FISTICUFF AL MONDO A DUE TEMPI: VINCE FRIESE PARLA


Vince.

    Quando si verifica un incidente o un'alterazione in un grande evento, ci sono molte versioni diverse della stessa storia. Vince Friese fu coinvolto in un alterco al MTA World Two-Stroke Championship. Vince e la sua famiglia sentono che Vince ha avuto un brutto rap e Vince vuole che il suo lato della storia venga ascoltato. Ecco qui. Alla fine, la polizia prenderà la decisione finale dopo aver ascoltato entrambi i lati della storia.

MXA: Vince, puoi iniziare all'inizio e dirci cosa è successo?
Vince: Nella prima manche, Michael Leib si è schierato sul cancello interno e io mi sono allineato proprio accanto a lui. Sapevo che la sua bici era un po 'più veloce della mia. L'inizio dritto a Glen Helen diventa sempre più stretto andando in Talledega e sapevo che se avessi potuto saltare il cancello e mettermi di fronte a lui, avrei potuto batterlo al primo turno. Sapevo anche che era il ragazzo più veloce là fuori a correre, quindi volevo andare avanti e ottenere un vantaggio e cercare di scappare in modo da non dover affrontare un ragazzo con una bici più veloce su quelle grandi colline. Ho fatto proprio questo. Ho fatto un salto fantastico e sono uscito di fronte a lui. Dice che l'ho tagliato, ma non l'ho tagliato. Sono uscito dal cancello e ho avuto la linea su di lui e l'ho battuto al primo turno.

Che cosa è successo dopo la prima moto?
Dopo quella gara, quattro o cinque persone, suo padre, un paio di suoi amici e sua madre sono venuti da me imprecando e urlando contro di me. Stavo solo seduto lì sbalordito. Onestamente non pensavo di aver fatto qualcosa di sbagliato. Ho avuto il salto su di lui, ma mi ha superato in gara salendo su una collina come niente. Non ho provato a portarlo fuori, non l'ho colpito o altro. Non ci siamo toccati per tutto il tempo, ho pensato: "Perché sei qui a urlarmi contro?"

Cosa è successo sulla linea di partenza prima della seconda manche?
Siamo andati in linea per la prossima moto e, come chiunque, volevo vincere la gara. Ha scelto il suo cancello e io ho scelto il mio cancello proprio accanto a lui. Stavo per fare la stessa cosa? Iniziarlo e provare a uscire di fronte a lui. È stato il mio colpo migliore per essere riuscito a batterlo. Mi stava uccidendo su quelle colline. Quando mi fermai accanto a lui, qualcuno nel suo equipaggio iniziò a preparare un altro cancello, poi Leib andò e si mosse all'ultimo minuto. Le regole dicono che una volta che hai scelto un cancello e tutti gli altri hanno iniziato a scegliere le loro porte non puoi cambiare. Ma ho pensato: "Se può farlo, posso farlo". Quindi, sono andato laggiù per dare un'occhiata. Suo padre e i suoi due amici che erano nel suo equipaggio si sono messi di fronte a me e non mi hanno lasciato andare. Dissero: "Non puoi venire qui". Ho detto: "Beh, non so chi siete, ma non credo che possiate dirmi dove posso e non posso andare". È praticamente tutto ciò che ho detto loro. Stavano facendo piccoli commenti stupidi, chiamandomi un perdente e cose del genere. Molte persone hanno parlato di me in passato, quindi sono abbastanza bravo a ignorarlo. Ho provato a camminare intorno a loro in un modo, ho provato a camminare intorno a loro nell'altro modo, ma c'erano tre persone in faccia che non mi lasciavano andare da nessuna parte. Ho detto: "Forza ragazzi, sta diventando ridicolo, la gara sta per iniziare". A quel punto stavo solo cercando di salire in bici perché le persone stavano accendendo le loro bici e la gara stava per iniziare. Un tipo del suo equipaggio, che indossava una maglietta Leib, penso che potesse essere stato il suo meccanico o qualcosa del genere, ha deciso di afferrarmi il casco sulla mentoniera. Aveva la testa capovolta e ho un brutto collo com'è. Mi torceva la testa e mi trascinava a terra. Ho pensato: "Cosa sta pensando questo tizio, non puoi semplicemente infilarmi il casco". Mi stavo allontanando da lui, stavo solo cercando di allontanarmi da lui e tornare in bici. Mentre mi stavo allontanando da lui, ciò creava un vuoto, sebbene avesse ancora una presa sul mio elmetto. Poi, fece un passo indietro e mi diede un calcio, proprio dove non volevo essere preso a calci. Mi ha preso a calci abbastanza bene. Fu allora che gli diedi uno strattone violento con la testa, mi tirai indietro e gli girai contro. Penso di averlo colpito abbastanza bene. L'ho buttato giù e poi è scappato tenendosi il viso. Non so cosa gli sia successo, ma pensavo che il ragazzo avesse ottenuto ciò che meritava. Non devi solo aggrapparti all'elmetto di un ragazzo e provare a farlo rotolare a terra e non aspettarti che accada nulla. Ad un certo punto devo alzarmi un po 'da solo. Se è solo una schifezza a parlare, posso ignorarlo, ma quando qualcuno mi mette la mano su è acceso. Mi aspetto che qualcuno faccia la stessa cosa. Alcune persone dicono che prima ho fatto qualcosa, ma sicuramente non l'ho fatto. Non avrei mai colpito qualcuno così prima in pista. In pista diventerò aggressivo, ma fuori dalla pista non darei mai un pugno o un colpo a qualcuno prima. Soprattutto solo un ragazzo lì in piedi che non è nella sua attrezzatura o altro. Non sono così stupido. Non farei mai niente del genere.

Qualche funzionario della pista è stato coinvolto prima dell'inizio della seconda manche?
Successivamente, hanno fermato l'inizio della gara per un secondo. Parlarono con Michael e dissero: "Stiamo guardando te e Friese questa gara, quindi non fare nulla di sporco o verrai squalificato." Quindi mi dissero lo stesso. Sono andato a correre e ho avuto l'opportunità di ripulire Leib, ma non l'ho fatto. Non lo farei mai senza motivo. Anche se a quel punto ero un po 'arrabbiato con lui per essere stato un tale bambino per l'intera situazione, non lo avrei ripulito. Ho corso la mia gara e sono arrivato secondo. Era un po 'più veloce di me. Mi stava facendo lavorare piuttosto male su quelle colline. Penso di essere stato un po 'più veloce sul resto della pista, ma mi stava facendo cadere piuttosto male su quelle colline.

Sono entrato, ho fatto tutto il podio, ho ottenuto il mio grosso controllo e sono andato a prendere il mio normale controllo e consegnare il mio transponder. Fu allora che mi dissero che ero squalificato. La signora di Glen Helen non mi avrebbe nemmeno dato l'opportunità di ascoltare il mio lato della storia. Lei non l'avrebbe. Ho provato a dire con calma: “Signora, cosa avrei dovuto fare? Ho cercato di andarmene più volte e non me lo hanno permesso. " Non aveva alcun senso per me. Dopo l'incidente [prima dell'inizio della seconda manche] ci hanno parlato e mi hanno permesso di correre, quindi perché mi hanno squalificato dopo la gara? Il fatto che i responsabili siano abbastanza bassi da togliere i soldi a qualcuno che è appena uscito e ha fatto il culo per guadagnare quei soldi ... è davvero basso. Onestamente, ero più arrabbiato per quello che per la cosa di Leib. È stato un vero calvario. Ci sono stati momenti in cui mi sono sbagliato in situazioni e ne avrò la pena quando so di aver fatto qualcosa di sbagliato. È stata una situazione ieri in cui non ho fatto nulla di male tutto il giorno. Stavo solo cercando di vincere, e quando qualcuno ha cercato di picchiarmi, l'ho colpito e me lo sono liberato. Penso che ci fossero molte persone sulla linea che hanno visto che non avevo fatto nulla di male. Mi stavo solo proteggendo. A parte questo, mi sono divertito moltissimo a guidare il mio due tempi. La gara è stata molto divertente e ho avuto delle buone pratiche di allenamento per i nazionali.

Doug DubachDubachGlen Helenmichele leibmotocrossSUPERCROSSdue tempiVincenzo Frise