RAPPORTO DI SETTIMANA DI AZIONE MOTOCROSS

DUE TEMPI IN EVIDENZA: LA KAWASAKI KX2004 DI CHRISTER NILSSON DEL 250

2004 Kawasaki KX125Trovare una KX2004 del 250 nel 2018 con solo 18 ore di durata è come trovare un anello elastico a pistone in un pagliaio.

“Ciao dalla Svezia. Il mio nome è Christer Nilsson e ho 46 anni. Ho guidato per la maggior parte della mia vita. In fondo sono un ragazzo a due tempi. Ti mando la mia Kawasaki KX2004 del 250 che ho comprato lo scorso inverno. Era in piedi dalla fine del 2004 con solo 18 ore. L'ho smontato, ho cambiato le cose che dovevano essere riparate, come la sospensione e l'ammortizzatore. Metti una pipa Doma e un silenziatore su di esso con una gabbia per lamelle V-Force. È stato inoltre installato un nuovo pistone Prox. La plastica e la grafica sono originali. Finora ci ho impiegato circa tre ore e funziona alla grande. Spero che tu lo metta su MXASpotlight a due tempi. Sarebbe fantastico vedere la mia bici sul sito. Grazie per una fantastica rivista. " - Cordiali saluti, Christer dalla Svezia

2004 Kawasaki KX125

Nota dell'editore: Si prega di mantenere tali invii in arrivo. Se desideri che la tua bici sia presente in "Two-Stroke Spotlight", inviami un'email all'indirizzo [email protected] Tutto ciò che chiedo è che tu dia un guasto alla tua bici e una descrizione dettagliata della costruzione. Per favore, invia anche alcune foto del tuo destriero. Inviando la tua bici per il "Spotlight a due tempi", accetti di rilasciare tutti i diritti di proprietà sulle immagini e copiarle su MXA. Per favore, non inviarmi e-mail spam o provare a vendermi biglietti per concerti Taylor Swift o e-mail spam. Felice di presentare il tuo fumatore.

CILINDRO DI RICAMBIO A DUE TEMPI MOOSE RACING 50SX

Moose Racing presenta il cilindro 50 SX Mini 2 tempi. Questo cilindro sostitutivo è un modo semplice ed economico per sostituire il cilindro OEM danneggiato o usurato. Realizzato in fusione di alluminio; nichelato carburo di silicio placcato ed è lavorato con precisione e levigato per adattarsi alle dimensioni del foro di serie OEM. La sostituzione presenta anche una superficie del foro a basso attrito estremamente resistente che consente una maggiore dissipazione del calore. Prodotto negli USA. Il prezzo consigliato è di $ 289.95. Vai dal tuo rivenditore locale o da www.mooseracing.com. per verificarlo!

JASON ANDERSON | CORRERE CON LE SUE CONDIZIONI

MXA TEAM TESTATO: SEDILE RACING POLISPORT PERFORMANCE

CHE COS'È? Il sedile Polisport viene fornito con la base in plastica di colore grigio, schiuma ad alta densità e il rivestimento del sedile piramidale in un unico pacchetto pronto per la gara.

COS'È COSTO? $ 164.99.

CONTATTO? www.polisport.com o il tuo rivenditore locale.

CHE COSA SI distingue? Ecco un elenco di cose che si distinguono con il sedile Polisport Performance Racing.

(1) Concetto. La tipica sella da motocross è composta da tre pezzi principali: una base in plastica, un tappo in schiuma e un coprisedile in tessuto. I tre pezzi sono inseriti insieme e cuciti con punti metallici per formare il sedile. Polisport non sta cercando di reinventare la ruota; vuole invece rispondere alle lamentele che i corridori di motocross hanno sui loro posti di scorta.

(2) Impugnatura. La fodera del sedile Performance Racing presenta piccoli diamanti a piramide che lavorano all'unisono con la sensazione gommosa della fodera per garantire che il ciclista rimanga in posizione, ma non così tanto che i suoi pantaloni vengono tirati giù quando scivola all'indietro come con così tante fodere a pieghe.

(3) Durabilità. Le ginocchiere sono particolarmente brutali per i coprisedili in tessuto, in particolare con i ciclisti che agganciano le cerniere al bordo inferiore del sedile. Il coprisella Performance Racing, pur non a prova di proiettile, ha resistito ai rigori di MXAI cavalieri di prova equipaggiati con ginocchiera. Lo attribuiamo alla sensazione gommosa del rivestimento del sedile.

(4) Forma. Nel nostro test KTM 2018SXF 350, il sedile di serie ha così poca schiuma nel quarto posteriore che non è raro sentire il sottotelaio quando si atterra dai salti. Il sedile Polisport utilizza una schiuma molto più rigida, abbastanza rigida che la maggior parte dei motociclisti ha sentito il bisogno di tempo per entrare. La schiuma del sedile è più spessa nella coda per aiutare a ridurre i lividi indotti dal sottotelaio. Inoltre, gli angoli del sedile sono più arrotondati, il che consente un più facile posizionamento del corpo a velocità di gara. Il design complessivo di Polisport imita il sedile KTM 2019, che presenta schiuma più solida, bordi arrotondati e più imbottitura all'estremità della coda.

(5) Colori. Il sedile Polisport Performance Racing è disponibile per le moto Honda, Yamaha, Kawasaki, KTM e Husqvarna nei loro colori aziendali, oltre al nero.

CHE COSA È LO SQUAWK? Prezzo. A $ 164.99, il sedile Polisport è costoso, ma questo non è un coprisella o un blocco di schiuma. È un sedile completo con schiuma, coperchio e base in plastica completamente assemblati e pronti per il montaggio. Il rivestimento del sedile e la schiuma sono disponibili anche come parti di ricambio.

MXA VALUTAZIONE: Il sedile Performance Racing ha un design pulito con un vantaggio di acquisto unico. Nessuna pistola di graffetta richiesta.

MOTO | CURIOSITA '

Jiri Dostal 1999
Nomina il cavaliere e l'anno.
Risposta in fondo alla pagina.

L'HANNO DETTO | ARLINGTON 3 SUPERCROSS

Malcom Stewart:“Abbiamo guidato bene tutto il giorno. Non siamo partiti al meglio nel Main Event, ma l'abbiamo fatto funzionare e abbiamo fatto alcuni sorpassi durante i primi due giri. La pista era piuttosto intensa proprio a causa di tutti questi grandi salti. È passato un po 'di tempo dall'ultima volta che abbiamo fatto dei grandi salti, quindi è sempre divertente riportarlo indietro. Anche se non c'era molta sabbia, in realtà era davvero dura. Dirò che Arlington mi ha preso a calci in culo. Amico, i primi due round sono stati piuttosto difficili. Di solito vado molto bene su questa pista, ma stavo colpendo il terreno a destra ea sinistra. Sono contento che siamo rimbalzati con un sesto posto e siamo partiti qui con una nota migliore di quella con cui siamo partiti. Non vedo l'ora che arrivi questa pausa di tre settimane e, si spera, inizieremo a pedalare un po 'all'aria aperta. Prima che tu te ne accorga, torneremo subito e ci prepareremo per Atlanta. "

Dylan Ferrandis: “Oggi abbiamo apportato alcuni miglioramenti. Il team ha fatto un buon lavoro con la moto e lo hanno migliorato un po 'per me. Continuo a imparare e continuo a cercare di fare meglio, ma oggi sono stato davvero stanco tutto il giorno. Fisicamente non è stata proprio una buona giornata. Ho fatto del mio meglio e sono arrivato settimo al Main Event. Non è poi così male, ma non è quello che cerco. Penso che abbiamo fatto un bel passo nella giusta direzione con la squadra in moto, quindi ora devo lavorare su me stesso e cercare di rimettermi in forma. Nelle ultime settimane sono stato su e giù con molti incidenti e alcuni piccoli infortuni che ho dovuto affrontare, quindi ora ho bisogno di guarire e tornare al lavoro e cercare di essere più in forma per il ultimi cinque round. "

Aaron Plessinger: “Ho faticato tutto il giorno dalla prima sessione di prove. Abbiamo avuto un problema e non sono riuscito a fare le prove libere. Poi sono tornato indietro e ho cercato di imparare velocemente la pista, ma non ero molto bravo con la moto. Anche nelle gare di calore, era solo un segno di spunta. In generale, sono arrivato dove mi piaceva, ma ero troppo aggressivo e mi sono dato una pompa per le braccia circa a metà e dopo si è deteriorato. La traccia si è rotta molto. Le whoops sono diventate davvero scivolose, la sabbia era nodosa e c'erano molti solchi che saltavano lì dentro. Se non ti sei unito a questa traccia, ti ha picchiato, quindi è stata decisamente dura. Torno indietro, faccio i compiti e esco a dondolare per Atlanta. Abbiamo altre tre gare in uno stadio NASCAR, quindi sono pronto per questo! "

Justin Cooper: “È stata una serata fantastica. Mi ha dato dei flashback al primo round di Orlando. Sono stato primo in tutte le prove, ho vinto la gara di calore e ho vinto la gara principale. È stato bello ottenere due holeshot stasera. Abbiamo lavorato per tornare a questo. È stata una strada difficile questa stagione essendo a terra e lavorando a modo mio dall'ultimo nel principale. Ho dovuto lottare per ogni posizione, quindi questo era il tipo di gara che stavo cercando. Puoi darlo per scontato quando è così facile. Sicuramente mi sono mostrato cosa può succedere in queste ultime due gare, quindi è stato davvero bello avere di nuovo un po 'di aria pulita ed è stato bello fare clic sui giri come se fossi in pista. Ho avuto un buon flusso e stavo solo gestendo il gap per tutta la gara. È bello essere di nuovo in cima e partire con la targa rossa. Non vedo l'ora che arrivi il round di Atlanta. "

Nate Thrasher: “È stata una buona notte all'Arlington 3 dopo un inizio di giornata difficile. Nella prima qualifica cronometrata, ho avuto una caduta piuttosto grave e ho colpito la mascella abbastanza bene. Pensavo di averlo rotto. Ho terminato la sessione e l'ho superata per finire settimo. Ho perso la seconda qualifica e sono andato a fare una radiografia in ospedale. Siamo tornati qui probabilmente 30 minuti prima che dovessi uscire. Così ci siamo vestiti, ci siamo preparati, abbiamo preso un po 'di medicina e poi siamo usciti e abbiamo guidato al meglio che potevamo. Il nono posto è stato il migliore che abbiamo avuto stasera, ma abbiamo avuto la velocità per essere sicuramente tra i primi cinque. Dobbiamo continuare a spingere e migliorare un po 'durante il fine settimana. Abbiamo una pausa di tre settimane, quindi il piano è quello di rimettersi in salute e tornare ad Atlanta ".

Jarret Frie: “Arlington 3 è stato un giorno migliore per me. Mi sono qualificato 10 ° e ho tirato l'holeshot nella gara di calore. È stato bello condurre un giro e poi finire secondo dopo alcune gare difficili. In generale, non ho avuto la partenza di cui avevo bisogno. Al secondo giro ho avuto un grande momento e sono quasi caduto, quindi ho cercato di finire il meglio che potevo. Sono finito 10 °, che non è quello che stavo cercando, ma è stata una giornata migliore, quindi torneremo al lavoro e ci prepareremo per Atlanta ".

Cooper Webb: "Mi stavo solo concentrando sull'essere coerente. Ho guidato in modo terribile in quella gara di calore e non mi piaceva essere messo a terra - questo mi ha infiammato e mi ha portato al Main Event. Guidare con Kenny per tutta la gara e fare una carica in ritardo è stato fantastico, mi sono sentito davvero bene là fuori. È incredibile averne tre qui a Dallas, è inaudito per me. Sono pompato!"

Marvin Musquin: “Attraversando il tratto di sabbia ho commesso un errore e un altro corridore dietro di me è saltato ed è atterrato proprio dietro di me, mi ha colpito e sono caduto. Sono atterrato male sulla mano e mi sono pizzicato il polso. Con il dolore e senza forza, non potevo andare avanti. Volevo guadagnare di più, considerando che non ho corso martedì e nemmeno sabato, ma ora stiamo andando in una pausa quindi faremo del nostro meglio per recuperare e migliorare per Atlanta ".

 

Max Anstie: "Abbiamo fatto tre buone gare qui ad Arlington", ha detto Max poco dopo la gara. “Oggi abbiamo fatto la nostra migliore gara di calore. Ho fatto una buona partenza e sono arrivato settimo. Ho combattuto con dei bravi ragazzi. E poi per lo più ero forte. Ho continuato a spingere e probabilmente avevo alcune delle migliori tecniche di sezione ritmica che ho avuto per un po '... Abbiamo fatto progressi, ho imparato molto in queste ultime tre gare e non vedo l'ora di tornare indietro e fare un po' di lavoro per le prossime tre settimane e prepararsi per Atlanta. "

 

Brandon Hartranft: "Ho trascorso una giornata divertente e mi sono sentito [più] un po 'me stesso". Hartranft era soddisfatto della sua tenacia, "Stavo un po 'incasinando gli whoops, stavo cercando di saltarli nella LCQ, ma poi ho capito così abbiamo ottenuto una gara solida lì ... ho avuto un buon Inizio nella principale, penso di essere stato intorno al 14 ° per alcuni giri e poi ho endo sulla sabbia, e poi, è stata colpa mia, ma Bowers non aveva un posto dove andare e mi è saltato addosso. Sicuramente faceva male, ma mi alzai e non mollai; Voglio trarre il massimo vantaggio possibile da queste condutture e imparare da loro ". 

Hunter Lawrence: “Ho avuto un finale agrodolce qui a Dallas. È stato un fine settimana abbastanza buono, ottenendo il secondo posto nella gara di calore, ma un finale un po 'sfortunato nel main. Stavo guidando bene in terza posizione, spingendo e spingendo, ma continuavo a farmi prendere dai lapper. Mi sentivo come se stessi catturando i ragazzi centimetro dopo centimetro, e mi sono spinto ma ho commesso un errore. Sono atterrato sull'estrema destra della banchina, dove hanno inserito un piccolo labbro. È stato un atterraggio piuttosto duro, come sono sicuro mostrano i video, con me che sono finito in rete. Sono molto grato che le reti siano state lì per salvare me e la moto in modo da poter finire e portarla a casa in quinta posizione. È andata bene considerando quello che avrebbe potuto essere l'incidente. Arrivando ad Arlington, eravamo in quarta posizione e con 16 punti di svantaggio, ma ora siamo solo sei punti dietro. Avere la targa rossa e poi trasmetterla è un po 'una delusione, ma ci siamo ancora. Non vedo l'ora di due settimane di ferie adesso per riorganizzarmi e tornare a fare swing ad Atlanta. Non posso ringraziare abbastanza la squadra e tutti! "

Insegui Sexton: “Mi sono sentito così bene sulla moto tutto il giorno. È stato bello vedermi finalmente recuperare la mia velocità, qualificandomi per primo. La mia manche è stata una gara solida; Sono partito lento e sono stato sorpassato da Ken [Roczen], ma sono riuscito a trovare un flusso a metà gara. Durante l'ultimo giro ho fatto una mossa aggressiva su Cooper Webb, ma non volevo assolutamente eliminarlo - non è così che guido e ho molto rispetto per lui. Ho avuto una buona partenza nell'evento principale e stavo guidando bene fino a quando una bella caduta sulla sabbia non ha concluso la mia notte. Nel complesso mi sento bene, sembra che mi sia ritrovato in un combattimento UFC! Ci vediamo ad Atlanta! "

Ken Roczen: “Abbiamo fatto davvero un buon allenamento e mi sono sentito a mio agio in pista. C'erano molti grandi ritmi e nel complesso era una pista da supercross molto migliore. La mia gara di calore è andata bene; Sono partito terzo e sono arrivato primo, dandomi una buona scelta al gate. Nell'evento principale ho ottenuto l'holeshot, mi sono sentito molto bene e ho guidato per la maggior parte della gara, con la maggior parte dei ragazzi veloci dietro di me. Immagino che mi stessero studiando e Cooper ha realizzato il passaggio. Ho provato a tenere il suo volante fino alla fine, che è quello che ho fatto, e siamo finiti secondi. Questa finitura è stata molto migliore. Il sogno è ancora vivo e abbiamo ancora cinque gare da disputare. Sto migliorando sempre di più e non mi arrenderò. Ci prenderemo un paio di fine settimana liberi e torneremo ad Atlanta con la speranza di continuare a migliorare fino alla fine della stagione ".

Jason Anderson: “È stata una serata mediocre per me, niente di troppo folle. Sento che oggi è stata la mia giornata "più lenta" in pista, quindi spero che possiamo migliorare un po 'in modo da poter salire sul podio ".

Dean Wilson: "Le mie qualifiche erano abbastanza buone e mi sentivo davvero bene sulla moto. Il mio risultato finale è un po 'deludente perché mi sento come se avessi guidato bene all'inizio della giornata, ma ho solo bisogno di avere un mezzo da corsa migliore. Ci riproveremo ad Atlanta e continueremo a spingere per essere migliori."


Gonfiore di Jalek:
“Mi sentivo come se la guida fosse buona ma i piloti doppiati non hanno giocato a mio favore questa sera. Non vedo l'ora che arrivi la pausa di due settimane e usciremo a ballare ad Atlanta."

Giustino Barcia: “Questo è stato uno dei quarti posti più difficili che abbia mai ottenuto. Ho caricato così tanto ed ero così vicino al podio, è stato un po 'frustrante. È stata sicuramente una delle gare più intense che abbia mai fatto e con una pista così aggressiva, i primi quattro di noi sono stati uno sopra l'altro per tutta la gara, provando il più possibile. Nel complesso, è stata una grande gara, ma volevo assolutamente essere ai box. Lavoreremo duramente per Atlanta, desiderando di più - salire sul podio, davanti e ottenere vittorie ".

Cameron McAdoo: “Questo podio è bello, ma ovviamente non siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo e quello era vincere. La mia KX250 era un razzo fuori dal cancello e mi ha aiutato a passare al secondo posto alla fine della curva 2. Justin (Cooper) ha guidato bene stasera, ho continuato a provare a fare il maggior numero di giri puliti possibile per provare a mostrargli una ruota , ma non ho avuto abbastanza tempo per fare un passaggio stick. Abbiamo le prossime due settimane libere, quindi ci prenderemo un po 'di tempo per riorganizzarci e assicurarci di uscire ad Atlanta. Siamo sotto solo di due punti e rivoglio la tabella rossa, quindi dobbiamo far valere queste gare ad Atlanta ".

Seth Hammaker: “Oggi è andata abbastanza bene nel complesso. Penso che i miei obiettivi siano in qualche modo cambiati ora che siamo a metà delle nostre gare, e per me essere sul podio o almeno un arrivo tra i primi 5 è tutto ciò che mi aspetto da me stesso. Sono contento della mia prestazione e contento di essere riusciti a salire sul podio stasera. All'inizio della gara, ho effettivamente commesso un errore e il pilota dietro di me si è schiantato contro la parte posteriore della mia moto e l'ha maciullata abbastanza bene, quindi ero solo pompato per finire come ho fatto. Ogni volta che ci mettiamo in fila è un'esperienza di apprendimento per me, quindi voglio solo continuare a imparare e spingere per essere in prima linea a correre il ritmo di questi ragazzi come Cameron (McAdoo) e Justin (Cooper) ".


Giordano Smith:
“Oggi mi sentivo davvero bene sulla moto ed ero entusiasta di come mi sentivo durante lo spettacolo notturno. Quando siamo arrivati ​​alla prima curva, il ragazzo accanto a me mi ha schiacciato mentre partivamo sul salto e mi ha fatto saltare in croce ed è stato allora che sono entrato in collisione con l'altro pilota. Farò controllare tutto e escogiterò il miglior piano di gioco con la squadra per il mio ritorno alle corse. Abbiamo due settimane di ferie, quindi farò tutto il rehabbing che posso fare per tornare là fuori con il mio team Monster Energy / Pro Circuit / Kawasaki ".

Eli Tomac: “Il mio KX450 si è collegato alla grande tutto il giorno. So che la mia velocità c'è e la moto sta funzionando alla grande, devo solo lavorare per ripulire un po 'di cose e fare alcuni sorpassi prima della gara. Continuavo ad avvicinarmi alla ruota posteriore di Cooper Webb e avevo solo bisogno di far accadere qualcosa. Non vedo l'ora di fare questa pausa di due settimane e prepararmi per le tre gare di Atlanta ".

PRIMA CORSA | 2021 HONDA CRF450 WORKS EDITION

CHIEDI AGLI MXPERTS | LA TECNICA PERFETTA DI ALLINEAMENTO DELLA FORCELLA

N-WRENCH-TECH-STEP_1

Gentile MXA,
    Ho sentito cento modi per riallineare l'avantreno di una bicicletta dopo un incidente. A volte è un consiglio contraddittorio. Come fa MXA fallo?

STEP 1
Ispezionare la parte anteriore della bicicletta per danni. Se la ruota anteriore non è allineata con il parafango anteriore, è necessario raddrizzare la parte anteriore. Iniziare rimuovendo la targa anteriore con una chiave a T da 8 mm. Quindi allentare i bulloni di bloccaggio del morsetto triplo inferiore con una chiave da 10 mm fino a quando non sono serrati a mano.

N-WRENCH-TECH-STEP_2
STEP 2
Posizionati davanti alla bici e cavalca la ruota anteriore tra le gambe. Stringi la ruota con le gambe mentre afferri il manubrio. Ruotare il manubrio nella direzione necessaria per raddrizzare la ruota anteriore. Controlla periodicamente i tuoi progressi allineando la parte centrale della gomma anteriore fino alla punta del parafango anteriore. Interrompere il processo una volta riallineato il front-end.

N-WRENCH-TECH-STEP_3
STEP 3
Se l'estremità anteriore è ancora disallineata, è necessario allentare il dado dello stelo dello sterzo con una chiave da 32 mm. In questo modo libererai ancora di più il front-end. Stringere i bulloni di bloccaggio del triplo morsetto inferiore con una bussola da 10 mm e una chiave dinamometrica (consultare il manuale del proprietario per la corretta impostazione della coppia). Reinstallare la targa anteriore e serrare il dado dello stelo dello sterzo.

N-WRENCH-TECH-STEP_4
STEP 4

Se questi suggerimenti non raddrizzano la parte anteriore della bici, è importante controllare i supporti della barra, poiché potrebbero essere piegati. Rimuovere i dadi di montaggio della barra situati sotto il morsetto triplo superiore utilizzando l'apposita chiave a forchetta. Inoltre, rimuovere il cuscinetto del manubrio.

N-WRENCH-TECH-STEP_5
STEP 5

Rimuovere e ispezionare i supporti della barra. Potrebbe essere difficile determinare se i supporti sono piegati. Si consiglia di utilizzare una retta come punto di riferimento. Se i supporti sono diritti, rimontare i coni di gomma o di metallo e i supporti delle barre; in caso contrario, dovrai acquistare nuovi supporti per barre. Spesso i coni di gomma si sfigurano dopo un forte impatto sulle barre, ma il ripristino dei coni di solito fa il trucco.

N-WRENCH-TECH-STEP_6
STEP 6

È del tutto possibile che il manubrio sia piegato, soprattutto se ha subito il peso di un impatto. Rimuovere i comandi, l'alloggiamento dell'acceleratore e l'interruttore di interruzione dal manubrio. Utilizzare la chiave appropriata per rimuovere i morsetti della barra in modo che il manubrio sia libero. Appoggiare il manubrio su una superficie piana e ruotarlo mentre si ispeziona per vedere se le estremità di entrambi i lati delle barre si toccano uniformemente. In caso contrario, il manubrio è piegato ed è tempo di visitare il rivenditore locale. La prossima volta, non andare in crash.

ARTICOLI NECESSARI:

• Presa da 10 mm
• Chiave dinamometrica
• Chiavi necessarie

TEMPO DI COMPLETARE:

• 5–30 minuti

FOTO CLASSICA

1999 250 Supercross startPrima che il cancello cala per i 250 piloti di Supercross nel 1999 alla Pontiac Silverdome. I piloti nella foto sono Ryan Terlecki (40), Tyler Evans (66), Takeshi Koikeda (30), Sebastien Tortelli (44), Mike LaRocco (5), Ricky Carmichael (9), Ezra Lusk (4).


Moto Trivia risponde: Jiri Dostal nel 1999 su una Impulse Suzuki RM125

Ti potrebbe piacere anche