BEST OF JODY'S BOX: COME FARE IL SOlletico A UNA TIGRE DAI DENTI A SCIABOLA


Questo è il modo in cui si vestiva Jody quando insegnava metodi di ricerca sociale alla North Texas State University. 

Di Jody Weisel

Mia madre mi chiedeva cosa c'era di così speciale nell'essere un pilota di motocross. Beh, non l'ha messa esattamente in questo modo, ma questo era il succo di ciò che stava chiedendo quando ha detto: "Tuo padre e io ti abbiamo fatto passare nove anni di college per guadagnare il tuo Bachelor, Master e PhD. Dovresti insegnare gerontologia all'Università del Texas, non andare in bici da strada per vivere. Potrei dire ai miei amici della Canasta che mio figlio era un professore universitario. Ma no, rendere felice tua madre non è importante per mio figlio, pilota di motocross. "

Quindi, per rendere felice mia madre, ecco la mia lezione di professore universitario su ciò che rende il motocross così speciale. Si prega di prendere appunti perché tutto questo sarà sull'esame finale.

“Benvenuti studenti. Sono il dottor Weisel e questa è la Filosofia Motocross 101. Se sei nella classe sbagliata o nella squadra di calcio, per favore fai rapporto a qualche altra classe. Il mio obiettivo non è farti amare il motocross, le motociclette da corsa o persino fare suoni vroom-vroom mentre vai a Starbucks. No, il mio obiettivo è approfondire le ragioni psicologiche e filosofiche del perché i motocrossers differiscono dagli altri esseri umani ".

QUALCHE MIGLIAIA DI ANNI FA, IL RAGAZZO CHE SAREBBE STATO IL 250 PRO PIÙ VELOCE NELLA FORESTA PRIMEVAL È STATO QUELLO CHE HA GRIDATO: 'Ehi, andiamo a solleticare quella tigre dai denti sciabili!

Ecco come si vestirebbe Jody se oggi fosse diventato il Preside del Dipartimento di Gerontologia dell'Università del Texas.

“A differenza degli impiegati di scarpe o dei contabili, i motociclisti condividono un legame comune che è primordiale. Risale ai tempi dei cacciatori-raccoglitori, quando l'uomo primitivo aveva uno stretto rapporto con la propria mortalità. La vita di un motocross imita quella dell'uomo primitivo in quanto anche il più piccolo sforzo comporta dei rischi, ma le ricompense superano di gran lunga i pericoli. L'adrenalina, la paura e il brivido del rischio sono incorporati nei processi mentali di tutti gli uomini: è stato appena soppresso dalla socializzazione ".

«Non lasciarti ingannare dal pensare che l'uomo moderno non abbia le stesse identiche terminazioni nervose dei suoi antenati. Possono essere stati repressi dalla civiltà nel corso dei secoli, ma sono ancora lì - nel profondo della coscienza collettiva. La capacità di scardinare la parte di autoconservazione del proprio cervello è probabilmente un ritorno alla preistoria. Qualche migliaio di anni fa, il ragazzo che sarebbe stato il 250 Pro più veloce nella foresta primordiale era quello che gridò: "Ehi, andiamo a solleticare quella tigre dai denti a sciabola!" "

“La paura è una normale reazione emotiva umana; è un meccanismo di sopravvivenza integrato di cui siamo tutti dotati. La paura è l'emozione che protegge l'uomo dal pericolo, segnala le minacce in arrivo e attiva la risposta di lotta o fuga. Da una prospettiva sociale è illogico assumersi rischi che possono portare a pericoli quando i benefici per il gruppo nel suo insieme sono scarsi. Ma, a differenza della maggioranza di massa, i motociclisti percepiscono la paura come qualcosa di positivo. Nonostante la logica evolutiva ci abbia progettato con meccanismi che ci impediscono di cercare il pericolo, i motocross hanno scoperto che la paura rilascia l'ormone ?? dopamina. Questo ormone crea sentimenti di ottimismo e felicità, quindi non è il pericolo che spinge i corridori a correre rischi sempre maggiori, ma la sensazione che deriva dal fare qualcosa che gli altri evitano. "

“Per sentirti vivo, davvero vivo, devi stimolare l'Es, la parte primitiva della tua psiche che entra in conflitto con i vincoli di un ambiente sociale ordinato. Il motocross è più del brivido della caccia: è antisociale nel miglior senso della parola. È un ritorno alla cultura guerriera. E, in una società che è stata Oprah'ized, Obama-izzato e Omarosa'ized, le corse motociclistiche hanno il potere di rompere i sentimenti di alienazione e disorientamento che sono pervasivi nel nostro mondo urbanizzato ".

"I MOTOCROSSER SONO LA VERSIONE DI QUESTA GENERAZIONE DI BUCCANEER DEL XVII SECOLO, SAMURAI DEL XVIII SECOLO, SOLDATO DELLA FORTUNA DEL XIX SECOLO O P-17 FIGHTER PILOT DEL XX SECOLO".

Invece, è così che Jody si veste per il lavoro oggi.

“Lo stress della vita moderna non è alleviato da televisori a schermo piatto, computer, telefoni cellulari, iPad o aromaterapia. Non puoi fingere di rischiare. Non puoi fingere di essere elettrizzato. Non puoi simulare la paura. Non puoi stimolare la dopamina giocando ai videogiochi. Non puoi ottenere esultanza da Facebook. Devi farlo, viverlo e capire che quello che stai facendo non è socialmente accettato. Gli uomini che corrono in moto si ribellano al clamore elettronico del nuovo secolo. Stanno cercando qualcosa di diverso. I motociclisti sono la versione di questa generazione del bucaniere del XVII secolo, del samurai del XVIII secolo, del soldato di ventura del XIX secolo o del pilota da caccia P-17 del XX secolo. "

“I motociclisti si uniscono come una tribù e condividono gli stessi valori, atteggiamenti, costumi, lingua e credenze. Essere un motociclista significa far parte di qualcosa di speciale, qualcosa a cui solo pochi possono aspirare. Qualcosa che ci avvicina? ai guerrieri che eravamo una volta. "

“Hai mai sentito il detto 'corri veloce, corri il rischio e muori giovane'. Potresti pensare che questo sia il mantra dei motociclisti, ma in realtà è solo un avvertimento per i non corridori. I veri corridori vogliono che il grande pubblico abbia una visione negativa di ciò che fanno, per mantenere la nostra enclave culturale libera da parassiti e aspiranti. In verità, i piloti di motocross non pensano davvero che quello che fanno sia pericoloso. È un'attività appresa, affinata attraverso la ripetizione, in cui l'obiettivo non è correre rischi, ma eccellere nel modo in cui le persone che giocano ai videogiochi cercano di battere il loro miglior punteggio. Il motocross è spesso interpretato in modo negativo, ma è solo uno sport di abilità e l'abilità è rimanere su questo lato del bordo ".

"Grazie e non dimenticare che le tue tesine sono in scadenza mercoledì prossimo."

Ti potrebbe piacere anche