IL MEGLIO DELLA JODYS BOX: IL CLAPTRAP CHE PASSA COME LA VERITÀ NEL MOTOCROSS

Di Jody Weisel
Una grande percentuale delle corse motociclistiche consiste nell'illudere noi stessi. Se corri, conosci il rituale. Si parte dal concetto che quel motocross è lo sport più pericoloso al mondo. Ci crediamo tutti - fa sembrare il motocross ancora più significativo - ma più persone vengono uccise sui campi da golf a causa di fulmini che nel motocross. Ci diciamo che stiamo facendo qualcosa che solo una manciata di persone al mondo è capace di fare, ma il fatto è che chiunque può farlo (dimostrato dal fatto che bambini di quattro anni, pensionati di 66 anni e gli amputati si sono distinti in questo sport). Affermiamo tutti di essere in perfetta forma e ripeteremo, in un batter d'occhio, uno studio di 50 anni (con poco o nessun supporto scientifico) secondo cui il motocross è il secondo sport più duro al mondo. Dovresti sapere che non è vero quando scopri che gli scienziati pensano che il calcio sia lo sport più duro del mondo. Sì, certo, la cosa più difficile se consideri anche il fatto di togliere le macchie d'erba dai pantaloncini!
* * * * * * * * * * * * * * * *

Ammetto di essere deluso come chiunque altro, ma solo perché scelgo di esserlo. Non sono in perfetta forma (e nemmeno molti piloti ufficiali ben pagati). Non sto facendo qualcosa che solo una manciata di persone può fare (dopotutto mi guadagno da vivere testando motociclette che sono state vendute a milioni nel corso della mia carriera). Non sto facendo qualcosa di pericoloso e anche se lo facessi non lo farei in modo pericoloso (se si crede alle statistiche ho 250 volte più probabilità di essere investito da un treno).

* * * * * * * * * * * * * * * *

Saresti giustificato nel pensare che mi sto illudendo credendo di essere stato illuso nel pensare che il motocross non sia fisicamente impegnativo, unico o pericoloso. Certo che lo è, ma non confondiamo la cosa. Guarda questi fatti. (1) Quando il cancello si abbassa, so esattamente cosa sto facendo e perché. (2) Sto andando nella stessa direzione degli altri 39 ragazzi e se non lo faccio ho fatto qualcosa di terribilmente sbagliato. (3) Non ho intenzione di saltare qualcosa oltre le mie capacità (non importa quanto sembri sciocco lanciando un doppio, sembrerei ancora più sciocco ingessato). (4) Non mi allontano mai dalla vista di un'ambulanza. (5) Non aderisco alla filosofia "vinci o muori provandoci" nel motocross (o in autostrada).

* * * * * * * * * * * * * * * *
L’illusione, sia personale che esteriore, può essere una buona cosa. Ci fa andare avanti quando le cose non vanno bene. Accende il filo della speranza quando la scintilla è debole. E dobbiamo inconsciamente voler essere illuso di innamorarci di alcune delle sciocchezze che passano come verità nel motocross. Ecco alcuni esempi comuni.
Foto di Kyoshi Becker

IL CERVELLO DI UN MOTOCICLISTA È UNA COSA MERAVIGLIOSA, FA GLI STRAORDINARI FINO AL MOMENTO IN CUI SI CHIUDE IL CANCELLO E RIPRENDE A FUNZIONARE DOPO CHE ESCE DALLA PISTA. 

* * * * * * * * * * * * * * * *
"Jody, andrai al Chicken Licks Raceway questo fine settimana?" chiede Stumpy Phalange.
"NO!" dissi con enfasi. “Quella traccia è uno scherzo. I tempi sul giro sono inferiori al minuto. Non è mai preparato. E dicono sempre che il camion dell’acqua è rotto”.
“Ho sentito che hanno costruito una pista totalmente nuova. Dovrebbe essere davvero buono. Hanno portato 70 camion carichi di terriccio”, ha detto lo Stumpmaster.
"Fantastico", dissi. "Passami a prendere alle 7:00."
E quando Stumpy e io siamo arrivati ​​al cancello principale di Chicken Licks siamo stati accolti dalla stessa vecchia pista di slot car da 57 secondi.
* * * * * * * * * * * * * * * *
"Jody", ha chiesto Crazy Dave sabato sera. “Posso prendere in prestito una bicicletta per domani? Il mio è in negozio."
“Certo”, risposi. "Puoi guidare la mia bici da allenamento."
"OH. Preferirei di no", disse Dave. “L’ultima volta che ho guidato quella bici mi ha quasi ucciso. Il motore era come un interruttore della luce, le sospensioni mi picchiavano a morte e si scambiavano in discesa.
"Non preoccuparti", dissi. “Da allora l'ho fatto ricostruire completamente. Bones ha sfondato le sospensioni, Buddy ha smontato il motore e l'auto è come nuova."
Più tardi quel giorno ho chiesto a Dave se gli piaceva la bici. "È stato incredibile", ha detto. "L'hanno davvero risolto."
La verità? Non l'avevo toccato dall'ultima volta che aveva corso.
* * * * * * * * * * * * * * * *
"Cosa ti è successo nella prima manche?" Ho chiesto a Jimmy Mac ai box.
“Le mie braccia si sono gonfiate al terzo giro. Si sono bloccati saldamente. Sono quasi caduto sul rettilineo perché non riuscivo a chiudere l'acceleratore. Ho dovuto uscire di pista”, ha detto.
"Jimmy", dissi. "Vi posso aiutare. Il dottor Jeff Spencer mi ha dato queste pillole che eliminano l'indurimento delle braccia. Li ha sviluppati quando era allenatore interno del Team Honda. Funzionano davvero. Ne prendi uno 30 minuti prima della moto e non riesci a pompare le braccia. Funzionano su una base di potassio idrato. Me ne è rimasto solo uno, ma te lo darò.
Ovviamente, Jimmy ha concluso la seconda manche a pieni voti e avevo molto più Advil da dove proveniva quello.
* * * * * * * * * * * * * * * *
"Correrai alle grandi qualificazioni della CPU International Cup il prossimo mese", ha chiesto Fred Phalange.
“No, non posso permettermelo”, risposi.
"Certo che puoi, la quota di iscrizione è di soli $ 40", ha ribattuto Fred.
"Non stai contando il fatto che dovrei correre tre qualificazioni e una regionale per essere accettato", ho detto. "Inoltre, hai dimenticato di menzionare la tariffa d'ingresso di 30 dollari per le qualificazioni, il noleggio del transponder di 20 dollari o che le finali della CPU International Cup si svolgono in Idaho e la tariffa d'ingresso è di 50 dollari, in più devi comprare un posto per il campeggio per 250 dollari, 125 dollari per un transponder (perché lì non li affittano) e la quota di iscrizione per la finale della CPU è di $ 300. Dovrei aspettare che la mia seconda manche arrivi dopo 27 lezioni di minimoto. È anche un viaggio di andata e ritorno di 1500 miglia fino all'Idaho, che costerebbe 450 dollari in benzina. Ciò ammonta a $ 3000. Penso che resterò a casa e correrò 75 fine settimana per quello che costerebbe fare una gara che non significa nulla per me. Inoltre, non devo guidare fino all'Idaho per essere battuto: posso farlo qui.
* * * * * * * * * * * * * * * *
Ad ogni gara le linee di partenza sono piene di persone che credono in quello che fanno. Ciò in cui credono potrebbe non essere basato sui fatti, ma è radicato in qualcosa di ancora più importante: i sogni. Corriamo tanto nella nostra mente quanto in pista. Il cervello di un pilota di moto è una cosa meravigliosa, fa gli straordinari fino al momento in cui il cancello si abbassa e riprende a funzionare dopo che lui esce di pista.
* * * * * * * * * * * * * * * *

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.