INTERVISTA A COOPER WEBB: "LA FERITA PIÙ FRUSTRANTE CHE HO AVUTO"

Cooper Webb_2021 RED BULL KTM INTRO

INTERVISTA A COOPER WEBB: "LA FERITA PIÙ FRUSTRANTE CHE HO AVUTO"

Il 2020 è stato l'anno in cui Cooper Webb ha difeso il suo titolo Monster Energy Supercross 2019 e ha dimostrato che il suo precedente successo non è stato un colpo di fortuna. Cooper è andato forte ai round di Supercross di Salt Lake City e ha segnato più punti di Eli Tomac e Ken Roczen, ma non è stato in grado di recuperare abbastanza terreno per ripetere la vittoria del campionato. Tuttavia, Cooper ha dimostrato ancora una volta perché non deve mai essere contato. Anche dopo il suo orribile incidente ad Arlington, Cooper è stato ancora in grado di correre di nuovo il fine settimana successivo per mantenere vive le sue speranze per il titolo e ha resistito attraverso il dolore di un infortunio alla schiena per finire secondo nel campionato 450SX dietro Eli Tomac. Sfortunatamente, l'infortunio di Arlington non ha avuto il tempo di guarire mentre Cooper ha continuato a correre e alla fine ha concluso la sua stagione in nazionale dopo un piccolo incidente alla prima Loretta Lynn National lo ha nuovamente aggravato. Ora, Cooper è in buona salute, è un uomo sposato, ha firmato un'estensione di due anni con la Red Bull KTM e sta andando avanti a tutto vapore verso la stagione 2021. MXA ha incontrato Cooper per saperne di più sul suo infortunio, sulla sua luna di miele e sulla sua battuta con Eli Tomac che ha colto tutti alla sprovvista.  

DI JOSH MOSIMAN

IN PRIMO LUOGO, CONGRATULAZIONI PER SPOSARSI, COME SI SENTE? Sì amico! È stato fantastico. È quello che abbiamo fatto in bassa stagione, siamo stati in grado di legare il nodo. Tutto è stato fantastico; siamo andati in luna di miele e ora ci siamo tornati. È stato davvero divertente e amico è una sensazione davvero fantastica.

COSA HAI FATTO PER LA TUA LUNA DI MIELE? Siamo andati a St. Lucia nei Caraibi e penso che siano stati cinque giorni in totale ed è stato bello. Penso che con Covid e cose del genere viaggiare sia un po 'limitato, ma siamo stati in grado di andare a St. Lucia senza regole o regolamenti reali. Siamo stati in grado di entrare e divertirci e tornare negli Stati Uniti.

NON SI OTTIENE UNA VACANZA COME QUELLA MOLTO SPESSO. No, di solito per un pilota si ottengono alcune settimane in bassa stagione. Negli ultimi anni ho imparato a cercare di andare da qualche parte e rilassarmi e distendermi, gettare via il cellulare e staccare la spina. È stato bello. Questa è stata la nostra vacanza quest'anno ed è stato molto piacevole. È sempre una bella cosa trascorrere momenti di relax. Purtroppo quest'anno ne ho avuti di più con gli infortuni. Ma è stato un vero e proprio reset e siamo pronti per il prossimo supercross.

2021 RED BULL KTM TEAM. BIKES-2La KTM 2021SXF 450 di Cooper Webb insieme a Marvin Musquin e 250 rookie, Max Vohland's e molti altri. 

QUANTO ERA IMPORTANTE IL TEMPO DI RIPARAZIONE DAL TUO INFORTUNIO? È stato enorme. La mia schiena era stata sinceramente in via di guarigione anche da Dallas. Stavo solo gestendolo ogni settimana, ogni mese. Continuava a peggiorare sempre di più e sono arrivato al punto in cui non stava migliorando. Continuavamo a fare la risonanza magnetica e continuava a peggiorare. Alla fine ho finito per strappare un nervo. Quindi, era una specie di chiamata che diceva "ehi, devi guarire". Quindi sì, praticamente abbiamo impiegato tutto settembre e ottobre facendo riabilitazione e terapia per ricominciare. Poi sono stato in grado di rilassarmi alla fine di ottobre e fare il matrimonio e andare in luna di miele e rilassarmi. È stato fantastico per il corpo e per la mente. Ti fa sicuramente apprezzare quando non sei là fuori a correre, ti fa desiderare molto di più. Quindi è stato un peccato che sia successo, ma col senno di poi tutto funziona e sono decisamente super affamato per questa serie in arrivo.

QUAL E 'STATA LA SEGNALAZIONE FINALE DEL DANNO DEL DANNO? Quindi alla fine sono arrivato al punto in cui ho erniato tre dischi nella schiena e mi sono strappato un nervo. Fortunatamente non ha richiesto un intervento chirurgico. Questa era una delle cose su cui stavamo discutendo. Avevamo alcuni medici diversi e alcune opinioni diverse, ma abbiamo deciso di non operare. Di solito puoi fondere quel nervo e farla finita, ma all'epoca avevo 24 anni, ora ne ho 25 e mi sentivo come se non volessimo davvero fare un intervento chirurgico alla schiena a quell'età. Da allora, ho fatto un sacco di PT (terapia fisica) e da allora sono stato bravissimo, bussando al legno.

Cooper Webb Loretta Lynn's Pro National CrashCooper Webb è caduto in qualifica alla prima Loretta Lynn National e ha riacquistato la schiena già infortunata ed è stata l'ultima goccia che ha concluso in anticipo la stagione di Webb National. 

COME È STATA LA TERAPIA PER TE? Sicuramente mi ha aperto gli occhi su ciò che posso fare per quanto riguarda la mobilità, la flessibilità e i rilievi che aiuteranno la schiena. Come pilota di motocross prendi sempre quelle forze G e la tua colonna vertebrale ne riceve molte. È stato bello essere più istruiti su questo e ora mi sento bene e in salute.

ALDON BAKER HA LAVORATO A STRETTO CON VOI SULLA TERAPIA FISICA? Sì, ci abbiamo lavorato. Sono andato alle strutture PT e ho fatto alcune cose. Ha fatto un lavoro nervoso che non conoscevo abbastanza. Quella è stata la mia prima lesione ai nervi in ​​assoluto, quindi abbiamo fatto alcune di queste cose. Poi, circa otto settimane dopo, sono stato in grado di tornare a un allenamento più normale con la palestra e il cardio. Una volta arrivati ​​lì, io e Aldon abbiamo lavorato mano nella mano praticamente ogni giorno per tornare in forma.

HANNO USATO MACCHINE INSOLITE PER TESTARE LA FUNZIONE DEL NERVO? No, non abbiamo fatto troppe cose folli. Tanta terapia, poche medicine e farmaci, ma niente di folle. Hanno fatto un'iniezione di cortisolo per ridurre il gonfiore, ma quella era la prima settimana. Ma anche niente, troppo nodoso.

Cooper Webb_2021 RED BULL KTM INTROCooper parla con il suo meccanico Carlos Rivera. 

“Un giorno mi svegliavo sentendomi perfettamente normale e poi mi svegliavo un altro giorno e non riuscivo nemmeno ad alzarmi dal letto. Quindi questa è stata la parte davvero frustrante e strana. "

COSA HA RESO QUESTO DANNO DIVERSO DA GLI ALTRI CON CUI HAI AFFRONTATO IN PASSATO? Penso solo all'incongruenza delle cose sul retro. Le ossa dicono "ehi, ci vorranno dalle sei alle otto settimane e ci tornerai", anche con danni ai legamenti. Era più frustrante con il disco e roba del genere perché un giorno mi svegliavo sentendomi perfettamente normale e poi mi svegliavo un altro giorno e non riuscivo nemmeno ad alzarmi dal letto. Quindi questa è stata la parte davvero frustrante e strana. È come, cosa fai? Stavamo cercando di prepararci per l'esterno e non hai tempo per sederti sul divano e lasciarlo guarire. E anche questa non è una garanzia che guarirà. È stato sicuramente un mese di test direi, e il motocross lo ha davvero enfatizzato di più.

È STATO PIÙ FACILE GUIDARE CON IL DOLORE IN SUPERCROSS? Sì, potrei farla franca in Supercross molto di più, ma all'aperto ti affidi molto di più alla schiena e continua a peggiorare. Quindi questo è stato sicuramente l'infortunio più frustrante che abbia mai avuto. Di solito, un infortunio è abbastanza normale e il medico dirà quanto tempo sarai fuori e quando tornerai a pedalare. Ho provato a guidare da Loretta e ho fatto un nuovo infortunio lì e abbiamo deciso che non valeva la pena essere là fuori se non ci sono dentro e al 100 percento. Fortunatamente la squadra mi ha dato le spalle e ha riconosciuto che la schiena mi dava fastidio. Guardando indietro ora che sono in buona salute e mi sento di nuovo bene, non mi rendevo conto di quanto mi stesse davvero ostacolando. Anche dopo Dallas e durante le gare di Salt Lake City Supercross. Pensavo che andasse ancora tutto bene e ora che sono in grado di prendermi due mesi e lasciare che il mio corpo guarisca e faccia tutti questi esercizi e cose che ho capito, amico non sono stato in grado di toccarmi le dita dei piedi in cinque anni roba del genere. Quindi, sicuramente come atleta devi trattare bene il tuo corpo, non solo con forza e cardio ma anche con il lato flessibilità perché i tuoi movimenti sono cruciali.

Cooper Webb Eli Tomac Bell Helmets PhotoshootCooper Webb ha pubblicato questa foto su instagram il 12 novembre dicendo: “Di nuovo al lavoro! Nuovo partner di formazione per l'anno! Non vedo l'ora che arrivi il 2021! @elitomac " 

LA FOTO CHE HAI PUBBLICATO SUI SOCIAL CON ELI TOMAC E 'STATA DAVVERO DIVERTENTE. PUOI PARLARE DEL TUO RAPPORTO CON ELI? Era divertente. Oltre a "ehi, ciao" non ho mai parlato veramente con Eli. Il giorno della gara siamo sempre nella nostra zona. Eravamo a un servizio fotografico insieme e ho avuto modo di conoscerlo un po 'ed è un ragazzo super gentile. Anche se hai rivali e questi ragazzi con cui combatti duramente, stiamo tutti rischiando e devi rispettarli. Quando guardo Eli come fan, o Kenny (Roczen) come fan, o chiunque sia, sai che questi ragazzi sono tutti così talentuosi e tutti ci sforziamo di essere nella posizione in cui ci troviamo. sempre quel livello di rispetto. Ovviamente sei in questo sport, sei competitivo e vuoi vincere, ma nel grande schema delle cose siamo tutti esseri umani e c'è quel rispetto tra tutti noi. Ma è stato bello, ci abbiamo scherzato. Ho detto, avremmo dovuto mettere un post per suscitare Internet e lui era tutto a favore. Era divertente, mi piace sempre scherzare e mescolare un po 'la pentola. Se tutto va bene, abbiamo delle persone. So di aver ricevuto un sacco di telefonate e messaggi al riguardo, quindi ho riso piuttosto forte.

Cooper WebbDurante le sue due stagioni con la Yamaha ufficiale, Cooper ha ottenuto solo due podi. Si è piazzato terzo all'Oakland Supercross nel 2017 e terzo al Daytona Supercross nel 2018. Da quando è passato alla KTM, negli ultimi due anni ha ottenuto 28 podi in Supercross e motocross. 

COME SI SENTE A FIRMARE UN ALTRO DUE ANNI CON LA RED BULL KTM? Sì, è stato fantastico. Quella è stata una parte fortunata di covid. Siamo stati in grado di sistemarci e far funzionare l'estensione, il che è stato fantastico. Quindi ora sono con il team Red Bull KTM per altri due anni che è una grande squadra. Ovviamente, mi sento come se mi trovassi molto bene qui, è un incredibile gruppo di persone e abbiamo ottenuto ottimi risultati quindi speriamo di continuare a costruire su quelli e speriamo di poter portare altri campionati a questi ragazzi.

COSA DISTINGUE LA BICICLETTA KTM RED BULL DA ALTRE MOTO CHE HAI GUIDATO IN PASSATO? Penso che la cosa più importante quando sono arrivato qui per la prima volta nel 2019 sia stata la differenza di peso. La KTM è molto più stretta e leggera di quella che avevo guidato prima. Penso che ciò che distingue questi ragazzi (Red Bull KTM) sia la loro voglia di vincere. Se stai lottando con qualcosa, non ci vogliono settimane per risolverlo, ci vogliono ore. Penso che sia una bella cosa quando i ragazzi sono in pista ogni giorno da Roger (Decoster) e Ian (Harrison) alle sospensioni e ai meccanici, non solo ascoltando i miei commenti sulla moto, ma anche osservando visivamente e vedendo come può essere migliore. È una cosa interessante, quando sei vicino a persone che vogliono migliorare ogni giorno è super motivante per me e mi fa venire voglia di fare lo stesso. Come ho detto, penso che la moto sia fantastica. Tutto è fantastico, il motore, le sospensioni, il telaio. Ma penso solo quanto lavorano per migliorare le cose è ciò che li separa da molte squadre. E l'intero marchio, questo è il loro motto "Ready to Race". Quindi, penso che sia così che l'atteggiamento di tutti sia ogni giorno, corriamo sempre e siamo tutti piloti e vogliamo vincere.

Cooper Webb_2021 RED BULL KTM INTROLe nuove piste di prova KTM si trovano proprio sopra il quartier generale KTM a Murrieta, in California. È estremamente conveniente per i test quando il negozio di corse è proprio accanto alla pista.  

"Sei tu quello che deve decidere il tuo destino il giorno della gara"

ZACH OSBORNE È ORA UN CAMPIONE NAZIONALE 450 OUTDOOR, VINCITORE DELL'EVENTO PRINCIPALE 450 SUPERCROSS, È IL TUO PARTNER DI ALLENAMENTO E IL TUO AMICO. COME TI PIACE PRATICARE CON I TUOI CONCORRENTI COME ZACH E MARVIN? Tutti lo guardano in modo diverso. La pratica è molto diversa dalle corse. Ho alcuni ottimi partner di formazione con Marvin e Zach e quest'anno abbiamo RJ Hampshire con noi. Ci sforziamo molto durante la settimana e quando arriviamo al giorno della gara, è uno sport individuale. Quando ci schieriamo, sei tu quello che deve decidere il tuo destino il giorno della gara. Penso che sia fantastico, ho dei ragazzi fantastici in formazione, sono sempre stati contendenti. Io e Marvin abbiamo combattuto come matti nel 2019 per quel campionato. Succede, ma per me mi è piaciuto avere ragazzi con cui guidare. Non mi è mai piaciuto guidare da solo ed è un bel gruppo di ragazzi. Siamo tutti competitivi, ma possiamo tutti sederci lì durante la settimana e scherzare e tenere sotto controllo il nostro ego e il nostro temperamento. È un bel gruppo di ragazzi e non siamo solo noi tre a correre l'uno contro l'altro, ci sono anche altri dieci ragazzi che sono in lotta. Quindi devi preoccuparti di te stesso, metterti al lavoro e quando arriva il giorno della gara, sappi che dipende tutto da te.

Cooper Webb_2021 RED BULL KTM INTRO-4È interessante vedere la nuova schiuma del casco di Cooper Webb sporgere sotto il guscio del casco. La Bell Moto-10 è stata vista per la prima volta al finale del Supercross 2020 a Salt Lake City e non è ancora disponibile al pubblico.

COME TI SENTI VERSO IL 2021? Sono pronto per andare, sembra che siamo in una posizione perfetta. Sembra che tutti abbiano ricominciato a guidare dopo la loro offseason nello stesso periodo in cui ho iniziato a guidare dopo l'infortunio. Mi sento già molto a mio agio e fiducioso sulla moto. È bello perché partiamo praticamente da dove ho corso a Salt Lake. È sempre bello, niente grandi cambiamenti e niente del genere. Sarà molto diverso iniziare a Houston contro Anaheim con la terra e con tre gare di fila. Dovrai uscire oscillando. È una lunga serie non fraintendetemi, ma non avete tempo da perdere con brevi settimane tra una gara e l'altra. Quindi non vedo l'ora, sembra che il boot camp sia nodoso, è difficile e fa schifo, ma sto iniziando a imparare a divertirmi e ne fa parte se vuoi vincere.

CLICCA QUI PER ALTRE INTERVISTE MXA

Ti potrebbe piacere anche