FERRO MOTOCROSS CLASSICO: 1961 JAWA 250 TIPO 554 ISDT

Di Tom White

Jawa è stata fondata a Praga, Cecoslovacchia, nel 1929 da Frantisek Janecek; tuttavia, Janecek non ha costruito la sua prima motocicletta; invece, ha acquistato la divisione motociclistica di Wanderer. Wanderer era un produttore tedesco che produceva biciclette già nel 1902 ma alla fine divenne un produttore di automobili. Quando Wanderer ebbe problemi finanziari, la Dresdner Bank tedesca vendette la divisione motociclette a Janecek, mentre la divisione automobilistica fu venduta ad Auto Union. Durante la seconda guerra mondiale, la fabbrica Wanderer / Auto Union fu ridotta in cenere e Auto Union abbandonò il marchio Wanderer e si concentrò sulle auto DKW e Audi.

Dopo che Frantisek Janecek ha acquistato Wanderer, ha cambiato il nome in Jawa combinando le prime due lettere di Janecek e Wanderer. Nel 1949 i commissari comunisti in Cecoslovacchia costrinsero Jawa a fondersi con i rivali CZ ed Eso. Per distinguere i tre marchi, Jawa si è concentrato sulle corse fuoristrada (sebbene avesse ancora successo nel motocross), mentre CZ divenne famoso per le sue potenti moto da cross a due tempi. Eso ha costruito una reputazione per i motori da speedway. Durante gli anni '1960, CZ sarebbe diventata la forza dominante nel motocross, vincendo sette campionati mondiali di motocross. Nel frattempo, Jawa stava dominando l'International Six-Day Trials (ISDT), vincendo la sua prima International Six Days Trial nel 1947 e andando a prendere altri sei titoli complessivi dal 1947 al 1962. Il modello Jawa 250 Type 554 ISDT mostrato qui è un 1961 modello. Era basato sul Jawa 353 degno di una strada che era così popolare da essere stato costruito anche in India e in Cina su licenza. 

La versione fuoristrada della 353, la Tipo 554 ISDT, presentava un unico telaio a tubo obliquo con una sezione centrale stampata che ospitava l'airbox e la cassetta degli attrezzi. Equipaggiato con una ruota anteriore di grande diametro, un sedile più piccolo e un faro di tipo navicella, il 553 pesava oltre 300 libbre. Il motore bicilindrico, bitubo, 248.5 cc sparava come un twingle e funzionava attraverso una trasmissione a quattro velocità.

Se guardi da vicino, puoi vedere la parte superiore del carburatore Jikov che spunta attraverso il coperchio di alluminio dietro il cilindro. Il serbatoio del carburante aveva una capacità di 2.97 galloni e ospitava una console con un quadro elettrico e un amperometro. La leva del kickstart e le leve del cambio erano montate sullo stesso albero ma funzionavano in modo indipendente.  

Le motociclette Jawa hanno attraversato tempi difficili dopo la caduta del muro di Berlino, ma Mahindra, con sede in India, ha firmato un accordo di licenza nel 2018 per vendere Jawas a tema retrò per il mercato di strada interno indiano.

Ti potrebbe piacere anche