SOGNO REALIZZATO: DALLE HAWAII ALLA NAZIONALE AMATORIALE DI LORETTA LYNN

Brian Medeiros 2020 Loretta Lynn Amatuer National5

SOGNO REALIZZATO: BRIAN MEDEIROS VA DALLE HAWAII, IN CALIFORNIA, ALLA LORETTA LYNN AMATEUR NATIONAL 2020

Di Brian Medeiros
Foto di Santiago Alcalde (@MXART_CL)

Cresciuto sull'isola di Kauai alle Hawaii, la comunità di motocross era piccola. Avevamo una pista da motocross aperta solo nei fine settimana. Ho guidato quella pista quasi ogni fine settimana dall'età di 5 a 18 anni. Il motocross per me è sempre stato solo un hobby. Anche se ho seguito molto lo sport e ho comprato una nuova rivista di motocross dall'edicola locale ogni volta che ne ho avuto la possibilità, non avrei mai pensato di essere dove sono oggi in questo sport. Ricordo che quando ero in quarta elementare, andavo in biblioteca e guardavo i video di motocross sul computer durante il pranzo perché la mia famiglia non aveva un computer in quel momento. Ricordo di essermi imbattuto in un video della Amateur National di Loretta Lynn e di averne parlato ai miei genitori quando sono tornato a casa quel giorno. Abbiamo viaggiato due volte l'anno nelle altre isole per le gare del campionato di stato, ma questo è tutto. I miei genitori non avevano idea di cosa fosse Loretta Lynn e nemmeno come provare a qualificarsi per quella materia. Crescendo, i miei genitori si sono lasciati e le cose sono cambiate, ma una cosa che non è cambiata è stato il mio sogno di arrivare un giorno alla Amateur National di Loretta Lynn. 

Brian Medeiros 2020 Loretta Lynn's Amatuer NationalLa Yamaha YZ2020F 450 di Brian Medeiros ha brillato e pronta a partire. Brian ha scelto il numero 83 per onorare il suo amico e compagno hawaiano Kai Mukai che è rimasto paralizzato in un incidente tre anni fa. 

Non è stato fino al 2013 che finalmente avrei avuto la mia possibilità. Mi ero appena diplomato al liceo nel maggio del 2012 e stavo lavorando a tempo pieno quando ho saputo che ci sarebbe stata una qualifica per l'area sud-occidentale di Loretta Lynn sull'isola di Oahu. Solo un'isola più in là dalla mia. Ho convinto mio padre a mettere la mia bici sulla chiatta e spedirla in modo da poterla correre. Mi sono iscritto alle classi 250 e 450 C e sono riuscito a qualificarmi per il regionale che si sarebbe tenuto ad Anza, in California. Alle qualificazioni di area su Oahu avevo incontrato Brian Dominguez. Era sull'isola della California del Nord con la sua famiglia in vacanza quando ha saputo che ci sarebbe stata una qualificazione, ha preso in prestito una bici da mio zio per gareggiare. Dopo aver parlato e uscito con Brian e la sua famiglia per tutto il fine settimana, mi ha invitato a rimanere a casa sua per prepararmi per le qualificazioni regionali tra 3 mesi. Ora che avevo 18 anni, sono stato in grado di prendere le mie decisioni, quindi ho preso i soldi che avevo risparmiato dal lavoro di costruzione per inviare il mio RM-Z 2013 del 250 in California, oltre ad avere un biglietto aereo di sola andata e $ 500 nel mio tasca. A quel punto non ero mai uscito dallo stato delle Hawaii e non avevo idea di cosa mi riservasse il futuro.

Al mio arrivo in California ho iniziato a pedalare e ad allenarmi con Brian per prepararmi per la qualificazione regionale, oltre a lavorare con una società di costruzioni per cui lavorava anche per permettersi di rimanere. Dopo alcuni mesi di guida e allenamento nel nord della California, è arrivato il momento di dirigersi a sud per le qualificazioni regionali. Fortunatamente per me anche mio zio Phil Oveland si stava dirigendo verso le qualificazioni regionali dal nord della California. Si è offerto di dividere il gas con me e portarmi laggiù perché a questo punto non avevo ancora un veicolo. Sono rimasto scioccato dalla velocità con cui tutti erano alle qualificazioni regionali. Quella era la prima volta che mi mettevo in fila su un cancello di 40 persone ed ero terrorizzato. Nonostante la mia paura, ho finito per ottenere l'holeshot nella mia prima manche e ho concluso la gara al terzo posto. Non potevo crederci. Sapevo che dovevo entrare nelle prime quattro posizioni generali per qualificarmi e stavo per farlo. Nella seconda manche sono partito terzo e tutto quello che dovevo fare era finire lì e sarei entrato. Fino a quel momento non avevo mai guidato una pista così ruvida e mi ha morso. Risalendo la faccia di un salto, ho colpito un kicker che mi ha mandato oltre il manubrio. Quando sono atterrato, sapevo che qualcosa non andava bene. Il mio braccio era come se stesse dormendo. La mia spalla era fuori posto. Fortunatamente per me la mia reazione immediata è stata quella di usare l'altro braccio per sollevarlo ed è tornato a posto, ma a quel punto era già troppo tardi. Ricordo che ero seduto lì sul lato della pista pensando che fosse finita e che stavo tornando a casa alle Hawaii. Dopo la gara siamo tornati a casa di Brian e lui mi ha detto che ero più che benvenuto a rimanere a casa sua per guarire e continuare a guidare e ad allenarmi. Ero eccitato per non dire altro. Ho pensato tra me e me che forse non è finita, avrò un'altra possibilità. Dopo alcune settimane di guarigione sono tornato in bici ad allenarmi in pista.

Brian Medeiros ODI Bars-4Brian Medeiros ha fatto molta strada da quando si è trasferito per la prima volta dalle Hawaii alla California nel 2013.

È qui che incontro un altro amico di nome Jordyn Scalvini. Era un professionista locale veloce che viaggiava tra la California settentrionale e la California meridionale per andare a cavallo e correre. Si è offerto di portarmi in un viaggio di una settimana con lui nel sud della California per fare un po 'di equitazione e allenamento, quindi ho accettato l'offerta. Quella settimana siamo stati con Austin Howell e ci siamo divertiti molto. Austin e io siamo diventati amici intimi e mi ha detto che si sarebbe trasferito in una casa con Dennis Stapleton. Si è scoperto che anche mio zio Phil conosceva Dennis e ha messo una buona parola per me. Dopo sei mesi di vita nel nord della California, mi sono ritrovato a spostare tutte le mie cose nello Stapo MX Compound, dove avrei vissuto e lavorato per i prossimi sei anni. 

Durante gli anni di convivenza con Dennis, ho avuto modo di incontrare l'equipaggio dei demolitori di Motocross Action. Se non fosse stato per Dennis e per tutti gli MXA, non credo che sarei dove sono oggi. Mi hanno aiutato moltissimo con le bici da guidare quando la mia era rotta e mi hanno presentato a molte brave persone. Sono stato in grado di raggiungere obiettivi che mi sembravano fuori portata durante il mio tempo lì, come ottenere la mia licenza Pro Motocross e qualificarmi per un AMA National all'aperto, ma ce n'era ancora uno che non ho raggiunto ed era di Loretta Lynn.

Dieci comandamenti LORETTA LYNN'S 2020-4La sezione dei dieci comandamenti di Loretta è una delle caratteristiche più apprezzate del brano. Alcuni anni vengono spostati abbastanza da sfiorarli come urla, ma la maggior parte delle volte i ciclisti li saltano come una sezione ritmica. 

Il 2020 è iniziato come ogni altro anno per me. Il mio piano era di lavorare, guidare e allenarmi per prepararmi per la prossima serie di motocross pro. Ora che ho 25 anni, ho corso molte gare locali, tra cui una qualificazione di area di Loretta Lynn nella classe 25-plus per ottenere alcune gocce extra per rimanere pronto nel caso in cui venisse fuori un programma per gli AMA Nationals. Mi sono qualificato per le qualificazioni regionali nella classe 25+, ma non ci ho pensato molto perché tutto era ancora in sospeso a causa del Covid-19. Col passare del tempo, il programma nazionale AMA non era ancora chiaro, ma ci sarebbe stato un super-regionale tenuto al Fox Raceway per la nazionale amatoriale di Loretta Lynn. Immediatamente ho deciso di gareggiare, non c'erano altre gare in corso e non ero sicuro che quella di Loretta Lynn sarebbe arrivata, ma volevo correre.

Al super-regionale sono arrivato terzo assoluto e ho perforato il mio biglietto per la Amateur National di Loretta Lynn a bordo della YZ2020F 450 di Motocross Action Magazine. Una volta che ho preso quel biglietto in mano, ho capito, finalmente sono stato in grado di controllare quell'obiettivo dalla mia lista e dire che ho raggiunto ciò che avevo deciso di fare anni prima. Il lunedì dopo le qualifiche regionali ho acquistato una YZ2020F 450 che sarebbe stata la mia moto da corsa per il ranch. Per aiutarmi a mettere a punto la moto, ho aggiunto un sistema di scarico in titanio Pro Circuit T-6, supporti motore FCP, pneumatici Hoosier, morsetti tripli X-trig, pedane in titanio Bud Racing e forcelle WP Cone Valve abbinate a un Trax shock. Queste parti e pezzi hanno modellato la mia YZ450F di serie in una bici con cui mi sentivo a mio agio. 

Brian MedeirosIl soprannome di Brian è "Pineapple", quindi questo cappello è perfetto per lui.

Recentemente ho rilevato la divisione TBT Racing Suspension della California meridionale ed è quello che ho fatto a tempo pieno. Fortunatamente per me, anche Kelly Andris e il suo gruppo dal Cile stavano andando al ranch con un camion e un rimorchio e avevano spazio per la mia bici. Questo mi ha risparmiato ventisette ore di guida in ogni direzione, permettendomi di rimanere in California per qualche giorno in più per lavorare. Ho volato a Nashville, nel Tennessee, il venerdì prima della nazionale, sono salito sull'auto a noleggio e ho fatto un'ora di macchina per Hurricane Mills, nel Tennessee. 

Entrando nella pista di Loretta Lynn sono rimasta sbalordita, l'emozione mi ha colpito di essere finalmente lì a correre dopo aver sognato quel momento da ragazzina. Quest'anno siamo stati estremamente fortunati con il tempo; nessuna pioggia era prevista per tutta la settimana. Una cosa che si è fatta notare immediatamente è stata l'umidità, con una media del 90% per tutta la settimana, faceva caldo. Tuttavia, non mi ha influenzato tanto quanto pensavo. Una volta sistemato in pista, ho deciso di percorrerlo. La mia prima impressione è stata che sembrava stretto; più stretto di quanto sembri nei video che ho visto. Avevano anche la pista strappata in profondità, quindi sapevo che sarebbe diventata dura, ma ero pronto per la sfida.

Brian Medeiros 2020 Loretta Lynn's Amatuer National

Dato che mi ero iscritto a un solo corso, quando si sono svolte le prove del lunedì, ho avuto una sessione di quindici minuti per imparare la pista. Mi sono sentito subito bene e sono riuscito a fare tutti i salti già al terzo giro. Dopo le prove ho fatto un cambio di marcia passando da una corona a 49 denti a una da 50 per rimanere in terza marcia su gran parte della pista oltre alle curve molto strette. La mia prima manche non è stata fino alle 4:30 di martedì pomeriggio, quindi ho avuto molto tempo per controllare le cose. Martedì mattina ho passeggiato ai box e mi ha stupito vedere così tanti camper lì con motociclisti di tutte le età. Sembrava una grande atmosfera familiare, finché non sei arrivato sulla linea di partenza. Quando la mia moto ha girato, mi sono messo in fila al cancello e il nervosismo mi ha colpito, è stato intenso. Così intenso che sono andato a dare un pugno al ragazzo accanto a me e gli ho detto buona fortuna e lui mi ha guardato e distolto lo sguardo. Sono partito male in quella manche e sono arrivato 30 ° nella prima manche. Sono rimasto scioccato da quanto fosse ruvida la pista. Hai un giro a vista prima della tua moto e ho faticato a riscaldarmi in un solo giro e andare dritto al ritmo di gara. 

La Moto due era in programma giovedì alle 11:00, quindi ho avuto un giorno per riposarmi, riprendermi e guardare le altre classi per vedere quali erano le linee migliori. Sono sceso meglio dal traguardo nella seconda manche ma ero ancora a metà gruppo. Anche se il secondo e il terzo angolo ci sono rulli che hanno solchi lungo tutto il percorso. La terra era ancora morbida a quel punto e il ragazzo di fronte a me ha attraversato solchi ed è caduto sul retro. Sono corso dritto nella sua bici abbattuta e ho guardato il gruppo che passava. Una volta partito, ho trovato delle traiettorie migliori in tutta la pista e ho potuto fare la combinazione due-tre-tre-due nei dieci comandamenti nel traffico per recuperare tempo. Il mio risultato nella seconda manche è stato un altro 30 ° posto. 

Brian Medeiros 2020 Loretta Lynn's Amatuer National

La Moto tre era sabato mattina alle 8:00. C'era solo una manche davanti a noi, quindi la pista sarebbe stata più liscia di quanto non fosse per tutta la settimana. Sul giro a vista le condizioni della pista mi hanno ricordato le prime prove in una Pro National. L'aria era fresca e lo sporco era appiccicoso con molta umidità. La scelta del 30 ° cancello non era l'ideale per questa manche, ero all'esterno e la linea che il ragazzo accanto a me ha tracciato durante il suo giro di prova a vista ha attraversato la mia a cinque piedi fuori dal cancello, quindi mi ha innervosito. Sapevo che avevo bisogno di saltare su di lui in modo che non potesse chiudermi la porta ed è quello che ho fatto. Sfortunatamente, non appena la mia ruota posteriore ha superato il cancello, l'anteriore mi è venuto addosso e ho dovuto fare una doppia frizione e quello era tutto lo spazio di cui aveva bisogno per avvicinarmi. Sono arrivato alla prima curva in 35 ° ma sono arrivato 20 ° a metà della nostra manche di 20 minuti. Qui è dove le cose sono andate a sud, mentre eseguivo la combinazione di ritmo due-tre-tre-due nei dieci comandamenti, ho raggiunto il falso neutro tra la prima e la seconda tripla e la mia ruota anteriore è andata dritta in faccia e ha superato le sbarre. Ho battuto la testa ed ero dolorante. Sono risalito e ho fatto circolare la pista per finire 39 ° in quella manche portando il mio traguardo generale al 34 °. 

Tutto sommato, questo viaggio è stato un'esperienza fantastica. Mi sono divertito tantissimo. Anche se non ho ottenuto buoni risultati saggio. Sentivo di aver imparato molto e di avere un'idea migliore su come viene eseguito l'intero programma e su cosa fare in modo da poter migliorare i miei risultati la prossima volta. Voglio dire grazie a tutti coloro che mi hanno aiutato a realizzare questo obiettivo. Lo apprezzo molto. Se c'è qualcuno là fuori che ha il sogno di andare da Loretta Lynn, ti incoraggio a farlo. Ho incontrato così tante persone che ora posso chiamare amici e rifarei tutto da capo in un batter d'occhio!

 

Ti potrebbe piacere anche