INTERVISTA DELLA SETTIMANA: WATAD CHAD

Chad_Watts_2015Di John Basher

Venerdì scorso mi sono avventurato a sud del Border MX a Hamer, nella Carolina del Sud, per testare un assurdo trucco Yamaha YZ125 a due tempi di proprietà del Brett Koufas dell'ICW (ne scoprirai di più nel Rapporto di metà settimana). Non sapevo che Chad Watts, meccanico pluripremiato vincitore del campionato e proprietario di Watts Perfections, sarebbe stato coinvolto nel progetto. Per coloro che hanno seguito il motocross negli anni '1990, Chad Watts sarà ricordato come una delle chiavi d'élite del settore. Dopo aver frequentato Ryan Hughes e Mickael Pichon, Watts iniziò a strappare la testa a un giovane dai capelli rossi di nome Ricky Carmichael alla fine del 1996. Il resto, dicono, è storia.

Chad Watts si è dimesso dalla fabbrica Honda a metà del 2003, è tornato nella sua città natale di Shelby, nella Carolina del Nord, e ha aperto il suo negozio hop-up. Watts Perfections è nato. Un decennio dopo, Chad sta ancora andando forte. Watts ha aiutato i giovani ciclisti a vincere titoli nazionali dilettanti, anche se non sponsorizza professionisti perché, con le sue stesse parole, "Con i professionisti devi pagare, o lo vogliono gratuitamente". Ho chiesto a Chad del suo percorso professionale, com'è stato lavorare per un giovane “GOAT” e se le nuove tecnologie sono utili allo sport del motocross. Sarai intrattenuto da ciò che ha da dire.

Chad Watts_1997Chad con il Kawasaki KX125 Pro Circuit di Ricky Carmichael prima dell'inizio delle AMA 1997 Nationals del 125.

Qual è la bici su cui lavori di più? Per qualche motivo ricevo molte richieste per Yamaha YZ125 a due tempi, Honda CR250 a due tempi, Kawasaki KX250F e KX450F a quattro tempi e Honda CRF250 e CRF450 a quattro tempi. Varia a seconda del periodo dell'anno. Sarò sbattuto con il lavoro poco prima delle Mini Olimpiadi, e poi avrò un sacco di lavoro dopo la gara amatoriale. Alcune persone non guideranno le loro bici del 2016 presso le Mini O, perché le loro bici del 2015 sono già composte.

Detto questo, qual è la tua bici preferita su cui lavorare? Niente suona meglio di una 125 a due tempi con un pilota ad alto regime. Una 125cc a due tempi è la mia bici preferita da costruire. Dirò che l'attenzione ai dettagli è la stessa, indipendentemente dal fatto che si tratti di un due tempi o di un quattro tempi. Se dovessi scegliere una bici specifica, dovrebbe essere una Kawasaki KX125, perché ho così tanta storia con essa.

Come sei uscito in California? Nel 1988 e nel 1989 ho lavorato al Barr's Competition di Shelby, nella Carolina del Nord. Ho aiutato Mike Brown e sarei andato alle grandi gare amatoriali con lui. Questo mi ha aperto le porte all'incontro con lo staff del Team Green, che all'epoca era Jose Gonzalez, il fratello della Mercedes, e Mark Johnson. Ho anche incontrato Ryan Hughes. Nel 1990 mi sono trasferito in California a 17 anni e ho lavorato con Ryan da quel momento fino al 1995. Poi sono entrato e ho fatto lo sviluppo del motore alla Kawasaki. Nel 1996 ho lavorato per Mickael Pichon e abbiamo vinto il titolo 125 della costa orientale. Alla fine di quell'anno ho iniziato a lavorare con Ricky Carmichael quando ha corso la sua prima 125 a Steel City.

Come sei stato collegato con Ricky Carmichael? In realtà non avrei dovuto stravolgere Ricky, ma invece andavo con Pichon al team Kawasaki 250 di fabbrica. Decisi che non volevo più lavorare per Pichon. La mamma e Mitch di Ricky mi hanno parlato di rimanere a bordo e lavorare con Ricky.

Non hai avuto un buon rapporto con Mickael Pichon? Era schizzinoso. Mettiamola così.

“… PICHON È STATO FUORI E VINCE IL PRIMO MOTO DI 20 SECONDI SECONDI. MITCH E HO CERCATO OGNI ALTRO TRA MOTOS E DETTO, "SIAMO IN GRANDE PROBLEMA PER IL SECONDO MOTO". Sicuramente abbastanza, si è stancato e ha finito abbastanza indietro. "

Di cosa era schizzinoso? Se non ha vinto, c'era sempre una scusa. Quella scusa era sempre diretta verso la squadra o me stesso. Quell'anno saltò la tripla ad Atlanta quando il lapper era a terra ed espulso dalla bici. La settimana seguente fu la Gainesville 125 National e Pichon uscì e vinse la prima manche per 20 secondi. Mitch e io ci siamo guardati l'un l'altro tra le motos e abbiamo detto: "Siamo in grossi guai per la seconda manche". Abbastanza sicuro, si è stancato e ha finito abbastanza indietro.

Non sembravi avere lo stesso problema con Ricky Carmichael. Affatto. A Gainesville nel 1997, Ricky ha avuto un buon inizio e ha catturato Steve Lamson con due giri da fare, ma non l'ha superato. Ricordo ancora che camminava dopo che la moto era finita con la sua marcia sporca e sua madre gli stava preparando un panino alla griglia con formaggio. Ricky mi disse: “Avrei potuto passare Lamson. Stavo solo aspettando che si stancasse. " Mitch Payton e io abbiamo detto entrambi allo stesso tempo, "Lamson non si stanca." Nella seconda manche Ricky ha ottenuto l'oleshot. Windham è rimasto con lui per due giri, ma poi Ricky non c'era più. Abbiamo vinto il nostro primo assoluto in quell'anno e abbiamo continuato a vincere. Nel 2002 abbiamo avuto la stagione all'aperto perfetta. L'anno seguente, nel 2003, abbiamo fatto alcune gare insieme. Tuttavia, a causa di un accordo, sono andato in casa e ho fatto lo sviluppo del motore a quattro tempi. Quindi mi sono dimesso e ho iniziato Watts Perfections.

Carmichael_2002
Ricky Carmichael ha onorato la copertina del numero di settembre 2002 di MXA. La copertina, "RICKY HEADED FOR THE PERFECT SEASON" dice tutto. Questa foto è stata scattata a Southwick quell'anno. Era l'ultima stagione completa in cui Carmichael e Watts avrebbero lavorato insieme.

Come hai contattato Ricky per la sua configurazione piuttosto strana della bici? Avrebbe rotolato il manubrio in grembo e avrebbe avuto un sacco di rimbalzo nella sua scossa. È quello che ha funzionato per lui. Lo guardò in questo modo: ci sono così tante curve in una gara di Supercross e solo una piccola parte di whoops. Si sarebbe sacrificato negli whoops in modo da poter saltare in un angolo, atterrare e fare un giro invece che la moto reagisse. No, la bici non è stata in grado di gestire le urla. Aveva quei manubri bassi e un'altezza dello stelo della testa che era eccentrica, ma era abituato a guidare una Kawasaki, quindi fece rotolare indietro le barre. Molte persone non erano d'accordo con la sua configurazione, ma non andavano in bicicletta.

"Ho preso di fatto le pinze ad aghi e ho tolto la carne dai piedini in modo che i fotogrammi non potessero farne una foto. QUESTO LESIONE È STATO VERSO LA CADUTA DI RICKY QUEST'ANNO. È ARRIVATO E HA PORTATO ALCUNI LED, MA MENTALMENTE E FISICAMENTE È STATO BUCATO. Era giovane ed eccitato, e doveva calmarsi.

Quanto sei stato stressato durante la prima stagione Supercross 250/450 di Carmichael, quando ha subito una buona dose di urti e contusioni? Ha avuto un brutto periodo di cose quell'anno. La sua caduta fu il San Diego Supercross. Ricky e Jeremy McGrath hanno combattuto duramente nella gara di calore. Ricky urtò accidentalmente McGrath e lo lasciò tornare all'ultimo giro. Ricky lo lascia per rispetto. Quei due ragazzi si rispettavano davvero. Quell'anno, nel 1999, ha iniziato abbastanza bene e ha catturato David Vuillemin e Robbie Reynard. Attraversò la curva con il gradino e il gradino, e il poggiapiedi lo afferrò vicino all'inguine. In realtà ho preso le pinze ad ago e ho tolto la carne dai poggiapiedi in modo che i fotografi non potessero farne una foto. Quell'infortunio fu la sua caduta quell'anno. È tornato e ha condotto alcuni giri, ma mentalmente e fisicamente è stato sbattuto. Era giovane ed eccitato e aveva bisogno di calmarsi.

Com'è stato lavorare per Ryan Hughes? Era un animale. Ryno è come un fratello per me. Era sempre un gran lavoratore. Non so quante volte un fan riporterebbe la visiera del casco JT Racing rotta sul camion. Ryan sarebbe stato un proiettile per metà della moto, ancora spalancato e vincendo [risate]. La famiglia di Ryan si è presa cura di me. Devi ricordare che aveva 16 anni e io 17 e stavamo guidando insieme per il paese. Nel 1990 abbiamo vinto 12 titoli amatoriali. Penso che abbia corso su una Nazionale all'aperto tra il momento in cui ha terminato le sue gare amatoriali e credo che sia arrivato quarto in totale. Ha combattuto con Mike Kiedrowski e quei ragazzi, il che era abbastanza buono. Dopo Ponca City e Loretta Lynn abbiamo fatto abbastanza soldi per correre i prossimi nazionali. Erano tempi divertenti.

C'è mai stato qualche pilota di cui Ricky Carmichael si è preoccupato in pista? Charley Bogard è stato l'unico pilota di cui Ricky abbia mai dovuto preoccuparsi. Charley sarebbe un po 'sporco con Ricky. Ci sono stati alcuni scontri. Non che Bogard fosse un bambino cattivo; era solo aggressivo nei confronti di Ricky. Altrimenti credo che ci fosse molto rispetto tra i piloti. Nei 125 giorni, Carmichael e Mike Brown si sarebbero uniti in pratica. Si sono susseguiti e potevano passare senza doversi preoccupare che l'altro si sporcasse.

“RICKY HA DETTO CHE DESIDERÀ CORRIRE LA CITTÀ DELL'ACCIAIO SU UNA 125, E TUTTI SONO CONVENUTI. Sono tornato a casa, ho tirato fuori la bici da 1999 con il titolo RICKY ESAURITO e ho iniziato a prenderlo. Ho tirato la sospensione, il forcellone, i freni, le pinze e le parti di fabbrica e li ho portati con me in Steel City. QUANDO HO PASSATO IL CIRCUITO PRO, HANNO AVUTO UN TELAIO E UN MOTORE SEDUTI SOTTO L'AVVOLGIMENTO. HO MESSO TUTTO INSIEME E RICKY È ESCIUTO E LO RODE. "

Ha fatto luce sul finale della Steel City National nel 2001, quando Ricky è passato alla classe 125 mentre Mike Brown e Grant Langston stavano lottando per il titolo all'aperto. È stata una gara divertente. Ricky era morto per ultimo nella prima manche, e se ci fossero stati altri due giri, avrebbe vinto quella moto. Per quanto riguarda la decisione di correre, con circa tre o quattro gare rimaste nella stagione Ricky ha conquistato il titolo 250/450. Voleva battere il record di Mark Barnett per la maggior parte delle 125 vittorie nazionali. Dopo che Binghamton Ricky è andato in semifinale e ha incontrato Mitch Payton, Bruce Stjernstrom ed io all'interno della semi Kawasaki della fabbrica. Ricky ha detto che voleva correre Steel City su una 125, e tutti hanno accettato. Tornai a casa, tirai fuori la bici vincitrice del titolo di Ricky nel 1999 e iniziai a smontarla. Ho tirato le sospensioni, il forcellone, i freni, i morsetti e le parti di fabbrica e le ho portate con me a Steel City. Quando arrivai al rig del Circuito Pro avevano un telaio e un motore seduti sotto la tenda. Misi tutto insieme e Ricky uscì e lo cavalcò. Prima della seconda manche sapevamo cosa dovevamo fare. Non sarebbe successo nulla di sporco. L'obiettivo era holeshot e check out. Questo è esattamente quello che ha fatto Ricky. Nella seconda manche ha avuto un vantaggio così grande, e io stavo imbarazzando in una cosa, e anche il meccanico di Brown stava imbarazzando, cosa che non dovevi fare [risate]. Comunque, Ricky è venuto da me a metà della moto e ha alzato la mano per scoprire cosa stava succedendo. Gli ho detto di andare. Sfortunatamente per Langston - e penso che Brownie avrebbe comunque vinto il campionato anche se la ruota di Langston non si fosse rotta - ha abbandonato. Ricky aveva 30 secondi di vantaggio rispetto a tutti gli altri che facevano grandi fruste per la folla. Ha vinto il totale e Brownie ha vinto il titolo. Quella mattina seguente stavamo testando su quella pista alle 9:00 del mattino su una Honda di fabbrica.

Parla del passaggio da Kawasaki a Honda. Dopo l'ultima moto della giornata ho trasportato la mia cassetta degli attrezzi dall'impianto di fabbrica Kawasaki all'impianto Honda. L'accordo di Ricky con la Honda per la stagione 2002 è stato in realtà firmato al Las Vegas Supercross nel maggio del 2001. Non credo che Kawasaki abbia davvero eguagliato l'accordo di Ricky. Non ne conosco l'estensione. So che non volevano che andassimo. Dopo che Ricky firmò il contratto, Kawasaki mi chiese di restare, ma io dissi loro che sarei andato con Ricky.

Com'è stato essere all'avanguardia nello sviluppo a quattro tempi dei tempi moderni con la Honda di fabbrica? Un sacco di cose erano già state fatte in Giappone, dalla pre-produzione a Ryan Hughes che correva come prototipo. L'unica differenza nel motore era dalla parte inferiore della testata in su rispetto a un due tempi. Ovviamente ora c'è l'iniezione di carburante e tutta l'elettronica e la programmazione. Speriamo che qualche produttore stia uscendo con un mucchio di due tempi iniettati di carburante. Non vedo l'ora di mettere le mani su uno di quelli!

Pensi che la tecnologia del motocross sia troppo avanzata per il ciclista medio? Sì, certamente. Hai un tipo di forcella su una bici e qualcosa di completamente diverso su un'altra bici. Il cliente è abituato a regolare la propria forcella in un modo specifico. C'è anche l'iniezione di carburante e la maggior parte delle persone ha troppa paura di riprogrammare la propria bici. Ci costa tre volte di più correre rispetto ai giorni a due tempi. I quattro colpi hanno danneggiato lo sport in certi modi. Le persone non possono permettersi le biciclette come una volta.

Per saperne di più su ciò che Chad Watts sta succedendo e per vedere Watts Perfections, visitare www.chadwattsperfections.com.

Ti potrebbe piacere anche