IL PADRE DEL MOTOCROSS AMERICANO: IL SUO PREMIO È STATO VIETATO DALLO SPORT

Malcolm Smith, Torsten Hallman e Edison Dye.

Di Tom White

Sebbene la competizione di motocross possa risalire agli anni '1940 in Europa, lo sport che prevedeva piste su terreno naturale e lunghe moto non era mai stato praticato in America. Corse sterrate, discese, enduro e nel deserto: sì, ma non motocross. Negli anni '1960 Edison Dye gestiva un'attività che organizzava tour in moto in Europa. Mentre guidava uno di questi gruppi di tour, Edison è stato esposto allo sport del motocross. Entro la metà degli anni '1960, marchi europei come Husqvarna, CZ e Bultaco erano le macchine preferite e questi modelli di motocross non venivano importati in America.

EDISON CONVINCE LA FABBRICA DI HUSQVARNA PER FARLO PORTARE IN UNA COPPIA DI MOTO CON IL POTENZIALE DI ESSERE L'IMPORTATORE DI HUSQVARNA PER L'AMERICA. L'ANNO ERA IL 1966.

Edison Dye ha portato in America le prime moto da cross realistiche. È stato il primo importatore Husqvarna.

Dye amava lo sport che vedeva, sebbene non fosse lui stesso un pilota, ma soprattutto vedeva un'opportunità di lavoro. Edison ha convinto la fabbrica Husqvarna a fargli portare un paio di biciclette con il potenziale di essere l'importatore Husqvarna per l'America. L'anno era il 1966.

La chiave della crescita di Husqvarna negli Stati Uniti fu l'assunzione di Malcolm Smith come suo pilota. Malcolm avrebbe immediatamente iniziato a vincere eventi nel deserto e rimescolando sulla macchina leggera e potente. Quando l'interesse iniziò a crescere negli Stati Uniti, Dye convinse la fabbrica Husky a inviare il tre volte campione del 250 Motocross Torsten Hallman a lavorare con Edison e competere contro i migliori piloti americani sulle piste di tutta l'America.

Il primo evento tenutosi nell'autunno del 1966 fu a Pepperell, Massachusetts, su una pista progettata da Hallman che combinava la pista di arrampicata esistente con il terreno naturale collinare intorno alla struttura. Tutti i migliori piloti locali sono stati invitati a gareggiare e la maggior parte è stata doppiata da Hallman in ciascuna delle tre manche da 45 minuti. Hallman e Dye organizzarono altri sei eventi nel 1966 ei risultati furono sempre gli stessi.

Non confondere la serie Inter-Am con Trans-AMA. Edison non ha solo promosso la prima serie di gare America contro Europa, ha importato le bici, ha corso le gare e pagato i piloti del GP per venire negli Stati Uniti per promuovere lo sport.

Il passo successivo di Edison è stato convincere Husqvarna a mandargli un pilota svedese per dimostrare a Husqvarna negli Stati Uniti. Quel pilota era Lars Larsson. È andato alle concessionarie locali, ha mostrato loro una moto da cross Husqvarna, l'ha avviata al primo calcio (un grosso problema negli anni '1960) e l'ha corsa quel fine settimana nelle loro gare locali, enduro o sterrato, vincendo sempre.

Nell'autunno del 1967, Edison ha creato la prima serie Inter-Am, che ha ospitato le migliori star europee tra cui Torsten Hallman, Bengt Aberg, Roger DeCoster e Joel Robert. Anche se i piloti americani non avevano alcuna possibilità contro gli esperti veterani del GP, erano rapidi studi e le stelle dell'Euro erano disposte a insegnare loro le basi del motocross. Torsten Hallman ha persino condotto scuole di motocross per aiutare gli adolescenti americani. Le vendite e gli acquisti di macchine da motocross dell'abbigliamento unico indossato dalle stelle sono decollati a un ritmo che era, ed è tuttora, senza precedenti in qualsiasi sport motoristico.

Edison Dye (all'estrema destra) con il team Husqvarna che ha portato in America per correre. Riesci a individuare Torsten Hallman, Bengt Aberg, Hakan Andersson e Arne Kring?

La serie Inter-Am continuerà a crescere sotto la guida di Dye fino al 1970. Sebbene l'AMA non avesse interesse per il motocross, alla fine videro la luce quando videro i dollari generati e rubarono letteralmente la serie lontano da Edison. Gli affari sono affari e l'AMA è andato ai proprietari delle piste e ha fatto loro un'offerta migliore. In parte zucchero e in parte calce, l'AMA ha attirato i proprietari delle piste con minacce e offerte. Inoltre, l'AMA aveva il potere di contro-promuovere contro la nascente Inter-Am di Edison con la propria serie Trans-AMA. Edison Dye vide la scritta sul muro e capitolò e divenne un promotore della gara AMA.

I PILOTI SONO STATI LIVIDI E L'AMA RISPONDE BENDANDO EDISON DYE DALLA PROMOZIONE DI EVENTI MOTOCROSS PER IL RESTO DELLA SUA VITA.

I primi due anni Dye e AMA hanno lavorato insieme su diversi eventi, ma nel 1974 Edison ha avuto un solo evento nel calendario Trans-AMA. Quell'evento è stato il St. Louis Trans-AMA. Tutti gli eventi Trans-AMA sono stati classificati come "pioggia o sole". Quando ha piovuto tutto il giorno sabato e ha continuato la domenica mattina del St. Louis Trans-AMA, Edison si è innervosito. La pista era su un campo pianeggiante e divenne rapidamente una palude. Quando pochissimi spettatori si sono presentati sotto la pioggia, Edison ha informato i piloti che la gara è stata annullata.

"Ho già perso $ 10,000 promuovendo questo evento e non perderò altri $ 10,000 in borsa!" Comprensibilmente, i piloti erano lividi e l'AMA ha risposto vietando a Edison Dye di promuovere eventi di motocross per il resto della sua vita. Fu un duro colpo per l'uomo che fece accadere il motocross negli Stati Uniti.

Edison Dye con Roger DeCoster, Joel Robert (a destra) e Dave Bickers (a sinistra).

Le cose sono peggiorate per l'influenza di Edison Dye nel motocross. Husqvarna voleva controllare il proprio futuro in America e hanno acquistato Edison e la sua società di importazione Mid-International. Sia che tu voglia dire che Edison è stato costretto a lasciare il motociclismo o era un buon momento per andare in pensione, Edison è scomparso dal motociclismo per i successivi 23 anni. Il suo nome non è mai stato pronunciato e il fatto che fosse lui l'unico responsabile di portare lo sport in America è stato dimenticato.

Pubblicità Husqvarna del 1966 di Edison Dye.

Nel 1997, il campionato mondiale di motocross veterinario White Brothers era cresciuto fino a diventare un grande evento. Come proprietario dei White Brothers, avevo dato il pieno sostegno della mia azienda dietro questa gara e con il proprietario di Glen Helen Bud Feldkamp ho deciso di iniziare a onorare gli uomini che avevano contribuito allo sport del motocross con il "Premio alla carriera del Motocross". Il primo anno abbiamo onorato Roger DeCoster, un grande contributo alla crescita in America (e nel mondo) e nel 1998 è stato il dinamico Ricky Johnson.

DUE SETTIMANE PRIMA DELL'EVENTO DEL 1999, ANCORA NON HO DECISO CHI SIAMO ONORATI. MENTRE GUIDA A CASA DA UNA GLEN HELEN RACE, HO RIFLESSO SU UNA STORIA CHE IL MIO AMICO LARSON HA CONDIVISO CON ME.

Al Campionato mondiale veterinario 1999 Edison Dye è stato brindato da Malcolm Smith (a destra), mentre Roger DeCoster e Feets Minert aspettano in background.

Due settimane prima dell'evento del 1999, non avevo ancora deciso chi avremmo onorato. Mentre tornavo a casa da una gara di Glen Helen, ho riflettuto su una storia che il mio amico Lars Larsson aveva condiviso con me. Lars mi raccontò di una visita che lui e Bengt Aberg avevano fatto l'anno prima per visitare l'anziana Edison Dye a San Diego.

"Bengt Aberg e io abbiamo guidato fino a casa sua", ha detto Lars. “Il prato era marrone e la casa non era in ottime condizioni. Bussammo alla porta principale e dopo una lunga attesa, Edison aprì la porta. Ha usato un bastone per camminare e ha guardato ogni poco i suoi 80 anni. Quando ci vide, scoppiò in lacrime. Non credo che avesse avuto contatti con nessuno del motocross da anni. Significava molto per tutti noi avere questa riunione. ” Lars ha continuato a ricordare che Edison Dye non era più stato a un evento motociclistico da quel fatidico giorno a St. Louis nel 1974.

Edison Dye al Campionato Mondiale Vet 1999 a Glen Helen.

Wham, mi ha colpito! Avevo bisogno di trovare Edison Dye e portarlo al Campionato mondiale veterinario 1999 per ricevere il "Premio alla carriera nel Motocross". Ho chiamato Roger DeCoster e Malcolm Smith e la loro risposta all'onorare Edison è stata travolgente. Il rispetto e l'ammirazione che avevano per quest'uomo e la loro disponibilità ad aiutare nella presentazione mi hanno spinto avanti. Sono stato anche aiutato dall'unica persona nel motociclismo che aveva visitato Edison nel corso degli anni, Frans Munsters, il proprietario di Twin Air Filters. Frans mi ha dato le informazioni di contatto di Edison.

Tom White e Edison Dye guardano la copertura di Cycle News sul risveglio di Edison.

Quando ho chiamato il numero, Edison era in Arizona, ma la figlia di Edison Shirley era ansiosa di aiutarmi e mi ha permesso di visitare e trascorrere il pomeriggio a rivedere scatole di foto e altri cimeli che erano in totale disordine. Incredibile! Le foto, le lettere - hanno raccontato la storia! Quest'uomo era veramente il padre del motocross in America e il mondo delle moto doveva essere ricordato!

L'evento World Vet è stato un enorme successo! Abbiamo portato Edison in pista in una limousine ed è stato affiancato alla presentazione da Roger DeCoster, Malcolm Smith, Lars Larsson, Chuck “Feets” Minert e altri.

DOPO QUASI 25 ANNI DALLO SPORT IN CUI È INIZIATO, EDISON DYE AVREBBE OTTENUTO IL CREDITO PER PORTARE LO SPORT DEL MOTOCROSS IN AMERICA.

Un emozionante Edison Dye si rompe mentre 45,00 fan esultano per il "Father of American Motocross" allo stadio Anaheim nel 2001. Roger DeCoster e Tom White gli hanno consegnato il Mickey Thompson Award.

Fortunatamente, dopo quasi 25 anni dallo sport in cui aveva iniziato, Edison Dye avrebbe iniziato a ottenere il merito di aver portato lo sport del motocross in America. Ha importato le bici, ha convinto i migliori piloti del mondo a correre in una serie autunnale che è diventata la Inter-Am, e ha quasi da solo fatto crescere lo sport in America a un ritmo senza precedenti.

Sono molto fortunato che Edison e la sua famiglia siano diventati miei amici intimi. Gran parte del successo di cui ho goduto nel settore motociclistico può essere attribuito a lui. Anche se aveva subito diversi colpi, la sua mente era acuta. Il mio ricordo preferito è stato a prenderlo nella sua casa di cura di Lemon Grove per andare a pranzo un paio di anni dopo. Edison raramente riusciva a lasciare la struttura perché non poteva camminare o sollevarsi dalla sedia a rotelle. Abbiamo preso in prestito un hoyer, che è un'apparecchiatura speciale progettata per sollevare una persona disabile e - con l'assistenza di un'infermiera, siamo stati in grado di caricarlo nel mio camion. Sebbene fosse difficile capire Edison, poiché il suo discorso era stato influenzato dai colpi, era in grado di indirizzarmi al suo ristorante preferito a Pacific Beach. Non era stato lì per oltre dieci anni. Abbiamo preso uno dei cuochi che ci ha aiutato a scaricarlo e abbiamo fatto un meraviglioso pranzo a base di salmone al forno e una bella bottiglia di Merlot. Era un uomo così gentile e abbiamo parlato di tutto ... famiglie, motocross, affari e donne! La candela non si era spenta su questo signore anziano.

EDISON DYE È MORTO IL 10 MAGGIO 2007 — ERA IL SUO 89 ° COMPLEANNO.

Se vai a Glen Helen Raceway, puoi passeggiare lungo la Walk of Fame e vedere il Lifetime Achievement Award di Edison Dye.

Dopo essere tornato nella casa di cura, ho riletto la sua biografia che la famiglia mi aveva dato anni fa e che ha dato alla nostra conversazione pranzo un significato speciale. Ho capito alcune delle cose che aveva detto a pranzo. Che giornata speciale! Ricorderò sempre quanto Edison sia stato molto emozionato nel ricevere questo credito da tempo atteso per il suo enorme contributo al motocross. L'anno successivo Edison Dye è stato inserito nella AMA Motorcycle Hall of Fame e nel 2001, davanti a un Anaheim Supercross esaurito, gli è stato assegnato il Mickey Thompson Lifetime Achievement Award.

Edison Dye è morto il 10 maggio 2007, era il suo 89 ° compleanno.

 

bengt abergcolorante edisonPADRE DEL MOTOCROSS AMERICANOHusqvarnaSERIE INTER-AMLars LarssonMalcolm SmithmotocrossmxaRoger Decostertom biancoTorsten Hallman