RAPPORTO DI SETTIMANA DI AZIONE MOTOCROSS

SPOTLIGHT A DUE TEMPI: JAMES HICKS 2016 TC250

2016 TC250“Questo è il mio TC2016 del 250. Dopo diversi anni su quattro tempi, non avevo la stessa passione per la guida. Suppongo che mi mancasse la nostalgia di come era andare in bici a due tempi nei miei anni più giovani.

A 44 anni non avevo bisogno di una build radicale, quindi è principalmente di serie. Caleb Atkins ha eseguito una revisione / ricostruzione completa con set di ruote Tusk, un peso del volano, tutti i nuovi cuscinetti e ha rinfrescato il motore.

2016 TC250Uno degli aspetti più singolari della moto sono le grafiche personalizzate realizzate da CORMoto, che sembrano di serie, ma sono cromate blu. Non ho visto niente di simile in pista. E hey, è bello almeno guardare veloce ai box! " –Jim Hicks Charlotte, NC.

Nota dell'editore: Si prega di mantenere tali invii in arrivo. Se desideri che la tua bici sia presente in "Two-Stroke Spotlight", inviami un'email all'indirizzo [email protected]. Tutto quello che ti chiedo è che tu dia un guasto alla tua moto e una descrizione dettagliata della costruzione. Per favore, invia anche alcune foto del tuo destriero. Inviando la tua bicicletta per il "Two-Stroke Spotlight", accetti di cedere tutti i diritti di proprietà sulle immagini e di copiarle su MXA.

PIÙ DI BARRE | MANUBRI PHOENIX

MOTO | CURIOSITA '

Jeff Emig
Dai un nome al cavaliere.
Risposta in fondo alla pagina.

ESCLUSIVO MXA | RYAN DUNGEY | LA VITA DOPO LA GARA

L'HANNO DETTO | GIRO 3 SX A HOUSTON 

Malcolm Stewart_2021 Houston Supercross 3-0854
Malcom Stewart:
“Immagino che direi che H3 non era male, in realtà. Durante la giornata non abbiamo avuto le migliori qualifiche, ma i tempi sul giro erano proprio lì con i migliori. Per noi, si trattava più di guidare in modo intelligente e scegliere le linee giuste. Ho faticato un po 'in allenamento, ma poi nella Heat ho guidato davvero molto bene. Ho solo cercato di mantenere la stessa mentalità durante il Main Event. Avevo Eli (Tomac) proprio lì ma ho commesso alcuni errori. Siamo finiti sesti e AP (Aaron Plessinger) era proprio dietro di me. Quindi tanto di cappello a lui. Ha guidato in modo eccellente. Sento che abbiamo fatto molti miglioramenti con la moto e stiamo andando nella giusta direzione. Sono davvero eccitato per Indy. Sarà una pista completamente diversa, sterrata e tutto il resto. Non vedo l'ora e vedere come va. Ma per ora, vado a casa e guardo un po 'di calcio, mi prendo un paio di giorni liberi e mi preparo per la settimana ".

Aaron Plessinger: “Penso che sia stata una giornata complessivamente migliore di Houston 2. È iniziata bene. Mi sono qualificato 10 ° e poi nella gara di calore sono partito bene. Sono stato superato da (Jason) Anderson e sono rimasto bloccato lì. Non sono andato davvero avanti fino all'ultimo giro e poi era troppo tardi. La pista era davvero, davvero appiccicosa per il Main. Ho fatto una grande partenza al quarto posto fino a quando alcuni ragazzi non mi hanno preso e sono andato un po 'indietro. Per tutta la gara mi sentivo bene, ma verso metà mi sono irrigidito un po '. Penso di dover solo continuare a caricare. Nel complesso, è stata una buona giornata e ne sono felice. Continueremo ad andare avanti. La prossima gara è Indy, una gara della mia città natale. Porteremo il caldo. "

Dylan Ferrandis: “Era una pista difficile. Niente di veramente folle, ma era difficile fare tutto correttamente e non commettere errori. Abbiamo faticato un po 'con la moto e oggi abbiamo provato diverse impostazioni. Volevamo dargli una possibilità e provare alcune cose, ma non ha funzionato. Siamo tornati a quello che avevamo nell'ultima gara, ma oggi non mi sentivo bene sulla moto. Ero un po 'stanco dalle ultime due gare per la mancanza di allenamento quest'inverno. È stata una giornata dura. Nel Main, stavo facendo il possibile per finire tra i primi 10 ma poi sono caduto da solo alla fine della gara e ho perso alcune posizioni. Non è stata una bella giornata di gare per me. Cercheremo di rimbalzare nella prossima gara ".

Cooper Webb: “È stata una gara combattuta per tutto il tempo e Kenny [Roczen] ha corso una gara solida senza molti errori. La pista era davvero difficile, facile da superare e diventare impaziente. I lapper alla fine sono stati un peccato, sentivo che avremmo avuto una bella battaglia, e ovviamente l'abbiamo fatto, ma stasera i lapper sono stati davvero duri. Sono rimasto lì e mi sono lanciato in quell'ultimo giro e l'ho fatto accadere. Devo davvero rinunciare alla mia squadra, sono fantastici ".

 

Marvin Musquin: "Non sono partito molto bene con la gara di calore, ero in una posizione decente ma Malcom Stewart ha superato la fine degli whoops, mi ha bloccato e sono caduto. Sono tornato all'ottavo posto, il che era decente per la gara di calore, non volevo andare alla LCQ. In linea di massima ero all'esterno, non sono riuscito a partire alla grande e non ho potuto chiudere i ragazzi alla mia destra. Sono andato troppo veloce oltre il muro e ho colpito Friese, non so cosa sia successo, ma dopo sono stato morto per ultimo. Ho fatto del mio meglio per recuperare più punti possibile. Sono molto deluso, ma pronto per una settimana di lavoro e per tornare più forte ".

 


Max
Vohland: “Stasera è stato fantastico! La gara di calore è stata fantastica, sono partito davvero bene e sono riuscito a mettermi davanti in anticipo e condurre la maggior parte dei giri. Mi sentivo davvero a mio agio guidando davanti. Nel complesso, sono partito con un altro buon inizio e sono arrivato terzo presto e mi sono aggrappato a quei ragazzi, ma ho avuto un incontro con un altro ragazzo e ho finito per rompere una molla nel mio cambio. Non potevo cambiare e ho lasciato che questo mi prendesse un po ', ma ero ancora in grado di tornare e ottenere il sesto, quindi nel complesso è stata una notte fantastica. Ho imparato molto e non vedo l'ora di andare a Indy ".

Ken Roczen: “Abbiamo avuto una serata abbastanza solida, vincendo la gara di calore e poi facendo una buona partenza nell'evento principale. Abbiamo superato Cooper [Webb] e io ero in testa fino all'ultimo giro, quando [Dean] Wilson si è messo sulla mia strada ed è stato davanti a me per tre quarti di giro. Stavo urlando e gridando. Ha detto che non mi ha sentito, ma ovviamente c'erano bandiere blu in giro. Ho colpito la parte posteriore della sua ruota e sono quasi caduto - un sacco di follia in corso. L'ho superato, ma a quel punto quella era la fine della gara. Siamo arrivati ​​secondi, anche se avremmo dovuto vincere. Molti aspetti positivi da portare qui però, con la tabella rossa e un secondo posto. Non è l'ideale, ma non vedo l'ora che arrivi Indy. "


Jett Lawrence:
“La giornata non è stata male. Mi sono qualificato forte; Ero un po 'indolenzito dopo la caduta nell'ultima sessione di qualifiche, ma mi sentivo bene nella gara di calore e sapevo che dovevo migliorare nel main event. Sfortunatamente, ho sbagliato la partenza e ho dovuto farmi strada attraverso il gruppo, e quando sono arrivato terzo i leader erano spariti. Sono felice di salvare un podio, ma siamo molto meglio di così. Non vedo l'ora che arrivi Indy, per tornare in cima e iniziare a scalare questi sei punti ".

Giovanni Breve: “Le corsie di ritmo erano un po 'più alte, avevano tasche più profonde e diventavano solide. È stata la prima traccia dell'anno che ha avuto il tempo di perdersi nei ritmi se non si ha colpito il segno. Normalmente, i miei tempi tra quando la pista è ruvida e quando è liscia sono più o meno gli stessi, quindi quando la traccia si rompe sento che mi dà una mano ". Ma ottenere un cambio di fine stagione per correre la precedente serie 250 East ha messo Short un po 'indietro con i suoi obiettivi di allenamento, "Avevo un altro pilota davanti a me per l'intera serata principale. L'ho superato una volta e ho commesso un errore prima di poter concludere l'affare. Negli ultimi sei minuti ho pensato: "Basta fare due giri veloci e gli passerai accanto e continuerai ad andare avanti", ma ho dovuto dirmi: "Ehi, sii intelligente, su due ruote, sei stanco. So che man mano che la mia forma fisica migliora, posso fare davvero bene. "

Brandon Hartranft: “La pista oggi mi si adattava molto meglio, andava molto bene nella gara di calore. Penso di essere sesto o settimo quando sono caduto nelle whoops e poi sono stato colpito da un altro pilota. Quindi sono dovuto andare all'LCQ con l'ultimo gate pick e ho avuto un inizio terribile con l'LCQ; Al primo giro ero quattordicesimo quindi non c'è molto che potessi fare davvero. Devo solo togliere gli aspetti positivi dalla notte e costruire per il prossimo fine settimana ".

Adam Enticknap: “La pista del terzo round di Houston era decisamente più tecnica. Ho avuto una caduta di discrete dimensioni nelle whoops stasera nella prima qualifica, e questo mi ha scosso un po '. Ma sono tornato e sono arrivato secondo. Nella LCQ, ho avuto una buona partenza e ho avuto alcune complicazioni alla prima curva e poi non l'ho fatto. Non vedo l'ora che arrivi Indianapolis e non vedo l'ora di un altro round, ma ci sono sicuramente alcune cose su cui devo lavorare questa settimana e portare la mia Twisted Tea Suzuki all'evento principale ".


Colt Nichols:
“Sembrava proprio come un altro giorno alla pista di prova Yamaha in California con me e Christian, solo una specie di giro di scambio. Ho iniziato bene. Ho lottato con le mie partenze tutto il giorno, quindi sono contento di aver cambiato tutto. Ho solo cercato di essere paziente. Sapevo dov'era un po 'più veloce, quindi ho cercato di riprendere su poche righe. È stato fantastico ottenere finalmente una vittoria. È passato un po 'di tempo quindi ho intenzione di immergerlo. È fantastico avere la tabella rossa, io e Christian lo condivideremo, quindi è bello per la squadra. Non vedo l'ora che arrivi Indy e sono pronto a mantenere lo slancio. "

Cristiano Craig: “Houston 3 è andata abbastanza bene. Mi sono qualificato di nuovo più veloce, il che è stato fantastico. Nella Heat, non so come ma ero in terza marcia quindi ho avuto una brutta partenza. Mi sono fatto strada dall'ultimo per vincere. Sul Main, ho guidato la maggior parte dei giri, ma Colt ha avuto ragione su di me per tutto il tempo. Ha finito per prendermi a pochi giri dalla fine. Ero depresso, ma ora non posso fare altro che imparare dai miei errori e continuare a cercare di migliorare ".


Jo Shimoda:
“Il mio inizio nel main event è stato migliore rispetto ai primi due round, ma avrei dovuto prendere alcune decisioni migliori sulle prime due curve perché mi è costato qualche posto. Mi sono sentito molto meglio in questa gara sin dall'inizio, ma non riuscivo a sentirmi a mio agio con le whoops e questo stava provocando un po 'di pompaggio al braccio. Ci vuole molta energia da te, quindi sarà qualcosa che devo aggiustare per la prossima gara ".

Justin Barcia: "Mi sentivo bene ad andare al Main Event. La pista era piuttosto ruvida e malconcia e sono uscito dalla linea un po 'in ritardo e non ho avuto la migliore partenza, ma sono riuscito a risalire fino al quarto posto. Ero dietro il terzo e ho commesso un errore sulla sabbia e sono caduto. Tutto sommato, avrei dovuto salire sul podio ma ci riorganizzeremo e saremo pronti per Indy. Siamo a posto, la moto va benissimo, mi sento bene e la velocità è decisamente lì, devo solo tenerla su due ruote, continuare a inchiodare le partenze e mettermi in una buona posizione per essere in lotta . "

Michele Mosimano: "Sono stato solo un po 'fuori tutto il giorno, ma l'ho portato insieme per lo spettacolo notturno. Nella gara di calore ero davvero frustrato; Mi sento come se Jett si fosse allontanato da me. Ho fatto un paio di piccoli errori ma penso di aver avuto la velocità. Nel Main Event, ho apportato alcune modifiche, ho avuto un inizio migliore e poi c'è stato il caos. Ero terzo e le cose andavano bene, sono entrato in un traffico frenetico e Jett mi ha raggiunto e mi ha assolutamente arato. C'è sangue nell'acqua e sarà una stagione emozionante ".

Jason Anderson: “La mia serata è stata abbastanza buona. io ho finito per entrare nella top-10 e mi sento come se stessi tornando, cercherò di continuare a migliorare da qui ".

Zach Osborne: “La mia serata è stata piuttosto deludente, onestamente. Mi sento come se stessi guidando il meglio che abbia mai guidato in vita mia - e nella mia carriera in 450 - e iniziare con due decimi posti e un nono è un po 'deludente. Migliorerò questa settimana e starò meglio a Indy. "

Dean Wilson: “La mia serata è andata bene. Non ho fatto una grande partenza, ho davvero spinto alla prima curva cercando di essere lassù ma tutti sono bravissimi all'inizio. Ero fuori dalla top-15 e sono tornato all'undicesimo posto, che non è proprio quello che vogliamo, ma continueremo a spingere per essere migliori ".

ESCLUSIVA MXA PRIMA DELL'APERTURA DELLA STAGIONE

RITORNO ALL'ULTIMA VITTORIA DELL'MXDN USA NEL 2010 A LAKEWOOD, CO

Il team statunitense era Andrew Short, Ryan Dungey e Trey Canard. Andrew ha mostrato un holeshoting in una delle moto nel suo stato natale, il Colorado. 

Ken Roczen 2010 mxdn lakewood_-7
Ken Roczen prima che fosse americanizzato. 

Dean Wilson 2010 mxdn lakewood_-12Dean Wilson ha corso per la squadra della Gran Bretagna. 

Trey Canard 2010 mxdn lakewood_-5La prima e unica vittoria di Trey Canard nell'MXDN. 

Martin Davalos 2010 mxdn lakewood_-8
Martin Davalos ha corso per il Team Ecuador. 

Tony Cairoli 2010 mxdn lakewood_-4
L'italiano Tony Cairoli.

Ryan Dungey fuori dal cancello. 

Marvin Musquin 2010 mxdn lakewood_
Marvin Musquin nel Team France.

Zach Osborne 2010 mxdn lakewood_-11Zach Osborne è entrato nell'MXDN gareggiando per il Team Puerto Rico.

Arnaud Tonus 2010 mxdn lakewood_-14Arnaud Tonus.

Andrew Short 2010 mxdn lakewood_-16
Andrea Corto. 

Gautier Paulin 2010 mxdn lakewood_-10Gautier Paulin.

Ryan Dungey 2010 mxdn lakewood_-13
Ryan Dungey.


Moto Trivia risponde: Jeff Emig

Ti potrebbe piacere anche