COME MITCH PAYTON SALVA IL PRO CIRCUIT EMPIRE NELLA PANDEMIA?

Le vendite di componenti per moto sono aumentate dal 2020, ma sono aumentati anche i prezzi delle materie prime e delle spedizioni, creando nuove sfide.

DI JOSH MOSIMAN

Quando la pandemia di Covid-19 ha colpito nel marzo del 2020, molte persone erano scettiche su come sarebbe andata la nostra industria. Contrariamente a molte previsioni, lo sport del motociclismo è esploso. Le concessionarie hanno esaurito le motociclette nuove e le moto usate sono andate a ruba. Il motocross ha beneficiato dei nuovi piloti che si sono uniti e l'economia sta iniziando ad aprirsi di nuovo, ma ci sono ancora sfide persistenti che i proprietari di aziende aftermarket, come Mitch Payton, devono affrontare ogni giorno. Ci siamo seduti con l'uomo dietro Pro Circuit per conoscere la sua esperienza nella gestione del team Monster Energy Pro Circuit Kawasaki e del business delle sospensioni, del motore e delle parti rigide durante la pandemia globale.

DOV'ERAI QUANDO LA PANDEMIA HA COLPITO NEL MARZO DEL 2020? I nostri meccanici erano al Supercross di Indianapolis con il camion. Ero a casa a prepararmi per il volo. Sapevamo che il Covid stava esplodendo e che avremmo potuto avere una capacità limitata nei luoghi per i fan, ma poi all'improvviso Feld Motorsports ha chiamato e ha detto: "È fatto. È spento». È diventato mortalmente silenzioso. Non abbiamo licenziato nessuno e i ragazzi della squadra corse si chiedevano se dovevamo prepararci per l'outdoor o per il Supercross. Feld Motorsports e MX Sports avevano un piano iniziale per fare attività all'aria aperta e poi finire l'anno con Supercross, ma le cose sono cambiate.

COME È STATO FINIRE LA SERIE IN UTAH? In origine, Feld Motorsports stava negoziando con l'Arizona per ospitare gli ultimi round della stagione Supercross 2020. Poi, l'Arizona ha iniziato ad aumentare i suoi casi di Covid. Siamo finiti a Salt Lake City con un programma di domenica, mercoledì e domenica. Le linee guida erano rigorose. Nessuno poteva entrare ai box. Dovevi indossare una maschera mentre ti trovavi nella struttura, dovevi fare il test prima di entrare nello stadio e molto altro. La prima notte che siamo stati a Salt Lake City, abbiamo visto macchine ribaltate, un'auto della polizia in fiamme, persone in rivolta, e io ero tipo, "Cosa sta succedendo a questo mondo?" Ero solo entusiasta che stavamo facendo qualcosa, perché eravamo a casa da tre mesi seduti sui cavalletti.

All'inizio della pandemia, Mitch Payton era preoccupato che Pro Circuit potesse non rimanere in attività. Adesso fa fatica a tenere il passo.

L'INIZIALE ARRESTO DEL COVID È STATO DIFFICILE PER LE AZIENDE? Decisamente. Abbiamo avuto distributori in tutto il mondo che hanno annullato i loro ordini arretrati. Ricordo di aver parlato con mia madre, ed ero tipo: "Potremmo perdere questa cosa. Potrei chiudere l'attività". Tutti erano nel panico. Volevano trattenere i loro soldi. Non volevano avere inventario se non potevano venderlo. Ogni azienda ha stretto la cinghia.

COME È STATO AL NEGOZIO PRO CIRCUIT? Abbiamo avuto circa sei-otto settimane a partire dal momento in cui avremmo dovuto essere a Indianapolis dove era morto nel negozio. Erano i tempi brutti. Stavo cercando di essere positivo. Ero al negozio ogni giorno, perché dovevo fare qualcosa. Avevamo chiuso il front office, ma la porta laterale era aperta se qualcuno aveva bisogno di qualcosa. Volevamo essere in grado di aiutare i nostri clienti e cercare di fare la cosa giusta, ma all'inizio era losco. Una volta che ha iniziato a scatenarsi, le aziende potrebbero aprirsi se riuscissero a trovare dipendenti, ma il governo stava regalando così tanti soldi che la gente ha deciso di rimanere a casa e raccogliere la disoccupazione. Ad oggi, ecco perché è difficile assumere qualcuno.

Tra il motore Pro Circuit, le sospensioni e le parti rigide e il team ufficiale della 250, Mitch rimane impegnato.

E QUANDO LE COSE HANNO APERTO? Una volta aperto, è stato pazzesco. Molte officine meccaniche avevano perso dipendenti durante la chiusura. Alcuni dei loro lavoratori hanno deciso di rimanere a casa e alcuni di loro hanno ottenuto altri lavori. Ricostruire tutto è stata la parte più delicata per i fornitori con cui abbiamo a che fare e per noi. Il lato commerciale è stato davvero buono. C'è stata un'esplosione di nuove persone che entrano in questo sport. Penso che siamo sulla cuspide, spero, di avere quattro o cinque anni di crescita.

QUALI SONO ALCUNE ALTRE SFIDE CHE PRO CIRCUIT HA AFFRONTATO? L'anno scorso, quando il presidente Trump ha parlato di una tariffa del 25% sull'acciaio dalla Cina, tutti i produttori e distributori di acciaio negli Stati Uniti hanno colto l'occasione per aumentare i prezzi. Le nostre pipe a due tempi, che sono stampate nella fabbrica di un amico a Ukiah, nel nord della California, sono aumentate del 25 percento. Compra tutto il suo acciaio dagli Stati Uniti, niente dalla Cina, ma mi ha passato i prezzi dell'acciaio e io l'ho risucchiato. Poi, all'inizio di quest'anno, il prezzo dell'acciaio è quasi raddoppiato. Ora abbiamo fornitori che ci dicono che l'alluminio è stato difficile da ottenere. Ci sono diversi gradi di materiali e devi pensarci. Possiamo accettare un voto diverso e continuare a stare bene?

“SE SPEDISCI QUALCOSA DALL'ESTERO, TI DICE CHE SARANNO DA SEI A OTTO SETTIMANE PER L'ARRIVO. POI TI DICE CHE LA TUA SPEDIZIONE È QUI, MA È NON SUL BANCO; È PARCHEGGIATA NEL PORTO.”

E LA SPEDIZIONE? È anche brutto. Se spedisci qualcosa dall'estero, ti dicono che ci vorranno dalle sei alle otto settimane prima che arrivi. Poi ti dicono che la tua spedizione è qui, ma non è sul molo; è parcheggiato nel porto. Hanno un sacco di prodotti che stanno al largo in enormi navi da carico. I lavoratori portuali sono stati duramente colpiti dal Covid a Seattle e Long Beach, e poi il Canale di Suez è stato ostruito. È una sfida. Se finisci i prodotti chiave, provi a farli spedire per via aerea, ma poi il costo è più alto. Se chiedi ai fornitori di accelerare i tuoi ordini, offri loro anche una tariffa di punta extra, ridono di te. Sono così indietro che non possono sopportare il carico.

Uno degli alloggiamenti per sospensioni Pro Circuit decorato con targhe Pro Circuit Kawasaki.

IN CHE MODO QUESTO HA INFLUENZATO I CONSUMATORI? Bene, Pro Circuit non ha aumentato i suoi prezzi in cinque o sei anni, ma alla fine abbiamo dovuto farlo quest'anno. Lo chiami: alluminio, acciaio, acciaio inossidabile, titanio, rivetti, imballaggi, forniture per saldatura e spedizione sono aumentati. Tutto è su, su, su. Hai due scelte: una, aumentare i prezzi, o due, non vendere tramite un distributore e andare direttamente al rivenditore. Sono entrambe scelte difficili.

QUAL È IL VANTAGGIO DI VENDERE CON UN DISTRIBUTORE VERSUS RIVENDITORE DIRETTO? Alcune aziende che si rivolgono direttamente ai rivenditori possono aumentare il loro margine di profitto, ma vendono di meno. Preferiamo vendere ai nostri distributori: WPS, Parts Unlimited e altri distributori in Europa. Fanno un ottimo lavoro nel portare i nostri prodotti sugli scaffali. Hanno magazzini in tutto il paese. Per questo motivo, i rivenditori non immagazzinano i prodotti come una volta. I rivenditori immagazzinano il minimo necessario e contano sui distributori per spedire loro il prodotto il giorno successivo. Ai vecchi tempi, quando Pro Circuit era più piccolo, andavamo direttamente al rivenditore e al dettaglio, ma ciò significava che se eri in Florida e avevi rotto la pipa durante il fine settimana, dovevi chiamare lunedì per vedere se lo avevamo in magazzino . Se lo facessimo, dovevi pagare un sacco di soldi in spese di spedizione per ottenerlo entro il prossimo fine settimana.

QUALE PARTE DELL'ATTIVITÀ È DECOLLATA PRIMA? Direi che erano due cose. Le sospensioni sono aumentate perché le persone uscivano e guidavano, quindi ci siamo concentrati rapidamente sulle pit bike. La bellezza di un KLX110, CRF110 o TTR125 è che un papà può permetterselo e durano per sempre. Se hai un grande cortile, tre pit bike, i tuoi amici e alcune pale, puoi creare una piccola pista divertente. Con i bambini che non possono andare a scuola, penso che i genitori di tutto il paese volessero che i loro figli facessero qualcosa per divertirsi. È successo nella mia strada. Abbiamo molti vicini che hanno bambini e abbiamo una pista di pompaggio a casa mia con luci così i bambini possono cavalcare di notte. Avevamo quello che i ragazzi chiamavano "Quarantena aperta". Ryan Villopoto ha portato i suoi figli. Kyle Bentley ha portato i suoi figli e avevamo delle bici elettriche Stacyc da far guidare ai bambini. Probabilmente avevamo 15 figli, e la maggior parte di loro proveniva dalla mia strada. Tutti sapevano guidare le bici BMX e per loro una 110 era come una bici da lavoro.

Per un po ', non è stato chiaro quando gli eventi di Supercross o motocross sarebbero stati in grado di funzionare. Qui i semi del team ufficiale sono conservati al coperto presso la sede del Pro Circuit, proprio accanto alla loro officina.

CHE DIRE DELL'AFLUSSO DI NUOVI PILOTI NELLO SPORT? POSSIAMO CONSERVARLI? Penso che a causa del lockdown il motociclismo sia stato introdotto a molte famiglie che non lo avevano mai fatto. Nel 2019, ho avuto un figlio che giocava nella piccola lega, un bambino che giocava a flag football e l'anno prima uno di loro giocava a basket. Questi sono tutti sport con il bastone e la palla con una partita del venerdì sera o del sabato. È difficile fare sia moto da cross che altri sport. Il blocco ha ucciso gli sport con il bastone e la palla e le bici da cross erano uno sport divertente all'aperto che i bambini e i genitori potevano fare insieme. È possibile che potremmo avere uno scatto di crescita davvero salutare per il nostro settore.

Ricordo di essere andato a guidare la pista di Carson Mumford nell'alto deserto l'anno scorso e di aver visto tonnellate di persone parcheggiate a lato della strada per andare a guidare nel deserto. Sono rimasto a bocca aperta. Se alle persone piace, non si fermeranno. Se ci fossero 100,000 bambini a cui sono state presentate le motociclette e potessimo tenerne 40,000, sarebbe una malattia.

HAI VISTO UN INCREMENTO DELLE VENDITE DA QUANTO COVID HIT? L'anno scorso abbiamo dovuto rifarci di quasi due mesi di lontananza a causa del lockdown per il Covid, ma poi è esploso così tanto che il 2020 è stato un buon anno. Penso che puntiamo anche a un altro anno di crescita nel 2021. Il problema più grande è stare al passo. Non ci sono abbastanza persone disposte a lavorare per noi per avere abbastanza manodopera. La nostra carenza di forza lavoro è principalmente nella produzione di tubi e parti dure.

Una cosa che ha fatto il blocco è stato risvegliare l'interesse per la ricostruzione di vecchie biciclette. Tutti e suo fratello hanno iniziato a chiamare per ottenere parti per una CR1996 del 125 o una RM1981 del 125 o qualunque cosa avessero in garage. Erano dispiaciuti che non avessimo tubi per quelle moto, ma non possiamo costruirne cinque di qualcosa che solo una manciata di persone vuole. Dobbiamo aspettare che il numero diventi abbastanza grande per attaccarlo un prodotto alla volta. Il mio dilemma è semplice: se potessi costruire più tubi, li venderei tutti. In realtà è solo pura manodopera e non abbastanza ore al giorno per trattenermi.

È qui che avviene la magia all'interno della divisione sospensioni Pro Circuit.

“PROBABILMENTE MI TROVO NEI GUAI PER AVER DETTO QUESTO, MA LO DIR COMUNQUE. PERSONALMENTE, NON MI PIACCIONO TUTTI QUESTI EVENTI AMATORIALI DI QUATTRO O CINQUE GIORNI.”

C'È QUALCOSA CHE POSSIAMO FARE PER RITENERE I NOSTRI NUOVI PILOTI? Probabilmente mi metterò nei guai per averlo detto, ma lo dirò lo stesso. Personalmente, non mi piacciono tutti questi eventi amatoriali di quattro o cinque giorni. Questo è chiedere molto a un genitore. Come faranno i normali genitori che lavorano mercoledì a partire per andare a una gara amatoriale giovedì per le prove (o solo per trovare un posto per parcheggiare ai box)? Se inizi a sommare i giorni di assenza dal lavoro dei genitori e i giorni di assenza da scuola, è eccessivo. Questa è l'unica ragione per cui i miei figli non corrono sempre. Mia moglie mi ha detto apertamente: "Non andrò a Glen Helen per quattro giorni di fila in modo che possano fare un paio di moto. Non voglio allevarli in questo modo. Li voglio a scuola". Non la biasimo. Penso che sarebbe più bello se i bambini potessero andare a scuola. Ancora meglio, vorrei che avessero un sogno da istruire e potessero ancora correre nei fine settimana.

STAI PARLANDO DI LORETTA O DELLE GARE LOCALI? Ci sono molte gare locali che durano quattro giorni. Ho quello di Loretta Lynn; è il gran finale dei finali. Ma le gare di una settimana sono troppe. Perché non possono farlo come Mammoth dove fanno funzionare le mini moto per un paio di giorni e poi mischiano le mini e portano le bici grandi? I miei genitori erano persone normali. Entrambi hanno lavorato alla Rockwell International. Avevamo una moto e abbiamo girato nel deserto perché costava meno del motocross; è stato fantastico. È impossibile che i miei genitori si siano presi il tempo di portarmi in Texas, Mammoth, Loretta's e Ponca City. Sta rapidamente diventando uno sport elitario a livello amatoriale. E non è iniziata così. Torna indietro e guarda On Any Domenica, e vedere gli operai che si divertono in moto.

I due tempi hanno regnato nel Supercross e nel motocross fino a quando i quattro tempi sono diventati davvero vivi nei primi anni 2000. Tuttavia, Mitch Payton continua a vendere molti tubi e prodotti a due tempi mentre stanno crescendo di nuovo in popolarità.

COSA NE PENSI DELLE BICI ELETTRICHE PER BAMBINI OGGI? Portami altra posta di odio. Adoro il fatto che la cosa Stacyc sia esplosa. Dà letteralmente ai bambini l'emozione di guidare una moto, ma è piccola, leggera e devi imparare a usare l'acceleratore. Dalla Stacyc un bambino passa a una bici elettrica PW50, KTM 50, CRF50 o KTM. Ho comprato ai miei figli due minimoto elettriche Husky E-5 perché rispettiamo i nostri vicini. Ho pensato che potessero cavalcarli quando volevano nel cortile sul retro. Non fanno rumore e non devo pulire i filtri dell'aria.

VEDE UN FUTURO ELETTRICO PER IL NOSTRO SPORT? Spero di no. Se ci fossero bici elettriche al Supercross, sarebbe estremamente noioso da guardare. Vai in MotoGP o in F1 o al drag perché è emozionante guardare qualcosa di veloce, sentire qualcosa di veloce e sentire le vibrazioni. Il silenzio è per la pesca.

Il meccanico di Cameron McAdoo, Kyle Defoe, protegge la sua bici mentre aspetta il suo ciclista.

IN QUALE AREA PRO CIRCUIT È CRESCIUTO DI PI DAL COVID? Penso che le cose semplici imbullonate, come gli scarichi, stiano andando bene, soprattutto perché il consumatore può indossarle da solo. Penso che stiamo facendo un ottimo lavoro con sospensioni e motori. Abbiamo assunto Luke Boyk e ha un grande background con WP Suspension, lavorando su così tanti modelli diversi che ha contribuito a realizzare mentre lavorava lì. Ha fatto una bella differenza per noi nel reparto sospensioni. Per quanto riguarda i motori, siamo rimasti occupati e l'aumento dei cilindri a due tempi è stato davvero buono. Abbiamo 30 anni di esperienza a due tempi e non ho mai visto le cose di nessuno che non avrei potuto battere. Abbiamo fatto cose di fabbrica per molte squadre. Penso che i due tempi siano buoni per noi e per lo sport. Il lato della costruzione del motore a quattro tempi è un aspetto un po' più lento. Le 250 cose sono buone, ma il lavoro del motore 450 non è così impegnato come in passato. Hanno migliorato tutti i 450 così tanto che non hanno davvero bisogno di più potenza. I ragazzi del veterinario vogliono fibra di carbonio, parti anodizzate e bling. Pro Circuit vende anche quello, quindi va tutto bene.

“SONO UN RAGAZZO A DUE TEMPI DURO, PERCHÉ È DA QUELLO CHE VENGO. È QUELLO CHE HO GUIDATO E CHE HO IMPARATO A FARE."

LE BICI A DUE TEMPI SONO SICURAMENTE CRESCIUTE IN POPOLARITÀ. Sono un duro a morire a due tempi, perché è da lì che vengo. È quello che ho guidato e ho imparato a fare. Durante il primo boom dei quattro tempi, abbiamo visto un calo delle vendite dei due tempi. Il mercato è passato a dove dovevi avere un quattro tempi. Chiunque avesse avuto l'idea di far gareggiare una 125 a due tempi contro una 250cc a quattro tempi con il doppio della cilindrata ha ucciso la 125. E poi, per calciarla mentre era a terra, siamo dovuti andare alla benzina senza piombo, e questo ha fatto male a due... colpi ancora di più. La benzina senza piombo in un quattro tempi andava bene.

I quattro tempi hanno fatto molta strada da quando l'AMA ha disabilitato i due tempi consentendo il doppio della cilindrata per i motori a quattro tempi.

PERCHÉ LA GENTE TORNA AI DUE TEMPI? Alcuni di loro avevano quattro tempi e hanno detto: “Non posso più permettermelo. Sono stanco di spendere un sacco di soldi". Una KTM nuova di zecca è un sacco di soldi dopo tutte le tasse. Parlando per i tipi normali, se hanno avuto un due tempi prima, possono comprare un due tempi più vecchio, aggiustarlo, e quello è il loro bambino.

PERCHÉ I COSTRUTTORI GIAPPONESI HANNO ABBANDONATO LA DUE TEMPI? Il California Air Research Board aveva parlato di vietare i due tempi nel 1999. Ho cercato di radunare alcuni produttori per parlare con loro. Quando ho chiamato Kawasaki, erano interessati a parlare con la gente, ma quando ho chiamato American Honda, hanno detto "No". All'inizio degli anni '1960 concordarono che avrebbero cercato di ripulire le emissioni e non sarebbero tornati sulla parola data, ma la California non ha vietato tutti i due tempi nel 1999. Tuttavia, quella minaccia ha spaventato i produttori giapponesi dal farli . Quindi, la vera motivazione per sviluppare il quattro tempi era una falsa minaccia. Non credo che l'AMA fosse abbastanza informato da rendersi conto di cosa potesse essere un quattro tempi. Erano bloccati nel pensare che tutti i quattro tempi fossero raffreddati ad aria, pistoni grandi, stupidi quattro tempi come l'XR650 e l'XR400. Non potevano vedere un futuro in cui i quattro tempi avrebbero avuto un alto regime di giri, una corsa breve, un grande alesaggio, un albero motore leggero e un'accensione elettronica. KTM era gestita da motociclisti hardcore e vedevano un futuro con potenti quattro tempi e due tempi leggeri. Ecco perché sono dove sono oggi.

Questo rack Pro Circuit è solitamente pieno di tubi, ma ultimamente lo abbiamo visto completamente vuoto. La chiusura dell'economia mondiale ha i suoi pro e contro per il motocross. Ha portato più piloti, ma ha anche rallentato gli impianti di produzione.

"LA VITA È BELLA. STO FACENDO QUELLO CHE HO SEMPRE AMATO FARE,
E SONO FELICE DI POTER CONTINUARE".

COME TI SENTI ORA CHE LO SPAVENTO PANDEMICO STA PASSANDO? Onestamente, sono solo felice. Pensare che c'è stato un tempo in cui pensavo che non saremmo sopravvissuti. La vita è bella. Sto facendo quello che ho sempre amato fare e sono felice di poter continuare.

Ti potrebbe piacere anche