CHIEDI I MXPER: PERCHÉ C'È UN LIMITE DI PESO AMA?

JoelRobert
A volte lo tagliano un po 'vicino alle opere di Suzuki di Joel Robert.

Gentile MXA,
   Perché esiste un limite di peso nel motocross? Sembra che le bici di produzione diventerebbero più leggere se lasciassero i team di fabbrica costruire macchinari ultraleggeri?

Le regole, con disappunto di coloro che le scrivono, funzionano raramente quando la loro principale ragione di esistenza è l'ingegneria sociale. Le corse, che si tratti di automobili, biciclette, barche o aerei, risplendono delle regole sociali. Con l'ingegneria sociale non stiamo parlando di quale colore ti permetta di indossare (anche se per anni l'AMA aveva regole che richiedono pantaloni bianchi ai box e vietano le pelli nere solide) o un'azione affermativa all'AMA. No, le regole sociali sono quelle progettate per portare più uguaglianza tra i concorrenti (anche se non sono uguali). NASCAR è il più famoso per questo, danno 1/4 di diga d'aria e prendono 1/4 di spoiler per cercare di rendere uguali tutti i marchi in pista. Anche nelle corse dei cavalli, i fantini devono indossare pesi per garantire che ogni cavallo porti lo stesso carico.

Il motocross ha sperimentato le regole sociali per anni. Forse il più famoso di tutti i tentativi di uguaglianza era la regola reclamante. La regola di rivendicazione è stata scritta per impedire a un pilota, una squadra o un produttore di spendere troppo tempo, denaro o sforzi nella costruzione di una bici da battitore del mondo - perché se lo facessero, qualsiasi concorrente (nella stessa gara) potrebbe fissare $ 3500 e acquistare il bicicletta. È un concetto molto esoterico di uguaglianza: la convinzione che le bici rimarranno abbastanza uguali perché potrebbero cambiare le mani alla fine della giornata. È fantastico in teoria, ma la prima volta che un corsaro rivendicò una Honda CR250 di fabbrica (e se ne andò via con sé) tutte le fabbriche minacciarono di ritirarsi dalle corse. Sette giorni dopo che John Roeder rivendicò Marty Tripes 1978 Honda, la regola di rivendicazione non esisteva più. Non è una sorpresa che officiare senza spin faccia poco per incoraggiare l'uguaglianza.

Potresti pensare che il limite di peso sia stato stabilito per evitare che le bici di fabbrica siano così più leggere delle bici di produzione che sarebbe ingiusto per i corsari. Non vero. Bene, come una scusa è vero - ma non erano i corsari che stavano cercando di aiutare con i limiti di peso. Era qualcun altro. Ecco la vera storia.

Forse la migliore ingegneria sociale nel motocross è stata fatta nel 1973 per impedire a Suzuki di cacciare i produttori europei dallo sport. Poco tempo dopo essere entrato nel Grand Prix, Suzuki stava schierando 187 libbre da 250 e 202 libbre da 500 libbre che demolirono la competizione nelle mani di Joel Robert e Roger DeCoster. Dollari cubici, che i giapponesi avevano dal boom delle biciclette da strada dei primi anni '70, e Husqvarna, Maico, CZ, Bultaco e CCM non avevano (non facevano bici da strada), chiamavano i colpi. I produttori di euro si sono lamentati di non poter competere, quindi la FIM ha istituito la regola del peso. Invece di aspettare che le bici europee riducessero il loro peso, la FIM decise di aumentare il peso dei lavori di Suzuki.

A partire dal 1973, le bici da 250 cc dovevano pesare più di 198 libbre e le 500 potevano pesare non meno di 200 libbre. L'effetto è stato immediato. La Suzuki non ebbe il tempo di sviluppare biciclette completamente nuove per la stagione 1973, quindi versarono piombo fuso nei telai della RH250 di Robert e della RN370 di DeCoster per portarle al nuovo limite di peso. Joel Robert, sostenendo che il comando ha rovinato la gestione della sua Suzuki leggerissima, ha perso il campionato del mondo 250 (dopo averlo vinto per cinque anni consecutivi). Roger DeCoster è andato meglio, ha tagliato Willi Bauer montato su Maico per il terzo dei suoi cinque titoli mondiali. "Ha gravemente compromesso la maneggevolezza delle nostre biciclette", ha affermato DeCoster. “La bici era già stata costruita quando il limite di peso è sceso. La fabbrica non aveva altra scelta che aggiungere peso dove potevano. "

Quasi 42 anni dopo, il limite di peso è ancora in vigore (anche se il Team Honda e Ricky Johnson hanno schivato due volte la bilancia con bici che erano sottopeso senza incorrere in alcuna penalità). Secondo le regole AMA 2016, il peso minimo per il 2016 è: 125cc a due tempi 194 libbre; 250cc a due o quattro tempi 212 libbre; 450 a quattro tempi 220 libbre. Le biciclette possono essere pesate dopo una gara a discrezione dell'AMA. Per la pesatura, il serbatoio del gas deve essere vuoto (sebbene i radiatori possano essere pieni). La zavorra di qualsiasi tipo (come il piombo che Suzuki ha inserito nel 73) è illegale.

Va notato che, indipendentemente da come funzionano le bici leggere, le bici di produzione non hanno perso peso. In effetti, i pesi delle bici di produzione sono diminuiti solo dopo che l'AMA ha istituito la regola di produzione che vietava le bici da lavoro full-on. Perché le bici di produzione sono diventate più leggere dopo che le bici da lavoro sono state bandite? Poiché i team di fabbrica dovevano iniziare con una bici di produzione anziché con un foglio di carta bianco, le bici di produzione sono diventate più leggere per avvicinarsi al limite di peso.

Storicamente, gli unici campionati che potevano affermare di essere stati influenzati dai limiti di peso FIM / AMA erano quelli inaugurali nel 1973. Joel Robert avrebbe potuto essere un sette volte campione del mondo 250 ad eccezione dell'ingegneria sociale per salvare l'orgoglio del produttore europeo di motociclette. I limiti di peso hanno salvato i produttori europei? No. Tutti i principali giocatori dell'Euro dal 1973 sono fuori dal mercato oggi (salvo che per tre volte venduti Husqvarna).

 

SUBSCRIBEINTERNAL

 

Ti potrebbe piacere anche