CHIEDI AGLI MXPERTS: UNO IN PIÙ O IN MENO IN MXGP

Tony Cairoli potrebbe essere in qualsiasi marcia, ma quinto.

Cari MXperts,
Nel numero di gennaio 2020, hai affermato che le trasmissioni della KTM 450SXF in Europa sono a quattro velocità, mentre le 450SXF importate in America hanno trasmissioni a cinque velocità. La mia domanda è: quali trasmissioni usano i piloti della KTM 450 Grand Prix, a quattro o cinque velocità?

Secondo Roger DeCoster, i piloti ufficiali della Red Bull KTM gestiscono trasmissioni a quattro velocità nella serie MXGP, anche se secondo le regole del Gran Premio non sono obbligati a farlo. Il team americano KTM gestisce trasmissioni a cinque velocità, con gli stessi identici rapporti del cambio del cambio di produzione. Le KTM 450SXF europee di stock showroom ottengono cambi a quattro velocità. Per quanto riguarda Husqvarna, arrivano sulla linea di produzione in Austria con cambi a cinque marce e Husky non vende modelli a quattro marce in Europa.

Potresti essere sorpreso di scoprire che ogni KTM 450SXF a quattro tempi aveva una trasmissione a quattro velocità quando la 450SXF fu introdotta per la prima volta nel 2003 (e prima ancora la KTM 525SX aveva una quattro velocità). A partire dal 2010, tutte le 450SXF americane sono state cambiate in trasmissioni a cinque velocità; tuttavia, le KTM 450SXF con specifiche Euro, incluso il modello 2021, hanno ancora trasmissioni a quattro velocità. Inoltre, le prime KX2006F e Suzuki RM-Z450 del 450 erano dotate di cambi a quattro marce, ma la KX450F è stata modificata in una a cinque marce nel 2007 (sebbene tutto ciò che Kawasaki ha fatto è stato aggiungere una quinta marcia più alta in cima alle quattro marce esistenti) e la Suzuki RM-Z450 ha aggiunto una marcia nel 2008.

La KTM 2010SXF del 450 è stata l'ultima a quattro velocità ad essere spedita negli Stati Uniti, da allora hanno avuto una cinque velocità.

Il motivo per cui la maggior parte delle moto moderne ha cinque velocità anziché quattro è perché Kawasaki, Honda, Yamaha e Suzuki non hanno idea di cosa farà l'utente finale con la moto una volta acquistata. Per questo motivo, specificano cinque marce ravvicinate invece di quattro marce ampiamente distanziate. Nella maggior parte delle moto da cross, le cinque velocità forniscono rapporti di trasmissione che funzionano meglio sulla maggior parte delle piste in seconda e terza marcia. Se avessi un cambio a quattro velocità, la spaziatura delle marce potrebbe essere più ampia e più alta in ciascuna marcia e forse non altrettanto utilizzabile sulla tua seconda e terza marcia.

Inoltre, molte piste richiedono la quinta marcia e, aumentando le marce ravvicinate, il ciclista può massimizzare la potenza sulla strada per la quinta. Con un cambio a quattro marce, come sulla KTM 2010SXF del 450, dove la prima marcia a quattro marce era in realtà la seconda marcia rispetto a cinque marce, poteva ancora produrre la stessa velocità massima in quarta delle cinque marce in quinta. Il risultato finale per te sarebbe lo stesso. Userai ancora solo due marce la maggior parte del tempo, ma potrebbe essere il primo e il secondo invece del secondo e il terzo.


Yamaha YZ426 a tre velocità di Tim Ferry.

Ci sono state moto da lavoro a tre velocità, in particolare la Yamaha YZ2002 Supercross 426 di Tim Ferry; tuttavia, non era una pura tre velocità. Era una trasmissione Yamaha a cinque marce con la quarta e la quinta marcia bloccate. In movimento, questo lo rendeva a due velocità, perché Ferry non usava mai la prima marcia. Sì, in base alla regola di produzione AMA sarebbe illegale cambiare il numero di marce nel trans, ma non è illegale bloccarli.

C'erano cinque marce nella Yamaha YZ2002 del 426 di Ferry per soddisfare le regole di produzione AMA, ma solo tre di esse potevano essere innestate.

Quando MXA ha testato la Yamaha YZ2002 di Tim Ferry del 426, abbiamo pensato che il trans a tre velocità fosse solo sulla configurazione Supercross di Ferry, ma non così. Il tecnico Yamaha Steve Butler ci ha detto che l'unica cosa che fanno in modo diverso per le nazionali all'aperto è lanciare una ruota dentata più piccola. Noi ci crediamo. Con l'accensione funzionante e il limitatore di giri stappato, la bici di Ferry avrebbe tirato per sempre. L'YZ426 a tre velocità di Ferry è stato uno dei motori più funzionanti che abbiamo mai guidato. Non importa se eri veloce o lento, il potere era accessibile in ogni momento e in qualsiasi quantità desideri. Inoltre, non dovevi pensare a quando cambiare ... più di una volta

Da leggere il test completo di MXA sulla guida della YZ426 di Tim Ferry Clicca qui.

Ti potrebbe piacere anche