LE BICI CHE NON HAI MAI VISTO PRIMA: LA MOTO VILLA A INIEZIONE DI CARBURANTE FV125 A DUE TEMPI

LE BICI CHE NON HAI MAI VISTO PRIMA: LA MOTO VILLA A INIEZIONE DI CARBURANTE FV125 A DUE TEMPI

Presentata originariamente al Salone di Milano nel 2018, la Moto Villa 125FV riemerge di tanto in tanto in onore di Francesco Villa (FV), scomparso nel 2020.

Moto Villa FV125 è sia una moto del passato che una bici del futuro. La "FV" sta per Francesco Villa, un famoso costruttore italiano con una lunga storia di realizzazioni. Francesco Villa ha iniziato a lavorare su macchine da corsa poco più che ventenne come meccanico in Ducati sotto la direzione di Fabio Taglioni, ma alla fine è stato reclutato per il suo talento da corsa per unirsi alla squadra di corse su strada Ducati. Nel 20 Francesco, che disegnava per Montesa, e suo fratello Walter decisero di costruire le proprie motociclette. Walter Villa vinse il Campionato mondiale 1968 su strada del 1975 e il Campionato mondiale 250cc e 1976 del 250 per Aermacchi / Harley-Davidson. I due fratelli erano icone italiane delle corse e Moto Villa vorrebbe produrre la FV350 in loro onore.

Se guardi il corpo farfallato, vedrai il raccordo a T dell'ugello EFI inclinato verso il cilindro.

Oltre ai quattro titoli mondiali, Walter ha vinto otto campionati italiani. Dopo essersi ritirato alla fine della stagione 1980, Villa divenne un attore chiave nello storico circuito automobilistico del Grand Prix. Walter è morto all'età di 58 anni a causa di un infarto nel 2002. Francesco ha mantenuto viva l'eredità della famiglia con una serie di biciclette da corsa speciali, ma nel 2012 ha venduto Moto Villa alla famiglia Bivio. Nel 2019 Francesco ha aperto un museo motociclistico permanente dedicato alla storia di Moto Villa. Tuttavia, due mesi dopo, nel febbraio 2020, Francesco Villa morì all'età di 87 anni.

Le ruote dell'FV125 provengono da ruote X2R Rock. Nota che non ci sono nippli dei raggi sulle ruote.

Il nuovo o nuovissimo motore Moto Villa FV125 ha un alesaggio di 54 mm e una corsa di 54.4 mm, cambio a sei velocità, valvola di alimentazione pneumatica, iniezione elettronica di carburante e ECU programmabile. Secondo i rapporti, il motore è stato testato in panchina sin dalla sua introduzione originale per mettere a punto il sistema di iniezione del carburante, ma un motore funzionante è stato finalmente messo un telaio cromolitico per le prove sul campo reali.

Il telaio a spina dorsale "simile alla fabbrica" ​​è rifinito con un serbatoio del gas in alluminio e airbox. I componenti includono forcelle Kayaba da 48 m, ammortizzatore Ohlins TTX Flow, dischi Braking Wave da 270 mm / 240 mm, pinze freno e cilindri principali Brembo e ruote Rock X2R (allacciate con raggi senza nipple).

L'FV125 non è nuovo. È stato presentato al Salone di Milano del 2018 ed è stato riferito che vedrebbe una produzione limitata. Sarebbe bello se lo fosse, ma non è la storia di prototipi italiani unici. È seduto al negozio di corse di Moto Villa dal suo debutto alla fiera di Milano nel 2018, ma forse, forse solo ...

BLASTS DAL PASSATO DI MOTO VILLA

Questa Moto Villa 1983MCA del 250 ha un aspetto Honda davvero funzionante.

La Moto Villa 1984MCA del 495 fu pilotata da Tony Elias. No, non il corridore della MotoGP e MotoAmerica Toni Elias, ma suo padre Toni, Sr.

 

Ti potrebbe piacere anche