IL MEGLIO DI JODY'S BOX: LA CONNESSIONE TRA SUPERCROSS IN TV E NARCOLESSIA

Di Jody Weisel

Sono stato prudentemente a più AMA Nationals, Supercrosses e Grand Prix (e, sì, questo è il plurale di Grand Prix) di quanto chiunque meriti di godere - o, nel mio caso, sopportare. So che non è qualcosa di cui ti lamenteresti, ma devi ricordare, non vado alle gare Pro per godermeli, esco con i miei amici, racconto barzellette a John Ayers e mangio cibo dalla ghiacciaia del Team Kawasaki. Questo è il mio lavoro. Sto lavorando. Ai tempi della pellicola Fuji 35mm, dovevo girare 35 rullini durante una gara: questo era nell'era pre-digitale. Allora, non potevo vedere le foto che ho scattato sul posto. Quando ho scattato la foto di "Let Broc Bye", non sapevo se l'avevo davvero scattata, se era a fuoco o se il mio F-stop era perfetto. Ho dovuto guidare la mia auto a noleggio fino all'aeroporto, catturare gli occhi rossi della domenica sera a Los Angeles e sviluppare il film nella stanza buia di casa mia prima di esserne sicuro. Non ha aiutato il fatto che avessi solo sei fotogrammi rimasti sul mio 35 ° rullino quando Keith McCarty ha tenuto fuori il cartello. Mi è piaciuta la foto; non mi sono davvero goduto la giornata.

Sono andato in Svezia per testare le moto automatiche Husqvarna AF500 di Bo Edberg nel 1982, e quando sono tornato a casa a Los Angeles, dopo un volo di 12 ore e 5500 miglia sul Polo Nord, l'adorabile Louella ha chiesto: “Com'era Stoccolma? ” Risposi: “Se hai visto un Holiday Inn, li hai visti tutti. Chiedimi della pista o dell'aeroporto, è tutto ciò che ho mai visto. ”

SONO UN VIAGGIATORE JADED. Ero sempre più entusiasta di correre in Austria o di scalare la torre Eiffel. NON SONO PIÙ. VOGLIO RIMANERE A CASA, CORRERE LA MIA MOTO CON I MIEI AMICI E DORMIRE NEL MIO LETTO.

Sono un viaggiatore stanco. Ero più entusiasta di correre in Austria o di scalare la Torre Eiffel o di far realizzare la mia attrezzatura su misura nello stabilimento di Yoko a Forssa, in Finlandia. Non lo sono più. Voglio restare a casa, correre con la mia moto con i miei amici e dormire nel mio letto. Ho perso interesse ad andare agli AMA Nationals dopo aver progettato, supervisionato e aiutato con oltre 20 Nationals a Glen Helen, Saddleback e Escape Country. Ora, sono molto più felice di essere un vecchio, lento pilota di motocross locale. Non voglio andare alle Nazionali e non devo perché Daryl Ecklund, Josh Mosiman, Dennis Stapleton, Travis Fant, Jim Kimball e Brian Converse fanno un ottimo lavoro alle gare per MXA ogni settimana. Ciò non significa che non guardi tutti i Supercross, National e Grand Prix in televisione. In effetti, ho feste giganti per i miei compagni di corsa in cui torniamo a casa dalla gara locale di quel giorno e ci urliamo.

Amo lo sport e so che la maggior parte delle persone in tutto il pianeta ha avuto il primo assaggio di surf, sci, pattinaggio di velocità, auto sprint, gare aeree e motocross dal tubo blu, non per esperienza diretta. Questo era ciò che rendeva così speciale la proiezione annuale del Carlsbad USGP su "Wide World of Sports" della ABC-TV. Ogni dicembre veniva guardato da 20 milioni di telespettatori, nessuno dei quali sapeva che la registrazione era stata ritardata dal giugno precedente. Più americani hanno guardato il motocross in quell'unica proiezione di "Wide World of Sports" rispetto al pubblico combinato delle 17 gare televisive della serie 2020 Supercross. Perché? Perché era speciale. Abbastanza speciale che volevano uscire e farlo da soli.

SE PENSI CHE STA INSINUANDO CHE I 17 SUPERCROSS DI AMA MOSTRATI SU UN POTPOURRI DI RETI TV NON SONO SPECIALI, IO SONO.

Se pensi che stia insinuando che i 17 AMA Supercross mostrati su un pot-pourri di reti televisive non siano speciali, lo sono. Ricordi la gigantesca festa di visualizzazione ogni settimana nel mio soggiorno? Sarebbe più corretto chiamarlo un "pigiama party gigante", perché dopo tre ore di inquadrature poco entusiasmanti, tutti i miei amici dormono sul divano. Sono vittime della narcolessia di tagli amatoriali, trame prevedibili, nomi pronunciati male, chiavi della gara che includono sempre "Inizia bene", la stessa identica pubblicità Toyota mostrata cinque volte e la mistica capacità di tagliare ogni volta che si verifica un passaggio.

Sono un fan di questo sport, ma questo non significa che io sia cieco di fronte alla produzione televisiva con lo stampino che siamo arrivati ​​ad accettare, solo perché esiste. Oh, non fraintendermi. Non voglio tornare ai giorni in cui abbiamo aspettato una settimana per "MotoWorld" per mostrare i clip della gara della scorsa settimana (originariamente su USA Network e infine su ESPN). Ma non credo che il fatto che le corse siano in TV giustifichi l'assenza di telecamere live a bordo; nessun ragazzo con telecamere portatili che vagano per la pista; nessun giornalista dei box che rintraccia i corridori quando si affrettano ai box per evitare di parlare; i corridori sul podio che leggono i nomi degli sponsor su un tabellone (che il loro meccanico tiene fuori dallo schermo); le stesse vecchie lattine di Monster, Red Bull e Rockstar infilate nella telecamera anche se le lattine effettivamente trattengono l'acqua; il formato della testa parlante, il suono irregolare che si mescola tra rumore del motore e fastidioso, la giornalista femminile necessaria in pista - chiedendo cosa pensava il vincitore della gara in corso dietro di lui (che, ovviamente, non avrebbe potuto vedere); e un blackout totale per qualsiasi corsaro che potrebbe fare qualcosa di significativo a favore delle riprese del pilota preferito di questa settimana che gira da solo sulla pista.

Comprendo appieno le scarse prestazioni. Potrei andare molto più veloce se ci provassi. Indovina un po? La copertura della corsa moderna potrebbe essere molto migliore se uscisse dall'era della copertura televisiva "Leave It To Beaver" e si sforzassero un po 'di più. Me lo riprendo. Vorrei replicare meglio "Leave It to Beaver" se Beaver non avesse ricevuto un CZ per Natale.

Ti potrebbe piacere anche