortunatamente, sono stato nel gruppo "A" per entrambi i fine settimana perché mi sono qualificato per le manche nell'ultimo round del 2021 (Hangtown) e perché sono arrivato tra i primi 40 al Pala la settimana prima. Si allineano tutti e sventolano la bandiera verde una volta iniziata la pratica. Non è una caduta del cancello, e non tutti corrono per essere i primi in pista, ma di certo l'ho fatto. Sono stato il primo a girare in pista per il giro di parata. Ti fanno guidare velocemente durante il giro di parata, ma non dovresti saltare nessuno dei salti. Anche Eli Tomac voleva essere il primo pilota in pista, quindi mi ha superato alla fine del giro ed eravamo uno-due quando la bandiera verde è sventolata e sono iniziate le qualifiche. Ancora una volta, il mio miglior tempo è arrivato al terzo giro quando la pista era la più liscia, ma per fortuna ho superato entrambe le sessioni di qualifica senza problemi con la moto per qualificarmi al 29° posto assoluto degli 84 piloti iscritti.

Per quanto riguarda le manche, ho sicuramente avuto meno resistenza rispetto a Pala. Mi sono anche sdraiato sul mio furgone per 20 minuti tra le qualifiche e le gare per cercare di ricaricare le batterie. Poi ho finito il mio caffè mattutino e ho bevuto un MindFX sulla linea di partenza prima di decollare.

QUANDO PENSO CHE NON POTREBBE PIU' ESSERE SUPERATO, HANNO SOLO CONTINUATO AD ARRIVARE! SONO SCESO AL 35° E HO ZERO SCUSE. NON MI SONO ARRESTATO NÉ AVUTO PROBLEMI CON LA BICI; HO APPENA FINITO 35ESIMO. RUVIDO!

Moto uno era pieno di alti e bassi per me. Ero stanco, ma anche i motociclisti intorno a me erano stanchi. Ho mischiato le posizioni con i piloti tra il 20° e il 30° per l'intera manche prima di finire 26°. È stata un'enorme battaglia mentale in pista. Volevo smettere, ma non c'è niente di buono che viene da questo. Mi sono detto di fare del mio meglio nella prima manche e cercare di ottenere un buon risultato senza preoccuparmi di risparmiare energia per la manche successiva. Nella mia testa, un 26° posto significa più di due 30° posti coerenti. Alla fine, sono stato felice di migliorare il mio risultato di Pala la settimana prima e negli ultimi giri sono quasi passato per il 25° posto.

I primi giri di una Nazionale sono sempre pieni di caos.

È arrivata la moto due e ragazzo ero stanco. Questa volta ho trovato un cancello accanto al mio amico Shane McElrath. Sono rimasto con lui per i primi 20 piedi fuori dal cancello, e poi l'ho arruolato alla prima curva. Mi sono intrufolato all'interno della prima curva e all'esterno della seconda curva, però, per recuperare alcune posizioni e sono uscito due posizioni davanti a Shane per alcuni diritti di vanteria contro il mio amico. Ero 22esimo quando sono tornato indietro al primo giro e sono caduto lentamente all'indietro. Ho appeso lo zaino fino a circa 10 minuti dalla fine quando l'ancora è uscita. Quando ho pensato che non potevo più essere superato, hanno continuato ad arrivare! Sono sceso al 35° e non ho scuse. Non sono caduto né ho avuto problemi con la bici; Ho appena finito 35°. Ruvido!

I Joshes: il meccanico Josh Fout (a sinistra) e il pilota Josh Mosiman non solo hanno fatto il Pala e l'Hangtown 450 Nationals, ma anche Washougal (su una Husqvarna FC del 2023 del 450) e sabato saranno al Pala II (su una KTM 2023SXF 450). Fermati alle loro fosse e dì "Ciao".

ANALISI DEI PRIMI DUE NAZIONALI: Niente scuse. È stata un'esperienza umiliante correre le prime due 450 National del 2022. Mi sono sentito più a mio agio sulla Kawasaki KX2022SR del 450, ma non ero abbastanza in forma per trarne vantaggio. Sono grato al mio MXA colleghi—Jody, Daryl, Travis e Trevor—per avermi aiutato a correre, a Azione di motocross per aver fornito l'opportunità e il supporto per correre di nuovo i Nazionali, e un ringraziamento speciale al mio collega MXA il collaudatore Josh Fout per aver lavorato molto duramente sulle mie bici in entrambe le gare. Come sempre, è stata un'esperienza di apprendimento e non vedo l'ora di essere più preparato per il prossimo!

 

HONDA CRF2022 del 450Kawasaki KX2022SR 450viaggio del busmanpista di volpeHangtownhangtown nazionaleJosh FoutJOSH MOSIMANmxanazionalepala nazionaleMotocross professionalecorrere le nazionali