MXA TRIBUTE: MEMORIE DI MARTY E NANCY SMITH DI WARREN REID

Warren Reid aveva uno stretto rapporto con Marty Smith, non solo erano entrambi piloti Factory Honda, ma il patrigno di Warren, Jon R, era anche il meccanico di Marty.

DI WARREN REID 

I RICORDI DI MARTY E NANCY . DI WARREN REID

Cari Marty e Nancy, mi manchi. Ai tuoi amici manchi. Alla tua famiglia allargata manchi. Manchi allo sport del motocross. Soprattutto, ai tuoi figli e ai tuoi nipoti manchi terribilmente. È un buco di larghezza e profondità quasi insondabili. 

Te ne sei andato così tragicamente e all'improvviso, e insieme. È stata una telefonata di martedì mattina e mi ha cambiato, quasi all'istante. Amico, ha colpito così forte. Un pugno allo stomaco. Intorpidito. Perché? E i bambini e i nipoti? Andai in camera da letto e lo dissi a Cinda. Ha cambiato quasi tutti quelli che ho dovuto chiamare presto quel giorno che erano così vicini a entrambi. Dovevo dirlo a loro, non a nessun altro.

WARREN SU JON R E MARTY

In tre brevi anni di gare di motocross ai massimi livelli, "Jon R" Rosenstiel e Marty Smith hanno stipato una vita di intensità, successo, stress e gioia nella ricerca più appassionata dei Campionati Nazionali e Mondiali. Durante i loro tre anni insieme al Team Honda, "Jon R" sulle chiavi inglesi e Marty Smith sulle macchine rosso sangue del Team Honda, hanno costruito una straordinaria amicizia e hanno consolidato la direzione inarrestabile del motocross americano verso il dominio del mondo intero.

Per quanto riguarda la società mondiale di Honda, dal Giappone all'America all'Europa, quasi tutti i dipendenti conoscevano Marty e Jon R-san. La reputazione e l'immagine del marchio Honda sono state costruite su innovazione, entusiasmo, ingegneria meticolosa e, soprattutto, vittorie in gare. Jon R e Marty hanno esemplificato lo spirito dell'intera azienda, noto semplicemente come "The Honda Philosophy". 

Nancy e Marty: una coppia di innamorati.

LA CARA LETTERA DI WARREN MARTY E NANCY CONTINUA……

Ironia della sorte, più tardi quel giorno, Cinda e io abbiamo avuto un incontro con un consulente finanziario per la pensione mentre riflettevo su cosa fare con il mio pacchetto di pensionamento Honda dopo 30 anni di lavoro. La mia prospettiva su quando andare in pensione si stava ricalibrando nelle ore prima di quell'incontro.

La subitaneità della tua scomparsa ha scosso così tanti nei loro cari: vecchi amici, amici di famiglia, fan delle corse di Marty o amici di Nancy che non sapevano nulla delle corse di motocross. Siete stati entrambi un grande pezzo della nostra giovinezza e grandi modelli di come avere una relazione forte e lunga costruita attraverso l'amore e la dedizione reciproca e familiare.

La mia prima opportunità di condividere i miei pensieri su di te è arrivata alla gara della Marty Smith Memorial Cup ideata da Scott e Debbie Burnworth, un'altra famiglia di motocross dell'area di San Diego che voi due conoscete bene. Per questo motivo, ci siamo riuniti tutti per una gara di motocross speciale. La tua famiglia e molti dei tuoi amici più vecchi e più cari erano lì. Cinda e io abbiamo fatto un viaggio dalla Georgia. C'era così tanto a cui pensare su quel viaggio di 2000 miglia. Alle gare e dopo, ho avuto modo di parlare con molti dei piloti e dei fan di ciò che voi due avete significato per lo sport del motocross. Ho incluso i loro pensieri in questa lettera. Penso che ti piaceranno.

SCOTT E DEBBIE BURNWORTH SU MARTY E NANCY 

Debbie e io, volevamo che la gara della Marty Smith Memorial Cup fosse un tributo. Marty ed io eravamo intimi a causa del legame con San Diego. Volevamo che la gara mettesse in mostra Marty e la Honda CR125 che ha reso così famoso. Marty è stata la prima Rock Star di MX. A causa del COVID, non si era tenuto un vero e proprio memoriale. Volevamo che il nostro fosse caratterizzato da vecchi due tempi. 

Abbiamo fatto realizzare alcune maglie commemorative per ciascuno dei corridori della gara della Memorial Cup. Taco Minibikes ha donato una bicicletta commemorativa da mettere all'asta con tutti i proventi destinati alla famiglia. Ho parlato con il figlio di Marty, Tyler, per assicurarmi che fossero d'accordo con i nostri piani. Tutti e tre i ragazzi, Jillyin, Brooke e il figlio Tyler, si sono accampati con i loro figli, che hanno un'età compresa tra 1 e 18 anni. È stato bello che anche Tyler abbia guidato, ed è davvero un bravo pilota. Era importante farlo bene e ci siamo sforzati di renderlo bello e appropriato. Il momento clou è stato quando il volontario Paul Crozier ha suonato un'incredibile interpretazione di "Amazing Grace" con le cornamuse. Non c'era un occhio secco nel posto. La Marty Smith Memorial Cup sarà sicuramente un evento annuale al SoCal Vintage MX Classic.

Il mio primo ricordo di Marty risale a quando ero un bambino in minimoto. Ricordo di aver visto così vividamente MXAfoto del motocrosser di Marty Smith Bionic. Sapevo che era di San Diego e lo ammiravo per il luogo in cui vivevo. Anni dopo, ho conosciuto Marty nel mio anno da debuttante con il Team Suzuki, che è stato l'ultimo anno di Marty nel Team Suzuki. Lo vedevo spesso nelle piste locali mentre insegnava la tecnica del motocross. Era un ragazzo così carino.

Warren Reid ha corso questa replica quasi esatta della moto del campionato 1974 Smith 125 di Marty alla gara della Marty Smith Memorial Cup dell'anno scorso.

LA CARA LETTERA DI WARREN MARTY E NANCY CONTINUA…….

I tuoi figli e nipoti erano lì. Entrambi dovreste essere così, così orgogliosi. Il loro stampo è stato creato da te e la loro somiglianza con entrambi i tuoi spiriti è così inconfondibile. Hai fatto un ottimo lavoro. Entrambi sareste stati così felici di vedere centinaia di vostri amici, tutti in un posto, felici nei loro ricordi dell'influenza positiva che avete avuto sulle loro vite. Quell'influenza era multiforme, ma il denominatore comune per tutti c'era la dinastia del motocross Marty/Nancy. 

LA FIGLIA PI ANZIANA JILLYIN SULLA SUA MAMMA E PAPÀ

La Marty Smith Memorial Cup è stata la prima volta in campeggio senza i nostri genitori. È stato difficile, ma è stato così bello vedere l'amore che così tante persone avevano per loro. Siamo davvero felici per l'amore e l'apprezzamento che tutti hanno mostrato. Ha significato molto per noi. Ai nostri genitori era rimasta così tanta vita da vivere insieme ed erano più innamorati quando sono morti che mai. Hanno cresciuto i miei ragazzi. Ethan ora ha 16 anni e Payton ne ha 18. Si sono presi cura anche di mio padre e mia nonna negli ultimi sette anni prima della loro morte. Anche mio padre e mia nonna erano una parte così importante delle nostre vite.

Mia madre ha dato con tutto il suo cuore e mi piace che mio padre sia stato amato da lei. Ha detto che sposare mio padre era il suo "per sempre". Era tutto per la nostra famiglia. Rideva molto e amava molto e aveva più energia di chiunque altro io conosca. Era tutto buono in questo mondo. Ha reso tutto migliore e ti ha fatto sentire bene. Adoravano semplicemente fare "cose" insieme e finalmente erano in grado di farlo. Non so se un po' di tempo sarebbe stato sufficiente. Ci amavano così tanto, lo sapevamo e lo sentivamo. Siamo stati così fortunati ad avere i genitori che abbiamo avuto.  

Carlsbad è stata una parte enorme della mia infanzia. A Carlsbad giocavamo con le grandi gomme dei trattori che fiancheggiano i box. Andavamo in famiglia alle dune di Glamis, nuotavamo nel canale e giocavamo lì con altre famiglie. Abbiamo incontrato così tante persone fantastiche grazie alle corse. Tommy e Cindy Croft sono così vicini a me, così come i loro figli. Era una bella vita. Sono stato davvero fortunato ad essere cresciuto nel modo in cui i miei genitori mi hanno cresciuto.

MIDDLE DAUGHTER BROOKE SU MAMMA E PAPÀ

I primi due memoriali familiari sono stati cancellati a causa del COVID-19. Nessun funerale ancora. È prevista una celebrazione della vita, ma abbiamo deciso di aspettare di poter avere un vero servizio. Sono entrambi i loro funerali. Sono persone davvero fantastiche e hanno bisogno di un addio straordinario. Tutti si addolorano con noi a causa di quel tratto speciale che avevano di essere così accoglienti e non giudicanti. Sono più in soggezione di loro ora, anche più di quanto non lo sia mai stato. Erano qualcosa di speciale. Si sono presi cura dei miei nonni fino alla fine. So che sono ancora qui con noi. Voglio solo parlare con loro e fare loro domande. Erano così bravi con i nipoti. È così difficile a volte. Ma so che ci stanno sorridendo. Il calore irradiato da loro, più di due persone qualsiasi. Il mondo è più freddo. 

L'anno scorso, mamma e papà sono venuti a casa quando non eravamo in casa. Hanno sorpreso Joe e me con un giardino completamente curato e l'hanno decorato completamente, tutto pronto per i bambini a Pasqua. Erano finalmente "veramente" in pensione dopo che i miei nonni erano morti. Mamma e papà erano nel deserto da due settimane e avevano programmato di rimanerci una terza settimana quando furono uccisi. Siamo stati là fuori con i nostri bambini per alcuni giorni la prima settimana. 

LA MIA MAMMA E IL MIO PAPÀ HANNO SEMPRE DETTO: “SE INIZIA QUALCOSA, DEVI FINIRLA. DEVI DARE IL 100 PERCENTUALE,
E DEVI DIVERTIRTI A FARLO.”

Alla fine della sua carriera agonistica, Marty ha firmato un accordo molto redditizio per correre con una Cagiva 190 in eventi AMA selezionati.

IL FIGLIO PI GIOVANE TYLER SU SUA MAMMA E PAPÀ

Mia madre e mio padre dicevano sempre: "Se inizi qualcosa, devi finirla. Devi dare il 100% e devi divertirti a farlo”. Dio era importante per mamma e papà, ed entrambi gli erano vicini. Hanno creato una vita per Jillyin, Brooke e me che siamo diventati uguali.

Nostra figlia Kennedy ha 5 anni. I miei genitori hanno completamente incentrato la vita sui sette nipoti. Mia moglie Kayla ha saputo di quanto fosse importante e famoso mio padre dai social media solo dopo la morte dei miei genitori. Mio padre non se ne è mai vantato della sua vita da corsa, e lei semplicemente non l'ha mai saputo.

Papà era un pasticcere. Tutto era perfetto nel suo garage, nel suo cortile a casa loro. Era meticoloso. Alcuni dei miei ricordi più belli sono viaggiare con mio padre durante i campi estivi di motocross in giro per il paese. È stato fantastico visitare tutti gli altri posti in giro per il paese. Di solito avremmo circa 15 bambini. Cavalcavamo un sacco, lavoravamo su abilità che mio padre conosceva così bene, e poi tornavamo in hotel e stavamo insieme, giocavamo in piscina e andavamo a prendere la pizza in gruppo. I bambini che tornavano ogni anno erano sempre un'emozione. Sono tornati perché sono migliorati rispetto all'anno prima, e ci sono arrivati ​​con il sorriso. I genitori erano così contenti delle capacità prima e dopo dei loro figli. 

Marty al culmine dei suoi poteri il 522.

LA CARA LETTERA DI WARREN MARTY E NANCY CONTINUA…..

Conoscevamo tutti la tua storia, alcuni intimamente come amici intimi, altri come fan. Abbiamo visto l'ascesa meteorica di Marty da un ragazzo del posto, sconosciuto al di fuori della scena del motocross della California CMC degli anni '1970, fino a diventare un tre volte campione nazionale. La scena del motocross degli anni '1970 di SoCal di bambini iperattivi, competizione intensa, clima perfetto tutto l'anno, posti illimitati da guidare e migliaia di gare hanno rapidamente spinto l'America al dominio del mondo negli anni '1980. La scena del motocross ha spinto piloti e preparatori americani come Donnie Emler di FMF a dominare il mondo del motocross. 

Marty, tu eri al centro di quella crescita. In effetti, ogni campione nazionale AMA 125 negli anni '1970 e '1980 (eccetto i tre campionati dei primi anni '1980 di Mark Barnett) provenivano dal tuo campo di motocross della SoCal. Hai spianato la strada e influenzato i Campionati Nazionali 125 di Bob Hannah, Broc Glover, Johnny O'Mara, Jeff Ward, Ron Lechien, Micky Dymond, George Holland e Mike Kiedrowski.

BROC GLOVER SU MARTY SMITH

Quando ho iniziato a correre, ho preso una maglia rossa, bianca e blu e tute in pelle, ho dipinto il mio casco e ho provato a copiare Marty Smith. Ricordo di aver visto Marty su una Monark al South Bay Speedway e Carlsbad nel 1973 e poi su una Honda verso la fine dell'anno. Nato e cresciuto a San Diego, ho seguito Marty mentre passava da professionista locale a eroe nazionale. 

Era così facile parlare con Marty, come abbiamo imparato tutti noi ragazzi emergenti. L'ha preso dai suoi genitori Joan e Al. Joan era la mamma del pozzo per tutti. Quando Marty mi ha fatto un complimento, mi ha fatto sentire come se ce l'avessi fatta. Una volta sono andato a Saddleback per correre, e i ragazzi del Team Honda erano lì a fare foto per la stampa. Il meccanico di Marty, Jon R, che non mi conosceva da Adam, si offrì di farmi guidare una CR250 modificata in fabbrica che aveva costruito per Marty. Sono andato là fuori per una moto di 40 minuti. Ho continuato a registrare giri, aspettando che qualcuno mi salutasse, ma Jon R mi ha lasciato andare avanti. Ci è voluto un po' per abituarsi alle speciali leve "Marty Bend" che sono state modellate mettendo un manico a martello come fulcro tra l'impugnatura e la leva e usando un'estremità della scatola da 17 mm per piegare la leva verso l'interno per abbinare le dita tozze di Marty. Avanti veloce fino al 1981, e Jon R è diventato il mio meccanico Yamaha per i miei tre Campionati Nazionali 500. Jon R era anche il patrigno di Warren Reid ed era il meccanico della Honda Factory di Warren quando Warren ha corso i 125 Nationals. Jon R ha lavorato con Marty Tripes nel 1979 alla Honda e nel 1980 alla Yamaha. 

Durante i nostri giorni di "Factory Ride" di fine anni '1970, Marty e io ci esercitavamo molto insieme. Andavamo a Glamis Dunes insieme a sua madre e suo padre e ai nostri passeggini. Volevamo insieme da San Diego verso destinazioni ippodromi in tutto il paese. Condividevamo un'auto a noleggio e, dopo le gare, abbiamo fatto un'arte di andare dalla pista all'aeroporto di ritorno con l'auto a noleggio a tempo di record. 

Marty con il suo camion MXA Rider of the Year in un Superbowl pieno di Motocross.

Marty è arrivato alla ribalta nel momento perfetto. L'uscita della Honda Elsinore, la crescita della scena del motocross SoCal e la sua velocità lo hanno reso un idolo degli adolescenti nello sport. È stata la tempesta perfetta e ne ha fatto una superstar. Marty è stata la prima superstar americana del motocross. Ha alzato il tiro per noi mentre salivamo di grado.

La mattina del 28 aprile ho ricevuto la terribile notizia. Era intorpidito. Sembrava così irreale. Poi, d'altra parte, ogni volta che lavori in un settore come il nostro, vedi la tragedia. Non diventa più facile, anche se non è un modo accurato di dirlo. È così difficile perdere un caro amico che hai ammirato e conosciuto per 45 anni. Più siamo invecchiati, più sdolcinato è diventato il nostro rapporto riguardo all'amicizia, immagino che siamo cresciuti insieme. Forse fa parte dell'invecchiamento. Ripenso a lui che scherzava con me durante la mia prima grande gara allo Snake River Canyon nel 1974. I ricordi continuano a venire. 

DALLAS NYBLOD SULLA MARTY SMITH MEMORIAL CUP HONDA CR125

Broc e io abbiamo deciso di costruire una Honda CR125 in piena regola per Broc per correre agli eventi vintage. Era perfetto per la Marty Smith Memorial Cup. Abbiamo iniziato con una CR1974 del 125 abbastanza completa. Abbiamo ottenuto un cilindro con valvola lamellare realizzato da Superior Sleeve e Nikasil'd il foro in alluminio. Mitch Payton al Pro Circuit ha eseguito il porting del cilindro, abbinato il lavoro di testa e ha realizzato il primo tubo CR125 dell'era di Marty Smith. Abbiamo usato un Mikuni standard da 34 mm, una gabbia per ance V-Force e un'accensione HPI. Ho fabbricato un kickstart in alluminio; un pistone Vintco Products, frizione e cavi lo hanno completato.

Warren Reid sulla replica di Marty Smith alla gara del memoriale di Marty Smith. Warren desiderava molto scrivere questa storia in memoria del suo amico.

Abbiamo usato un telaio di serie con un forcellone costruito da KLP abbinato agli ammortizzatori Noleen Vintage Classic di Clark Jones. Abbiamo modificato il morsetto triplo inferiore e realizzato un morsetto superiore personalizzato per sostenere le forcelle CR250 a gamba dritta. Una base del sedile in plastica DC supportava un coprisedile e schiuma Seat Concepts. Dubya ha allacciato i cerchi Excel e, poiché Broc lavora per Dunlop, abbiamo usato pneumatici Dunlop. Renthal Barre e impugnature sostenevano leve e trespoli dell'ARC. Docwob ha fornito i dispositivi di fissaggio in titanio. Masic Industries ha applicato la finitura Cerakote al telaio e ad altre parti. La mia officina ha lavorato numerose parti, inclusa una copertura dell'accensione che si fonde in una copertura del contralbero personalizzata. Decal Works ha fornito varie grafiche. Quindi Norm Bigelow di Cal, noto genio del motocross vintage ed esperto CR125 dell'era di Marty Smith, ha aiutato con l'installazione e le impostazioni in pista.

Ero lì quando Marty stava appena iniziando. Entrambi abbiamo avuto il nostro inizio nella scena del motocross SoCal CMC. Siamo stati compagni di gara nel '73 e nel '74 quando è andato davvero forte con il Team Honda. Ci siamo separati da 35 anni. Dieci anni fa, ho sentito da Marty Tripes che c'era una scuola di motocross Marty Smith in arrivo in Texas, quindi sono andato e ho sorpreso Marty. A quel tempo, io e mia moglie Kui abbiamo avuto la fortuna di entrare in affari con Marty e Nancy con la squadra di corse Slayton Motocross. Poi Marty ed io abbiamo formato il nostro team, US Racing. Pensavo che il suo nome dovesse essere in primo piano, ma Marty ha insistito sul fatto che "US" fosse il miglior nome commerciale. Nancy era estremamente coinvolta nei processi decisionali della gestione del team. Era spesso lei a prendere le decisioni, ma a me e Marty ci sarebbe voluto un po' per tornare alla direzione ovvia in cui era già arrivata. Abbiamo gestito una buona squadra. Abbiamo pagato i nostri conti e, cosa più importante, abbiamo mantenuto intatta la nostra reputazione dopo che la squadra ha fatto il suo corso e la nostra amicizia è diventata più forte che mai. Mi mancano quei due, così tante persone lo fanno. Riguardavano la famiglia, la vita e gli amici. Saranno con noi per sempre.

TOMMY CROFT SU MARTY SMITH

Oh amico, mi mancano tanto lui e Nancy. Era così divertente e un così buon amico. Abbiamo scalato i ranghi insieme. Ha firmato con la Honda, ma poi un giorno in una gara locale della CMC ho battuto un gruppo di piloti ufficiali. Il giorno dopo ho ricevuto chiamate da Honda e Yamaha. Sono arrivato e ho incontrato prima la Yamaha. È andata bene, ma alla fine della riunione mi hanno detto che avrei dovuto tagliarmi la coda di cavallo. Quella notte, prima della mia visita programmata con il Team Honda, mia madre mi ha tagliato i capelli fino al punto in cui era legata la mia coda di cavallo. Ho ottenuto il lavoro in Honda ed ero entusiasta di essere compagno di squadra con il mio amico, Marty Smith. Abbiamo viaggiato insieme e alloggiato insieme alle corse. Siamo rimasti amici e le nostre famiglie erano vicine. Nostro nipote era sposato con la figlia di Marty, quindi c'è un legame familiare, oltre a un'amicizia di cinque decenni.

“HAI VENDUTO PI MOTO HONDA DI QUALSIASI ALTRO MOTOCROSS RACER NELLA STORIA. ERAVI IL TEAM HONDA. SEI DIVENTATO IL VOLTO DI HONDA. OGNI RIVENDITORE HONDA DEL PAESE HA AVUTO IL TUO MANIFESTO SULLE PROPRIE PARETE. OGNI BAMBINO VOLEVO ESSERE MARTY SMITH.”

Una foto classica di Marty (3) e dell'arcirivale Bob Hannah (6)

LA CARA LETTERA DI WARREN MARTY E NANCY CONTINUA……

Hai venduto più motociclette Honda di qualsiasi altro pilota di motocross nella storia. Eri il Team Honda. Sei diventato il volto della Honda. Ogni concessionario Honda del paese aveva il tuo poster sulle pareti. Ogni bambino voleva essere Marty Smith. Ogni corridore ha studiato le tue tecniche e i tuoi metodi, in particolare il tuo stile di salto aggressivo e la velocità impareggiabile in curva. Aspiravamo a diventare dei campioni e abbiamo comprato una Porsche Turbo a coda di balena. Praticamente ogni California 125 Pro degli anni '1970 ha corso contro di te una volta o l'altra a causa della tua connessione con la scena locale. Quel numero ammonta a centinaia, se non migliaia. Molti sono diventati tuoi amici intimi, e più tardi anche di Nancy. Abbiamo tutti una storia di corse di Marty Smith. 

Sebbene separati da un continente e da decenni dai nostri "Honda Days", abbiamo sempre gravitato l'uno verso l'altro ogni volta che le nostre strade si incrociavano in varie riunioni ed eventi Vintage MX. Il nostro legame tra corse e amicizia è così profondo ed è stato davvero unico nello sport. Il mio patrigno "Jon R" Rosenstiel è stato il tuo meccanico per i Campionati Nazionali 1974 del 1975 e 125, TransAms e la stagione del Gran Premio del Campionato Mondiale 1976 del 125. L'uomo che ha iniziato la mia carriera agonistica, il team manager Honda Dennis Blanton, ha scoperto te, Bruce McDougal e Chuck Bowers. Dennis è il ragazzo che ha presentato a mia madre il suo collega Honda "Jon R". 

Dopo che sei andato al Team Honda, mi hai preso sotto la tua ala protettiva mentre ero ancora un Intermedio. La Honda mi ha permesso di viaggiare con Jon R e il meccanico di Tommy Croft Merle Anderson nel camion del Team Honda durante l'estate del 1975 per correre la 125 Nationals. Mentre Jon R e tu eri in Europa per il tuo impegno nel Campionato del Mondo 125, ho viaggiato nelle ultime tre Nazionali con il tuo meccanico Honda statunitense e amico Dave Arnold. Ho beneficiato dell'accesso al livello di conoscenza tecnica di Jon R e Dave.

Sulla carta, non avevi un compagno di squadra agli AMA 1976 Nationals del 125, ma per quanto riguardava tutti, inclusi Dennis Blanton, Jon R, Dave Arnold e Don Emler, eravamo di fatto compagni di squadra. Gli altri due principali corsari Honda nel 1976, Steve Wise e Broc Glover, si adattavano a quel soprannome di "compagno di squadra Honda di fatto" per molte delle stesse ragioni, non ultima l'amicizia.

Per il 1977, siamo stati compagni di squadra ufficiali Honda e abbiamo continuato i nostri giorni del Team Honda per tutta la stagione 1979. È stato un vortice di corse, prove, funzioni stampa e apparizioni di concessionari. E quanto ci siamo divertiti a giocare a cavalcare senza un programma quando non dovevamo "lavorare". Quello è stato probabilmente il momento più produttivo di tutti.Marty e Kent Howerton si rilassano durante l'età d'oro del motocross americano.

LA CARA LETTERA DI WARREN MARTY E NANCY CONTINUA……

La gara della Marty Smith Memorial Cup non avrebbe potuto essere più speciale. Le riunioni estemporanee al raduno dei corridori e nei minuti che precedono la Marty Smith Memorial Cup nell'area di sosta dietro il cancello di partenza sono state sorprendenti. L'evento ha portato alla luce molti dei miei amici di motocross del liceo. Abbiamo tutti guidato le Honda nel passato, proprio come te. Abbiamo tutti corso in motocross e ci è piaciuto molto più di quanto amiamo la scuola, proprio come te. Siamo tutti legati allo sport e ai successi del tuo Team Honda, indipendentemente dalla direzione che le nostre vite avrebbero preso. Abbiamo ricordato quei momenti divertenti. Storie simili giocate durante i box e per tutto il giorno. Questa è stata una grande ragione per cui così tanti sono venuti in primo luogo. 

E il gioco è fatto; solo un frammento del profondo effetto che voi due avete avuto su di me, lo sport, la cultura del sud della California e milioni di appassionati di motocross in tutto il mondo. Hai dimostrato durante tutta la tua vita che eri e sei un'icona e un eroe meritevoli. 

Fino a quando ci incontriamo di nuovo,

Warren e Cinda Reid 

Ti potrebbe piacere anche