VENERDÌ FLASHBACK! MXA VA A CORRERE SUL GHIACCIO CON PESCATORI ARRABBIATI E IL DESIDERIO DI ESSERE CALDO

Ghiacciante9
Ci vuole tecnica e spavalderia per ottenere la parte posteriore lanciata sul ghiaccio. Se fatto correttamente, può essere esaltante. Tuttavia, se spinto troppo lontano, ti ritroverai rapidamente in un banco di neve.

Ghiacciante8

AVVENTURA MXA: I RAGAZZI MXA FANNO UN PRIMO TUFFO IN ACQUE NON FAMILIARI ... ACQUA GELATA

Di John Basher

Se sei come me, sogni ad occhi aperti ogni volta che passi dai manifesti di viaggio in aeroporto e pensi a quanto sarebbe divertente salire su un volo per Maui o Miami. Il clima temperato e l'abbondanza di sole sono i principali richiami quando la tua vera destinazione è Minneapolis o Minot o, nel mio caso, Milwaukee. Meglio conosciuto per i birrifici, Milwaukee è piantato sul bordo del lago Michigan. Per quanto ne so, Milwaukee potrebbe essere maestoso in estate, ma qualche mese fa ero lì quando il termometro mostrava a malapena del mercurio. I venti pungenti non possono smorzare i 5.7 milioni di residenti del Wisconsin che sperano e pregano per un'altra Ice Bowl per far giocare i Packer, ma mi è arrivato rapidamente.

Corsa su ghiaccio1

GLI ANGELI NON RIESCO A CAPIRE LE DIFFICOLTÀ CHE DEVE SOPPORTARE QUELLI DEGLI STATI CONFINANTI CON IL CANADA: TRAMIAMO QUANDO FUORI CI SONO 65 GRADI.

Anche se sono stato ammorbidito da 10 anni di vita a SoCal, posso relazionarmi con persone del Wisconsin. Sono cresciuto 45 minuti a sud di Buffalo. Per coloro che hanno familiarità con i modelli meteorologici nello stato di New York, vivevo esattamente al centro della "cintura di neve del livello meridionale". L'aria gelida proveniente dal Canada sferzava il lago Erie, raccoglieva umidità, la cristallizzava e scaricava la neve davanti alla mia porta. Era perfetto per lo sci, lo snowboard e la motoslitta, ma per la maggior parte rendeva la vita difficile. Gli abitanti di Los Angeles non riescono a capire le difficoltà che devono sopportare gli abitanti degli stati confinanti con il Canada: i californiani tremano quando fuori ci sono 65 gradi.

Vivere in SoCal è un'arma a doppio taglio. Dimentica lo stress del tuo guardaroba: jeans e una felpa in inverno sono sufficienti; e pantaloncini, maglietta e infradito funzionano gli altri 10 mesi. E, come dice la canzone, "Non piove mai nel sud della California". Eppure, con queste benedizioni meteorologiche arriva la maledizione. Sono stato trasformato Il mio corpo si è trasformato nell'aspettarsi un clima fantastico tutto l'anno. Sono diventato un traditore delle mie radici di Buffalo. Ora, il freddo mi sconvolge le estremità al punto che la mascella trema in una giornata nuvolosa.

Questo è il punto della mia storia in cui dovrei ricordartelo convenientemente MXA adotta un approccio attivo per espandere i nostri orizzonti. In poche parole, proviamo qualsiasi cosa con due ruote e un motore. Certo, probabilmente lo sapevi già. Anche se il nostro cuore è nel motocross, ogni tanto ci piace fare un tuffo a capofitto in acque sconosciute. A volte ne usciamo graffiati e insanguinati, ma rimaniamo sempre incantati dal modo in cui altri appassionati delle due ruote trovano divertimento nella passione che hanno scelto.

Ghiacciante2
Il brivido di scivolare sul ghiaccio è aumentato quando abbiamo dovuto navigare intorno agli spazzaneve.

MXA VOLEVA ANDARE A CORRERE SUL GHIACCIO E FORSE AL MOMENTO IN CUI ABBIAMO AVUTO QUESTA IDEA NON ABBIAMO COLLEGATO ABBASTANZA I PUNTI PER REALIZZARE CHE IL GHIACCIO SIGNIFICA ANCHE FREDDO.

Questo spiega perché Daryl Ecklund e io ci siamo ritrovati a Milwaukee, nel Wisconsin, nel pieno dell'inverno. MXA voleva andare sul ghiaccio, e forse all'epoca in cui ci siamo inventati questa idea non abbiamo collegato abbastanza i punti per renderci conto che ghiaccio significava anche freddo. Tuttavia, cinque minuti a Milwaukee hanno messo a fuoco i due concetti di "ghiaccio" e "corsa". Faceva freddo e sapere che a Glen Helen c'erano 85 gradi non mi scaldava i cardi del mio cuore.

Fortunatamente, avevo molte cose da fare per me. Stavo portando con sé Daryl Ecklund, assistente al montaggio della MXA. Daryl è un nativo di SoCal con esperienza limitata in climi freddi. Non è mai stato veramente, profondamente e dolorosamente freddo. Al contrario, le mie dita dei piedi e dei piedi erano state intorpidite innumerevoli volte dagli inverni di New York. E anche se non avevo subito il processo di congelamento da un decennio, almeno sapevo come frenare il disagio causato dagli elementi degli anni dello sci freddo e del trail running. Ecklund, d'altra parte, era un californiano all'oscuro che avrebbe indossato un cappotto se la porta del frigorifero fosse stata aperta troppo a lungo.

Il modo migliore per raccontare questa storia è riavvolgere all'inizio, saltare alla fine e poi riempire tutti i buchi rimanenti con una vivida descrizione della nostra avventura. Per i principianti, l'idea non sarebbe emersa senza una spinta dal manager del distretto del Midwest di Yamaha, Jim Drummond. Jim vive a Oshkosh, Wisconsin. Lui, insieme ai suoi due ragazzi, Mike e Jake, sono appassionati di motocross attivi. Sono anche esperti corridori su ghiaccio. Quando la neve inizia a volare ogni inverno, gli uomini di Drummond scambiano i loro tasselli con pneumatici chiodati.

Jim Drummond aveva partecipato alla gara di resistenza sul ghiaccio di tre ore dell'Annual Steel Shoe Fund sul Kettle Moraine Lake a Campbellsport, nel Wisconsin, un paio di anni fa e si era divertito moltissimo. Quindi, ha pensato che sarebbe stata un'ottima idea portare la MXA a correre sul ghiaccio con l'equipaggio distrutto. Tim Olson ha lavorato alla MXA per oltre un decennio prima di assumere un lavoro come pubbliche relazioni Yamaha: ha messo insieme il viaggio delle corse sul ghiaccio con l'urgin di Jim Drummonds, ma solo se è stato reintegrato come pilota di prova MXA per la giornata.

Ghiacciante3
Daryl Ecklund si fa strada oltre la competizione in rotta verso il 15 ° posto in una gara di endurance di tre ore nel Wisconsin.

SECONDO IL NOSTRO MODO DI PENSARE, ABBIAMO FATTO UN CALCIO SERIALE, SOPRATTUTTO DATO CHE UNO DEI NOSTRI PILOTI NON AVEVA MAI VISTO IL GHIACCIO FUORI DA UN BICCHIERE PRIMA.

Tim Olson, Daryl Ecklund e io abbiamo credenziali di corsa modeste; Ecklund ha corso gli AMA Nationals, Olson ha vinto la gara MX de Reygades in Francia e io sono un solido intermedio veterinario a pieno titolo. Per quanto riguarda i corridori sul ghiaccio? Bene, in tre ore abbiamo completato 18 giri, un giro in meno rispetto al vincitore assoluto. Secondo il nostro modo di pensare, abbiamo preso a calci una coda seria, soprattutto considerando che uno dei nostri ciclisti non aveva mai visto il ghiaccio fuori da un bicchiere prima. Abbiamo battuto squadre composte da corridori su ghiaccio esperti e tracker esperti.

Ghiacciante4
Uno pneumatico ben fissato è una necessità vitale per la guida sul ghiaccio. Il nostro solo pneumatico posteriore costa circa $ 350.

COLPISCE IL TERRENO COME UN SACCO DI PATATE E CURA IN UNA BANCA DI NEVE. E, GRAZIE ALLA NEVE FLUFFY, SI È ROTTATO.

La domanda più pertinente riguarda la difficoltà di guidare una bici da cross su ghiaccio. Per rispondere in modo completo, ciò richiede conoscenze di base sul tuo livello di abilità, disponibilità a schiantarsi, amore per il freddo e desiderio di spendere soldi per pneumatici specifici per le gare su ghiaccio. Ecco una ripartizione di ciò che serve per andare su ghiaccio.

(1) Abilità: Puoi avere qualsiasi livello di abilità. Da principiante a esperto, non importa (anche se l'esperienza aiuta).

(2) Schianto: Stai andando in crash, ma avresti dovuto rendertene conto prima di arrivare così lontano. Lo schianto è il catalizzatore che rilascia adrenalina nel flusso sanguigno.

(3) Fattore di raffreddamento: Le gare sul ghiaccio sono fredde. Sarebbe stato meglio! Ricorda che stai pilotando una motocicletta da 240 libbre su acqua ghiacciata. Per fortuna, le nostre paure di cadere in acqua sono state messe a tacere quando abbiamo visto camion che guidavano intorno al lago. Se è abbastanza spesso per Chevy di Bubba, allora è abbastanza robusto per noi.

(4) Borchie: La corsa sul ghiaccio costa poco ... una volta investito in pneumatici chiodati. Abbiamo avuto la fortuna di guidare la Yamaha YZ450F personale di Jim Drummond, equipaggiata con pneumatici chiodati a mano realizzati dal corridore enduro AMA Hall of Fame Jeff Fredette. Studare le gomme è un'arte che richiede abilità e lungimiranza. Ogni perno è impostato su un'angolazione specifica per la massima trazione quando il ciclista lancia la bici lateralmente. La nostra gomma posteriore aveva circa 680 viti da ghiaccio lunghe un pollice, mentre la parte anteriore conteneva diverse centinaia di chiodi. Per quanto riguarda le spese, Fredette addebita $ 340 per un posteriore e $ 230 per un fronte. La grazia salvifica è che le gomme durano diverse stagioni.

Daryl e io eravamo dei neofiti totali quando arrivammo al Lago Kettle Moraine, quindi decidemmo di tagliarci i denti il ​​giorno prima della gara di resistenza esercitandoci attorno a un ovale di ghiaccio sabato. Abbiamo l'abitudine di saltare prima nelle cose, ed Ecklund stava provando a lanciare la YZ450F nel momento in cui le borchie hanno incontrato il ghiaccio. Impavido e veloce, continuò ad alzare il livello di intensità fino a quando non faceva scivolare la gomma posteriore per circa 100 piedi di lunghezza o finiva in un banco di neve.

Daryl Ecklund ha molte cose - intelligente, talentuoso, esperto, onesto - ma ha un punto debole: spinge il limite, poi continua a spingere fino allo sciopero. Dato che Daryl non aveva mai guidato una bici da cross su ghiaccio, ha iniziato a ballare con un disastro fino a quando non ha trovato la sua zona di comfort. Perfino il clan Drummond, impeccabili stessi corridori di ghiaccio, furono sorpresi dalle capacità di Ecklund. Ma nel momento esatto in cui abbiamo espresso il nostro stupore per la sua rapida transizione, abbiamo visto uno zoccolo bianco nevoso in lontananza e ci siamo resi conto che Daryl aveva spinto il limite di un pelo troppo in là. Colpì il terreno come un sacco di patate e si infilò in un banco di neve. E, grazie alla soffice roba bianca, si alzò ridendo.

Ghiacciante5
Il termometro non mente. Faceva freddo gelido nel Wisconsin. Il team della dinamo di, da sinistra, John Basher, Daryl Ecklund e Tim Olson.

SIAMO STATI LISCI SULL'ACCELERATORE, HAI CERCATO DI EVITARE DI SBLOCCARE IN CURVA, NON TOCCARE MAI LA FRIZIONE E IMPOSTARE LE PERSONE INVECE DI DARE LORO IL LAVORO DI SLIDE.

Per quanto riguarda il mio assalto all'ovale ghiacciato, ero titubante a guidare sul ghiaccio sul fatto che persino i miei stivali scivolavano su ogni passo, ma mi resi conto rapidamente che la trazione era abbondante. La sensazione era paragonabile a guidare Supermoto, con molta meno paura di schierarsi. Il trascinamento del motore YZ450F si è dimostrato efficace; in caso contrario, l'estremità posteriore si spezzerebbe e si allenterebbe in modo incontrollato. L'alta marcia e l'ampia fascia di potenza incoraggiavano il controllo dell'acceleratore misurato. Lisci e coerenti erano i modi migliori per cavalcare sul ghiaccio; in caso contrario, la parte posteriore si illumina come una lanterna. Anche se ero molto meno aggraziato di Daryl, sentivo che avrei potuto resistere da solo il giorno della gara.

Il nostro più grande ostacolo durante tutto il viaggio è stato combattere contro Madre Natura. Sebbene avessimo evitato il Polar Vortex, che lo scorso inverno ha attraversato la maggior parte del paese, il Wisconsin era ancora una ghiacciaia quando eravamo lì. Il mercurio si immerse a 10 gradi sul lago. Siamo andati a misure disperate per scaldarci, il che significava vestirsi a strati. La funzione ha la meglio, ma a me e Daryl non importava. Alla neve non importava come apparivamo, né i pescatori di ghiaccio arrabbiati che scuotevano la testa ogni volta che il nostro YZ450F colpiva il limitatore di giri. Ci siamo presto resi conto che stare al caldo era tutto ciò che contava quando si cavalcava su un lago ghiacciato nel mezzo del Wisconsin.

Per quanto riguarda la gara di endurance di tre ore, c'erano 72 squadre composte da più piloti. C'erano anche diversi pazzi che decisero di ironizzare sull'evento di tre ore, incluso il famoso tracker piatto JR Schnabel. C'era anche una donna di nome Kristina Zmuda che si presentò il giorno della gara senza alcun supporto ai box, si iscrisse e lo fece da solo. Come a dire che il nome della sua squadra fosse Miss America. Il percorso ha percorso 6.5 miglia e ha contenuto oltre 100 curve di vari gradi e velocità, molto lontani da ciò che avevamo praticato il giorno prima.

Daryl è stata la scelta ovvia per iniziare per il Team MXA. Era facilmente il più veloce nel nostro gruppo e implorava di dare l'esempio. Correndo per la classe dei pesi massimi, ci saremmo messi in punta di piedi con tracciatori di sporcizia professionisti e piloti di ghiaccio qualificati. Non ci importava. Forse era la nostra mentalità da motocross o che eravamo ignari delle sfide che ci aspettavano che ci rendevano così arroganti. Col senno di poi, abbiamo corso la gara perfetta per i ciclisti che non avevano mai corso sul ghiaccio prima.

Daryl ha iniziato a metà gara e ha iniziato a tagliare il pacchetto. Daryl era una palla da demolizione, spietata sul ghiaccio e priva di paura. Tim Olson e io abbiamo adottato un approccio diverso. Eravamo fluidi sull'acceleratore, cercavamo di evitare di saltare attraverso le curve, non toccavamo mai la frizione e mettevamo in piedi le persone invece di dare loro il lavoro di scorrimento.

Ghiacciante6Prenderò SUNNY SOCAL SOPRA L'IPOTERMIA E I PESCATORI MALEVOLI OGNI GIORNO. MA NON HO ALTRO CHE AMMIRAZIONE PER I MOTOCICLISTI CHE NON METTONO I FUOCHI QUANDO MADRE NATURA ALZA LA SUA BRUTTA TESTA.

Tuttavia, anche io e Tim volevamo vincere, motivo per cui abbiamo registrato solo quattro giri ciascuno. Il contributo di Ecklund alla squadra è stato quello di mettere in 10 giri blisteranti, compreso lo sprint finale al traguardo. Questa strategia, insieme a pit stop ben eseguiti, ha portato a noi un risultato rispettabile. Naturalmente, siamo rimasti delusi dal fatto di non aver vinto, ma eravamo abecedari su un lago di studiosi. L'atterraggio al settimo posto su 31 squadre della nostra classe è stato un grande slam per tre ragazzi dalla terra di frutta e noci. Inoltre, è stato un evento di beneficenza per il Steel Shoe Fund. La corsa doveva essere divertente, non spietata.

Ci sono ostacoli nella corsa sul ghiaccio, ma sotto la roba soffice c'è ghiaccio duro e scivoloso.

La nostra avventura di corse sul ghiaccio è stata indimenticabile. C'erano diversi ricordi particolari che custodiremo per sempre. La pista occupò gran parte del Lake Kettle Moraine. Non andava bene con i pescatori di ghiaccio che si erano accampati vicino al campo. In pratica, abbiamo notato diversi pescatori che ci salutavano con un dito mentre cavalcavamo. Benvenuti in Wisconsin! Inoltre, c'erano spazzaneve che pulivano la pista mentre stavamo correndo. È come un bulldozer che lavora su una pista di motocross in mezzo a una moto. Era impreciso. Un lavaggio frontale ad alta velocità ci avrebbe mandato sotto le ruote dell'aratro. Non dimenticheremo presto com'era intrecciare una serie di aratri mentre cercavamo di passare altri corridori.

Abbiamo fatto molti amici nel Wisconsin e un nemico. Si chiamava JR Schnabel. Ecklund aveva irritato il campione della pista sterrata correndo con lui. JR non è stato colpito dalla tattica del motocross di Daryl e ha impiegato un paio di mosse da asporto apprese nelle corse su sterrato. Non hanno lavorato su un esperto pilota di motocross, ma Schnabel era il ragazzo più veloce sul ghiaccio e meritava rispetto per la sua abilità sul ghiaccio. Non prevediamo una cartolina di Natale da JR Schnabel quest'anno.Ghiacciante10

Daryl Ecklund dimostra cosa succede quando si commette un errore.

Intendo partire da una giornata di sole su una pista di motocross locale per intraprendere una carriera di corsa sul ghiaccio? Assolutamente no. Prenderò tempo soleggiato e ragazze in bikini per ipotermia e pescatori malevoli ogni giorno. Ma, come atleta riformato per le giornate fredde, non ho altro che ammirazione per i motociclisti che non fanno i bagagli quando Madre Natura le impenna la brutta testa. E mi piacerebbe raggrupparmi di nuovo per l'opportunità di far scivolare una Yamaha YZ450F intorno al Lake Kettle Moraine ancora una volta, ma mi piacerebbe che fosse un po 'più calda la prossima volta, diciamo 20 gradi.

 

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.