MXA RACE TEST: IL VERO TEST DELLA BETA 2024RX 450

L'EQUIPAGGIAMENTO: Maglia: Alpinestars Supertech, Pantaloni: Alpinestars Supertech, Casco: Alpinestars M10, Occhiali: Scott Prospect, Stivali: Alpinestars Tech 10.

D: PRIMA DI TUTTO, LA BETA 2024RX 450 È MIGLIORE DELLA BETA 2023RX 450?

A: Sì, perché la 450RX è la prima moto da cross 450 a quattro tempi di Beta. Il marchio italiano esiste dal 1905 e, sorprendentemente, è rimasto di proprietà della famiglia per tutto il tempo. Beta ha prodotto moto da cross a due tempi negli anni '70 e '80, ma da allora Beta ha concentrato la sua attenzione principalmente su moto da trial e fuoristrada. La Beta 2021RX a due tempi del 300 è stata la sua prima bici specifica per il motocross ed è stata un precursore di questa nuovissima 450.

Q: IN COSA CONSISTE LA BETA?

A: Poiché è un piccolo marchio europeo, e probabilmente perché Beta utilizza telai in acciaio, alcune persone presumono che Beta stia lavorando con KTM in qualche modo. Possiamo assicurarti che non è così. La casa motociclistica italiana esiste da molto più tempo di KTM, con la sua nascita che risale a oltre 120 anni fa. Originariamente sotto il nome di "Società Giuseppe Bianchi", Beta iniziò producendo biciclette fatte a mano e passò alle motociclette alla fine degli anni '1940. Beta è quello che viene chiamato un “marchio boutique”. Le beta vengono acquistate principalmente tramite concessionari tramite preordine e il ciclista può effettivamente personalizzare la build tramite il programma BYOB (Build Your Own Beta) al momento dell'ordine.

Beta è molto più piccola degli altri grandi produttori, quindi gli italiani devono essere intelligenti con il loro marketing. Non pretendono di avere le bici più veloci, più forti, più leggere o più agili. Il loro slogan è "Rideabilità" e il loro obiettivo è produrre biciclette che piacciano al ciclista comune con un telaio equilibrato e un motore fluido. La Beta 450RX è una nuova entusiasmante macchina con un carattere di potenza fluida.

Q: QUAL È IL BACKSTORY DELLA BETA 2024RX 450?

A: La Beta 2024RX 450 è il prodotto di cinque anni di sviluppo e quattro anni di test in gara nella serie MXGP. Nel Campionato del Mondo, i piloti e le squadre possono gareggiare su macchine prototipo e non ci sono restrizioni. Per questo motivo, può essere emozionante vedere i team ufficiali gareggiare su quelli che potrebbero essere i modelli del prossimo anno. L'anno scorso Romain Febvre ha corso con la Kawasaki KX2024 del 450 e Tim Gajser ha corso con la Honda CRF2025 del 450.

Jeremy van Horebeek è stato il pilota/pilota collaudatore principale del team ufficiale Beta quando hanno iniziato a correre la MXGP nel 2021, e Alessandro Lupino si è unito a lui per la stagione 2022. Per il 2023 sono stati Lupino e Ben Watson, e per il 2024 il team ha Ben Watson e Ivo Monticelli a rappresentare Beta (Alessandro Lupino ora sta testando e corre per la Ducati). Attraverso i test di gara nella serie MXGP, Beta è stata in grado di sviluppare la 450RX che ora è disponibile al pubblico. Ciò gli consente di essere omologato in modo che possa correre nell'AMA Supercross e nel motocross nel 2024. A rappresentare il team Beta ufficiale ci sono Colt Nichols e Benny Bloss.

Le forcelle KYB erano la parte più difficile della bici.

Q: SU COSA SI BASA LA BETA 2024RX 450?

A: Naturalmente, questo è un modello completamente nuovo per Beta. Ma, a differenza degli altri due principali marchi emergenti, Triumph e Ducati, Beta è già ben abituata a realizzare moto da cross. Hanno una gamma completa di quattro tempi specifici per fuoristrada in cilindrate uniche che attualmente corrono nelle serie West Coast Off-Road Grand Prix (WORCS e NGPC), gare nel deserto, gare GNCC della costa orientale, EnduroCross e Hard Enduro. . Nella gamma a quattro tempi, Beta produce 350RR, 390RR, 430RR e 480RR. Nella categoria a due tempi, producono 125RR, 200RR, 250RR e 300RR.

Durante lo sviluppo della Beta 2024RX del 450, gli italiani hanno utilizzato il loro fuoristrada pronto per il cross-country come punto di partenza e, ovviamente, hanno dovuto apportare una serie di aggiornamenti per sintonizzarlo sul motocross.

Poiché Beta attualmente non ha un motore da 450 cc per fuoristrada, questo motore è tutto nuovo. Il 450RX ha una trasmissione a 5 velocità con compartimenti dell'olio separati per il motore e la trasmissione. Ha una testa a quattro valvole, follower a dito, doppie camme e utilizza l'iniezione elettronica del carburante con un corpo farfallato da 46 mm. Utilizza una frizione idraulica con molla a rondella Belleville con una pompa freno Brembo e tre impostazioni di tensione sulla molla per regolare la sensazione della frizione. Inoltre viene fornito di serie con un sistema di scarico HGS in acciaio inossidabile.

Per quanto riguarda il telaio, utilizza un telaio in acciaio al cromo 450RX saldato tramite robot e verniciato a polvere di rosso. Questo telaio è nuovo per questa bici ed è stato reso più rigido per il motocross con 10 mm di materiale aggiunto attorno allo stelo dello sterzo. Rispetto ai telai specifici per fuoristrada, l'angolo del piantone dello sterzo è più ripido per curve più strette. Il motore viene ruotato leggermente indietro nel telaio. Inoltre, il 450RX utilizza supporti per la testa specificamente progettati per il motocross. Questo stesso telaio è disponibile sulla quattro tempi fuoristrada Beta RR “Race Edition” per il 2024, ma non è disponibile sui modelli Enduro. Per le sospensioni, la 450RX utilizza forcelle a molla AOS Kayaba, a cartuccia chiusa, da 48 mm e un ammortizzatore posteriore Kayaba da 50 mm. Per fermarsi, la 450RX si affida ai freni Nissin. 

Una volta riparate le sospensioni, la Beta 450RX è un vero spasso da guidare.

Q: COME FUNZIONA LA BETA 2024RX 450 IN PISTA?

A: Il motore della Beta 450RX è molto simile a quello di un trattore. Ha una sensazione pesante che prosegue con una dolce qualità di potenza, ricordandoci la nuova Kawasaki KX2024 del 450, solo che non è così "libera" o "veloce" come la KX. Su una pista liscia, i nostri tester desideravano più potenza ed eccitazione, ma quando la situazione si è fatta dura, sono stati grati che la bici fosse più facile da gestire grazie alle sue caratteristiche di potenza amichevoli. 

Il motore 450RX preferisce essere guidato ai regimi medi e non vuole essere portato su di giri sulla luna. Anche il limitatore di giri della Beta è davvero unico. Ha quello che i sintonizzatori del motore chiamano un limitatore "lento" o "morbido". Si accende a 11,100 giri al minuto, che è nella stessa gamma della KTM 2024SXF 450, ma il modo in cui si accende è diverso. Emette una sensazione di sbattimento al limitatore. Numerosi collaudatori hanno affermato che sembra il Quickshift di KTM. All'inizio i nostri collaudatori erano confusi, chiedendosi se la bici avesse problemi elettrici, ma una volta che ci siamo resi conto che era normale, ci siamo abituati. 

Anche se siamo critici su alcuni suoi aspetti, il motore 450RX non è male, è solo diverso. Quando acquisti la bici, viene fornita con un manuale del proprietario, una staffa per spostare l'interruttore della mappa dal centro del cuscinetto del manubrio al manubrio e quattro camme dell'acceleratore opzionali che vanno dalla svolta rapida a quella lenta. Tutti i nostri collaudatori hanno preferito la camma dell'acceleratore a rotazione rapida perché conferiva al motore una sensazione di fascia bassa più emozionante. 

Q: COME FUNZIONA LA BETA 2024RX 450 SUL DYNO?

A: La Beta 450RX ha brillato al banco prova. È andato forte con una curva dinamica paragonabile alla curva KTM 2024SXF del 450. Corrisponde alla KTM per potenza nel  Gamma da 6000 a 7000 giri al minuto, ma la KTM inizia a staccarsi a 8000 giri al minuto e continua ad allontanarsi nelle gamme di 9000, 10,000 e 11,000 giri al minuto dove la KTM raggiunge il picco di 59.2 cavalli. La Beta 450RX raggiunge il picco di 57.8 pony. La curva di coppia, tuttavia, racconta una storia diversa. Sia la KTM che la Beta raggiungono un picco di 34.8 piedi della libbra di coppia, ma la KTM lo sostiene per molto più tempo, mentre la curva Beta si chiude prima.

Abbiamo anche confrontato le due mappe Beta 450RX al banco prova. La mappa morbida ha portato il 450RX da 57.8 a 53.7 cavalli e la coppia di 34.8 piedi-libbra a 32.8. Era significativamente più lento sul banco prova e in pista. Poiché la Beta 450RX è già una 450 a quattro tempi molto delicata con un profilo di potenza amichevole, raramente abbiamo scelto di utilizzare la mappa morbida. Solo un tester l'ha preferito durante la guida su fondo duro e scivoloso. 

Ora capiamo cosa intende Beta per “Rideabilità”. :

D: COME FUNZIONA LA BETA 2024RX 450 IN PISTA?

A: La sospensione Kayaba ostacola la Beta 450RX. La forcella e l'ammortizzatore non vanno d'accordo tra loro. La forcella è rigida nella parte superiore della corsa e morbida nella parte inferiore. Va in alto nella corsa e può sembrare rigido finché non si afferra il freno anteriore o si colpisce un grosso dosso, quindi esplode e si avvicina molto al fondo. È un enigma che all'inizio ha fatto girare in tondo i nostri collaudatori. Lo shock è quasi l'opposto. È morbido e morbido nella parte superiore, ma quando entri nella gamma media della corsa, diventa rigido. Abbiamo provato ad alzare e abbassare sia l'abbassamento che le forcelle all'interno delle piastre triple. Alla fine, abbiamo deciso di aggiungere 20 cc di olio alle forcelle per contribuire a dare ulteriore smorzamento a fine corsa. Quindi abbiamo utilizzato il clicker di compressione per ammorbidirlo. Alla fine, siamo intervenuti sul regolatore dell'estensione della forcella per ottenere più movimento sui dossi.

Viene fornito di serie con un design del filtro Twin Air, che copia KTM.

La frenata del motore influisce sul modo in cui la bici rallenta quando entra in curva, il che influisce sulla manovrabilità della bici. La 450RX rotola liberamente dall'acceleratore, con meno freno motore in seconda e terza marcia. Naturalmente, la prima marcia ha messo in risalto più freno motore, come ci si aspetterebbe, ma raramente siamo passati alla prima all'ingresso della curva. L'effetto più grande di un sacco di freno motore è che aumenta il carico sulla parte anteriore in entrata di curva. Più peso sull'anteriore è una buona cosa perché aumenta l'angolo di sterzo; non è però altrettanto piacevole quando le forcelle sono troppo rigide nella parte iniziale della corsa. Anche se abbiamo detto che raramente scalamo la marcia quando ci avviciniamo per la prima volta a una curva, ci sono state alcune curve più strette in cui dovevamo scalare una marcia per aumentare la trazione della gomma anteriore e aggiungere un po' di grugnito di fascia bassa in uscita di curva.

Il vano batteria è disposto in modo ordinato.

Per fortuna, Beta ha un team di sospensioni interno che può personalizzare la sospensione in base al tuo livello di abilità e al tuo peso. Ci hanno inviato un assetto che ha aiutato notevolmente il bilanciamento della moto, dando ai nostri collaudatori molta più fiducia nel telaio. Ci aspettiamo che correggano le impostazioni delle sospensioni di serie per la Beta 2025RX 450.

D: COSA C'È DI UNICO NELLA BETA 2024RX 450?

A: Questa bici ha molti aspetti interessanti che la distinguono dagli altri marchi. Innanzitutto, ha la rimozione del sedile senza attrezzi. Premi un pulsante per rimuovere il sedile, il che è utile per lavare la bici e proteggere la schiuma del sedile. Anche il sedile è molto piatto e duro. Ti consigliamo di aggiungere un rilievo della sella sotto la copertura per mantenerti centrato sulla bici e per aiutarti a sentirti come se fossi seduto sulla bici piuttosto che sopra. Bello anche il vassoio sotto il sedile. Un cestino leggero mantiene la batteria, la centralina e i relè in un unico punto.

L'airbox Beta è una copia del design del filtro dell'aria senza attrezzi di KTM. La copertura in plastica si aggancia come quella di una bici austriaca e il filtro Twin Air di serie si inserisce negli anelli di tenuta in gomma come il filtro KTM, solo che non è così facile. Ci vuole un po' di pratica per capirlo con le dita. La configurazione del cambio mappa/bar pad menzionata in precedenza è piuttosto unica. Ogni ciclista di prova lo guardava con trepidazione, perché l'interruttore della mappa modellato in plastica era bloccato sopra il cuscinetto della barra ed era esattamente al centro del punto in cui il tuo petto avrebbe colpito. Fortunatamente, Beta ha un adattatore per spostare l'interruttore della mappa sul manubrio. Il freno anteriore, i posatoi della frizione e le pompe freno sono tutti rivestiti di nero, così come il forcellone, conferendo alla bici un aspetto di fabbrica. Il pignone a doppio strato è un bel tocco, con anima in alluminio e denti in acciaio per una maggiore durata. Questa è l'unica moto da cross che utilizza un serbatoio del carburante traslucido. Non è necessario rimuovere il tappo del serbatoio per vedere quanta benzina c'è nel serbatoio.

Anche il layout generale della Beta è unico. Sebbene sia molto rosso, non può essere confuso con una Honda o una GasGas. La carrozzeria è quasi ugualmente rossa e blu. I cerchi e la sella sono blu e la grafica è blu e rossa. La marmitta è esposta al 100%; tuttavia, abbiamo perso un bullone dalla protezione della marmitta quando un ciclista di prova lo ha schiacciato troppo forte. Solo il nostro collaudatore più basso ha detto che poteva sentire il calore proveniente dalla marmitta, ma ha detto che non era caldo, solo caldo.

Le pedane non erano abbastanza affilate.

Q: CHE COSA ABBIAMO ODIATO?

A: La lista dell'odio:

(1) Sospensione. Il problema più grande con questa bici è la sospensione di serie.

(2) Limitatore di giri. Questo motore ha molti vantaggi, ma lo svantaggio è il limitatore di giri, poiché è diverso da qualsiasi altro moderno quattro tempi. 

(3) Pedane. All'inizio i picchetti sembravano fantasiosi, ma non erano affilati e si consumavano rapidamente. 

(4) Sede. La disposizione dei sedili potrebbe utilizzare più schiuma. È piatto e duro. 

(5) Larghezza. Il serbatoio del carburante è ampio e sporge maggiormente rispetto agli altri serbatoi. Sembra una Yamaha YZ2022F del 450 o del modello precedente. Non è terribile, ma ci vogliono alcuni giri per abituarsi. 

(6) Manutenzione. La trasmissione a doppio compartimento e la situazione dell'olio motore aggiungono alcuni passaggi aggiuntivi al cambio dell'olio di routine. 

(7) Serbatoio del carburante. Siamo 50/50 sul serbatoio traslucido. Fa sembrare la 450RX una moto da fuoristrada, ma è molto pratica e piacevole per controllare a colpo d'occhio il livello del carburante.

(8) Peso. Senza carburante, ma inclusi tutti gli altri fluidi, la Beta 2024RX del 450 pesa 239 libbre, che è lo stesso peso della Suzuki RM-Z450 e della Kawasaki KX450.

Q: CHE COSA ABBIAMO PIACIUTO?

A: La lista dei Mi piace:

(1) Potenza. Questo motore è ingannevole. Ha una qualità di potenza dolce che è più veloce di quanto sembri. 

(2) Estetica. Beta non ha paura di distinguersi e questo ci piace.

(3) Shock. L'ammortizzatore posteriore può essere rimosso senza sollevare o rimuovere il sottotelaio. Rimuovere la marmitta, quindi rimuovere i bulloni dell'ammortizzatore (superiore e inferiore) e l'ammortizzatore uscirà attraverso il lato destro del sottotelaio.

(4) Interruttore mappa. È unico e interessante avere l'interruttore della mappa nel pad del manubrio, ma è ancora più bello che possa essere facilmente spostato sul manubrio.

(5) Rivestimenti. Il forcellone nero e i freni hanno una vernice spessa e speciale. 

(6) Filtro senza strumenti. È bello cambiare un filtro senza dover aprire una casella degli strumenti. 

(7) Pignone. La corona posteriore bimateriale offre un grande valore aggiungendo durata.  

(8) Camme dell'acceleratore. Siamo lieti che offrano quattro camme dell'acceleratore extra per regolare l'erogazione di potenza. Abbiamo preferito la camma a rotazione rapida numero 44 nera. 

D: COSA PENSIAMO DAVVERO?

A: Questa bici è perfetta per i ciclisti che amano distinguersi dalla massa. Poiché Beta è un produttore più piccolo e un marchio completamente nuovo per il motocross, è probabile che sarai uno dei pochi ciclisti su una Beta nella tua zona. Possedere la nuova Beta 450RX significherà dover rivalutare le sospensioni, ma questa bici ha del potenziale. Ricorda ai nostri collaudatori più esperti la KTM 2012SXF del 450, una bici che non era del tutto pronta per la gara in forma di serie, ma aveva un grande potenziale una volta regolate le sospensioni. 

Poiché si tratta di un marchio più piccolo e di un modello completamente nuovo, sono disponibili meno parti aftermarket per la Beta 450RX; tuttavia, Beta ci ha assicurato che sono impegnati nel mercato del motocross e non andranno da nessuna parte. 

 

Ti potrebbe piacere anche

I commenti sono chiusi.