MXA RETRO TEST: GUIDIAMO LA LUCAS / TLD 2011 DI COLE SEELY HONDA CRF250

Lucas Oil / TLD Honda CRF2011 del 250 di Cole Seely.

A volte ci si annebbia pensando alle bici del passato che abbiamo amato, così come a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti portiamo in un viaggio nella memoria con i test della bici che sono stati archiviati e ignorati negli archivi MXA. Ricordiamo un pezzo di storia del motociclismo che è stato resuscitato. Ecco il nostro test della Honda CRF2011 Lucas / TLD 250 di Cole Seely.

Qualsiasi uomo d'affari intelligente con metà cervello non finanzierebbe una squadra di corse di motocross professionale. Perché? Il ritorno sull'investimento è spesso nullo. Un famoso benefattore di una squadra privata ha descritto la sua stagione 2010 come "mettere tre milioni di dollari in un mucchio e dargli fuoco". Inevitabilmente, gli investitori di squadra finiscono per tirare fuori con l'amaro in bocca. Non c'è dubbio che finanziare e mantenere una squadra da corsa sia una proposta approssimativa. Eppure, ogni anno i nuovi imprenditori pongono il denaro per un colpo al ring di ottone (nota che abbiamo detto ottone, non oro). I nuovi papà dello zucchero sostituiscono i vecchi papà dello zucchero così velocemente che molti nell'industria motociclistica non si preoccupano nemmeno di imparare i nomi dei maghi della finanza. Per dirla senza mezzi termini, finanziare una squadra da corsa è nella migliore delle ipotesi un'evasione fiscale, un giocattolo per ricchi o un modo per far fare un giro a Junior. Mettere in campo una squadra da corsa è un'impresa affonda o nuota e molte squadre affondano entro tre anni.

Possiamo capire appieno perché Pro Circuit ha una squadra da corsa. Producono parti di motociclette, motori saltati, sospensioni funzionanti e sistemi di scarico di fascia alta. La loro squadra di corse è un'estensione del loro business hop-up. Ma Troy Lee fa i vestiti. Non ha bisogno di una squadra da corsa più di quanto Thor, O'Neal, Fox, Answer, One Industries o Fly abbiano bisogno di una squadra da corsa. In effetti, nessuno di loro schiera squadre da corsa omonime. No! Pagano i corridori di altre squadre per indossare i loro vestiti o sponsorizzare le squadre di altri proprietari di squadre milionarie.

Troy Lee non è normale; da nessuna parte vicino a quello. Fa le cose diversamente. Così, nel 2008, il primo team Troy Lee Designs Honda è entrato nel Supercross con i piloti Justin Keeney, Chris Gosselaar e Gavin Gracyk.

Nelle sue prime due stagioni, il team si è concentrato sulla serie 250 West Supercross, ma si è espanso nelle 250 Nationals nel 2010. E, a differenza di tante squadre prima della sua, la squadra di Troy ha continuato a guadagnare forza e slancio nonostante le instabili condizioni economiche americane . Troy ha reinvestito nel suo team ogni anno e, nel processo, ha guadagnato una legione di sponsor all'interno del settore, oltre che all'esterno. 

Il motore di Seely è stato costruito da Pro Circuit.

Con l'eccezione di Pro Circuit Kawasaki e Geico Honda, che sono finanziati in larga misura dalle fabbriche dietro di loro, il successo per i team di corsa finanziati privatamente è fugace. Anche le squadre finanziariamente solide, come Joe Gibbs, soffrono di problemi iniziali. Troy, come i suoi compatrioti che pagano il conto, voleva metterne fuori uno dal campo da baseball. Inizialmente, sperava che i suoi piloti si qualificassero. Poi, voleva che entrassero nella top 10. Alla fine, stava cercando un podio. Ma, nel profondo del cuore del suo pilota (Troy era, guarda caso, un membro del team Pro Circuit 25 anni fa), voleva una vittoria in gara. 

Il sogno di Troy è diventato realtà al Dodger Stadium. Quella notte, il pilota di Troy Lee Designs, Cole Seely, ha girato il main event e ha guidato filo a filo per catturare la prima vittoria in 250 Supercross del team. Era una notte monumentale, non solo per Troy ma anche per Cole Seely. Diversi anni prima della notte del suo più grande trionfo, Seely aveva meditato di lasciare lo sport. Sebbene ancora giovane, era esausto per le corse. Dopo essersi preso una pausa, Cole ha riscoperto il piacere di cavalcare. Da lì, il suo spirito competitivo è cresciuto. 

Ci sono due rivelazioni che MXA ha bisogno di fare. Innanzitutto, prima che Cole Seely si unisse al team di Troy Lee o anche al team Fun Center Suzuki, era il ragazzo che hai visto nel MXA foto di prova della bici che sbandano sui parapetti e lo sferzano sui salti. Abbiamo riconosciuto immediatamente il suo incommensurabile talento e siamo diventati non solo amici ma anche fan di Cole. Sapevamo che sarebbe andato lontano una volta che gli fosse stata data l'opportunità. Nel 2010, Troy Lee ha dato a Cole questa possibilità e Seely ha premiato la squadra con diversi podi. La sua vittoria nel 2011 al Los Angeles Supercross è stata la ciliegina sulla torta. 

La seconda rivelazione è quella MXA e Troy Lee risalgono ai bei vecchi tempi, molto prima che Troy dipingesse gli elmi o diventasse un magnate dell'abbigliamento. Troy, Jody e Mitch Payton vivono tutti nella stessa città e sono amici dagli anni '1970. Quindi, questo test è un doppio smacco! Siamo amici sia di Troy che di Cole. Per noi era logico testare la Honda CRF250 vincitrice di Troy Lee Designs Supercross di Cole Seely. 

PARLA DEL NEGOZIO: QUALI SONO STATI USATI?

Attraverso decenni di test praticamente di ogni bici pro rider, abbiamo imparato che c'è qualcosa di unico in ognuno di loro. Hai bisogno di esempi? La bici di James Stewart ha la sospensione anteriore più rigida di qualsiasi altra bici che abbiamo mai testato. Il setup della bici di Ricky Carmichael era completamente sbilanciato con un ammortizzatore morto, manubri low-rider e un powerband pipey. La leva della frizione di Mike LaRocco era selvaggiamente fuori controllo con la leva del freno. Fatto il MXA l'equipaggio del demolitore scopre stranezze uniche nel setup di Cole Seely? Ci puoi scommettere. 

Cole utilizza pinze triple con offset da 18 mm sul suo CRF250. Sì, avete letto bene. Questo cambiamento aumenta drasticamente la scia della bici. L'esperienza passata con i cambi di pista ha lasciato intendere che la Honda di Seely sarebbe stata molto pigra in curva, stabilizzata al centro e rilassata all'uscita della curva. Fondamentalmente, Cole ha scambiato il turn-in e l'uscita per una sensazione più confortevole al centro delle curve. Vale anche la pena ricordare che Seely ha fatto uscire le gare da 1/4 di pollice. 

Non siamo stati sorpresi di scoprire che Seely utilizza la sospensione Showa A-Kit. Questi sono i migliori componenti per sospensioni che i soldi di un privato possono comprare, e per una squadra delle dimensioni di Troy Lee Designs costa circa $ 60,000 equipaggiare tre motociclisti. Con Bones Bacon di Pro Circuit incaricato di regolare la sospensione, Seely è in buone mani; tuttavia, siamo rimasti scioccati nell'apprendere che Cole presta molta attenzione alla sua configurazione delle sospensioni. Mentre gli altri motociclisti non sono molto attenti alla manutenzione delle loro sospensioni, Cole potrebbe dirci quante ore erano sulle sue unità Showa A-Kit. Dopo cinque ore di guida, si accorge che l'olio inizia a decomporsi. Tende ad apprezzare di più la sospensione quando è veramente fresca, perché si sente più solida e ha meno tendenza a soffiare durante la corsa. Quindi, la sospensione di Cole viene ricostruita ogni XNUMX-XNUMX ore di guida. 

Cole ha utilizzato un rotore anteriore QTM sovradimensionato.

Il team di Lucas Oil / Troy Lee Designs ha uno stuolo di aziende che aiutano la causa. Fin dal suo inizio, il team ha ricevuto supporto da Pro Circuit. Mitch è un'altra persona che pensa che Troy dovrebbe sponsorizzare i piloti non una squadra, ma se il suo amico vuole andare a correre, vuole aiutarlo. Pro Circuit si prende cura delle pedane, dei blocchi dell'asse, del leveraggio dell'ammortizzatore, del sistema di scarico Ti-4R, dei collegamenti della testa, delle camme, del pistone ad alta compressione, delle valvole Ti, dei tubi del radiatore, delle staffe triple con offset di 18 mm, dei supporti della barra, del dispositivo holeshot, delle termostatiche , contaore e tubo acceleratore in alluminio. 

Inoltre, Bones Bacon di Pro Circuit fornisce tutto ciò che riguarda le sospensioni, inclusa la rivalutazione dell'ammortizzatore di sterzo HPSD. Invece dell'ammortizzatore che lavora in entrata e in uscita, smorza solo in uscita (in uscita di curva). Questo per evitare che l'avantreno si muova troppo velocemente. Praticamente tutte le parti Pro Circuit sono immediatamente disponibili, inclusa la barra di trazione a leveraggio più lungo. 

Altri sostenitori dell'aftermarket includono Hinson (frizione completa e tappi motore); Renthal (manubrio Twinwall con curvatura 999 e cambio Cole 13/49); ARC (leve ribaltabili, con leva della frizione che ha un rapporto di trazione di 29.5); LightSpeed ​​(protezione della cassa, forcella del freno anteriore, protezione della pinza posteriore, guida della catena e manicotto che tiene il transponder allo stelo sinistro della forcella); Cycra (plastica); DID (catena); ODI (impugnatura mezza waffle bianca); Excel (cerchi e raggi Dirt Star ST-X con nippli scanalati); Talon (mozzi in fibra di carbonio); QTM (rotore freno anteriore maggiorato); Moto Tassinari (sistema di aspirazione Air4orce, che il team utilizza dall'Unadilla National lo scorso anno); Hammerhead (cambio, leva freno posteriore e salva valigie); Twin Air (filtro aria); N-Style (grafica e coprisella); VP (MR Pro5 racing fuel); Iniezione (corpo farfallato sintonizzato); Boyesen (pompa dell'acqua); Zeta (supporto braccio frizione); Lucas Oil (oli e lubrificanti da corsa); e Mettec (kit completo di fissaggio in titanio).

Il team Lucas Oil / Troy Lee Designs Honda ha una lunga lista di sponsor esterni che non forniscono necessariamente componenti da corsa, ma invece offrono supporto attraverso vie promozionali. Questi sponsor includono Silly Brandz (accessori di moda con elastici), Adidas (scarpe), PPG (produzione), Wings For Life (fondazione per la ricerca sul midollo spinale), Skullcandy (cuffie), Epic (videocamere d'azione), Mattel (prodotti giocattolo) , Rossignol (attrezzatura tecnica da montagna), Selle Italia (selle per biciclette), Seaspan (charter di navi portacontainer), New Era (cappelli), Kasey Kahne (pilota NASCAR), McQueen Racing, (classici motociclistici), Primm MX (altri classici motociclistici) , Pacific Collision Center (riparazione veicoli) e BioLytical Laboratories (test HIV). Non c'è nessun altro team di corse ai box che si avvicini nemmeno ad avere  il numero di sponsor esterni del team Lucas Oil / Troy Lee Designs / Honda.

TEST RIDE: TIENITI AL CASCO

Questo non è stato il nostro primo rodeo su una bici Cole Seely. Dopo aver testato la moto 2009 Fun Center Suzuki RM-Z250 250 West Supercross di Cole Seely, sapevamo che era particolarmente attento alla sua configurazione della moto. Le sue aree più volubili sul TLD Honda CRF250 sono i manubri che sono 5 mm più avanti rispetto allo stock (grazie ai supporti della barra Pro Circuit), le leve della frizione e del freno che sono ruotate verso il basso dal parallelo al suolo e la sua scelta di pneumatici (il Troy Lee Il team di design riceve lavori in gomma Dunlop). 

Poiché Seely è un'ombra sotto i 6 piedi di altezza e 160 libbre, il suo telaio ausiliario, la schiuma del sedile e le pedane erano tutti nelle loro posizioni di serie. Il MXA i collaudatori si sono subito sentiti a proprio agio sul destriero di Cole. Grazie a una miriade di elementi di fissaggio Mettec in titanio estremamente leggeri, la bici Troy Lee Designs si è sentita più leggera di una CRF250 di serie; tuttavia, la durata non è andata fuori dalla finestra. Numerosi componenti in fibra di carbonio LightSpeed ​​proteggevano i carter motore, la pinza del freno posteriore e la catena.

Quando abbiamo testato l'RM-Z250 di Seely due anni fa, siamo rimasti entusiasti della sua configurazione delle sospensioni. Era abbastanza soffice da consentire al telaio Suzuki dalle curve strette di scolpire come uno sciatore in discesa. Negli anni trascorsi da quando abbiamo guidato quella bici, Cole ha preso velocità; e, a causa del suo nuovo stile di guida, le sue sospensioni sono più rigide. La sospensione Showa A-kit era solida ma ancora abbastanza progressiva da mantenere le ruote a contatto con il terreno attraverso il taglio (al contrario del salto). Se dovessimo valutare la rigidità della sospensione di Cole, diremmo che era sul lato gestibile della rigidità. Forse se testassimo un'altra bici Cole Seely tra altri due anni, la sospensione sarà ancora più rigida (ma mai rigida come quella di Bubba). 

Ammettiamo di aver avuto problemi a venire a patti con la maneggevolezza, che abbiamo attribuito alle sue staffe triple con offset di 18 mm. Possiamo capire i vantaggi di una maggiore scia negli angoli stretti della ciotola, dove la parte anteriore del CRF250 altrimenti sarebbe coltello e si tufferebbe, ma quello sembrava essere l'unico posto in cui questa configurazione funzionava bene. I collaudatori hanno impiegato diversi giri per capire che eravamo seduti troppo indietro in sella, costringendoci a girare con la ruota posteriore. Una volta che ci siamo mossi in avanti sulla sella, l'avantreno sembrava più piantato, ma le caratteristiche di svolta nelle curve piatte erano ancora un po 'vaghe. Calcoleremo l'eccentrico offset del triplo morsetto in modo che Seely sia anni luce più veloce di quanto lo siamo su una pista Supercross. Abbiamo imparato anni fa che guidare una bici Pro non rivela difetti nella sua configurazione preferita; invece, offre indizi su come quel pilota va veloce. 

Il motore Lucas Oil / Troy Lee Designs Honda CRF250 di Cole Seely ricordava un propulsore CRF250 di serie in quanto aveva un'ampia potenza ai medi regimi; tuttavia, ha spazzato via lo stocker in termini di esplosività di fascia bassa e potenza di fascia alta. Questo è un tipo di motore tuttofare. Può essere trascinato se necessario, ma brillava dalla gamma media alla fascia alta. Non siamo stati sorpresi di apprenderlo, perché sapevamo che a Seely piace mantenere la sua moto nella carne della fascia di potenza. Grazie all'ampiezza della banda di potenza, Cole è in grado di fare quasi tutte le sezioni di una pista Supercross in seconda o terza marcia (a parte le whoops, dove passa alla quarta). 

CONCLUSIONE: COSA PENSIAMO DAVVERO? 

Siamo rimasti colpiti da Cole Seely sin da quando era un fotografo per noi. Non solo ha un talento straordinario su una moto, ma è anche molto bravo a diagnosticare aree problematiche come tester. La sua Honda CRF250 Lucas Oil / Troy Lee Designs è un lavoro di squadra. Il risultato finale deriva dalla riuscita fusione di un pilota altamente qualificato, un proprietario di una squadra altamente motivato e il supporto di alcuni dei più potenti attori del mercato post-vendita del settore.

Se Troy avesse ascoltato i suoi vecchi amici, avrebbe potuto benissimo avere la sua attrezzatura da corsa sul gradino più alto del podio con un pilota di grandi nomi nella squadra di qualcun altro, ma ha vissuto il suo sogno di Frank Sinatra e ha fatto a modo suo. Deve stare bene.

Ti potrebbe piacere anche