MXA RETRO TEST: CORRIAMO IL CIRCUITO PRO TITOLO VINCENTE DI RYAN VILLOPOTO 2007 VINCENTE KX250F

 

Nota del redattore: a volte abbiamo gli occhi appannati a pensare alle bici del passato che amavamo, così come a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti accompagniamo in un viaggio nella memoria con i test della bici che sono stati archiviati e ignorati negli archivi MXA. Ricordiamo un pezzo di storia della moto che è stato resuscitato. Ecco il nostro test del numero di giugno 2007 del pluripremiato Pro Circuit Kawasaki KX2007F di Ryan Villopoto del 250.

La bici che Ryan Villopoto ha conquistato il titolo di AMA 2007F West Supercross 250 in questa stagione non era un design Johnny-Come-Lately; è stato concepito molto tempo fa. Più precisamente, è stato il risultato finale di un progetto di sviluppo a lungo termine avviato alla fine della serie AMA National del 2003. Sebbene il team di Pro Circuit fosse stato tra i più fedeli difensori della 125 a due tempi, non risparmiarono alcuna spesa nello sviluppo della KX250F quando fu introdotta nel 2004. Ciò che hanno imparato nell'inverno del 2003, si sono applicati al titolo biciclette vincenti di James Stewart, Ivan Tedesco e Grant Langston nelle prossime tre stagioni.

Quando Ryan Villopoto, il successore scelto da Pro Circuit, era pronto a far parte del team, la Kawasaki KX250F di Pro Circuit era praticamente imbattibile. Va da sé che la squadra di Payton, Villopoto e KX250F è stata letale per la competizione. I risultati non mentono. Anche all'inizio della sua carriera professionale, Ryan Villopoto ha già issato la targa AMA 250F National Championship. E il suo campionato più recente è arrivato quest'anno nella classe AMA 250 West Supercross. Villopoto ha sconfitto i suoi nemici così a fondo che ha concluso il titolo con una gara rimasta nella serie.

NON È NECESSARIO ESSERE IL FANTASTICO KRESKIN PER IMMAGINARE COME È STATO EFFETTUATO LO STOCK KX MILL DOPO CHE IL CIRCUITO PRO SI FA FARE MASSAGGIANDO OGNI MILLIMETRO QUADRATO DEI LAVORI INTERNI DEI QUATTRO TEMPI.

La Kawasaki KX2007F del 250 di Ryan Villopoto non era solo un'opera d'arte, ma un progetto artistico specializzato costruito solo per lui

La 250F West si è rivelata imbarazzante per la competizione del Pro Circuit ma fantastica per MXA. Volevamo mettere le mani sulla KX250F vincitrice del campionato di Ryan Villopoto. Chi non vorrebbe avere l'opportunità di guidare una bici che è il culmine dello sforzo di un team che ha ottenuto 20 titoli AMA nel giro di 16 anni? Ora, il buon senso potrebbe dirti che fare leva sulla 250F più vincente nella storia del motocross dalle mani di uno dei team di gara più segreti di questo sport sarebbe praticamente impossibile. Ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Il MXA L'equipaggio distrutto ha detto casualmente che vorremmo andare in bici di Ryan e Mitch Payton ha detto: “Per me suona bene. Nomina l'ora e il luogo. Puoi fare quello che vuoi con esso. "

I MXA il personale è composto da motociclisti. Tutti a MXA gare: non solo i collaudatori ben pagati, ma i ragazzi del reparto pubblicità, laboratorio fotografico e officina. Martellano le tracce di SoCal alla ricerca della perfezione, trovandola raramente. Quindi, immagina cosa vuol dire avere effettivamente la possibilità di gettare una gamba sulla perfezione. Questa non è solo una moto qualsiasi. È il figlio dell'amore del programma di sviluppo più intenso (e costoso) nella storia del motocross. È anche l'unica moto ad aver vinto il Campionato Nazionale 250 da quando il mondo è andato tutto a quattro tempi, sempre. Sappiamo quanto saresti entusiasta di avere la possibilità di stare accanto alla bici da corsa di Ryan Villopoto, ma probabilmente annoieremo i nostri nipoti nel 2027 con storie del giorno in cui abbiamo guidato questa bici.

Il pacchetto complessivo del Pro Circuit KX250F di Ryan Villopoto è a dir poco impressionante. Mitch Payton ha avuto un ottimo punto di partenza con la Kawasaki KX2007F del 250. Giustamente guadagnato MXAl'ambito premio 250F of the Year. Nel rivestimento di serie, la KX250F ha un motore potente, un'ergonomia decente e sospensioni efficaci. Non devi essere l'incredibile Kreskin per immaginare quanto sia rinforzato il mulino di serie KX dopo che Pro Circuit ha finito di massaggiare ogni millimetro quadrato dei meccanismi interni del quattro tempi. In effetti, l'80% della bici di Ryan Villopoto è stata prodotta, modificata o riconfigurata nel negozio di corse Pro Circuit. Nemmeno il telaio viene lasciato solo (viene rimosso, saldato e rinforzato prima che venga mai utilizzato).

IL SENSO COMUNE TI POTREBBE RACCONTARE CHE ESEGUIRE LA 250F PIÙ VINCENTE NELLA STORIA FUORI DALLE MANI DI UNA DELLA GARA PIÙ SEGRETA
LE SQUADRE DELLO SPORT VERRANNO VIRTUALMENTE IMPOSSIBILI. NIENTE
POTREBBE ESSERE ULTERIORI DALLA VERITÀ.

Nel 2007 Pro Circuit era disposto a vendere al consumatore la trasmissione delle opere della Ryan KX250F. Non hanno ottenuto abbastanza acquirenti a $ 4000 per ogni offerta di nuovo.

Mitch potrebbe utilizzare alcuni dei migliori fornitori del mondo delle corse per i suoi componenti, come le valvole JE Pistons e Del West, ma non compra dallo scaffale. Ha ogni parte che va nella bici da corsa di Ryan Villopoto riprogettata, testata e riprogettata di nuovo. Il successo di Pro Circuit è il risultato di un duro lavoro, un lavoro che inizia mesi prima che la bici raggiungesse la pista.

Mitch non è un uomo che si riposa sugli allori, o uno che sopravvaluta la propria conoscenza. Quando Pro Circuit ha fatto il grande balzo in avanti tra i picchiatori, Mitch ha cercato un aiuto competente. È arrivato sotto forma di un ingegnere di Toyota Racing & Development di nome Drino Miller (il cui nome molti potrebbero ricordare dai suoi exploit nelle gare di Baja). Il lavoro di Drino non è lavorare sui motori da corsa ma immaginarli. È il ragazzo di riferimento quando arriva il momento di spremere un altro decimo di cavallo dal motore. Ai bei vecchi tempi delle due tempi, il meccanico - in questo caso John Mitcheff - sarebbe stato l'unico responsabile della manutenzione, della manutenzione e del collaudo della bici da corsa. Non al Pro Circuit. John continua a farlo funzionare, ma insieme a Mitch e Drino, c'è una squadra di personale dietro la moto di Ryan Villopoto. Zach White è responsabile del programma di sviluppo KX10F. Il lavoro di Zach è testare ogni idea pazzesca, componente interno e nuova parte per vedere se è fattibile da eseguire (se non quest'anno, poi il prossimo). È affiancato da Bones Bacon, che si occupa di tutto il lavoro sulla sospensione dei lavori Showa di Ryan e sui collegamenti a tasso crescente.

Ryan usa la gobba del sedile durante le prove inizia allo stadio di Anaheim.

Una delle cose migliori del team di gara di Pro Circuit è che le cose che apprendono sotto Ryan Villopoto mettono a disposizione del pubblico. Pro Circuit è l'epitome di “Race on Sunday; vendere lunedì. " Le triple pinze di Ryan Villopoto, le pedane Ti, la tiranteria antiurto, la grafica, i blocchi degli assi, l'albero a camme, le valvole, il pistone, le leve lavorate a controllo numerico e le sospensioni Showa sono tutti disponibili da Pro Circuit.

Tuttavia, non tutto sulla bici di Villopoto è in vendita. Alcuni di questi sono di proprietà del team di gara (come la formula della Coca-Cola), e alcuni di questi sono semplicemente sintonizzati sui gusti personali di Ryan Villopoto (e probabilmente non funzionerebbero per gli uomini mortali). Innanzitutto lo scarico. È più corto di 4 pollici rispetto a un sistema Pro Circuit Ti-4 GP standard. Un occhio percettivo noterà tre punti di saldatura insoliti nel tubo di sterzo. Queste saldature indicano che diverse forme di cono sono state unite per creare un tubo di sterzo conico per modificare le caratteristiche di uscita dello scarico. Pro Circuit non vende questa pipa, perché è stata progettata solo per Supercross e non viene utilizzata sulla bici da esterno Villopoto.

Questo serbatoio di troppo pieno del radiatore in titanio aveva un tubo per incanalare il refrigerante di troppo pieno nel serbatoio e un altro per termosifonarlo nuovamente nel radiatore.

A parte lo scarico, c'è un serbatoio di raccolta del fluido nascosto dietro il radiatore destro. Lo scopo di questo dispositivo dall'aspetto spaziale è conservare il liquido in eccesso del radiatore quando la bici di Villopoto si surriscalda. Quando il motore si raffredda, i termosifoni del fluido ritornano nel radiatore. Quindi, la bici di Villopoto non perde il prezioso liquido del radiatore dopo una lunga moto.

La bici di Ryan ha rapporti di trasmissione diversi tra seconda e terza marcia. Il secondo è più lungo e più vicino al terzo, quindi Ryan non dovrà spostarsi più spesso. Sebbene il cambio sembri molto esotico, Pro Circuit lo ha offerto nel suo catalogo per diversi anni. Avevano pochissimi acquirenti al prezzo di $ 4000.

Possiamo attestare il fatto che il kit ultra-costoso
LA SOSPENSIONE FUNZIONA COME UN FASCINO.

I ciclisti professionisti possono essere i piloti più veloci in questo sport, ma quando si tratta di impostare la bici, non sempre calpestano il rettilineo e lo stretto. Il MXA l'equipaggio di prova ha cavalcato bici da lavoro che avevano ogni controllo, leva e parte delicata nel posto sbagliato. Queste strane configurazioni sono sbagliate a livello teorico ma adatte al ciclista. Prima di lanciare una gamba sulla bici di Ryan Villopoto, ci siamo chiesti dove sarebbe finita la sua configurazione nel grande schema delle cose, soprattutto considerando che usa quello che il suo meccanico Jon Mitcheff chiama adorabilmente "la gobba". Non siamo rimasti sorpresi di scoprire che il telaio ausiliario di Villopoto è stato tagliato di 3 mm e le sue pedane sollevate di 5 mm. Dopotutto, è solo 5 piedi-5. Tuttavia, siamo rimasti scioccati nello scoprire che Ryan ha scelto la curva 977 di Renthal per il suo manubrio. Abbiamo pensato che sarebbero stati troppo alti per la sua statura. Anche se ogni MXA le gambe del ciclista di prova si sono accartocciate sul telaio di Ryan, erano a loro agio con la curva e il posizionamento del manubrio. Villopoto fa scorrere le leve della frizione e del freno orizzontalmente a terra. Per quanto riguarda la sensazione del suo freno anteriore, gli piace squishy e vicino alla sua mano.

I piloti di test più alti hanno tutti commentato la gobba sul sedile. Ryan ha iniziato a usare la gobba alla prima gara Supercross della stagione 2007. Perché? Sentiva che la gobba era un costante promemoria della necessità di rimanere in avanti sulla bici. Ryan ammette che ha la tendenza a rimanere troppo lontano dalla parte posteriore e la gobba lo mantiene in una posizione migliore sulla pista, e in particolare sul cancello di partenza. La gobba è stata fastidiosa ma sorprendentemente efficace nel ricordarci di andare avanti.

Mitch Payton è orgoglioso di costruire motori con una potenza più che sufficiente per svolgere il lavoro. KX250F di Villopoto non è diverso. Correva come un gatto spaventato in una libbra di cane. L'estremità inferiore presentava una coppia torcente, ma non si è fermata qui. La bici del Pro Circuit è esplosa nel mezzo della powerband e ha cantato con una buona sintonia nella parte alta. Una volta capito che la powerband è stata progettata per essere strizzata, abbiamo lanciato cautela nel vento e abbiamo iniziato davvero a capire il vero potere della bici di Villopoto. In effetti, uno MXA il collaudatore scosse la testa mentre usciva dalla pista ripetendo le parole: "È come imbrogliare!"

Pro Circuit si affida alla sospensione A-Kit di Showa per Villopoto. Possiamo attestare che la sospensione del kit ultra costoso funziona come un fascino. Il collegamento Pro Circuit abbassa la parte posteriore della bici anche più del telaio ausiliario di Ryan. Inoltre, Villopoto fa scivolare le forcelle di 7 mm nei suoi morsetti tripli offset da 22 mm per abbassare la bici fino a terra. Il risultato finale è una bici che gira come su una rotaia.

Vogliamo la bici di Ryan Villopoto! E mentre è vero che la maggior parte è in vendita, è quel po 'di cura in più che va in una bici da lavoro che la rende così speciale. Fortunatamente, abbiamo un piano. Ci alleneremo duramente, cavalcheremo ancora di più e detronizzeremo Ryan Villopoto come campione Supercross del prossimo anno. Quindi, e solo allora, Mitch ci permetterà di tenere le nostre piccole mani sporche su questo gioiello.

 

Ti potrebbe piacere anche