MOTO CHE NON HAI MAI VISTO PRIMA: IZH K-16 350 CROSS DI PRODUZIONE RUSSA

Questo è un K-1986 del 16 molto tardo.

Izh (Izhstalzavod) è un marchio di motociclette russo fondato nella città di Izhevsk nel 1929. Non è stato il primo tentativo di costruire una motocicletta di fabbricazione russa. Sarebbero stati i "Duchi" del 1914-1918 costruiti a Mosca e Riga, ma i Duchi non erano molto bravi, così nel 1929 una commissione di esperti sovietici del "Presidium del Consiglio supremo dell'economia nazionale dell'URSS" ordinò che l'armeria Izhmash fosse convertita in una grande fabbrica di motociclette.

Notare il kickstarter e la leva del cambio che condividono lo stesso layout dell'albero, ala CZ.

Izhevsk era considerato il luogo più adatto per un impianto di produzione di motociclette poiché c'era una gamma completa di produzione industriale in città, dalla fusione dell'acciaio alla fabbricazione di macchine utensili complesse, inoltre i lavoratori avevano le qualifiche necessarie e non c'erano difficoltà nel fornitura di materie prime. Sulla base di una fabbrica di fucili Kalashnikov situata in via Bazarnaya a Izhevsk, è stata approvata la costruzione dello stabilimento motociclistico sperimentale

Saltiamo i prossimi 55 anni di utilitarie moto da strada Izh per ottenere la Izh K-16 Cross. In produzione, in varie forme, dal 1973 al 1986, la Izh K-16 Cross era equipaggiata con un motore a due tempi IZH-PS 350cc, raffreddato ad aria. Alimentato da un carburatore Jikov da 36 mm, ha prodotto una potenza dichiarata di 36 cavalli. Un'accensione Motoplat assicurava una scintilla costante agli alti regimi.


Il motore poteva accettare carburatori da 32 mm e 36 mm, il che rappresentava lo strano avvio di aspirazione multi-pezzo.

Il telaio è simile nel design a un CZ 380, perché all'epoca era l'unica dirt bike prontamente disponibile in Russia da copiare. La forcella anteriore offriva 8 pollici di escursione, ma non era raro che le forcelle russe fossero sostituite da forcelle CZ. La sospensione posteriore utilizzava ammortizzatori idraulici a gas DeCarbon con serbatoi remoti.


Ci sono collezionisti Izh K-16, ma fuori dalla Russia le moto sono molto rare

Il design generale è stato mantenuto semplice e pesava 250 libbre (grazie a molte parti in acciaio e pochissimo alluminio). Purtroppo, la Izh K-16 Cross non era popolare in Russia, dove i motociclisti preferivano CZ e marchi giapponesi difficili da trovare. Sebbene ci fossero piani per esportare il K-16 nei paesi europei e forse negli Stati Uniti, pochi riuscirono ad attraversare l'oceano per essere visti in qualsiasi numero. Nel 1986 l'impianto è stato chiuso e il K-16 è stato dimenticato.

 

Ti potrebbe piacere anche