I RICORDI DI JODY DI MITCH! LA STORIA, UOMINI E MACCHINE

Di Jody Weisel

Per i fan casuali del motocross, Pro Circuit può sembrare il bullo del cortile della scuola, una mega-potenza che esercita la sua forza a volontà e un classico caso della fabbrica "haves" sui "non abbienti" privati. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Potrebbero anche essere la squadra più vincente nello sport ... e anche quando hanno delle cattive stagioni, come durante la stagione Supercross 2015, di solito è solo perché i loro piloti si sono fatti male, ma invece di una potenza aziendale, sono davvero una squadra di bootstrap che ha funzionato salendo dal nulla alla cima del mucchio. Il loro successo dovrebbe essere celebrato da ogni pilota privato in difficoltà, squadra di partenza o negozio di corse.

Prima che Pro Circuit fosse un nome familiare, questi erano i topi del negozio dal 1979. (Da sinistra a destra) Bill Keefe, Lance Sallis, Steve Wiseman, Jody Weisel, Mitch Payton (con CR il cocker spaniel), Mike Monaghan (nel raro T-shirt PCP) e Steve Ballmer. La foto è stata scattata da un giovanissimo Adam Duckworth.

Quando ho incontrato Mitch Payton per la prima volta 40 anni fa, era appena uscito dalla riabilitazione da un paralizzante incidente di corsa nel deserto. Era un bambino di 17 anni con un negozio Husqvarna (che si trovava in una vecchia lavanderia a gettoni ad Anaheim). Non aveva due penny da strofinare insieme, ma aveva la spinta per essere il migliore. Ho accettato di fare un MXA prova sulla prima moto da cross che aveva costruito. Era un Husqvarna CR1979 del 125. All'epoca, ero l'unica persona del settore motociclistico a sapere chi fosse Mitch Payton ... non ci volle molto prima che tutti lo conoscessero.


1979 Pro Circuit Husqvarna CR125.

Ho incontrato Mitch Payton nel solito modo. Ero a Saddleback Park a provare una Yamaha YZ1979G del 400 quando ho sentito una forte esplosione. Pensavo che fosse esplosa una bomba! Invece era il motore della Husqvarna CR125 di Mitch Payton. Non avevo mai sentito una bicicletta esplodere in quel modo, quindi ho attraversato i box per vedere cosa era successo. Questo è quando ho incontrato Mitch per la prima volta ... e quel giorno simboleggiava tutto ciò che è Mitch Payton oggi. Non poteva semplicemente prendere un anello in un porto o impadronirsi silenziosamente. Doveva avere schegge, fumo e articoli pirotecnici.


Mitch Payton 1981.

Mitch lo credeva Se valeva la pena fare la cosa giusta, valeva la pena fare la cosa sbagliata ... tante volte quanto ci voleva per farlo bene. Sono stato incuriosito dall'idea di un veloce Husqvarna 125. "Fast" e "Husqvarna 125" non appartenevano alla stessa frase ... e anche se questo aveva la durata di una falena zingara ... ho detto a Mitch che se mai avesse avuto di nuovo insieme, mi piacerebbe testarlo. Ma doveva promettermi che non mi avrebbe fatto esplodere nessuna delle mie appendici.

Qualche giorno dopo sono andato nel suo negozio ad Anaheim ... era in una vecchia lavanderia a gettoni e avevo un cast di personaggi che pensavano di essere in un film di Keystone Cops. Vedresti i giovani topi dei negozi attaccati alle sedie degli uffici nel parcheggio. Se avessi lasciato il tuo camion incustodito, avrebbero fatto scivolare i cavalletti sotto le ruote posteriori in modo da far girare le ruote quando hai provato a partire. E c'erano così tante lotte per il cibo, che era difficile trovare un ristorante ad Anaheim che non avesse la foto di Mitch sul muro. Era il migliore dei tempi.


Troy Lee è passato dai suoi giorni come pilota del Team Pro Circuit per diventare pittore, magnate dell'abbigliamento e proprietario della squadra.

Troy Lee sul circuito Pro Husqvarna a quattro tempi nel 1984.

Mi è piaciuto così tanto che sono rimasto per unirmi ai burloni allegri di Mitch. Dietro l'allegria, Mitch era il perfetto sintonizzatore del motore. Era incredibilmente curioso e, soprattutto, era disposto a spingere la busta. Non c'era nulla che non avrebbe provato - il fallimento era solo una parte del processo di apprendimento. Una volta nel negozio c'erano 32 tubi Kawasaki KX125 disposti sul pavimento. "Stai ripulendo il vecchio inventario", gli ho chiesto. "No, quelli sono i tubi che abbiamo già testato per la prossima stagione", ha detto. Era solo novembre.


Oggi, Bill Keefe (61) è il direttore generale di Troy Lee Designs e Mike Monaghan (102) sta ancora correndo a Glen Helen.

Mentre Pro Circuit cresceva, ho avuto molti colloqui lunghi con Mitch sul settore motociclistico. Gli ho detto delicatamente che non sarebbe mai diventato ricco producendo parti per Husky 125 - anche se tutte e 24 le persone che ne possedevano una acquistassero una pipa. L'ho convinto a smettere di stampare magliette con "Pro Circuit Products" trasformato nell'acronimo PCP. Ho suggerito che forse avrebbe dovuto realizzare prodotti per le bici più popolari. Ha detto che amava la sfida di rendere "le bici lente veloci" e che "le biciclette lente avevano bisogno di più aiuto". Gli ho detto che la gente non comprava bici lente e che avrebbe dovuto concentrarsi su come migliorare le bici buone, non quelle buone.


Jeff Jennings sulla copertina del primo catalogo Pro Circuit.

Lo stravagante cast di personaggi è rimasto fedele a Mitch mentre si trasferiva dalla lavanderia automatica a un nuovo edificio industriale in un negozio ancora più grande e infine al suo attuale Taj Mahal sulla 91 Freeway a Corona, California. Per la maggior parte era un affare di famiglia - e trascorro la maggior parte dei miei ringraziamenti durante gli anni '1980 a casa di Mitch con sua madre, suo padre e suo fratello Jimmy. (Mitch e io abbiamo visto così tante maratone di “Twilight Zone” che posso ancora fare i dialoghi dell'episodio “To Serve Man” a memoria).


Il defunto Danny "Magoo" Chandler ha corso per Mitch agli ABC-TV Superbikers.

In questo sport puoi ottenere un sacco di credito per aver fatto qualcosa di adeguatamente - semplicemente facendolo più e più volte. Hai bisogno di prove? Hai squadre da corsa che non hanno vinto un campionato da anni, ma assumono gli stessi piloti, meccanici e team manager e ottengono gli stessi vecchi risultati. Ci sono produttori che hanno vinto tutti i campionati, ma non potevano vendere una motocicletta se avessero attaccato un controllo dello stimolo del governo al manubrio. Hai dei team manager che hanno gestito male le loro squadre, assunto il personale sbagliato e si sono comportati come se le corse fossero il loro feudo personale, ma mantengono il loro lavoro mentre i talenti vanno altrove. Hai l'AMA, che ha venduto le proprietà da corsa più preziose del mondo perché non gli piaceva trascinare il loro nome nel fango ogni volta che i manager incompetenti che assumevano incasinato - e poi ... hanno venduto il nome AMA in modo che sarebbe la colpa per sempre. Hai un sacco di prostitute che ottengono credito per qualcosa, anche se non fanno nulla.

Quindi, in una direzione totalmente opposta, hai Mitch Payton, che preferirebbe far esplodere i motori alla ricerca dell'eccellenza piuttosto che costruire qualcosa che fosse semplicemente adeguato. Sapevo che il primo giorno che l'ho incontrato, il mondo lo sa ora.


Disegno originale della proposta di sponsorizzazione del Team Peak Honda.

Non è stato facile passare dalla riabilitazione della lesione spinale alla cima del mondo del motocross. Dopo l'infortunio di Mitch, ha acquistato un negozio Husqvarna fatiscente con l'aiuto di questi genitori, Norma e Jim. Mitch cambiò il nome del negozio in Anaheim Husqvarna e raccolse un gruppo eterogeneo di amici che includeva Steve Wiseman, Bones Bacon, Clark Jones, Steve Ballmer, Bill Keefe, Troy Lee e altri per passare il tempo lì. La prima cosa che Mitch ha fatto quando si è alzato di velocità è stata quella di formare una squadra di razza Husqvarna, originariamente con il pilota 125 Craig Dale, ma alla fine la squadra di Mitch avrebbe incluso Jeff Jennings, Tony DiStefano, David Gerig, Andy Jefferson, Mike Tripes, Doug Dubach, Tommy Croft, oltre a Troy Lee, Mike Monaghan, Bill Keefe, Ernie Becker, Jimmy Perry e altri. Negli ultimi 40 anni il ciclista di quasi sempre grandi nomi ha corso per Pro Circuit o con parti di Pro Circuit sulle loro moto da lavoro.


Oggi Doug Dubach possiede la sua compagnia di tubi di scarico - DR.D, ma in passato ha corso per Mitch.

La prima cosa che Mitch ha fatto quando si è alzato di velocità è stata quella di formare una squadra di razza Husqvarna, originariamente con il pilota 125 Craig Dale, ma alla fine la squadra di Mitch avrebbe incluso Jeff Jennings, Tony DiStefano, David Gerig, Andy Jefferson, Mike Tripes, Doug Dubach, Tommy Croft, oltre a Troy Lee, Mike Monaghan, Bill Keefe, Ernie Becker, Jimmy Perry e altri. Negli ultimi 33 anni il ciclista di quasi sempre grandi nomi ha corso per Pro Circuit o con parti di Pro Circuit sulle loro moto da lavoro.


Oggi, Bones Bacon è l'esperto di sospensioni di Pro Circuit.


Tony DiStefano ha corso Husqvarnas per Mitch.

All'inizio, quando stava ancora gestendo Anaheim Husqvarna, Mitch si espanse in una linea completa di tubi di scarico sotto il nome Pro Circuit. Il successo delle pipe Yamaha, Honda, Kawasaki e Suzuki di Mitch (aggiunte alla sua abilità con uno strumento di porting) lo hanno reso il punto di riferimento per gli aspiranti corsari AMA National e Supercross).


Mitch Payton, meccanico Buddy Morgan e Steve Lamson nel 1991.


Supercross Husky 250 CR di Andy Jefferson.

Oggi Andy Jefferson lavora presso Husqvarna North America.

Le pipe del Pro Circuit erano così richieste che i team della fabbrica iniziarono a guidarle sulle loro moto da lavoro e Mitch presto aggiunse Bob Hannah, Ricky Johnson, Jeff Ward e Jeff Stanton alla sua base di fan. Alla fine del 1990, Roger DeCoster del Team Honda chiamò e chiese se Mitch avrebbe guidato il team ufficiale 125 della Honda. Questo è stato un grande passo avanti per le squadre private. Ha costituito la base per il futuro di questo sport.


Steve Lamson.

Il Team Peak Honda ha firmato Jeremy McGrath, pilota senza pilota di Kawasaki, per la stagione 1991, con Jeremy McGrath, Steve Lamson, Jeromy Buehl e Brian Swink. Con le sue divise della squadra, le CR125 blu e bianche e le idee creative, il Team Peak ha vinto sia la 125 West con McGrath che la 125 East con Swink.


Mike Chamberlain.


Brian Swink.


Jimmy Gaddis.


Jeremy McGrath.

Pedro González.


Hai le pipe?


Jeromy Buehl.


Mickael Pichon.


Ryan Hughes.


Nick Wey (23), Scott Sheak (26) e Billy Payne (195).


Mike Brown.

Con ogni stagione, la Honda ridusse il suo sostegno al team di Mitch, anche se stava vincendo le gare per loro. Alla fine, Kawasaki fece a Mitch un'offerta che non poteva rifiutare. Mitch mise al tappeto il Team Peak Honda e iniziò il Team SplitFire Kawasaki (SplitFire apparteneva al Peak Antifreeze).


Ricky Carmichele.

Gli sforzi di Pro Circuit hanno generato una nuova generazione di squadre private, non ultima la Honda di Troia. I team di oggi, come Star Racing Yamaha, Rockstar Husqvarna, Geico Honda e Joe Gibbs Racing stanno seguendo le orme che Mitch Payton ha lasciato sulla sabbia.


Nathan Ramsey.


Il composto Pro Circuit sull'autostrada senza pedaggio 91.


Ben Townley.


Shae Bentley.

Il matrimonio tra Pro Circuit e Kawasaki ha prodotto il team di corsa di maggior successo nella storia del motocross. Pro Circuit ha vinto oltre 200 eventi AMA e 26 AMA Supercross e Campionati nazionali. In minima parte il successo appartiene alla messa a punto ispirata di Mitch e al suo forte interesse per il talento.


Ryan Villopoto.


Grant Langston.

Nemmeno Mitch Payton può nominare tutti i ciclisti che hanno gareggiato per le sue squadre dal 1979, ma tutti conoscono i punti salienti della carriera dei ragazzi che ha guidato o dei vecchi soldati che ha riabilitato. Il solo fatto di far parte del team Pro Circuit aumenta il gioco di ogni ciclista. I ciclisti impiegheranno meno soldi per correre per Pro Circuit perché credono che la qualità delle moto e lo sforzo del team le farà guadagnare di più nel lungo periodo rispetto a qualsiasi guadagno a breve termine.


Jake Weimer.


Christophe Pourcel.


La fabbrica di tubi di scarico di Pro Circuit a Corona, in California.


Tyla Rattray.


Blake Bagget.

Mitch con un altro asso nel deserto: Bob Rutten.

Mitch ha una reputazione leggendaria come team manager che non perderà tempo con i ciclisti che non sono seri. Se assume un cavaliere è perché vede qualcosa in loro. Mitch ha preso i cavalieri in difficoltà e li ha trasformati in vincitori (e spera di averli trasformati anche in persone migliori).


Dean Wilson.


Broc solletico.

Adam Cianciarulo 2019 Anaheim 2 Supercross qualifying-0902Adam Cianciarulo.

Austin Forkner_2019 Indianapolis Supercross-103Austin Forkner (24 anni).

Dean Wilson, Blake Baggett, Broc Tickle, Tyla Rattray, Josh Hansen, Justin Hill, Martin Davalos, Adam Cianciarulo, Arnaud Tonus, Joey Savatgy, Tyler Bowers e Chris Alldredge hanno cavalcato tutti per Mitch.


Jody e Mitch alla cerimonia della Hall of Fame dell'AMA 2010.

L'industria motociclistica ha mostrato il suo rispetto per Mitch Payton quando lo ha introdotto nella Hall of fame di AMA nel 2010. È stata una notte stellata a Las Vegas e tutti quelli che erano chiunque sono venuti fuori per onorare il più grande sintonizzatore, manager della squadra, mentore e proprietario della squadra dello sport.


Se desideri lo stile di vita del jet set di un proprietario di una squadra, devi sapere che Mitch pranza alla sua scrivania in modo che possa continuare a lavorare.

La famiglia Payton alle gare.

Quindi, la prossima volta che sentirai qualcuno dire come il Monster Energy Pro Circuit Kawasaki vince solo perché hanno tasche profonde, saprai che non è vero. Non hanno tasche profonde: hanno guadagnato loro un lavoro portuale alla volta. I team, i piloti e le macchine di Pro Circuit hanno vinto oltre 200 eventi AMA Supercross e National. E lo fecero alla vecchia maniera, risalendo da un uomo basso sul totem. Il successo di Pro Circuit non è l'oppressione dei non abbienti, è la prova positiva che il perdente può essere un vincitore se non si arrende mai.


Questo è il miglior sintonizzatore della storia del motocross: Mitch Payton.

 

Ti potrebbe piacere anche