BICI CHE NON HAI MAI VISTO PRIMA: 1968 FLINK 250X

BICI CHE NON HAI MAI VISTO PRIMA: 1968 FLINK 250X

Il Flink 1968X del 250 è molto raro. Ne sono state prodotte meno di 20 e oggi ne sono contabilizzate solo sei. Foto: Lindstrom-MX

Nel 1955, quando Husqvarna lanciò la sua Silverpilen 175 cc, Gustav Flink iniziò a produrre pezzi per trasformare la piccola bici da strada svedese in una moto da cross. Lavorò su speciali pedivelle a cerchio intero, testate ad alta compressione, collettori per accettare carboidrati Bing, Amal o Dellorto e, alla fine, costruì il suo cilindro quadrato da 250 cc e la testa per il motore Silverpilen.

Lo schema di base del Flink 250X.

Questa è una Husqvarna Silverpilen 1960 del 175.

Quando Husqvarna introdusse la Silverpilen 175cc nel 1955, i giovani svedesi furono attratti dal suo aspetto leggero e audace (proprio come gli adolescenti americani furono attratti dall'economico Hodaka Ace 100 un decennio dopo). La macchina da 9.5 cavalli era il punto di partenza perfetto per i ciclisti desiderosi di essere motocross e Gustav Flink era pronto a costruire le parti per trasformare questa piccola bici nella macchina che ha generato la più grande generazione svedese di star del Grand Prix.

Il motore Flink 250X aveva un alesaggio e una corsa di 69.5 mm per 64.5 mm, trasmissione a cinque velocità, carb Bing da 32 mm, la frizione era montata sull'albero motore e il tubo di sterzo usciva dal cilindro ed entrava nella parte inferiore del telaio ( che è raddoppiata come camera di espansione).

Naturalmente, questo lo portò nel 1967, dopo quattro anni di ricerca e sviluppo, a costruire il primo Flink 250X. Era molto in anticipo sui tempi. Era molto leggero e stretto. Il serbatoio del gas e l'airbox facevano parte del telaio, così come il tubo di scarico. La parte inferiore del telaio era la camera di espansione e anche le pedane erano cave per essere utilizzate come parte del tubo. I primi due Flink 250X avevano telai in acciaio, ma le unità seguenti erano tutte in lega di alluminio.

Flink 1970X del 250 di Rune Johansson.

Leif Norberg ha progettato il telaio in lega e ritiene che non siano mai state prodotte più di 20 biciclette e alcuni motori aggiuntivi. Sfortunatamente Gustav Flink morì di cancro nel 1972 a 52 anni. Mentre la morte di Gustav ha posto fine alla fabbrica di motociclette Flink, le restanti moto 250X e le sue parti Silverpilen originali sono oggetti da collezione.

Foto: Lindstrom-MX, Rune Johansson, Flink, Ola Osterling, MXA

Ti potrebbe piacere anche