MXA RETRO TEST: GUIDIAMO IL PRO CIRCUIT PRO VINCITORE MXDN DI RYAN VILLOPOTO 2007 KX250F

WA volte ci si annebbia pensando alle bici del passato che amavamo e a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti portiamo in un viaggio nella memoria con i test della bici che sono stati archiviati e ignorati negli archivi MXA. Ricordiamo un pezzo di storia del motociclismo che è stato resuscitato. Ecco il nostro test del Pro Circuit KX2007F di Ryan Villopoto vincitore dell'MXDN 250.

“Sono troppo veloci. Non è giusto. Sono troppo bravi. Bisogna fare qualcosa per quelle moto Pro Circuit ". Sorprendentemente, ci sono persone che credono che le Kawasaki KX250F che escono dal Pro Circuit di Corona, in California, il negozio di corse dovrebbero essere handicappate, bandite o costrette a correre nella classe 450. Sciocchezze! Qualcuno crede davvero che la Honda Motor Corporation abbia bisogno di regole protezionistiche per salvarla dalla potenza di un negozio di corse locale? 

MITCH SI È TRASFORMATO DA UN RACER NEL PIÙ GRANDE MOTOCROSS
SINTONIZZATORE NELLA STORIA DELLO SPORT. 

Pro Circuit ha ottenuto tutto il suo successo alla vecchia maniera; se lo sono guadagnato. Nato alla fine degli anni '70 come un minuscolo negozio Husqvarna (ospitato in un vecchio edificio di tintoria), Pro Circuit ha perseguito ostinatamente l'eccellenza per 30 anni. Non ci sono stati cambiamenti nella gestione, nessun anno di riposo, nessun indebolimento dello spirito e nessun compromesso in questi tre decenni. Pro Circuit non è una squadra da corsa "libretto degli assegni". Non c'è nessun sugar daddy dietro le quinte. È iniziato da zero. Pro Circuit è stata la squadra di corse più professionale sul circuito AMA dal 1991, quando ha letteralmente inventato il concetto di squadra (abbigliamento abbinato, caschi di squadra, marchio coerente e un leader).

Quando Mitch Payton ha avviato Pro Circuit, era un adolescente che correva nel deserto appena uscito dalla riabilitazione per un infortunio alla schiena che aveva messo fine alla sua carriera. Con l'aiuto dei suoi genitori operai, un piccolo gruppo di amici e l'ambizione di farcela nel mondo motociclistico, Mitch si è trasformato da pilota nel più grande preparatore di motocross nella storia di questo sport. 

La KX250F di Ryan Villopoto aveva tutto ciò che avresti voluto da una 250 a quattro tempi (anche se era un po 'angusta).

Pro Circuit non ha bisogno di conferme che sia la squadra più potente nel motocross, ma se lo facesse, le prestazioni dei Pro Circuit KX250F in questa stagione lo sarebbero. Non solo Ryan Villopoto e Ben Townley si sono impegnati in una guerra a due per il Campionato Nazionale 250, il team Pro Circuit di Villopoto, Townley, Metcalfe e Stroupe ha conquistato i podi nazionali e si è persino piazzato nel primo 1-2-3 in assoluto -4 sweep dei corridori di una singola squadra (Steel City National). 

Villopoto ha messo la ciliegina sulla torta quando è andato al Motocross des Nations 2007 ed è diventato il primo pilota di piccola cilindrata nella storia a vincere entrambe le classi 250/450 e 250 / Open complessive (il che significa che Ryan ha battuto non solo tutti gli altri Motociclisti 250F ma anche i grandi piloti mondiali e campionati nazionali di tutti i paesi del pianeta).

I MXA l'equipaggio del demolitore è riuscito a guidare la moto esatta con cui Ryan ha corso all'MXDN; aveva ancora la sporcizia di Budds Creek.

LE UNICHE PARTI DI LAVORO CHE IL PRO CIRCUIT TEAM PU OTTENERE DA KAWASAKI SONO
QUELLI CHE POSSONO ESSERE PRESTITI DAL KX450FS DI STEWART E FERRY. 

PARLA DEL NEGOZIO: CHE COSA È TUTTO? La moto di Ryan Villopoto è una macchina cyborg realizzata da un mix di parti di produzione, parti di lavoro del Team Kawasaki, parti da banco Pro Circuit e parti uniche dalle viscere della fiducia del cervello di Pro Circuit. La sintesi di tutte queste parti è fusa in una macchina meticolosamente preparata. 

QUALI PARTI SONO LE OPERE? In qualità di team di corse supportato da Kawasaki, Pro Circuit ha accesso a tutte le parti di lavoro della Kawasaki KX250F. Indovina un po? Non ce ne sono. Kawasaki lascia tutto lo sviluppo della sua KX250F a Mitch e ai ragazzi. Le uniche parti di lavoro che il team Pro Circuit può ottenere da Kawasaki sono quelle che possono essere prese in prestito dalle KX450F di Stewart e Ferry. Ciò significa che le parti funzionanti sulla KX250F di Ryan Villopoto sono limitate ai mozzi KHI (Kawasaki Heavy Industries), ai radiatori sovradimensionati, a una trasmissione a rapporti ravvicinati e alle pinze dei freni. Sorprendentemente, i mozzi delle opere non sono nemmeno fusi in magnesio; sono in alluminio. Inoltre, il cambio a rapporti ravvicinati, che ha la seconda marcia avvicinata alla terza, era una parte che Pro Circuit offriva in vendita al pubblico alcuni anni fa, ma non c'erano abbastanza acquirenti a $ 4000 ciascuno per ordinarli in quantità.

QUANTI PEZZI SONO PRODUTTIVI SUL KX250F di RYAN? L'elenco delle parti di produzione che Ryan utilizza è ancora più breve del suo elenco di parti di lavoro. Gli unici pezzi KX250F di serie che non vengono massaggiati sono realizzati in plastica. Ogni altro pezzo attira l'attenzione della squadra da corsa, sia che si tratti del sedile della gobba, dei cerchi di 2.15 di larghezza o del forcellone di una KX450F (è più lungo di 7 mm). 

Ci aspettavamo più parti funzionanti oltre alla pinza del freno e ai mozzi. La maggior parte degli inganni è coltivata in casa al Pro Circuit.

POTREBBE ACQUISTARE IL KX250F DI RYAN VILLOPOTO? Sì. Praticamente ogni parte della bici di Ryan può essere acquistata da Pro Circuit. E questo include le sue sospensioni Showa, valvole in titanio, staffe triple con offset da 22 mm, molle delle valvole, frizione, tiranteria crescente, sistema di scarico, coperture del motore, sedi delle valvole in berillio, barre, manopole, valvole delle sospensioni, trespolo della frizione, pompa dell'acqua e titanio assi / bulloni perno. Ma ci sono dei limiti. Mentre puoi acquistare lo stesso pistone, albero a camme e porting progettati da Pro Circuit, devi capire che le parti di Ryan Villopoto sono due o tre generazioni oltre le parti normali. È così che la bestia migliora: facendo testare al team di gara le nuove cose prima che vengano messe in vendita al pubblico.

Radiatore dell'olio Pro Circuit.

QUALI SONO GLI ELEMENTI PIÙ TRUCCHI DELLA BICICLETTA DI VILLOPOTO? Odiamo dire che tutto è un trucco, ma questa è la verità. Il telaio ausiliario di Ryan è tagliato di 3 mm. Le sue pedane sono rialzate di 5 mm. La sua marmitta viene testata ogni settimana prima della partenza per le gare. I suoi pneumatici sono Bridgestone funzionanti (dotati di mousse anteriori e posteriori). I suoi assi sono Ti. Le sue barre sono Renthal 998 (spostate indietro di 15 mm). Il suo KX250F è dotato di un radiatore dell'olio remoto (alimentato da una pompa interna). La sua frizione è un'unità Hinson completa (cestello, spingidisco e mozzo interno). Il suo guidacatena è realizzato da Lightspeed e il suo rotore del freno anteriore è di 270 mm. Se arrivasse il momento critico e dovessimo scegliere solo un pezzo di esotismo che si distingue come il più complicato, sceglieremmo la fascia alta del Pro Circuit. È come un gioiello.

TEST RIDE: APPENDERE E PREGARE Prima di dirti com'è guidare, vogliamo dirti che questa è la 250 a quattro tempi più veloce che abbiamo mai guidato (e abbiamo guidato tutti i motori da corsa precedenti di Pro Circuit, più le moto ufficiali della Honda, Suzuki, KTM e Yamaha). 

QUANTO È VELOCE? Se fossi bendato mentre sei sul KX250F di Ryan, giureresti di essere su un KX450F, non solo per la potenza, ma per il suono. Non c'è alcun ronzio leggero che esce dallo scarico Pro Circuit. Romba. Ruggisce. E ha un vibrato pesante che smentisce la sua cilindrata di 250 cc. Va notato che il silenziatore di Pro Circuit era di 96 dB a Budds Creek (ovviamente, era ai livelli di test del suono FIM a 5000 giri / min).

ERA ADETTATO IN ENTRAMBI, E QUESTO SIGNIFICA CHE I TEST RIDER MXA NON DEVONO SEMPRE GIOCARE A PISTOLA E CORSA. 

Immagina un motore da 250 cc che esce di curva come un 450, gira alla luna come un 250 e calcia come un mulo dell'esercito.

Com'è guidare? Come nessun altro KX250F su cui siamo mai stati. Quando viene guidato con rabbia, colpisce forte, tira forte e gira così lontano che non abbiamo sempre avuto il coraggio di strizzare il suo cuoricino. Niente sudore! Mitch Payton dice che in realtà gira meno dei suoi motori precedenti, ma che la potenza viene misurata in modo così coerente che i giri esistenti sembrano solo più lunghi. Immaginiamo che il limitatore di giri sia vicino a 13,700 giri / min. Sebbene abbia un successo impressionante, questo non è il più grande attributo del Pro Circuit KX250F. Il colpo è bello, ma non ne hai bisogno. MXA i collaudatori potevano azionare l'acceleratore e cavalcare un'onda di potenza che era quasi simile a un diesel da bassa a media. La potenza esce dal motore di Ryan Villopoto dal regime più basso fino a quando il vetro si rompe.

Potremmo trascinarlo in curva in terza posizione e guidarlo come una 450, oppure potremmo mettere giù il martello e vivere la vita nella corsia degli alti regimi. Era abile in entrambi, e questo significava che il MXA i collaudatori non dovevano sempre giocare a sparare e scappare. Avevamo soluzioni a farfalla per situazioni difficili. Non abbiamo dovuto aspettare per premere il grilletto. Il motore Pro Circuit può funzionare a un quarto, a metà o al massimo. Questa è un'arma potente da avere per una 250 a quattro tempi da gara completa.

COME ERANO LE ERGONOMIE? Il setup di Ryan non è progettato per nessuno nell'NBA. Caratterizzata da pedane molto alte, una sella molto bassa (con una gobba che è in avanti sul sedile), supporti della barra spostati indietro e leve a livello laser, questa bici è fatta su misura per Ryan. Se sei basso, è dolce. Se sei più di 5 piedi e 9, ti sentirai come se fossi il terzo ragazzo sul sedile posteriore di un Bug VW. 

COME ERA LA SOSPENSIONE DEI LAVORI? La sospensione di Ryan Villopoto è stata molto buona. MXA i collaudatori sono rimasti entusiasti delle sue forcelle Showa. Pensiamo che le forcelle di Ryan funzionerebbero per i motociclisti locali, in gran parte perché sono dotate di valvole per la sua bassa statura, il che le rende uno dei pochi set di forcelle da lavoro che funzionano a grandezza naturale MXA collaudatori. Il suo shock non era buono per la gente media. Richiedeva una modalità di attacco completa. Pro Circuit equipaggia la bici di Ryan con il suo leveraggio dell'ammortizzatore proprietario, che abbassa l'estremità posteriore di 1/2 pollice e aiuta a mantenerla più in alto nella corsa in compressione. MXA esegue questo collegamento sulle nostre bici di prova. Funziona. Ma, se combinato con il telaio ausiliario tagliato di Ryan, il risultato è una parte posteriore molto bassa (forse fino a 1 pollice in meno rispetto allo stock).

VERDETTO: COSA PENSIAMO? Sappiamo che Ryan Villopoto potrebbe vincere su una YZ250F, CRF250, 250SXF o RM-Z250, ma non sarebbe così facile. L'anno scorso MXA ha costruito un MaxPower KX315 che abbiamo dotato di sottotelaio tagliato di Ryan, tiranteria dell'ammortizzatore, staffe triple da 22 mm, albero a camme, porte e scarico. È stata una grande bici. Ma anche il motore da corsa completa da 315 cc non era neanche lontanamente veloce come il motore MXDN di Ryan.

Ti potrebbe piacere anche