CLASSIC MOTOCROSS IRON: 1967 BULTACO MKII 250 PURSANG BOAT TAIL

DI TOM WHITE

Dopo la seconda guerra mondiale, le vendite di biciclette sono aumentate vertiginosamente nella fretta di ottenere un trasporto economico per un pubblico alla disperata ricerca di sollievo dagli anni della guerra. Ma la proprietà automobilistica privata era in aumento e le vendite di moto crollarono a metà degli anni '1950. Al marchio spagnolo Montesa, i due proprietari, il ricco Pedro Permanyer (proprietario del 70%) e il veloce Francesco "Paco" Bulto (proprietario del 30%) non sono riusciti a trovare un accordo su quale direzione prendere la loro neonata azienda motociclistica. Permanyer voleva togliere Montesa dalle corse per risparmiare denaro, mentre Bulto sentiva che le corse erano il cuore della loro attività motociclistica. Arrivarono a un'impasse e Bulto si allontanò da Montesa e fondò la propria azienda nel 1958. Si chiamava Bultaco (una combinazione del suo cognome Bulto con il suo soprannome Paco). I prodotti più famosi di Bultaco erano la bici da trial Sherpa, la bici da enduro Matador, lo short tracker Astro e la bici da cross Pursang.

La MKII Pursang è apparsa per la prima volta nella primavera del 1967 e sarebbe un cambiamento importante rispetto alla MKI Pursang ispirata a Rickman. Dall'esterno, il motore sembrava simile, ma i carter motore lucidi furono ampliati per ospitare una nuovissima trasmissione a cinque velocità e l'albero motore era ora supportato da tre cuscinetti principali. Il telaio MKII aveva un unico tubo obliquo che si divideva sotto la parte anteriore del motore. Il passo era stato esteso di oltre 2 pollici e la carrozzeria rossa audace aveva un distinto parafango posteriore quadrato, che ha portato questo modello di Pursang a essere chiamato "Boat Tail" per la sua somiglianza con un runabout Chris-Craft. Negli Stati Uniti furono importati sia un modello da motocross (ruota anteriore da 21 pollici) che un modello scrambles (ruota anteriore da 19 pollici).

Per il motocross, si potrebbe facilmente sostenere che Bultaco ha preso la direzione sbagliata, poiché l'aumento di potenza era piuttosto elevato e il passo più lungo rendeva difficili i rapidi cambi di direzione. Fortunatamente, questo si è rivelato proprio quello che i piloti americani di scramble volevano per le loro velocità più elevate e le piste più lisce. Fuori dalla cassa, la MKII emette 34 cavalli, ben 5 cavalli in più rispetto a molti dei suoi concorrenti europei. La carrozzeria in vetroresina era assolutamente bellissima ma si è danneggiata facilmente la prima volta che il pilota è caduto. Il tubo alto surriscaldava anche la gamba destra del pilota e avrebbe lasciato il posto nel 1968 a un tubo basso. I Boat Tails erano belli e veloci ma non sempre affidabili. 

La vendita al dettaglio suggerita nel 1967 era di $ 895.00. Sebbene i primi Pursang non siano in cima alla lista dei desideri della maggior parte dei corridori vintage, dovrebbero essere in cima alla lista dei must-have di ogni primo collezionista di motocross. Non c'è dubbio che la prima cosa che un collezionista dovrebbe cercare è il serbatoio del gas in fibra di vetro rosso audace, i parafanghi e i pannelli laterali. Ogni collezionista vorrebbe vedere le forcelle e gli ammortizzatori Betor originali. Inoltre, un Pursang MKII originale del 1967 dovrebbe essere dotato di un carburatore concentrico Amal 932.

Ti potrebbe piacere anche