JEFFERY HERLINGS INFERITO: FUORI PER MXGP DELL'INDONESIA

Jeffery Herlings MXGP_2023_R09 Teutschenthal Germania

JEFFERY HERLINGS INFERITO: FUORI PER MXGP DELL'INDONESIA

Comunicato stampa: Jeffrey Herlings della Red Bull KTM Factory Racing salterà i round dieci e undici dell'attuale campagna MXGP 2023 per consentire la guarigione di una vertebra C5 fratturata.

Il 28enne olandese è caduto mentre era in testa alla prima manche del Gran Premio di Germania a Teutschenthal. Herlings è riuscito a rimontare e completare gli ultimi giri della gara, segnando un punto per il 20° posto, ma ha sentito dolore e fastidio al collo. Una scansione iniziale in pista ha rivelato un C5 potenzialmente incrinato e una risonanza magnetica lunedì ha confermato l'infortunio.
Jeffery Herlings Jorge Prado MXGP_2023_R09 Teutschenthal Germania
Jeffery è arrivato al Round 9 della stagione MXGP a 15 punti da Jorge Prado (61). Sfortunatamente, dopo essere stato in testa a Gara 1, Jeffery è caduto e ha ottenuto solo il 20° posto, regalandogli un punto per il campionato. Ha lasciato il nono round indietro di 67 punti e ora salterà altre due gare. 
Herlings, che ha vinto quattro Gran Premi ed è salito sul podio MXGP sei volte con la KTM 450 SX-F in questa stagione mentre era in lizza per il sesto titolo mondiale, fortunatamente non ha bisogno di un intervento chirurgico per riparare la frattura ma dovrà riposare e recuperare. La convalescenza significa che salterà i Gran Premi di Sumbawa e Lombok alla fine del mese e all'inizio di luglio.
La Red Bull KTM Factory Racing spera in un rapido ritorno alla piena forma fisica per la loro stella e si concentrerà completamente sul loro programma MX2 con Andrea Adamo che detiene la tabella rossa e Liam Everts ancora fresco dopo la sua prima vittoria in carriera in Germania.

Jeffery Herlings ferito

Jeffrey Herling: “È difficile trovare molte parole. In un certo senso riassume la mia carriera: otteniamo il record di vittorie ma poi subiamo un altro infortunio e un'altra battuta d'arresto. Non so ancora cosa sia realmente successo con l'incidente perché fino a quel momento avevo usato bene quella traiettoria in moto. In seguito il mio collo non si sentiva bene. Ho provato a finire e prendere i punti che potevo, ma ormai conosco molto bene il mio corpo e sentivo che qualcosa non andava. Quindi, ci mancheranno almeno altri due GP, ma sono contento di non aver bisogno di un intervento chirurgico e spero di tornare con la mia squadra e correre di nuovo il prima possibile. Grazie, come sempre, alla Red Bull KTM e a tutti i ragazzi che sono stati al mio fianco e per tutti i messaggi di supporto”.
Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.