BAD CHOICES & FREAK EVENTS: I CAMBIAMENTI DI GIOCO DI MOTOCROSS

GAMECHNGSLIDE

BAD CHOICES & FREAK EVENTS: I CAMBIAMENTI DI GIOCO DI MOTOCROSS

Il mondo moderno è pieno di angoscia: i possenti-beens, gli if-onlys e i coulda-woulda-shouldas. La vita sportiva è un'amante crudele e una ancella dei capricci del successo. Per ogni quarterback che lancia un'Ave Maria di successo, ce ne sono altre migliaia che intercettano i passaggi. Per ogni pastella che arriva in casa vincendo il gioco, ce ne sono molti altri che soffiano tre volte. Per ogni corridore di motocross all'apice del successo, ci sono legioni che sono scivolate senza gloria dalle altezze.

Fama, gloria e vittoria sono le aspirazioni delle stelle del motocross, e alcuni riescono a chiamare i propri colpi, ma molti altri sono vittime dei capricci del destino. A loro merito, i piloti di motocross sono resistenti. Ecco alcuni dei momenti più stimolanti, strazianti e rivoluzionari di questo sport.

SPINA DI SCINTILLA DI AKE JONSSON

gamechangers-2
Entrando nella fase finale del Campionato mondiale 1971 del 500 a St. Anthonis, in Olanda, Roger DeCoster e Ake Jonsson furono bloccati in un duello per la corona. Jonsson aveva vinto il 500 GP del Lussemburgo la settimana prima ed era andato in Olanda con un vantaggio di un punto. Purtroppo, la candela a corto raggio Maico di Ake non filettata in moto uno e ha dovuto fermarsi e reinserirla a mano. Ritorna al decimo posto e poi vince la seconda manche, ma perde la corona del 10 del 1971 contro Roger DeCoster. Ake non avrebbe mai vinto un titolo mondiale.

LE BATTAGLIE PIÙ GRANDI DI TONY D'S SONO STATE SUCCESSIVE

gamechangers-3
Il tre volte campione nazionale AMA 250 Tony DiStefano ha subito un infortunio al ginocchio alla Houston Supercross del 1978. L'infortunio al ginocchio gli è costato il suo giro in fabbrica su Suzuki, ma dopo un periodo di sosta su Can-Am, Tony è passato a Husqvarna e ha fatto un'ottima uscita al Anaheim Supercross del 1979. Purtroppo, una settimana dopo, mentre lavorava nel suo negozio, un cacciavite è scivolato e ha seriamente tagliato gli occhi. Anche se Tony non riuscì a vedere con gli occhi dopo l'intervento chirurgico, tornò a correre nel 1981 ed era uno dei 10 migliori corridori come corsaro. Tony alla fine fu costretto a ritirarsi per avere un'altra serie di operazioni oculari. Se quella fosse la fine della sua storia, sarebbe abbastanza straziante, ma dopo essersi ritirato, Tony iniziò una popolare scuola di motocross. Sfortunatamente, mentre si esercitava, colpì una radice dell'albero sul lato della pista e rimase paralizzato nello schianto che ne seguì. Sorprendentemente, un anno dopo, era tornato a insegnare le sue scuole di motocross dalla sede di un ATV.

BOB HANNAH VA A SCIARE IN ACQUA

gamechangers-4
Bob Hannah era stato su un rotolo negli anni '1970. Aveva vinto il titolo 1976 125 del 1978, 79 corone 250-1977 e titoli Supercross 79-1979. Ma una settimana dopo aver vinto il campionato nazionale AMA 250 del 12, si è rotto una gamba destra in 1981 punti mentre faceva sci nautico sul fiume Colorado con Marty Tripes. Bob è rimasto fuori azione per un anno e durante questo periodo la sua gamba si è infettata e ha dovuto subire un intervento chirurgico. Hannah non avrebbe mai vinto un altro campionato nazionale, ma tornò nel 10 per finire secondo nel campionato Supercross. Ancora più impressionante, Hannah avrebbe corso per altri 1989 anni, guidando la sua ultima gara ufficiale a Southwick nel XNUMX.

DONNIE HANSEN È STATA IN CIMA AL MONDO ... FINO A

gamechangers-5
La stagione 1982 è stata incredibilmente buona per Donnie Hansen — e incredibilmente brutta. Il bene? Donnie Hansen ha vinto sia il campionato AMA Supercross sia il campionato nazionale 1982. Selezionato per il team americano Motocross des Nations del 250, Donnie volò in Svezia per correre gli ultimi 1982 Grand Prix prima di dirigersi verso la Germania per la MXDN. Donnie vinse facilmente il Gran Premio di Svezia, ma quattro giorni dopo si schiantò sulla pista di allenamento di Rolf Dieffenbach e subì un infortunio alla testa chiusa. Hansen non si è mai completamente ripreso abbastanza per correre di nuovo ai massimi livelli, ma è passato con successo alla formazione di giovani ciclisti e all'insegnamento delle scuole di motocross. Clicca qui per leggere una recente intervista che abbiamo fatto con Donnie Hansen.

IL GIRO PIÙ VELOCE DI CORRADO MADDII E QUANTO COSTA

gamechangers-6
Nel 1984, il pilota della Cagiva Corrado Maddii aveva un vantaggio di 30 punti su Michele Rinaldi, entrando negli ultimi 125 GP dell'anno. Tutto quello che doveva fare era finire entrambe le moto in posizioni che pagavano punti e sarebbe diventato il campione del mondo. Corrado Maddii ha messo a segno un tempo veloce in pratica, ma quando Rinaldi ha superato il suo tempo, Maddii è tornato fuori e ha ripristinato il tempo più veloce. Dopo il suo giro caldo, stava girando intorno alla pista e si è scontrato con Michele Fanton, che stava praticando la partenza. Colpirono nel punto in cui la partenza si unì alla pista. Maddii si è rotto una gamba ed è stato portato fuori dalla pista su una barella. Rinaldi ha vinto la corona.

ANDRE VROMAN'S BRAIN FADE

gamechangers-7_1Brad Lackey (6) e Andre Vromans (4).

gamechangers-7_2André Vromans.

Nel 1982, Brad Lackey e Andre Vromans, compagni di squadra della Suzuki, stavano duellando per il campionato del mondo 500. Sono entrati nella gara finale dell'anno a soli sei punti di distanza. Quando il cancello è caduto in moto due, Andre Vromans ha portato il gruppo su per la collina alla svolta a sinistra in alto. Sfortunatamente per Vromans, a Ettelbruck, in Lussemburgo, quella parte della pista non è stata utilizzata all'inizio, ma è stata raccolta dopo il primo giro. "È stato l'errore più grande della mia vita", ha detto Vromans più tardi. Lackey sarebbe diventato il primo americano a vincere un campionato mondiale di motocross quel giorno.

L'ULTIMO FRONTE DI RODEO DI CHANDLER DI DANNY MAGOO

gamechangers-8
Danny "Magoo" Chandler è stata la stella del motocross più sfrenata della storia. E, Danny ha fatto la storia vincendo la gara ABC-TV Superbikers del 1982, il 1982 Gran Premio degli Stati Uniti del 500, ogni moto del Trophee e Motocross des Nations del 1982 e il Grand Prix francese del 1985. Purtroppo, la carriera agonistica di Danny si è conclusa al Supercross di Parigi quando ha giudicato male il suo "Rodeo Whip" brevettato sul traguardo. Danny è rimasto paralizzato nello schianto. Negli anni successivi al suo incidente, Danny ha promosso la sicurezza del pilota ed è deceduto inaspettatamente per cause naturali il 10 maggio 2010.

INCIDENTE ALL'HOTEL DI MIKE CRAIG

gamechangers-9Poco prima dell'inizio della stagione 1994, il pilota numero uno del Team Yamaha, Damon Bradshaw, ha lasciato il resto del suo contratto esistente. La Yamaha è rimasta scioccata ma ha firmato Mike Craig per sostituire Damon. Craig era solido, ma non era contento della Yamaha. Il momento clou della stagione, e una nota importante per ogni ciclista, è stato quando Mike Craig ha vinto la Tampa Supercross del 1994, ma due settimane dopo ha inciampato negli stivali nella sua camera d'albergo e si è fatto male al ginocchio. La Yamaha non credeva che Craig fosse ferito e lo lasciò andare prima della fine della stagione 1994. Craig, che ha sostituito Bradshaw, è stato a sua volta sostituito da John Dowd.

L'INCIDENTE DI STORBECK / JOHNSON

gamechangers-10
Ricky con il suo cast nel 1989.

Ricky Johnson ha avuto una carriera straordinaria, e inevitabilmente sarebbe finita, ma è sempre peggio quando un incidente strano mette una stella in disparte. Nel 1989, Johnson vinse i primi cinque Supercrosses dell'anno, ma al Gainesville 250 National, Danny Storbeck arrivò al polso destro di Johnson. Johnson si è ripreso e ha continuato a correre ma non avrebbe mai vinto un altro Supercross nella sua carriera (anche se ha vinto due nazionali AMA, uno da 250 e uno da 500 nel 1990). Ricky visitò tutti i dottori che poteva, ma il suo polso non migliorò mai. Ricky ha corso cinque gare nel 1991, finendo ai margini della top 10, e lo ha lasciato uscito dopo il San Diego Supercross nel febbraio del 1991. Aveva 26 anni.

LA CELEBRAZIONE DEL CAMPIONATO PIÙ PEGGIORE DEL MONDO

gamechangers-11
Nel 1986, Jacky Vimond ha vinto il Campionato mondiale 250. Vimond è stato il primo campione del mondo francese, quindi i francesi hanno voluto festeggiare con una grande festa. Alla festa, hanno abbassato Vimond e la sua bici dal soffitto tra luci lampeggianti e musica ad alto volume. Mentre Vimond veniva abbassato, uno dei cavi si spezzò e Vimond fu gettato dalla sua bici sul duro pavimento di cemento. Soffriva di una frattura alla schiena e non era mai lo stesso di un pilota. Da allora, Jacky è diventato un allenatore di successo.

IL MIGLIOR BIGLIETTO DI PARCHEGGIO MICKAEL MAI AVUTO

gamechangers-12
Nel 1999, dopo una piccola disputa derivante dal padre di Mickael Pichon che parcheggiava la sua auto a noleggio nel punto sbagliato sul monte. Morris, Mickael è stato multato di $ 3000 dall'AMA e licenziato dal Team Honda. Mickael afferma che l'incidente non è stato altro che una partita di spinte provocata da un ufficiale di pista (ti faremo indovinare chi), mentre l'AMA e il Team Honda affermano che Mickael ha colpito un ufficiale dell'AMA. Qualunque versione tu creda, Mickael è stato spedito in valigia. Pichon non stava vivendo una grande stagione nel 1999 e aveva già annunciato che avrebbe lasciato il Team Honda alla fine dell'anno. Chi ha avuto l'ultima risata? Pichon sarebbe tornato sul circuito del Grand Prix e avrebbe vinto i 250 Campionati del mondo nel 2001 e 2002 per la Suzuki.

UNA CARRIERA IN DISPONIBILITÀ È STATA SALVAGGIATA DURANTE LA VITA

gamechangers-13
Jeff Emig ha condotto una vita incantata fino al 1999. Quindi, il 22 agosto 1999, è stato arrestato a Lake Havasu per possesso di marijuana. Quella era la fine dei suoi giorni come pilota di fabbrica. Quattro mesi dopo, Jeff si è schiantato mentre si esercitava per la serie 2000 Supercross e si è rotto entrambi i polsi. È guarito in tempo per avere il suo acceleratore mentre si esercitava a Glen Helen. Jeff si è rotto una gamba in due punti e ha schiacciato una vertebra. Decise di smettere. Dopo l'infortunio, si è concentrato sulla gestione della sua squadra privata Edge Sports prima di diventare noto come commentatore televisivo.

LA VELOCITÀ NON È BASTA PER ASSICURARE IL SUCCESSO IN MOTOCROSS

gamechangers-14È difficile individuare esattamente ciò che ha rovinato la carriera di Jason Lawrence nel motocross. Potrebbero essere stati i suoi combattimenti in pista? Mordere l'orecchio di un amico? Rotolare un'auto a noleggio ai box? Il suo anno nella prigione della contea di Riverside? O solo la sua personalità? Aveva un sacco di talento, ma non è sempre abbastanza. L'erratico Lawrence passò molto tempo a molestare un giovane Ryan Dungey. Tanto che quando Ryan Dungey ha firmato per indossare l'abbigliamento da motocross di One Indusries e anche One Industries ha firmato Jason Lawrence, Dungey è uscito dal suo contratto One e ha firmato con Fox. Oggi, Dungey è un multimilionario in pensione con sette campionati AMA al suo attivo. Jason Lawrence è fuori dai radar.

IL CANCELLO DEL CARBURANTE HA CAMBIATO UN CAMBIAMENTO DI TITOLO

gamechangers-15
Nel 2006, il carburante di Ricky Carmichael non è riuscito a superare il test di piombo AMA. Fu squalificato come lo era stato Jeff Emig nel 1996? No. È stato penalizzato di 25 punti come David Vuillemin, Chad Reed e Tyson Hadsell erano stati nel 2004? No. È stato espulso come lo erano stati Michael Byrne e James Stewart nel 2005? No! Invece, l'AMA ha multato Ricky, che è riuscito a mantenere la sua posizione finale, a guadagnare denaro e punti AMA. Perché? Favorito palese. I 25 punti che Ricky riuscì a mantenere gli valse il campionato Supercross del 2006, che vinse di due punti su James Stewart, ma con un corpo sanzionatorio onesto avrebbe perso di 23 punti. L'applicazione delle regole dell'AMA è sempre stata uno scherzo, ma questo trattamento speciale è stato una vergogna.

GLI EFFETTI VALIANTI NON SEMPRE HANNO FINE DELLE RACCONTI FAVOLOSI

gamechangers-16
Nel 2007, Josh Coppins è stato scelto a mano per riempire le grandi scarpe lasciate dal 10 volte campione Stefan Everts al Team Yamaha. Il neozelandese ha iniziato la stagione come gangbuster e nei primi 10 GP è salito sul podio ad ogni evento e ha vinto cinque GP in totale. Coppins è andato nel round 11 con un vantaggio di 107 punti quasi imbattibile con cinque gare rimaste. Sfortunatamente, un incidente ha danneggiato la spalla sinistra di Coppins. Ha provato a cavalcare infortunato ma ha perso il titolo di 450 GP a Steven Ramon, anche se Ramon non ha vinto un singolo GP nel 2007.

UN MOMENTO DI MARCHIO NERO NELLA STORIA DEL MOTOCROSS

gamechangers-17
Mike Alessi ha avuto un giro accidentato nei ranghi AMA Pro. L'ex campione del miniciclo è stato al centro di controversie che sono state tra parentesi dalle magliette "Believe the Hype" e dall'incidente Laser-Gate del 2013 a Washougal. Ma ciò che ha davvero fatto deragliare la carriera di Mike e ha trasformato i fan e l'industria contro di lui è stato l'incidente nel 2005 di Glen Helen. Mike è entrato nella gara finale del 2005 National Championship 125 del 35 con 10 punti dietro Ivan Tedesco del Pro Circuit, ma dopo che Tedesco DNF ha guidato la prima moto, i punti divisi tra i due sono stati ridotti a 2005 punti. Poi, quando Alessi e Tedesco si sono schiantati l'uno contro l'altro alla fine del famigerato "Muddy Straight" di Glen Helen, Mike è salito sulla bici di Tedesco in modo che Ivan non potesse raccoglierla e ha fatto una mossa ovvia per premere il pulsante di uccisione di Tedesco. Alla fine, Tedesco vinse il titolo 125 del 21, anche se andò al 11-XNUMX a Glen Helen. Per quanto riguarda Mike Alessi, è stato squalificato per la giornata per "impegnarsi in un'attività dannosa per lo sport". Peggio ancora, è stato conosciuto come un imbroglione per il resto della sua carriera (e non importa quanto sia difficile tentare di lasciarsi alle spalle, non sembra che possa cancellare il suo nome da ricorrenti polemiche).

IL RUMORE DEI SOLDI HA UCCESSO L'ACQUISTO

gamechangers-18
Christophe Pourcel è arrivato in America dopo una carriera di successo in Europa, e nel 2009 e nel 2010, Christophe ha vinto il 250 East Supercross Championship e si è avvicinato in modo straziante alla vittoria anche nel 2009 e nel 2010 dei 250 National National. Christophe supponeva che il Team Kawasaki lo avrebbe assunto nel 2011 come pilota 450 (in base al fatto che avevano trasferito altri ex 250 vincitori di Supercross nel team di fabbrica), Pourcel non ha portato avanti altri accordi. Ma Kawasaki non ha mai chiamato. Non ha aiutato la causa di Pourcel che, secondo quanto riferito, avrebbe voluto $ 1.5 milioni per il 2011. Il fatto che Pourcel abbia effettivamente chiesto $ 1.5 milioni è casuale, perché non ha avuto offerte ed è finito nel team Yamaha MotoConcepts. Quella corsa è stata di breve durata (molto breve), e Pourcel è tornato alla serie GP per una stagione senza incidenti del 2012, dove ha corso per una stagione e poi ha deciso che non gli piaceva il sistema GP. Due anni dopo è tornato negli Stati Uniti a correre per la Yamaha nelle 250 nazionali. E poi con il team Rockstar Husqvarna. Nel 2017 dopo un inizio poco brillante nella serie AMA Supercross, Husky lo ha declassato ai cittadini canadesi e lo ha sostituito con Dean Wilson.

SE SEI FREESTYLE, È DURO TORNARE

gamechangers-19
La carriera professionale di motocross di Josh Hill è stata deragliata quando nel giugno del 2010 ha tentato un backflip in preparazione per gli X Games. Al suo secondo tentativo, Hill fu espulso dalla bici e si ruppe il femore destro, l'omero destro e il bacino e fece collassare un polmone. Anche se Josh è tornato a correre dopo due anni di recupero, non è mai stato lo stesso. Ancora oggi sta ancora lottando per ottenere il rispetto dei dirigenti del team di fabbrica. Dopo una buona stagione AMA Supercross 2014, è stato lasciato andare dall'RCH Suzuki e ha corso in Canada. Ma continuava a farsi male. Oggi Josh sta organizzando mostre per mostrare la bici elettrica Alta (e sta provando la sua mano nella serie 250 East Supercross nel 2020).

IL PAPERWORK TI OTTENERÀ OGNI VOLTA

STEWARTslide24
Non c'è dubbio che James Stewart sia stato catturato con farmaci non approvati nel suo sistema durante la serie AMA Supercross del 2014. Non c'è dubbio che non sia riuscito a presentare i documenti TUE richiesti per consentirgli di usare quel farmaco. Non vi è dubbio che la FIM lo abbia represso. Ciò che è dubbio è ciò che questo incidente ha significato per l'eredità del cavaliere rivoluzionario, qual è stata la vera storia e se vuole davvero tornare alla sua ex grandezza. Dopo che la sua sospensione è stata scontata, è tornato e ha vinto la gara del Red Bull Straight Rhythm del 2015, ma poi si è fatto male alla Monster Cup e al Paris Supercross. Nel frattempo, ha suscitato scalpore a livello internazionale provando a ritirarsi dal suo contratto per correre l'evento australiano Supercross 2015 a Sydney — che alla fine ha accettato di correre e poi ha annullato a seguito dell'infortunio alla caviglia di Parigi. James è scomparso ai confini della sua casa in Florida e da allora non corre più.

 

 

Ti potrebbe piacere anche