INTERVISTA A SETH HAMMAKER: COMBATTERE LE LESIONI E GESTIRE LE ASPETTATIVE

INTERVISTA A SETH HAMMAKER: COMBATTERE LE LESIONI E GESTIRE LE ASPETTATIVE

Il debutto da rookie di Seth Hammaker di Monster Energy Pro Circuit Kawasaki nel 2021 è stato a dir poco impressionante. Ha vinto il Dallas Supercross ed è salito sul podio altre due volte, guadagnandosi il 2021 250 supercross rookie of the year. Sebbene gli infortuni e la malattia lo abbiano trattenuto per gran parte della serie all'aperto, è tornato forte per il 2022. Sebbene si sia infortunato durante la serie di supercross del 2022, è tornato a correre all'apertura di Lucas Oil Motocross al Fox Raceway. Ora con il suo recente sesto ad High Point, il nativo della Pennsylvania è settimo in punti. Ecco cosa ha da dire Seth sulla sua stagione.


DI JIM KIMBALL

SETH COMINCIAMO CON L'INIZIO DELL'OUTDOOR. SEI STATO FANTASTICO. Il primo round è stato solido dove mi sono qualificato per primo. Ho avuto una buona velocità andando nelle manche. Ho avuto partenze decenti. La prima manche, ho stretto un po' con la pompa a braccio e sono finito ottavo e la seconda manche è stata migliore. Ho guidato un po' più sciolto e sono finito quinto per il settimo posto assoluto, quindi sono stato contento del primo round. Da allora, ho guidato più manche, ma non ho finito in modo spettacolare. Se riesco a mantenere la velocità, penso che aiuterà.

Seth si assicura di avere la giusta selezione di battute a Hangtown.

RAFFORZARE COME HAI MENZIONATO NELLA PRIMA MOTO E' PROBABILMENTE NORMALE, GIUSTO? Sì, soprattutto dopo non aver fatto molte gare di Supercross. Mi sono fatto male dopo il secondo Supercross e Pala è stata la mia prima gara da allora, quindi stavo solo guidando stretto. Penso che fosse un po' previsto. Non credo sia stato qualcosa che mi ha colto di sorpresa. Ho pensato che dovevo gestirlo meglio per il secondo, e mi sento come se l'avessi fatto. Sento che in ogni fine settimana potrò solo essere in grado di guidare un po' più sciolto.  

PARLANDO DI SUPERCROSS, HAI AVUTO DELLE FINITURE DAVVERO IMPRESSIONANTI FINO A QUANDO TI SEI FATTO MALE. È stato fantastico all'inizio della stagione di Supercross. Sono arrivato secondo ad Anaheim I e terzo ad Oakland, quindi due podi e quelli erano gli unici due che dovevo fare. Mi sono fatto male la settimana successiva durante l'allenamento, ma come è iniziato; stava bene. Ho avuto due ottimi piazzamenti, ma sfortunatamente mi sono fatto male e basta. Ma ero contento di come stavo guidando, della preparazione che l'ha preceduta e dei ragazzi con cui stavo combattendo erano bravi ragazzi. È bello gareggiare con quei ragazzi e imparare da loro. Sento che il prossimo anno sarò pronto per competere per il campionato.  

Seth ha la velocità per superare il campo e lo ha mostrato a High Point, ma un costoso errore in una curva gli costerebbe il vantaggio.

QUESTA E' UNA DOMANDA MUTA. C'È QUALCOSA CHE PUOI FARE PER PREVENIRE LESIONI? Non credo che tu possa fare molto. Un po' è fidarsi della propria preparazione e fare tutto il possibile prima delle gare. Sii il più preparato possibile a non metterti in posizioni che ti faranno uscire dalla tua zona di comfort e farti male, perché è per lo più quando succede. Sento anche che essere in forma è una parte importante, solo perché quando ti stanchi perdi la tecnica e inizi a guidare con una postura scorretta. Ciò porta a errori e arresti anomali e quando lo fai, sei destinato a farti male a un certo punto. Puoi solo toccare terra così tante volte e andartene. Sfortunatamente, non puoi fare molto. Il fatto è che vuoi solo essere intelligente ma allo stesso tempo vuoi competere per le vittorie che devi spingere. È un ottimo equilibrio.

Seth e il suo meccanico Jacob Martin.

AUSTIN FORKNER LAVORA CON ROBBY REYNARD, CAMERON MACDOO HA NICK WEY E I FRATELLI LAWRENCE HANNO JOHNNY O'MARA. STAI LAVORANDO CON QUALCUNO? Sì, lavoro con Ivan Tedesco. È il mio allenatore e facciamo tutte le cose "on the bike" insieme. Ha così tante conoscenze. Lo fa da un po' e mi aiuta così tanto, quindi può dirmi cosa aspettarmi, specialmente cose a cui sono nuovo.

IVAN FA QUALCHE LAVORO PER LA SQUADRA, NO? Non è come il nostro allenatore della squadra. Lavora con me per il team Pro Circuit, ma fa anche test di guida per Pro Circuit. Penso che alcune persone pensino che lavori con tutti i piloti, ma in questo momento è solo con me che lavora. Aiuta anche Ryder DeFrancisco, un dilettante che sta arrivando. Ci alleniamo insieme e pedaliamo insieme. 

Seth ha talento sia nel motocross che nel Supercross.

SEI IN CALIFORNIA? Vivo a Temecula, nel sud della California, proprio vicino a tutto.

TANTI PILOTI SONO IN FLORIDA, VEDI IL VANTAGGIO DI LAVORARE VICINO AL PRO CIRCUIT' RACE SHOP? È bello essere più vicini nel testare le bici, in caso di problemi. Possono uscire quel giorno e lavorare sulla bici. Ci sono molte piste in SoCal ed è bello essere in giro per la squadra più spesso. Mi piace.

SOPRATTUTTO A QUESTO PUNTO DELLA TUA CARRIERA. Oh sì, è così importante e avere quel legame con la squadra è molto importante. Mi piace qui fuori. 

Ma a volte si schianta.

CI SONO MOLTE RIVALITÀ NEL TEAM PRO CIRCUIT? Non direi che ci sia rivalità tra noi. Voglio dire, ovviamente, voglio batterli ed è quello che tutti noi vogliamo. Come piloti, vogliamo fare il meglio che possiamo, ma senza rivalità. Andiamo tutti d'accordo e tutti cerchiamo di aiutarci a vicenda durante la settimana per motivarci a vicenda e spingerci a vicenda. Il giorno della gara ci scambiamo idee a vicenda. È bello poter parlare con quei ragazzi.

VINCERE UN SUPERCROSS COSÌ PRESTO NELLA CARRIERA PRO HA CREATO PRESSIONE PER DUPLICARLO? Nel 2021 ho vinto il Dallas Supercross. È stato il mio terzo Supercross professionista. È stato fantastico, ma come hai detto, ha creato così tanta pressione nel round successivo solo perché ho vinto il round prima. Mi sono sentito come, "Beh, ora non c'è più niente da fare. Questo è l'obiettivo e l'aspettativa ora. L'hai già fatto una volta, quindi devi farlo di nuovo. È fantastico ottenere quella prima vittoria, ma devo ancora ottenerne un'altra, ma ci sono stato vicino alcune volte. Continuerò a lavorarci. Non c'è niente come il primo. 

SEI UGUALE ABILITÀ SIA SU SUPERCROSS CHE MOTOCROSS. Mi piacciono entrambi. Se dovessi scegliere o l'altro, sceglierei Supercross, ma mi piace anche il motocross. Qualsiasi corsa è divertente per me.  

HAI QUALCHE HOBBY? Non faccio molto. Gioco a golf quando posso, ed è bello per me uscire e rilassarmi. A parte questo, non riesco a farlo troppo spesso; è solo treno e corsa per tutta la settimana. Mi piace tornare nella mia casa in Pennsylvania, da dove vengo, e uscire con la famiglia.

SEI UN PILOTA A CUI PIACE FARE OBIETTIVI DOVE VUOI ARRIVARE? Mi piace fissare obiettivi, ma non obiettivi irrealistici. È bello avere qualcosa da raggiungere ogni fine settimana e cercare di mantenerti concentrato su "va bene, fammi raggiungere questo obiettivo". Ho degli obiettivi in ​​testa che voglio raggiungere.

Seth salta davanti alla folla di Hangtown.

SEI UN PILOTA KAWASAKI DA UN TEMPO, HAI PARLATO ALTRE SQUADRE? Ci sono sempre persone che parlano di cose diverse. Come hai detto, sono stato con Kawasaki e il Team Green da quando sono stato nei miei ultimi due anni dilettanti. Mi hanno portato nei Pro, il che è stato fantastico, e adoro il modo in cui fanno le cose qui. Ti trattano come una famiglia e ti danno le migliori opportunità per uscire e raggiungere i tuoi obiettivi. Voglio essere qui. È qui che sento di poter raggiungere i miei obiettivi e vincere campionati qui. 

SEI FIRMATO CON IL TEAM PER IL PROSSIMO ANNO? Non ancora. Stiamo ancora risolvendo le cose.  

PENSI CHE I 250 SUPERCROSS E 250 CAMPIONATI NAZIONALI SIANO OBIETTIVI REALISTICI NEL 2023. Il mio obiettivo è sfidare per il campionato e imparare il più possibile in questa stagione e lavorare il più duramente possibile per uscire e raggiungere quell'obiettivo l'anno prossimo. Penso di essere molto capace di farlo, quindi non vedo l'ora.  

Come pensi che Seth finirà questa stagione?

 

Jim KimballCIRCUITO MONSTER ENERGY PRO KAWASAKIintervista mxacircuito professionalekawasaki circuito professionaleSeth HammakerIntervista a Seth HammakerSeth Hammaker Motocross