FERRO MOTOCROSS CLASSICO: 1961 LITO 500 MOTOCROSS

DI TOM WHITE

La Svezia ha avuto una presenza importante nei primi anni del motocross, nota sia per i suoi talentuosi piloti che per i macchinari innovativi. La svedese Lito è una delle macchine da motocross più rare di sempre. Il marchio ha raggiunto il suo più grande successo con Sten Lundin sul Lito a motore Albin.

Il motocrosser Lito è apparso per la prima volta alla fine degli anni '50 come Monark 500. Monark si è specializzato nello sviluppo di telai e sospensioni. Sfortunatamente, dopo aver vinto il Campionato del Mondo 500 cc nel 1959 con il pilota Sten Lundin, la squadra si sciolse alla morte del suo team manager. Subito dopo, Kaj Bornebusch, un insider di Monark, ha colto l'occasione per costruire le biciclette con il nome Lito, che era il nome di una società di litografie di proprietà di Bornebusch.

Il pilota di punta di Monark, Sten Lundin, ricevette le sue opere Monark quando la fabbrica chiuse nel 1961, e Sten andò a Bornebusch e propose che se Lito lo avesse sponsorizzato, avrebbe dipinto il suo quasi identico blu Monark verde e gareggiato come Lito. Mentre era a Lito, Sten Lundin ha corso con la sua vecchia Monark, sebbene avesse una bici costruita da Lito per correre nelle nazionali svedesi e nelle gare locali. La produzione totale alla Lito era di sole 35 macchine, costruite tra il 1961 e il 1965. Lundin vinse il Campionato del Mondo 1961, arrivò terzo nel 1962, secondo nel 1963 e terzo nel 1964. Vinse anche la classifica assoluta al Motocross des Nations nel 1963.

I Litos erano fatti a mano per ricchi corridori privati. Al momento dell'ordine è stato richiesto un deposito di 25,000 corone svedesi ($ 542) e il saldo di 83,500 corone ($ 1809) è stato pagato al momento del ritiro della macchina. Dal momento che ogni Lito è stato costruito a mano con tutto ciò che la fabbrica sapeva al momento della costruzione (non hanno costruito tutti i 35 esempi contemporaneamente), si potrebbe dire che ci sono 35 modelli diversi.

La Lito era la bici di mezzo in un sandwich svedese di grandi macchine Grand Prix che condividevano la stessa eredità: Monark, Lito e Husqvarna. Tutti utilizzavano i motori Albin sviluppati da Nils Hedlund e le stesse linee classiche. Le forcelle sarebbero o Ceriani o Norton Roadholders. Gli shock sono stati di Girlings. Il motore aveva un caratteristico coperchio a camma / magneto con inciso "Lito". Il serbatoio dell'olio, l'airbox e il serbatoio del gas in alluminio erano fissati con cinghie di cuoio. Il mozzo anteriore è stato prodotto da Pranafa e il mozzo posteriore era fuori da una BSA Goldstar. 

MXALito è stato acquistato nel gennaio del 2012 dal precedente proprietario Ray McCarty. Ray ha effettivamente corso un Lito nei primi anni '1960 ed è probabilmente l'americano più esperto per quanto riguarda l'originale e corretto per il marchio.

Se desideri saperne di più sulle favolose moto da lavoro Monark, Lito e Husqvarna degli anni '1960, leggi "Quando i giganti vagavano per la terra e gli uomini di ferro le cavalcavano" di CLICCANDO QUI

 

Ti potrebbe piacere anche