MXA RETRO TEST: PROVA COMPLETA DELLA SUZUKI RM2004 DI MAKITA TOOLS 250

A volte abbiamo gli occhi confusi pensando alle bici del passato che abbiamo amato e a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti portiamo in un viaggio nella memoria con i test in bicicletta che sono stati archiviati e ignorati nei risultati MXA. Ricordiamo un pezzo di storia della moto che è stato resuscitato. Ecco il test che abbiamo fatto su Makita RM2004 con specifiche Replica del 250.

Rimuoviamolo immediatamente. Nel 2004 Makita non sponsorizzava un team di motocross (tuttavia sponsorizzava lo sforzo di Factory Suzuki a partire dal 2005), né produceva parti di motociclette. Makita USA è stata ed è tuttora un produttore leader di oltre 320 elettroutensili professionali di qualità industriale. Qual era l'interesse di Makita per il motocross? Hanno venduto e vendono ancora strumenti ai meccanici e uno dei metodi di marketing comprovati è quello di mettere i tuoi prodotti nelle mani di noti professionisti. Drag racing, auto Indy, NASCAR, barche a motore, aerei acrobatici e motocross sono sport motorizzati. Se un'azienda produttrice di utensili può ottenere un meccanico di alto profilo per utilizzare i suoi prodotti, il messaggio arriva al mercato del garage domestico quasi illimitato. Pertanto, ogni produttore di utensili ha un serio programma di gare.

 

2004 Suzuki RM250 Makita-4499

La differenza con Makita è che non abbiamo mai visto una motocicletta DeWalt, Craftsman, Cornwell o Husky. La Suzuki RM250 di Makita ha attirato la nostra attenzione. L'avremmo vista solo come un'altra bici promozionale, tranne per tre cose: (1) L'abbiamo visto correre settimanalmente. Quindi sapevamo che non era solo un soffio. (2) Avevamo familiarità con le aziende e i guru dell'hop-up che hanno dedicato tempo e impegno alla macchina. Erano ragazzi seri e questo ha reso la moto seria per noi. (3) Una Suzuki RM250 di serie è la massima espressione di un due tempi. È veloce, agile, preciso e leggero. Il motore ha una risposta dell'acceleratore eccezionale e una gamma media solida. E pensiamo che l'ammortizzatore posteriore sia l'ammortizzatore più performante in pista. Dovevamo chiederci come si sentirebbe una Suzuki RM250 full-race, full-mod e full-on. Pertanto, ci siamo organizzati per testare la Makita Suzuki completamente addobbata.

Non è necessario muoverti con il piede attorno al Makita RM250. Funzionava alla grande. Era più forte, più largo e più liscio di quello del 2004. La potenza si è accesa all'istante, facendo scattare l'RM all'attenzione. Mentre l'acceleratore veniva fatto rotolare attraverso il suo raggio di movimento, il potere trasudava il propulsore e continuava ad andare avanti. Dove l'RM250 di serie ha firmato dopo la gamma media, il motore di Makita ha tirato più forte nella parte alta.

2004 Suzuki RM250 Makita-4525Era un buon motore: veloce, veloce e scattante. È stato davvero un due tempi. Nessun ringhio, nessun rombo e nessuna zangola: solo un duro colpo, un rapido giro e una pioggia di terra. È stato più divertente di qualsiasi altro quattro tempi mai costruito.

CHE COSA AVEVA IL MOTORE?

Cambio: La bici era equipaggiata con un pignone Sunstar a 14 denti controsoffitto. Ha reso la seconda marcia molto utilizzabile e la terza molto alta. Lo scambio di un dente era l'equivalente di una caduta di 3-1 / 2 denti sul retro. Ci siamo adattati ad esso, ma probabilmente non saremmo andati a ingranaggi così alti.

Pistone: Il motore utilizzava un pistone mono-anello Yamaha YZ250 ultraleggero di Wiseco. Questo era lo stesso pistone utilizzato dal Team Yamaha durante la serie 2004 Supercross. Il numero di parte è 808M06640. Non essere scioccato dal fatto che l'RM250 avesse un pistone YZ250 al suo interno. L'RM è una copia molto ravvicinata di un motore Yamaha.

getto: Abbiamo usato un pilota 42.5, un ago principale 170 e uno più ricco (l'ago N3WK era di serie sull'RM2001 del 250).

Gabbia per ance: Una gabbia per ancia Moto Tassinari VForce è stata distanziata all'indietro dal distanziale per ancia da 5 mm su una Yamaha YZ2004 del 250 (sì, anche quella per le parti Yamaha). Se non riesci a giustificare l'inserimento di una parte Yamaha sul tuo RM, il distanziatore è disponibile anche da Cometic.

2004 Suzuki RM250 Makita-4515

Cestello frizione: A complemento del pistone Wiseco, la Makita RM250 aveva installato un cestino della frizione forgiato Wiseco, ma, nello spirito della distensione, utilizzava un mozzo interno Hinson, una piastra di pressione e un coperchio esterno.

Tubo: Bill's Pipe ha fornito l'attacco del tubo, del silenziatore e del cilindro. Era roba buona.

Carburante: La bici Makita gestiva un mix 50/50 di gas da corsa e gas per pompa, con Klotz R50 nel gas e Klotz Flexdrive30 per ingranaggi nel trans.

Accensione: Il nostro RM250 di prova è stato fornito con un potenziatore di scintilla iCat. L'equipaggio di demolizione MXA ha avuto fortuna con iCats sulla maggior parte delle moto (in particolare il CR125).

Il motore era eccezionale, ma importante quanto la buona potenza è la sensazione. Niente è diventato nitido, leggero o agile come un RM250. Questa è la versione a curvatura della maneggevolezza del motocross, con meno vibrazioni della testa rispetto al passato.

2004 Suzuki RM250 Makita-4525

Per ottenere una sensazione ancora migliore, la bici Makita aveva un set di morsetti tripli RG21.5 offset da 3 mm. La maggior parte dei ciclisti del test MXA ha ritenuto che il morsetto a quattro montanti RG3 fosse il miglior morsetto disponibile. È stato un vantaggio su qualsiasi bici. L'offset RM250 di serie per il 2004 era di 22.4 mm, che era inferiore a quello del 2003 e in gran parte responsabile dell'auricolare calmato. I morsetti tripli da 3 mm di RG21.5 erano parti non rifinite che RG3 non vendeva al pubblico, ma venivano utilizzate sulle moto del Team Suzuki.

La bici Makita aveva sospensioni MB1 su di essa. Mai sentito parlare di loro? Il MB sta per Mike Battista, che ha lavorato per Race Tech e American Showa R&D prima di staccarsi per avviare la propria azienda. A Showa, Mike ha regolato le sospensioni di Ricky Carmichael, Kevin Windham, Mike LaRocco ed Ernesto Fonseca.

L'obiettivo di MB1 per la forcella RM250 era quello di migliorare la morbidezza nei piccoli dossi, migliorando allo stesso tempo il controllo del fondo. Sono state utilizzate le molle della forcella di serie da 0.44 kg / mm, mentre le forcelle Showa da 47 mm hanno ottenuto un revalve completo (per un'azione più fluida e un maggiore controllo centrale). Anche la valvola di compressione è stata sostituita con un'azione più progressiva.

Le forcelle ci hanno turbato per le prime due gare, ma alla fine abbiamo trovato un'impostazione che ha eliminato la durezza a metà corsa senza far scendere le forcelle. Erano morbidi e forse un po 'morbidi, ma molto fluidi.

A ogni MXA il collaudatore è piaciuto l'ammortizzatore RM250 di serie, anche se la velocità della molla doveva essere aumentata per i ragazzi grandi. Anche l'ammortizzatore Showa da 50 mm di Suzuki ha ottenuto una rivalutazione MB1 e la molla dell'ammortizzatore 5.2 di serie è stata aggiornata a una molla dell'ammortizzatore in titanio da 5.3 kg / mm. Il tasso più rigido ha contribuito a mantenere lo shock più alto nel tasso in aumento, mentre la molla in titanio Renton abbassa il tuo conto bancario. La molla in titanio era il 50 percento più leggera della molla di produzione. Lo shock è stato molto buono fin dall'inizio.

È un peccato che Suzuki stesse costruendo la migliore moto da motocross a due tempi da 250 cc durante l'era della quattro tempi. Non stavano ottenendo né il credito né le vendite di biciclette che meritavano. Questa macchina era un sogno da guidare. Correre su un agile due tempi è come correre un quarto di cavallo (un quattro tempi è più simile a un Clydesdale). L'RM250 è stata la più agile di tutte e due le corse, e ogni parte della bici Makita è stata un miglioramento.

Oh, a proposito, l'equipaggio del demolitore MXA ha usato un driver a impatto Makita a batteria 12V (modello 6916DWDE) quando abbiamo lavorato sul nostro test RM250.

 

Ti potrebbe piacere anche