MXA RETRO TEST: GUIDIAMO LA HONDA CR1992 PEAK DEL 125 DI JEREMY McGRATH

A volte ci vengono gli occhi confusi pensando alle bici del passato che abbiamo amato e a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti portiamo in un viaggio nella memoria con i test delle bici che sono stati archiviati e ignorati negli archivi MXA. Ricordiamo un pezzo di storia del motociclo che è stato resuscitato. Ecco il nostro test della Peak Honda CR1992 del 125 di Jeremy McGrath.

L'anno scorso i fan e la concorrenza hanno visto il Team Peak impennare le sue Honda bianche e blu nel cerchio del vincitore praticamente ad ogni evento 125 Supercross. Era evidente che non solo il team sponsorizzato dall'antigelo aveva i migliori piloti, ma aveva anche le moto più veloci. Armati di motori Pro Circuit e sospensioni ufficiali di HRC, i giovani re adolescenti della velocità sono stati elevati allo status di semidei entro la fine della stagione, tanto che Pro Circuit Racing ha iniziato a offrire al pubblico bici replica Peak (meno le parti funzionanti) al pubblico per un fantastico $ 6000. Nel giro di sei mesi, Pro Circuit è riuscita a vendere un sacco di CR125 blu. Ogni pista locale da Disneyland alla Statua della Libertà ospitava almeno una bici simile al Team Peak.

IN SEI MESI, PRO CIRCUIT ERA RIUSCITO A VENDERE PI DI LOTTI CR125 BLU. OGNI PISTA LOCALE DA DISNEYLAND ALLA STATUE OF LIBERTY È STATA CASA DI ALMENO UN PICCO DI SQUADRA BICI SIMILE.

Il consenso generale è che le Team Peak Honda CR125 devono essere unità di lavoro complete. Perché? Perché Honda fornisce alla squadra moto e componenti, ed è risaputo che il Team Honda non lesina sull'astuzia (a prescindere dal costo). Ma non è così. Almeno non quest'anno. È vero che l'anno scorso il Team Peak ha utilizzato i collegamenti dell'ammortizzatore HRC e le forcelle Showa '92 di pre-produzione (con alcune chicche all'interno), ma quest'anno il team ha optato per una configurazione completamente di serie. "La Honda si è offerta di fornirci alcune parti funzionanti anche quest'anno", ha dichiarato il Team Manager Mitch Payton, "ma dopo mesi di test, abbiamo deciso che le unità Showa di serie potevano funzionare meglio". Ovviamente, i test che il team ha fatto sui prototipi Showa dell'anno scorso hanno dato i suoi frutti.

In assetto di serie, si sapeva che i radiatori Honda perdevano. Per evitare un DNF, il Team Peak ha saldato tutto intorno al radiatore.

COME LO STOCK È STOCK?

Una bici completamente di serie significa che non c'è nulla sulla bici che non può essere acquistato dal ciclista medio. Per darti un'idea di quanto siano di serie le bici del Team Peak, il MXA Wrecking crew ha preso in prestito non solo il team Peak Honda CR125 del campione della West Coast Supercross della 125 Jeremy McGrath, ma anche la pista di prova personale di Honda, Hondaland, situata a Simi Valley, in California. Ecco uno sguardo alla 125 più vincente del Supercross da davanti a dietro.

pneumatici: Per la maggior parte delle piste, Jeremy preferisce utilizzare una Bridgestone M6l nella parte anteriore con una M48 o una 860 (pneumatico di prova del prototipo) nella parte posteriore. Su piste sabbiose, la preferenza di Jeremy è una M40 anteriore e una M39 posteriore.

ruote: I cerchi sono DID montati su mozzi di serie. Una ruota posteriore da 19 pollici è stata scelta rispetto alla Honda da 18 pollici di serie per fornire una superficie di contatto più ampia e una leggera riduzione del peso complessivo. Un asse posteriore in titanio levigato con precisione e anodizzato sostituisce l'unità di serie per risparmiare qualche grammo in più di peso non sospeso.

Freni: Il Team Peak utilizza gli stessi freni Nissin di serie della Honda CR92 del '125. La moto di Jeremy e il resto delle moto del Team Peak sono tra le poche moto ufficiali i cui freni sono totalmente di serie. Non vengono utilizzate nemmeno le pastiglie dei freni aftermarket.

Forchette: Le forcelle sono esterne Showa di serie, direttamente dai modelli da pavimento dello showroom. E perchè no? Il team Peak ha passato la maggior parte dello scorso anno a testare le pre-produzione del '92 per la Honda, e ovviamente erano contenti del loro sforzo. Bones Bacon di Pro Circuit modifica le forcelle di serie per adattarsi al peso e allo stile di ogni ciclista, ma le modifiche sono leggere e Pro Circuit ti farà le stesse forcelle che fanno Jeremy, se lo desideri. I due maggiori cambiamenti includono molle forcella da 0.40 kg/mm ​​e speciali valvole Supercross. Le forcelle di McGrath sono considerevolmente più rigide del normale a causa dell'impegnativo terreno del Supercross. L'olio per forcelle PC-01 viene utilizzato in tutte le bici Team Peak. Le piastre di fissaggio sono di serie (l'anno scorso il Team Peak ha utilizzato piastre di fissaggio con un offset diverso, ma la Honda ha cambiato le specifiche di produzione del '92 per duplicare ciò che il Team Peak ha usato l'anno scorso). Le forcelle hanno alette dell'asse anodizzate con i fori dell'asse levigati con precisione per consentire un montaggio rapido e semplice per l'asse anteriore. Il tappo della forcella è anodizzato duro per aiutare a prevenire l'affaticamento dei filetti durante il montaggio e lo smontaggio, che è un rituale settimanale.

Jeremy ha disputato molte gare sulla sua Peak CR125 con poche modifiche. Le uniche modifiche erano un tubo e un silenziatore Pro Circuit, un cilindro con porte e l'utilizzo del pistone a cupola del '91 di serie dell'anno precedente.

Shock: Dopo lunghe ore di test, Jeremy ha optato per un ammortizzatore Showa CR250 di produzione. La CR92 del '125 viene fornita di serie con un ammortizzatore Kayaba, ma il Team Peak ha un solido rapporto di lavoro con gli ingegneri Showa e ha ritenuto che l'ammortizzatore CR250 fosse più adatto alle esigenze della loro squadra. Gli interni dell'ammortizzatore sono stati completamente rivalutati per adattarsi allo stile di guida di Jeremy. Jeremy utilizza una molla ammortizzatore da 5.0 kg/mm, che è un grande passo avanti rispetto alla molla Kayaba da 3.65 kg/mm ​​di serie Honda, ma ricorda che le valvole sono piuttosto diverse sulla Showa. L'ammortizzatore è collegato ai collegamenti dell'ammortizzatore CR125 di serie e a un forcellone standard Honda CR125.

Carburatore: Un carburatore Keihin da 36 mm di serie fa il lavoro, insieme a tubi di sfiato progettati su misura. Uno speciale raccordo a T in alluminio guida i tubi di sfiato del carburatore sia su che giù per evitare che la bici si impantani nei grandi salti che si trovano nella maggior parte degli eventi di motocross negli stadi.  Lo sfiato del carburatore verso l'alto assicura che il carburante non possa bloccare il vapore o gorgogliare nel carburatore quando si atterra con forza. Pro Circuit renderà disponibile al pubblico lo speciale raccordo a T quest'anno. Il getto principale era un 162 e l'ago del 1468 era in seconda posizione. 

"HONDA SI E' OFFERTA DI FORNIRCI ALCUNE PARTI LAVORATIVE ANCHE QUEST'ANNO", HA DETTO IL TEAM MANAGER MITCH PAYTON, "MA DOPO MESI DI TEST, ABBIAMO DECISO CHE LE UNITÀ SHOWA DI SERIE POTREBBERO ESSERE FATTE PER FUNZIONARE MEGLIO".

Vite del minimo: Un trucco scoperto dal Team Peak è girare completamente la vite del regolatore dell'aria/del minimo fino a quando non tocca il fondo e poi tirarla indietro di un giro. Questo spegne uno dei circuiti del carburatore per fornire un getto migliore. Elimina anche il minimo, che la maggior parte dei professionisti non desidera o non ha bisogno.

Filtro dell'aria: Jeremy, insieme al resto del team, utilizza i filtri Twin Air per eventi sia interni che esterni.

Il telaio CR125 è stato rinforzato e sono stati aggiunti fazzoletti al supporto del collegamento dell'ammortizzatore. I piloti del Team Peak stavano deformando il tubo di sterzo a causa delle dure condizioni di gara.

Motore: Difficile credere che il motore montato all'interno della moto da corsa di Jeremy sia a disposizione del pubblico. Jeremy ha sparato alla maggior parte dei Supercross in questa stagione, il che di solito è un segno che c'è di più nel motore di quanto sembri. Dopo un'attenta ispezione, tuttavia, ammettiamo che il motore Pro Circuit è un'unità aftermarket legittima. Il porting del cilindro è stato completato secondo le specifiche Pro Circuit e, oltre al tubo e al silenziatore Pro Circuit, il motore stesso utilizzava parti di serie. Le guide delle valvole di potenza HPP sono state abbinate e rifinite per adattarsi al profilo di scarico, ma questa è la tariffa standard Pro Circuit su tutti i cilindri che portano. Mitch Payton ha ammesso che il Team Peak utilizza parti di accensione speciali che stanno attualmente testando per la serie outdoor, ma non gli importava di commentare cosa stessero testando esattamente.

Pro Circuit è passato avanti e indietro tra il pistone piatto del '92 e il pistone bombato del '91. Con il pistone del '91, Pro Circuit deve fresare la testata del '92 (o far funzionare una testata del '91). Prima che i motori siano ancora in funzione, le casse vengono divise e poste in superficie e abbinate alla base del cilindro per evitare perdite d'aria. Le bici Peak possono funzionare solo con carburante da gara (VP) perché stanno pompando una seria compressione.

Il cestello interno della frizione e l'asta di spinta sono stati modificati per aumentare la lubrificazione e tutte le cuciture sui radiatori Honda di serie sono state saldate in argento per evitare perdite e proteggerli ulteriormente dai danni. Peak utilizza anche una schiuma densa sotto il carburatore per evitare che colpisca le casse. Una candela Splitfire SF405C sostituisce la candela di serie.

La bici da corsa Peak/Pro Circuit è molto attenta allo stile. Il coprisella CEET blu personalizzato bicolore e l'elegante hardware in titanio attireranno sicuramente la tua attenzione.

Varie: Renthal fornisce i pignoni (McGrath gestisce quasi sempre un 12-51) e DID fornisce le catene. Jeremy utilizza una catena della serie 520 ERS. Bulloni in titanio e alluminio possono essere trovati da un'estremità all'altra. VP fornisce il gas da gara e Hondaline HP-2 è l'olio preferito dai piloti del team Peak (oltre a Bayle e Stanton). Le manopole Scott Hurricane sono montate sul prototipo del manubrio Renthal 960 bend.

Jeremy usa un sedile Ceet, così come un coprisedile blu e bianco progettato su misura, che viene cambiato dopo ogni gara. Jeremy è anche tra i pochi a preferire le pedane di serie; afferma che non può muoversi anche sui pioli più larghi. Una copertura dell'accensione in alluminio molto ingegnosa è stata fusa in sabbia appositamente per i piloti del Team Peak. Sostituisce le unità in plastica nera di serie e ha il cast "Pro Circuit". Le staffe della piastra paramotore sono state saldate a mano sul fondo del telaio Honda rigonfiato. I numeri N-Style sono attaccati ai pannelli laterali in plastica Acerbis blu scuro e alla targa. Tutto, dalle impugnature alle linee dei freni al controdado del contralbero, è cablato in sicurezza.

Per le gare nel fango, il Team Peak utilizza un cappuccio candela Kawasaki. I meccanici del Team Peak utilizzano anche il guidacatena dell'anno scorso. Ha manicotti in acciaio all'interno dei fori dei bulloni ed è in grado di resistere meglio ai colpi senza deformarsi.

LA COMPATIBILITÀ È STATA LA PRIMA COSA CHE ABBIAMO NOTATO QUANDO ABBIAMO GETTATO LA GAMBA SUL RAZZO BLU E BIANCO. 

La compatibilità è stata la prima cosa che abbiamo notato quando abbiamo lanciato la nostra gamba sul razzo blu e bianco. Non c'era niente fuori dall'ordinario da nessuna parte. Le barre erano piuttosto avanzate (che è l'attuale mania tra i piloti professionisti), ma dopo alcuni giri intorno alla pista di prova di Hondaland, ci siamo sentiti come a casa. Secondo il meccanico di Jeremy, Skip Norfolk, Jeremy non è troppo esigente riguardo ai dettagli della sua bici da corsa, ma è esigente riguardo alle sue prestazioni.

Com'è guidare? Questo è facile. È la Porsche Turbo Carrera della classe 125. Non solo ha giri più alti, più duri e più lunghi del CR125 di serie (che è una combinazione di tubo, porta e accensione), ma ha un fondo migliore rispetto allo stocker. Pro Circuit è riuscito a eliminare il punto morto nella gamma medio-bassa del motore CR125 di serie e farlo scatenare dal basso verso l'alto. La maggior parte dei concorrenti del team Peak crede che le bici siano urlanti ad alto numero di giri che sono difficili da guidare. Sembrano pensare che i ragazzi di Peak stiano semplicemente aspettando e pregando. Non così! Questo è un motore 125 tuttofare. Può grugnire di turno, esplodere attraverso un berm o far ululare i cani a tre isolati di distanza. È veloce ma sottile.

Il pilota medio potrebbe sfruttare appieno la Peak Honda di Jeremy McGrath? Sì. Senza dubbio, la fascia di potenza Peak rende la bici più facile da guidare rispetto alla Honda CR125 di serie. Il guadagno in potenza complessiva è il più grande vantaggio per un pilota principiante o intermedio. Diventando più forte prima, il Peak CR125 è in grado di eseguire transizioni a metà gas in cui il CR125 di serie vuole impantanarsi. Funziona in modo pulito in basso, e ciò rende la gamma media e la fascia alta ancora più efficaci. Ricorda, questa è la stessa moto che ha vinto i Supercross di Anaheim, Seattle e San Diego in rapida successione quest'anno. Lo ha fatto lanciandosi dal cancelletto di partenza e non voltandosi mai indietro. Le Honda di serie sono le 125 più veloci in pista, quindi immagina quanto è veloce la Honda più veloce del pianeta.

Il Team Peak ha passato molto tempo a cercare di trovare il perfetto equilibrio sul telaio CR125. L'anno scorso, Peak ha utilizzato le forcelle prototipo più lunghe, i collegamenti degli ammortizzatori speciali, i diversi morsetti tripli e gli ammortizzatori di varie lunghezze per ottenere i CR nervosi composti a loro piacimento. Fortunatamente per Peak, Honda ha adottato la maggior parte delle mod del Team Peak nella produzione del '92, quindi le moto si trovano in assetto di serie più o meno come le vuole Pro Circuit. Ovviamente, la configurazione delle sospensioni è sul lato rigido, il lato super rigido in realtà! Le urla dello stadio richiedono una sospensione che non ceda, e quando lo fa, la rinuncia a malincuore. Per le gare all'aperto, Peak esegue impostazioni di sospensione completamente diverse (sul lato più morbido di quello rigido ma non morbido). Per afferrare l'aria mega e balbettare con i bordi squadrati, il Team Peak CR125 è il più equilibrato possibile per qualsiasi bici. È fermo ma compiacente quando deve essere.

IL RISULTATO FINALE

Il Team Peak/Pro Circuit/AXO/Honda è il team sponsorizzato privatamente di maggior successo nella storia del motocross americano. A differenza delle precedenti moto di fabbrica, tuttavia, sulla CR125 di Jeremy McGrath c'è poco che non si possa acquistare immediatamente. Il motore, le sospensioni, la plastica, la grafica, i tubi, i getti e le ruote dentate sono tutti disponibili da Pro Circuit. Le uniche cose che non puoi comprare sono il prototipo del manubrio Renthal, i pneumatici di prova Bridgestone, l'accensione speciale e l'abilità di Jeremy McGrath. Se quell'ultimo oggetto fosse in vendita, probabilmente non avresti bisogno di una bici speciale.

SCHEDA TECNICA: INSIDE JEREMYS' PEAK CR125

SPECIFICHE DEL MOTORE:
porting: Pro Circuit
Tubo: Pro Circuit
Silenziatore: Pro Circuit
Carburatore: Stock CR
Ance: Di Serie
Spina: Splitfire SF 405C

SOSPENSIONE:
Forchette: Showa
Morsetti tripli: Di Serie
Shock: Showa
Collegamento: Di Serie
Asse: Rutenio

TELAIO:
Struttura: Di Serie
Mozzi: Di Serie
pneumatici: Bridgestone 61A/M48
cerchi: DID
Filtro dell'aria: Twin Air
Barre: Renthal 960
Peso: 198.7

Ti potrebbe piacere anche