LA CARRIERA CIRCOLARE DI JUSTIN HILL: INTERVISTA A MXA

Clicca sulle immagini per ingrandirle

KYOSHIJustinHill2017Justin Hill ha dominato il campionato AMA 250West Supercross, ma sta ancora aspettando di entrare nelle 250 nazionali. La sua causa non è stata aiutata da un guasto al motore a Glen Helen. Dopo tre gare i suoi punteggi di moto sono stati 8-9-DNF-12-17-7. Foto: Kyoshi Becker

Di Jim Kimball

JUSTIN, SEI DESTINATO A DIVENTARE UN PILOTA MOTOCROSS PROFESSIONALE? Bene, mio ​​padre era un BMXer professionista che faceva anche freestyle quando era più giovane. Andava sempre in bici da cross con le biciclette. Quando mia madre e mio padre si sono sposati e hanno avuto mio fratello, ha iniziato a fuggire dalla BMX, per trovare il tempo per una famiglia. Ha anche ricominciato a guidare il Motocross, che per lui era più un hobby che BMX. Ha iniziato a guidare le bici da cross più frequentemente quando mio fratello era giovane e Josh lo adorava. Qualsiasi cosa con due ruote si adatterebbe perfettamente con noi. Io e Josh e mio padre condividiamo una buona abilità generale in bici con qualsiasi cosa abbia le ruote, quindi penso che sia stato il mio destino.

SEMBRA CHE JOSH È STATO SPETTATO NELLA SPOTLIGHT QUANDO HA FIRMATO CON LA FABBRICA YAMAHA IN UN GIOVANE ETÀ? Sì, avevo solo 11 o 12 anni, ma ricordo che aveva praticamente un piano. Tutti sono saliti sulla scena professionale un po 'prima di quanto non facciano adesso. Era su grandi bici quando aveva tredici anni, come me. Andavamo da Ricky Carmichael e James Stewart nei giorni in cui tutti andavano e provavano a correre pro a sedici anni. Questo è stato solo quando hai iniziato la tua carriera da professionista. Come famiglia è ciò che pensavamo dovesse accadere. Non stavamo cercando di fare il tutto, passare metà della tua vita su una Super Mini e poi passare metà della tua vita sulla rotta di classe 250. Tutti noi eravamo d'accordo su questa idea di entrare semplicemente in essa, il che può essere positivo o negativo. La parte buona è che ci si mette subito dentro e si inizia a fare soldi. È stato grande per noi e qualcosa che non avevamo mai visto prima. Ha vinto la Minneapolis 450 Supercross quando aveva solo diciotto anni, che era molto giovane come vincitore nella classe. Ero nel mio camper in Texas per le mie corse. Stavamo guardando la gara sullo schermo del mio computer e non ci potevamo credere. Ancora oggi, è stato uno di quei momenti in cui sono così sconvolto che mi sono perso. Non ce ne sono molti nella mia vita che mi sono davvero dispiaciuto di aver perso, ma questo è uno di questi.

I CRITICI POSSONO DIRE CHE IL TUO FRATELLO FA ALCUNE SCELTE SCELTE COME PRO, PENSI CHE MODO? Bene, io e mio fratello siamo molto diversi, ma non sono mai stato orgoglioso di lui. Ha fatto la sua carriera esattamente come voleva, e non è stata la decisione di nessun altro. Era bravo e ha vinto le gare. Era molto sul podio. Fu pagato e realizzò tutto ciò che nella sua mente voleva, o che pensava di poter fare. Ci sarà sempre qualcuno che dice: "oh, avrebbe potuto farlo, avrebbe potuto farlo, e avrebbe potuto essere migliore". A volte ero proprio lì accanto a lui, e penso che avrebbe potuto fare alcune cose meglio, ma sai una cosa? Lo ha fatto nel modo in cui voleva farlo. Era anche in un altro momento, se fosse arrivato ai miei tempi, non sarebbe stato più lo stesso. Penso solo che lo sport abbia, diciamo meno divertente, per quanto riguarda le attività extracurricolari. Tutti sono solo un po 'più dal libro, che in un certo senso è buono e un modo non è buono. Le bici da sporcizia dovrebbero essere divertenti. Questo è il motivo per cui tutti abbiamo iniziato a farlo, e si è divertito a farlo, quindi sono contento di averlo fatto. Penso di essere molto più professionale rispetto alla maggior parte delle persone. Ma allo stesso tempo, mi piace decisamente la mia libertà. Mi piace prendermi del tempo libero e divertirmi. Devi solo trovare un equilibrio. Non ho mai voluto criticarlo perché ha realizzato più di me. Non ho vinto una gara Supercross 450. Per me, questo è un grosso problema, e qualcosa che pochissime persone su questa terra potranno mai fare. Sono orgoglioso di lui per questo, e qualsiasi altra cosa è qualunque cosa.

JUSTINHILLprocircuit2013Questo è Justin sul Pro Circuit Kawasaki nella sua stagione da rookie nel 2013. Ha guidato per Pro Circuit nel 2013 e 2014 prima di partire.

QUANDO HAI FACILITATO PRO, COME SEI FINITO A PRO CIRCUIT KAWASAKI? Era solo la nostra prima scelta. Avevamo alcune opzioni, in realtà alcuni posti in cui avremmo potuto trovare più soldi. Mio padre e io abbiamo preso tutte le decisioni insieme per quello che pensavamo sarebbe stato il miglior percorso di carriera. Sicuramente era Pro Circuit dove volevamo essere. Ci piaceva davvero quello che la squadra aveva realizzato. Abbiamo rispettato quello che Mitch per molto tempo e abbiamo guardato lui e il suo team nel corso degli anni. Sicuramente, era dove pensavamo di dover essere.

COME VUOI CARATTERIZZARE LE TUE PRIME STAGIONI DI COPPIA DA PRO? Direi che il mio primo anno nel 2013 ha avuto molto successo. Ho iniziato la stagione con una mano rotta, quindi ho avuto davvero problemi a cavalcare. Ho sempre adorato Supercross quando ero più giovane e mi dispiaceva che tutti mi vedessero non fare così bene. Ero come no; questo non sono io. Sono un ragazzo di Supercross; Aspetta. Sulla carta, non ho ottenuto alcun podio, quindi sono rimasto deluso. Poi sono uscito dalla serie Supercross atterrandomi e spezzandomi l'altra mano. Quindi sono venuto all'aria aperta con l'altra mano rotta, e mi ci è voluto tutto l'anno solo per essere al 100%, ma poi mi sono sentito benissimo. Prima di entrare nel 2014, mi sentivo di nuovo bene, mi sentivo come me stesso. Potrei davvero guidare di nuovo. Potevo fare tutto ciò che sentivo per farmi vincere e quello era un punto di svolta, riportando tutto in ordine e sentendomi di nuovo a mio agio. Ho vinto il mio primo Supercross nel 2014 e stavo ottenendo dei buoni risultati in casa. Ho preso lo slancio dalla mia serie Supercross alla serie Motocross e questo mi ha aiutato molto. Ero in forma di gara ed ero fiducioso di fare la fila al cancello.

PERCHÉ HAI LASCIATO UN CIRCUITO PRO PER RED BULL KTM PER IL 2015? Quando sei il prossimo ragazzo percepito, tutti ti lanceranno tutto per venire a modo suo. Avevo diciotto anni e non avevo mio padre coinvolto, ed è stato un grosso errore. Sarei potuto andare ovunque. Come ti stavo dicendo, ogni volta che ho preso una decisione con le corse, l'ho fatto ad ogni passo con mio padre. Ma vivevo da solo in California, e lui non era lì con me. Non abbiamo avuto la possibilità di prendere la decisione migliore e l'ho soffiata. Una cosa che mi è piaciuta di unirmi alla Red Bull KTM è stata la presenza di quattro ragazzi sotto una tenda di fabbrica, il modo tradizionale di dirigere una squadra. Questo è quello che sono cresciuto pensando che una squadra dovrebbe essere. Ovviamente, conoscevo Roger DeCoster da molto tempo, quindi avevo decisamente molto rispetto per lui. Avevo il desiderio di sentire quello che aveva da dire e come avrebbe potuto aiutarmi a migliorare la mia carriera. Ma il tutto era molto più distaccato di quanto avrei mai pensato. Avevo solo l'impressione che sarebbe stato un po 'diverso da quello che era, il che non è stata colpa di nessuno se non la mia. Volevo l'opportunità di imparare da Ryan Dungey e iniziare il programma con lui.

JUSTINHILLKTM2015Justin Hill faceva parte del team Red Bull KTM nel 2015, ma non è stato un momento piacevole. È stato spostato nel team di Troy Lee KTM nel 2016.

Quindi non sei stato in grado di imparare dal team? Sì, questo è esattamente il mio punto. Non c'era molta comunicazione. Avevo sospettato che ci fosse un bel po 'di tempo per conoscerli e vedere come lo fanno. Non riuscivo ancora a dirti come lo fanno! Pensavo che sarebbe successo. Allo stesso tempo, sono abbastanza diverso da Ryan che è un tipo fantastico, fantastico ed è super guidato. Ho così tanto rispetto per lui e per quello che è stato in grado di fare, ma allo stesso tempo, non penso che lo stesso programma funzionerebbe per me che ha funzionato per Ryan. Quando sono andato lì, stavo prendendo qualcosa che già funzionava e cercavo di cambiarlo. Avrei dovuto solo cercare di attenermi a ciò che funzionava per me, perché ha funzionato bene. Mi piace fare le mie cose. Mi piace tenerlo leggero e divertirmi, ma continuo a lavorare sodo. È un lavoro così duro fare ciò che facciamo che potresti anche provare a goderti e rendere più facile per te stesso.

QUANTO TI SEI STATO QUANDO KTM TI HA SPOSTATO NEL TEAM TROY LEE KTM PER IL 2016? All'inizio, ho pensato: "Va bene, va bene, non preoccuparti". Mi hanno promesso che la bici sarebbe stata la stessa, cosa che era. Ero l'unico a guidare entrambi, e li sentivo molto simili, quindi non c'erano problemi. Penso più di ogni altra cosa, sono rimasto deluso dal fatto che mi è stato detto qualcosa, e quella cosa non è stata mantenuta. Le persone che mi conoscono, sanno che sono davvero vecchia scuola, e mi piace quando qualcuno dice qualcosa attraverso cui lo portano, perché è quello che faccio. Se ho intenzione di fare qualcosa, lo farò. Se avessi cavalcato per Troy Lee, mi sarei avvicinato a Tyler Keefe (Team Manager) e avrei detto: "Ehi, posso guidare per voi ragazzi?" Non è per quello che mi sono iscritto a guidare, ma è per quello che ho finito per andare a cavallo. Non è necessariamente una cosa negativa, ma era una cosa principale.

QUALI SONO stati i lati negativi dell'interruttore? Alla Red Bull KTM avevo firmato contratti con persone perché ero libero di indossare il mio casco e le mie attrezzature. Era una fabbrica, quindi dovevo indossare anche quello che volevo. Fox mi piace molto ed è stato con loro per anni. Volevo continuare relazioni che non ero in grado di continuare, ma Tyler è stato davvero fantastico. Mi ha compensato per quello che ho perso. Non intendo affatto un singolo colpevole, o il team TLD KTM, era proprio quello che è stato fatto dalla fabbrica.

HAI IL TEAM NEL 2016 UNA VITTORIA SUPERCROSS, DESTRA? Sono stato l'unico a vincere quando hanno assunto per la prima volta lo sforzo di Factory KTM, quindi è stato bello. Sono stato in grado di fare qualcosa per loro che era un punto di riferimento per quanto fossero una squadra. Sono diventati il ​​team ufficiale nel 2016 e ho vinto una gara per loro, e questo è nei libri di storia. Sono pompato per darglielo, ma avrei preferito dare loro un campionato. Ma quell'anno abbiamo avuto un problema nelle prove del Supercross a Detroit, dove ho avuto una commozione cerebrale. È stato un peccato perché ora dopo un anno davvero brutto che ho avuto nel 2015, mi sono sentito bene. Ho iniziato l'anno in modo decente con gli stessi punteggi che ho avuto quest'anno per vincere il campionato. Ho iniziato con un quinto, un secondo e un primo. Stava migliorando sempre di più e mi sono sentito benissimo, ma ho avuto quell'incidente a Detroit. Ciò praticamente ha posto fine a questo, mi dispiace che non sono stato in grado di fare di più.

FORKNERjustinHILLJustin è in squadra con Austin Forkner (a sinistra), Adam Cianciarulo e Joey Savatgy nel team Pro Circuit 2017.

MA ORA SEI TORNATO A PRO CIRCUIT KAWASAKI; COME È SUCCESSO? Mi sono sempre tenuto in contatto con Mitch. Probabilmente probabilmente ci siamo avvicinati a chiacchierare con lui per un po 'di tempo, e conoscerlo un po' meglio dall'esterno guardando dentro. Ho iniziato ad apprezzare quello che avevano e chi erano un po 'di più. Dopo aver vinto a Toronto, mi ha telefonato dicendo solo congratulazioni e mi ha colpito molto per la vittoria. Poi, un po 'più tardi nella settimana, mi ha chiamato di nuovo e mi ha detto: "Ehi, cosa ne pensi di tornare?" Quando mi ha chiamato per la prima volta, mi aspettavo solo che dicesse: "Ehi, come va, come va" e quel genere di cose. Non mi aspettavo davvero che lui richiamasse di nuovo e mi offrissi di tornare perché non è successo. Sono stato così fortunato per lui a sentire il bisogno di darmi un'altra possibilità. Ero proprio come "wow Mitch che è bello." Subito dopo aver telefonato con lui, ho chiamato mio padre e mio padre ha appena detto "oh wow, sarebbe davvero bello, no?" Ho messo in campo alcune offerte solo per ottenere il mio giusto valore di mercato. Ho fatto un buon affare con buoni bonus e cose che volevo. Volevo solo recuperare ciò che pensavo di poter fare per quei due anni in cui non ci ero più.

Quindi hai firmato nuovamente con MITCH PAYTON PER IL 2017 E HAI FATTO IL CAMPIONATO WEST 250 SUPERCROSS! Sì, ero estremamente dispiaciuto di essere sulla costa occidentale, perché mi sono rotto la spalla, la scapola, la clavicola e praticamente tutto alla mia sinistra. La mia scapola era rotta in tre o quattro punti ed era solo un gran casino. Le cose possono accadere così in fretta, e ho pensato tra me e me "perché faccio questi errori?" Proprio allora e lì, ho cambiato quello che sono. Ho cambiato il modo in cui mi avvicino allo sport e ho guadagnato così tanto rispetto per quello che faccio. Ora provo a fare un minor numero di errori e prendere decisioni migliori. Vincere il campionato è stato un grosso problema per me e ho posto fine alla siccità che aveva Mitch.

JUSTINHILLJustin ha dominato la 250 West nel 2017 e ha conquistato il titolo prima che la serie finisse.

VINCERE UN CAMPIONATO DI MOTOCROSS DA 250 ESTERNI È IMPORTANTE PER TE? Per quanto mi riguarda, è importante fare l'intero campionato all'aperto e fare bene. Quando mi sono iscritto per guidare ancora una 250 per Mitch, ho pensato di avere un'alta probabilità di vincere un titolo Supercross. Questo è ciò su cui mi sono concentrato, ed è quello che ho fatto, quindi sono felice. Allo stesso tempo, quello che voglio fare ora è per me stesso. Ora ho completato ciò che volevo fare per Mitch e quello che avevo deciso di fare. Tutto da qui in poi è solo per me.

CHE COSA VUOI FARE? Voglio avere punti alla fine dell'anno per guadagnare un numero di carriera. Voglio vincere gare nazionali all'aperto, e questo fa tutto parte del puzzle. Se potessi salire sul podio più spesso, allora sto bene per un campionato. La serie Motocross è una serie più lunga e più dura. Ho la stessa possibilità di vincere quello all'aperto come ho vinto quello Supercross. Ma non ho guardato così lontano. Per prima cosa volevo togliermi di mezzo ciò che avevo fatto. Ora che l'ho fatto, credo di poter costruire come pilota ed essere più fiducioso per il futuro nella stagione outdoor. Guidare una 450 in Supercross è ciò che non vedo l'ora, ma questo campionato in questo momento fa parte del puzzle e voglio fare del mio meglio per farlo.

Sembri ansioso di salire a 450 giri, perché? Questo è quello che voglio fare, ma c'è molto da fare quando prendi un altro impegno di due anni per qualcosa, quindi esaminerò ogni singola opzione. Non escluderò nulla. Ancora una volta, sono in una posizione in cui qualcosa funziona, quindi non voglio rovinarlo se non ho qualcosa di meglio per sostituirlo. Sono tutte cose che devo considerare, e dovremmo avere un po 'di tempo prima di concentrarmi su quello. Stanno andando molto forte per farmi correre la piastra numero 1 su una piccola bici. Ma ho il piatto n. 1 appeso al mio muro e non mi sembra un grosso problema gestirlo. Onestamente penso che sia più un rischio solo perché guido una 450 meglio. Quello che odierei fare è restare nella classe 250, e forse mi succede qualcosa. Quindi, la difesa del campionato è sparita e mi sono praticamente dimenticato.

justinhill2017mmmJustin vuole passare alla classe 450 nel 2018. Secondo quanto riferito, ha una clausola nel suo contratto Kawasaki che gli ha garantito un posto nel Team Kawasaki se avesse vinto un campionato. Lo ha fatto, ma potrebbe ancora aver bisogno di dimostrare il suo valore durante i Campionati nazionali AMA 2017 del 250.

QUALUNQUE ALTRO CREDE SEI PRONTO PER LA CLASSE 450? Ho più da offrire come pilota 450 se posso farcela per due anni e iniziare a rotolare. Sono entusiasta di aver vinto il 250 West Championship; Voglio solo andare avanti e capitalizzare su di esso. Non voglio davvero competere di nuovo per lo stesso titolo. Non voglio fare nulla che possa fermare la palla che rotola per me. Voglio solo la possibilità di mostrare quello che so di poter fare su una grande bici. Non voglio perdere questa opportunità. Sono in una buona squadra di 250 in questo momento, quindi non voglio passare a una squadra minore dopo un risultato importante. Spero di avere opzioni in entrambe le direzioni. È totalmente un cane mangia cane nella classe 450 e non ci sono così tante giostre disponibili. Ma credo che ci sia spazio per me in questo momento.

Foto: Kyoshi Becker, Brian Converse, Pro Circuit, KTM, MXA

SUBSCRIBEINTERNAL AD ROCKYMOUNTAIN

Ti potrebbe piacere anche