PRO TAPER PRESENTA LA RELAZIONE DI SETTIMANA DI MXA DI JOHN BASHER

#WHIPITMERCOLEDI'

Pilota: Ken Roczen
Luogo: Stadio Lucas Oil, Indianapolis
Data: 9 aprile 2016
Fotografo: Brian Converse
Macchina fotografica: Nikon D4
Obiettivo: 300mm
Esposizione: 1/640 sec.
F-stop: 3.5
ISO: 3200

VISUALIZZAZIONE: JEREMY MARTIN

Jeremy Martin e la sua strategia di talk meccanico dopo una sessione di qualifiche lo scorso fine settimana a Indy. Foto: Scott Mallonee.

Di Jim Kimball

La serie 250 East è partita bene per la Jeremy Martin Yamaha di Yamalube Star Racing. Sembrava pronto a portare il suo successo all'aperto in casa. Martin ebbe un discreto successo, fino a quando le cose iniziarono a precipitare verso il basso a Detroit, e quindi in modo più significativo Indianapolis. Tuttavia, Jeremy è imperterrito nella sua ricerca di un campionato 250 Supercross con i suoi due titoli nazionali. Può farlo con quattro round per andare e trascinando di 28 punti?

Jeremy, che folle serie Supercross 250 East è stata! È stato sicuramente selvaggio. Se lo guardi dal punto di vista dei fan, potrebbe essere la stagione migliore di sempre!  Finora hai visto così tanti vincitori diversi, ma dal mio punto di vista voglio vincere, indossare il piatto rosso ed estendere un vantaggio di punti. Mookie [Malcolm Stewart] ha il piatto rosso in questo momento, quindi sto solo cercando di concentrarmi su come ottenere buone partenze e cavalcare 15 giri solidi. I brani, come Indianapolis, sono stati piuttosto nodosi. Mi concentro solo sul fatto che non sto guidando Stewart, Davalos o alcun pilota in particolare. Sto letteralmente correndo in pista. Le piste cambiano così tanto durante la gara che devi anche apportare modifiche.

Sembra che ci siano stati così tanti incidenti e diversi drammi nella serie 250 East. Per la maggior parte penso che i binari della costa orientale siano stati molto più simili allo sterrato della costa occidentale. Detroit in particolare era solo brutale; molto più simili ai brani super-hard pack che guido in California durante la settimana. Indy era solo roba dappertutto, ma era buona e mi piacciono le carreggiate. Quando pensi alla East Coast, pensi esattamente a com'era lo sporco in Indy: terra soffice e solchi. Nel complesso, le tracce della 250 East finora non sono state così. Penso che le piste siano state molto più tecniche quest'anno. Quest'anno gli whoops sembrano molto più grandi, e le sezioni ritmiche sono molto più difficili da fare rispetto agli anni passati. I salti sembrano molto più brevi e più ripidi.

A proposito di Detroit, quella è stata la gara in cui sei sceso al primo turno, giusto? Giusto. Non è mai divertente scendere al primo turno in Supercross, e questo è successo a me a Toronto e poi a Detroit. La cosa peggiore è che hai solo 15 giri per catturare il leader, ed è quasi impossibile. Non prenderai il leader a meno che la gente non scenda. È decisamente frustrante, perché ho lavorato tanto durante la settimana. Ti prepari e ti prepari e il semplice incidente può farti abbattere. Ma siamo corridori, quindi siamo tutti combattenti e vogliamo vincere. Quando mi schianto, so che devo tornare indietro, poiché ci sono così tante persone che hanno investito tempo e denaro in me. Non posso semplicemente gettare la spugna.

Foto: Brian Converse

Si è parlato molto di come potresti aver modificato le impostazioni della tua moto per Supercross quest'anno. È vero? Ho lottato un po 'in Supercross nelle ultime due stagioni, quindi ho davvero guardato alla mia configurazione della bici. Sono stato abbastanza bene all'aperto, quindi ho cercato di dare un'occhiata a cosa avrei potuto fare per Supercross. Sono probabilmente la persona più difficile con me stesso. Mi abbasso sempre per vedere cosa posso fare di meglio. Voglio provare a stare meglio. Questo è quello che abbiamo fatto durante l'inverno Johnny O'Mara, il mio meccanico, l'intero team Yamaha Yamalube Star. Ci siamo posti la domanda: "Cosa possiamo fare per migliorare in Supercross?" Abbiamo esaminato la mia bici per apportare modifiche a Supercross. Non mi piaceva molto, ma sapevamo che dovevamo farlo. Nel corso del tempo mi sono abituato e credo che mi abbia aiutato.

La tua stagione 2016 di Supercross è iniziata meglio degli anni precedenti. Sì, credo davvero di essere giorno e notte migliore di prima in Supercross. Ho avuto la targa rossa in Supercross per la prima volta nella mia carriera, e anche se ho avuto un paio di cattive gare, ci sono ancora alcuni round. Nonostante le passate gare di coppia, sono ancora in una buona posizione. Gli do tutto quello che ho ogni volta che sono fuori in pista, ed è quello che continuerò a fare finché rimarrò in pista.

Hai un po 'di terreno da recuperare in Supercross. Riesci ancora a vincere il titolo? Ovviamente. Sarà difficile a questo punto, ma tutto può succedere. Non è finita fino all'ultima gara, ed è lì che conta di più. Ottenere un titolo Supercross da abbinare ai miei 250 titoli nazionali AMA è l'obiettivo.

Come vedi il campionato nazionale 250 disputarsi? Penso che vedrai molto blu in primo piano. Penso che vedremo una battaglia dei secoli nella classe 250. Credo che Cooper Webb e io ci proveremo come abbiamo fatto nel 2014, solo con maggiore maturità e intensificazione. Naturalmente ci saranno altri forti concorrenti. Ho ancora un anno in questa classe e ho intenzione di lottare per questo.

PREVENTIVO DELLA SETTIMANA: ANTHONY RODRIGUEZ

“Un terzo criminale è uscito dal nulla con un fucile accorciato per fare da scorta agli altri due ragazzi mentre scappavano. Fortunatamente, il terzo criminale non ha visto cosa stava cercando di fare mio padre, quindi mio padre ha smesso di cercargli la schiena o sarebbe stato colpito. "

Clicchi qui per leggere l'intervista

IN THE WORKS (AGGIORNATO): PROGETTO YAMAHA YZ125

Non prestare attenzione al disordine in background. Invece, guarda l'epico Yamaha YZ2005 del 125. Nota le gomme Dunlop sulle ruote Dubya. Non preoccuparti, Jay, metterò gli adesivi Dunlop prima di scattare foto statiche per la rivista. 

Non è molto progredito con la moto Yamaha YZ2005 del 125 dalla scorsa settimana. La scadenza della rivista ha un modo per tenermi fuori dal garage. Mio padre e io abbiamo trovato un po 'di tempo per il sollievo terapeutico tramite le chiavi rotanti, ma non abbastanza tempo per far funzionare la bici. Posso affermare con certezza che il progetto YZ125 dovrebbe realizzarsi davvero bene, grazie a una serie di aziende post-vendita che aiutano la causa.

Dunlop ha consegnato una serie di nuove sneakers MX3S, che ho montato su ruote Dubya nere con mozzi color magnesio. Data la mia esperienza nel cambiare le gomme nel corso degli anni, mi sono vantato delle mie capacità di gomme con il caro vecchio papà. Alcune parolacce e molto sudore dopo, ho finalmente montato entrambe le gomme nei loro giusti posti. Da allora ho capito l'importanza di utilizzare un supporto per la sostituzione degli pneumatici per i migliori risultati. Fortunatamente, sembra che le gomme trattengano ancora l'aria. Grazie al mio ferro da stiro Zip-Ty Racing robusto, Motion Pro Bead Buddy e Dunlop pasta per montaggio pneumatici per farmi uscire da un pizzico (nessun gioco di parole previsto).

Lasciami fare un passo indietro per un secondo. Prima di montare la gomma, ho installato un pignone posteriore a 49 denti Sunstar e il rotore del freno posteriore Moto-Master Flame. Ho optato per un dente in più sul retro per ridurre il divario tra la seconda e la terza marcia. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, MXA non ha alcun interesse nel settore dei pignoni. Consigliamo semplicemente ciò che è meglio per ogni bici dopo aver testato una miriade di combinazioni di ingranaggi. Un 49 denti su un YZ2005 del 125 e più recente è il miagolio del gatto.

Ci vorrebbe una testata nucleare per disintegrare la guida della catena TM Designworks Factory Edition 2.

Mio padre, benedici il cuore, ha deciso di installare un cursore e una guida a catena TM Designworks a prova di bomba. Il materiale in poliuretano è resistente come chiodi e spesso richiede che il pignone del contralbero sia rimosso durante l'installazione. Tuttavia, il dado del pignone del contralbero ha una rondella di spalla ed è serrato in fabbrica. Avevo precedentemente rimosso la ruota posteriore, impedendo a mio padre di bloccare la parte posteriore per impedire la rotazione della ruota dentata del contralbero. Sempre un furbo meccanico, ricorda che il cilindro era spento. Posizionò con cura un'impugnatura a T di 14 mm attraverso il foro superiore dell'asta in cui si trovava prima il pistone usurato. Papà allentò il dado del pignone contralbero con una certa delicatezza. Eureka! Tutto il resto da quel momento in poi è stato un gioco da ragazzi.

Il mio obiettivo è installare il kit di fascia alta Vertex e rimettere tutto insieme prima che arrivi il fine settimana. In questo modo posso andare in aereo al North Carolina Motorsports Park di Henderson, nel North Carolin, per scuotere la bici. Anche mio padre potrebbe venire, il che significa che porterò la sua Suzuki RM2007 del 125. Una nota a margine, ho appena ricevuto una serie di bellissime ruote Dubya con cerchi Excel e mozzi Talon che andranno sulla RM125 la prossima settimana.

Vorrei dare oggetti di scena alla gente di Wiseco. La scorsa settimana ho ordinato un jet pilota e un kit mainjet Wiseco. Quello che ho ottenuto è stato un carico in barca di ogni tipo di jet Mikuni noto all'uomo. Quindi, se mi vedi sulla tua pista locale e stai riscontrando problemi con il tuo carb Mikuni, dovrei essere in grado di dare una mano! Fino alla prossima settimana…    

VINCERE AI SOCIAL MEDIA: DEAN WILSON

Dimentica che Dean Wilson è di nuovo fuori con un infortunio al ginocchio, o che è 26 ° in punti (per quel che vale è davanti a James Stewart). Invece, dai un'occhiata a questo gioiello che ha pubblicato su Instagram. Secondo i miei calcoli, ci sono 12 piatti da 45 libbre sul bilanciere. Aggiungi il peso del bilanciere e guarderai 585 libbre. Ora, rivolgi la tua attenzione al commento di Dean. "Si potrebbe dire che stiamo andando a GAINZ VILLE." Eccellente gioco di parole, Dean. Wilson è fuori dalle corse per il prossimo futuro, ma almeno non ha perso il suo senso dell'umorismo. Oh, e un'altra cosa. Perché il bilanciere è ancora appoggiato sulla rastrelliera, Deano?

PRODOTTO SPOTLIGHT: SUPPORTI PER BARRE KTM FASTWAY


Clicca sull'immagine sopra per maggiori informazioni.

THE MAGNIFICENT EIGHT: NON SIAMO JINX 'EM

Foto di Brian Converse, Scott Mallonee e John Basher

Dei 44 corridori della classe 450 che hanno guadagnato un punto Supercross in questa stagione, solo otto hanno segnato punti in tutti i 13 round fino ad oggi. Che ci crediate o no, queste otto elite non sono tutte nella top otto per la classifica generale dei punti. Questo perché alcuni, come Marvin Musquin e Cole Seely, hanno registrato un sacco di grandi risultati, solo per cadere preda di un infortunio nelle ultime fasi della serie. Diamo un'occhiata qui sotto ai magnifici otto:

Ryan Dungey (primo posto, 303 punti)

Dimentichiamo cosa ha fatto Dungey vincendo il titolo 450 Supercross dell'anno scorso. La sua campagna del 2016 è a dir poco sorprendente. Ryan è salito sul podio per la 29esima volta consecutiva lo scorso fine settimana a Indianapolis, e nel frattempo ha vinto la sua 29esima gara 450 della Supercross. Ora è al sesto posto nella classifica delle vittorie di tutti i tempi. Dungey ha una media di 23.3 punti (meglio del 2 ° posto) nel corso di 13 round e conduce Ken Roczen di 45 punti. Cerca Ryan per conquistare il suo terzo titolo 450 Supercross nei prossimi due weekend.

Ken Roczen (secondo posto, 258 punti)

K-Roc ha fatto meglio nella sua seconda stagione con RCH Suzuki rispetto al debutto di Suzuki infestato dallo scorso anno. Nella maggior parte degli scenari il tedesco si sarebbe avvicinato alla prima corona da 450 Supercross. Tuttavia, ha incontrato una forza impenetrabile in Ryan Dungey. Tre volte Roczen ha chiuso al secondo posto e ogni volta Kenny è stato battuto da Dungey. Anche così, Roczen è l'unico pilota in testa alla doppia gara di Dungey sul campo. Kenny probabilmente finirà al secondo posto, il che non è un risultato scarso. Tuttavia, a dir poco un titolo è una delusione.

Jason Anderson (terzo posto, 240 punti)

Il pilota di Rockstar Energy Husqvarna sta arrivando da solo. Ha già avuto una stagione Supercross migliore nel 2016 rispetto alla sua uscita da 450 esordienti dell'anno scorso. Due vittorie, una striscia di podio a tre gare e il terzo in classifica, Anderson potrebbe vincere un'altra gara e salire al secondo in punti prima che questa cosa sia fatta.

Eli Tomac (quarto posto, 212 punti)

È tempo che Tomac e Kawasaki si facciano prendere dal panico? Da quando ha troncato il campo a Daytona, Eli ha finito 5-5-7-9. Eli avrebbe dovuto migliorare, ma invece si è raccolto da terra. Non preoccuparti, però. I 450 nazionali iniziano tra 38 giorni!

Chad Reed (quinto posto, 193 punti)

Questo potrebbe essere il primo anno dal 2013 che Chad Reed non ha vinto un evento principale 450. Certo, l'australiano è stato vicino due volte (San Diego e Anaheim 2), ma non ha avuto lo stesso talento che ha avuto all'inizio dell'anno. Ciò significa che probabilmente vincerà a St. Louis questo fine settimana.

Justin Brayton (otto posti, 149 punti)

Marvin Musquin e Cole Seely sono in vantaggio su Justin Brayton di BTO Sports KTM nonostante abbia perso almeno una gara. Brayton dovrebbe passare Seely in classifica e finire settimo in classifica finale, cioè fino a quando riesce a tenere a bada Trey Canard. La media di Justin è al nono posto, con il suo miglior risultato al quinto ad Atlanta.

Jake Weimer (decimo posto, 106 punti)

Ci credereste che un "ex campione 250 Supercross trasformato in pilota di fabbrica 450 diventato privato" si riprende bene e salta di nuovo su un programma 450 di fabbrica? Un tempo i motociclisti ex fabbrica venivano evitati dopo aver perso le loro corse d'élite. Weimer dimostra che è possibile guadagnare una seconda possibilità. Probabilmente si aspettava risultati migliori dopo aver ottenuto l'appoggio della Suzuki, ma è stato costantemente incoerente. Tuttavia, ha segnato punti in ogni round.

Mike Alessi (13 ° posto, 94 punti)

Alessi ha finalmente inchiodato un holeshot a Indy. Indovina un po? Ha terminato nella stessa posizione (decimo) che aveva ottenuto nei due round precedenti. A Santa Clara Mike ha arrotondato il primo giro al 10 ° e ha terminato 12 °. A Detroit è arrivato al primo giro al sesto posto e ha terminato nono. Guadagna il suo stipendio mettendolo nello spettacolo ogni fine settimana.

AMSOIL ARENACROSS: HIGHLIGHTS DI SALINA

CURIOSITÀ: KAWASAKI SI UNISCE AL PARTITO

Foto: Brian Converse

Ricordi come ho sottolineato la scorsa settimana che un pilota Kawasaki doveva ancora segnare un holeshot in una delle 250 regioni Supercross? Lascia a Gannon Audette, il pilota di riempimento del Pro Circuit Kawasaki per Arnaud Tonus, a spezzare la linea di gesso prima a Indy. Ben fatto, Gannon, e congratulazioni per il concerto.

IL PIÙ VELOCE DEL VELOCE: AI QUALIFICATORI E AGLI ARTISTI HOLESHOT

QUALIFICHE PI VELOCI: 450 CLASS

Anaheim 1 ... Trey Canard
San Diego 1 ... Ryan Dungey
Anaheim 2 ... Ken Roczen
Oakland ... Ryan Dungey
Glendale ... Ryan Dungey
San Diego 2 ... Eli Tomac
Arlington ... Ryan Dungey
Atlanta ... Christophe Pourcel
Daytona ... Eli Tomac
Toronto ... Trey Canard
Detroit ... Marvin Musquin
Santa Clara ... Eli Tomac
Indianapolis ... Christophe Pourcel

QUALIFICHE PI VELOCI: 250 CLASS

Anaheim 1 ... Cooper Webb
San Diego 1 ... Cooper Webb
Anaheim 2 ... Zach Osborne
Oakland ... Cooper Webb
Glendale ... Cooper Webb
San Diego 2 ... Zach Osborne
Arlington ... Joey Savatgy
Atlanta ... Malcolm Stewart
Daytona ... Justin Hill
Toronto ... Justin Hill
Detroit ... Malcolm Stewart
Santa Clara ... Cooper Webb
Indianapolis ... Malcolm Stewart

PREMIO HOLESHOT: CLASSE 450

Anaheim 1 ... Cole Seely
San Diego 1 ... Chad Reed
Anaheim 2 ... Davi Millsaps
Oakland ... Ryan Dungey
Glendale ... Davi Millsaps
San Diego 2 ... Ryan Dungey
Arlington ... Ken Roczen
Atlanta ... Justin Brayton
Daytona ... Ryan Dungey
Toronto ... Ryan Dungey
Detroit ... Ryan Dungey
Santa Clara ... Jason Anderson
Indianapolis ... Mike Alessi

PREMIO HOLESHOT: CLASSE 250

Anaheim 1… Jessy Nelson (West)
San Diego 1 ... Jordan Smith (ovest)
Anaheim 2… Jimmy Decotis (West)
Oakland ... Christian Craig (West)
Glendale ... Jimmy Decotis (West)
San Diego 2 ... Jordan Smith (ovest)
Arlington ... Christian Craig (West)
Atlanta ... Shane McElrath (East)
Daytona ... Malcolm Stewart (East)
Toronto ... Matt Bisceglia (Est)
Detroit ... Aaron Plessinger (Est)
Santa Clara… Zach Osborne (ovest)
Indianapolis… Gannon Audette (East)

Foto di John Basher, Brian Converse e Scott Mallonee.

Dean WilsonDubyaeccellereil più veloce del veloceFastwaysupercross di IndianapoliscolloquioJeremy MartinJim KimballGIOVANNI BASHERKen RoczenRAPPORTO DI SETTIMANAWISECOYAMAHA YZ125