MXA RETRO TEST: GUIDIAMO SCOTT SHEAK'S 2001 PLANO HONDA CR125

WA volte ci si annoia a pensare alle bici del passato che abbiamo amato, così come a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti accompagniamo in un viaggio nella memoria con i test della bici che sono stati archiviati e ignorati negli archivi MXA. Ricordiamo un pezzo di storia della moto che è stato resuscitato. Ecco il nostro test del Plano Honda CR2001 del 125 di Scott Sheak, eseguito 19 anni fa.

Quando Scott Sheak ha annunciato il suo ritorno negli Stati Uniti dopo un secondo anno interrotto sul circuito del Grand Prix, non siamo rimasti scioccati. L'Europa non è il posto più amichevole per un americano solitario. Con Mike Brown che torna a casa per contestare le 125 nazionali per il Team Pro Circuit e Jeff Dement in Texas per un infortunio, Scott è stato l'unico americano a combattere per il campionato del mondo 125.

Scott aveva intuito che la sua incursione europea nel 2001 sarebbe finita in modo brutto. Innanzitutto, la squadra italiana con cui aveva firmato non è riuscita a trovare i soldi promessi. Scott ha rifiutato di salire a bordo del volo transatlantico fino a quando la squadra non è stata all'altezza del suo impegno. Quando arrivarono i soldi, Scott aveva solo un mese per acclimatarsi. In secondo luogo, Scott afferma che il suo nuovo team era così disorganizzato che ogni volta che chiedeva di andare ai test, il team aveva un motivo per cui non potevano andare. Alla fine, Scott è stato costretto a correre un CR125 quasi a scatola. Sorprendentemente, è arrivato nella top 10 dei primi due GP e ha ottenuto il giro più veloce nelle qualifiche cronometrate al terzo turno in Australia. Alla fine, al quarto round della stagione 125 GP, Scott ne aveva avuto abbastanza.

Scott ha lasciato l'Europa per il terrore, ma non avrebbe potuto pianificare il suo ritorno americano in un momento peggiore. La stagione dei Supercross era quasi terminata e le liste nazionali AMA del 2001 erano già incastonate. Scott ha fatto alcune chiamate, ma nessuno aveva spazio per un altro pilota. Fortunatamente, Scott aveva un asso nella manica. Il suo vecchio meccanico Kenny Watson era ora il team manager di Plano Honda. Il pilota del Plano Travis Elliot aveva appena subito un grave infortunio al ginocchio e la squadra aveva un'apertura. Watson ha dato a Sheak l'accordo che sognava solo di tornare in Europa. Plano volava Scott per tutte le gare, gli permetteva di provare quanto gli piaceva e gli dava la migliore bici possibile. Il rovescio della medaglia? Nessuno stipendio ma grandi bonus.

La Plano Honda di Scott aveva un cilindro del 1999 con la trasmissione del 2002 aggiornata.

Guidare per Kenny Watson è come un ritorno a casa per Scott Sheak. Nel 1996, come coppia di piloti / meccanici, la coppia fu così impressionante che Scott si guadagnò un passaggio nella squadra Honda sponsorizzata dalla FMF nel 1997, che portò alla sua unica e unica 125 vittoria nazionale sul Monte Morris. Sebbene Scott Sheak non sia soddisfatto di ciò che gli è successo in Europa, si rende conto che gli ha dato una grande prospettiva su come far funzionare un CR2001 del 125. Ha lottato con uno stocker sul circuito GP e ora ha una mano libera per sviluppare la propria macchina a Plano. Plano Honda CR125 di Sheak ha poco o niente in comune con un CR125 di serie. Come parte del loro accordo con la Honda, Plano ottiene una flotta di biciclette e un'enorme dotazione di parti. Poiché i risultati del team sono migliorati, anche il supporto di Honda.

Scott gestiva un rotore anteriore sovradimensionato di frenata.

Non confondere Plano con lo sforzo di fabbrica 125 della Honda gestito da Factory Connection. Plano ottiene parti da Honda, ma per la maggior parte sono parti di ricambio di serie. Per far andare le bici, Plano deve riunire il supporto dei migliori fornitori di ricambi che possono trovare. Una volta che la Honda consegna i CR125 al negozio di corse Corona, con sede in California, Plano vengono demoliti sui telai. Ogni parte viene massaggiata per trasformare le calze in macchine da corsa di livello nazionale.

Lo sforzo di Plano Honda era separato dal team Honda di fabbrica e non ha ricevuto il supporto di fabbrica, sebbene le loro biciclette fossero veloci in fabbrica.

IL MOTORE: Plano Honda è seriamente impegnata nei test. Ogni pilota può scegliere la combinazione di tubo e cilindro. Il MXA la squadra di demolitori trascorse molto tempo con Scott mentre finalizzava le sue ambientazioni all'aperto. Sheak vuole che la sua bici inserisca tutte le marce per molto tempo. Per fare ciò, usa un tubo Pro Circuit che è principalmente a metà e su, innesta la sua moto con una combinazione 13/51 e ha la sua accensione programmata per un grave over-rev.

I componenti A-Kit Showa sono stati utilizzati sulla Plano Honda CR125.

Per un semplice mortale, questa combinazione significa che la prima marcia entra in gioco nella maggior parte degli angoli, mentre la frizione viene utilizzata da una marcia all'altra. Scott può trasportare la velocità da una transizione all'altra, ma abbiamo optato per aggiungere un dente al pignone posteriore, passare al tubo di torsione che Scott aveva rifiutato (con un tubo di sterzo più lungo di 3 mm) e arricchire il getto. Il volantino ad alto numero di giri di Sheak è perfetto per la sua 125 National speed, ma senza il suo talento, è una bici impegnativa da guidare. Con la nostra detuning (in realtà ricalibrando l'impostazione che Scott aveva usato la settimana prima), le cose si sono concentrate meglio.

Il cambio era alto con un 13/51 sulla bici di Scott. È stato progettato per portare Scott in terza marcia prima. Il cambio di serie CR125 è 13/52 e la maggior parte dei corridori preferisce un 13/53.

Plano Honda aveva un segreto del motore che si rifiutava di rivelarci, ma non era necessario. Il MXA la squadra di demolizione ha molto tempo CR125. Sappiamo come farli funzionare e abbiamo avuto la nostra migliore fortuna con i cilindri CR125 vecchio stile. Quando la fornitura di cilindri del 1995 si esaurì, tutti quelli che erano nel biz del CR125 passarono ai cilindri del 1999. Supponiamo che il segreto di Plano sia che Sheak monta un cilindro Honda del 1999 sulla sua moto accoppiato alla nuova trasmissione del 2002, che ha una prima marcia più alta.

Il tubo Pro Circuit è stato realizzato per aumentare la potenza di punta della Honda CR2001 del 125.
Scott Sheak ha utilizzato il manubrio Renthal TwinWall sui morsetti Pro Circuit.

LA SOSPENSIONE: La Honda CR125 di serie non utilizza componenti per sospensioni Showa come il fratello maggiore CR250. Viene con Kayaba. Per il corridore locale, le parti di Kayaba sono buone. Ma per i 125 cittadini, il bene non è abbastanza buono. Le piste ciclabili di Sheak funzionano con le unità Showa A-kit. Plano Honda ottiene questi componenti di sospensione in edizione limitata da Pro Circuit. Sono fantastici. Il MXA i testisti non dovevano toccare i clicker di Sheak. Erano perfetti. Sorprendentemente, Pro Circuit venderà le stesse sospensioni per lavori a chiunque abbia l'impasto. Il prezzo? Circa $ 4500 per la forcella e l'ammortizzatore, e non è possibile acquistarne uno senza l'altro.

I COMPONENTI: La sensazione di un CR125 di serie non è seconda a nessuno, ma le modifiche di Plano rendono la bici ancora migliore. Sheak passa i morsetti tripli Pro Circuit (necessari per le forcelle A-kit), le barre Renthal TwinWall, un posatoio della frizione a regolazione rapida Works Connection, i cavi Terminator Motion Pro, un rotore sovradimensionato Braking sul davanti e una frizione Hinson.

Per quanto riguarda le gomme, Plano ottiene le sue gomme direttamente dalla parte posteriore della semi Dunlop. La bici di Sheak è stata equipaggiata con una combo anteriore e posteriore 739 standard, ma la scelta della sneaker varia in base alle condizioni della pista.

A Sheak è piaciuto il posatoio della frizione a regolazione rapida di Works Connection.

DALLA SELLA

Se qualcuno pensa che Plano Honda e Scott Sheak non siano un vero affare, si sbagliano tristemente. Kenny Watson e il suo equipaggio svolgono un ottimo lavoro sulle moto e per la prima volta dopo anni, Scott Sheak è senza infortuni. È bello vedere un accoppiamento pilota / meccanico che funziona come una macchina ben oliata. Sperano in un ritorno ai risultati dei loro giorni di gloria. E hanno la bici per farlo.

 

Ti potrebbe piacere anche