MOTOCROSS TECH DIMENTICATA: SCOTT EFS ELECTRONIC ROLL-OFF

La storia del motocross è piena di esempi di idee creative che sono state annunciate come rivoluzionarie, ma, a causa del rapido tasso di cambiamento nello sviluppo, sono sprofondate nella palude della tecnologia dimenticata. Sebbene alcune idee sia meglio lasciarle abbandonare, altre erano veramente innovative (se non addirittura riuscite). MXA ama rivelare le curiosità tecniche del motocross. Ricordi questa idea? Occhiali elettronici Roll-Off Scott EFS.

Il Dr. Bob Smith ha avviato gli occhiali Smith nella sua cucina nel 1965 e nel 1974 l'azienda era abbastanza grande da formare una joint venture con Scott Goggles. Quando Scott andò in bancarotta nel 1981, il dottor Bob Smith lo acquistò. In cinque brevi anni, dal 1979 al 1984, Smith ha fatto la storia con gli occhiali Turbo Fan, che avevano una micro ventola a batteria nella montatura per ventilare gli occhiali e il sistema Roll-Off, che forniva una striscia continua di pellicola che poteva essere spostato da un rotolo all'altro tramite un cordino. A causa del brevetto Roll-Off, solo Smith e, per procura, Scott potevano fare Roll-Off.

Nel 1991, Scott è uscito con il sistema elettronico Roll-Off Scott EFS per gli occhiali modello 89. Ha usato la batteria del Turbo Fan per azionare un motore elettrico che avrebbe avvolto la pellicola attraverso l'obiettivo senza bisogno del cavo di trazione. Invece, una fotocellula elettronica ha avviato il motore elettrico quando hai agitato la mano davanti ad esso. Quando funzionava, era fenomenale, ma non funzionava sempre; e spesso funzionava quando correvi in ​​una zona ombreggiata o quando gettavi gli occhiali EFS nella borsa degli attrezzi. Scott ha cercato di risolverlo con un modello a pulsante aggiornato, ma a quel punto EFS è stato considerato un fallimento dal pubblico acquirente ed è stato interrotto.

Ti potrebbe piacere anche