LE 10 BICICLETTE PIÙ DA COLLEZIONARE DI TOM WHITE: QUALITÀ DEL MUSEO

1973-honda-cr250-1 pentondsixday tm250suzukiyamahayz250Astrap 1965-CZ-250-twin-portbsacatalinascrambler185  1964dotdemon185 1971dkw125185 czyellowtank400185 Bultaco360Bandito185 Lito500  puchleft   husky250cross1200 rokon340auto greeves25012001968-BSA-METISSE-500

DI TOM WHITE

In questo articolo voglio mostrarvi le 10 moto che penso che ogni collezionista di motocross dovrebbe possedere. Tieni presente che i prezzi di alcuni dei miei 10 migliori oggetti da collezione sono sbalorditivi, pari solo alla rarità di alcuni di essi. Nota anche che nel mio "Museo dei primi anni del motocross" ho moto ancora più rare che non ho incluso in questa guida - non perché non fossero degne, ma perché volevo fornire una sezione trasversale di marchi e tipi. In fondo a questa pagina, dopo la top ten ho inserito diverse bici degne della lista, se non altro per la loro stravaganza, popolarità o creatività. Tuttavia, quando si impostano i parametri su dieci, si è limitati a dieci.

Il mio unico avvertimento è di non collezionare biciclette a causa del loro valore o rarità. Raccogli invece biciclette che hanno un significato speciale per te personalmente: la prima bici che hai corso, la bici su cui hai sbavato da ragazzo di 13 anni, la bici con cui ha corso il tuo eroe, la bici che hai sempre voluto possedere ma che non hai potuto. permettersi quando eri a scuola.

La prima bici vintage che ho restaurato era la numero 5 di questa lista. Il ritiro delle motociclette inizia con una bicicletta. Non hai bisogno di 140, che è quanti ne ho io, hai solo bisogno di una gemma. Trovalo.

NUMERO UNO: SUZUKI TM1968 del 250

tm250suzukiLa TM250 è la prima moto da cross giapponese in assoluto. Nel 1966, la fabbrica Suzuki inviò due ingegneri e un pilota su strada in Europa per iniziare a sviluppare una moto da cross. Sebbene i motori monocilindrici e bicilindrici siano stati testati, Suzuki ha optato per un design monocilindrico fortemente influenzato dal modello 1965 CZ twin port del 250. I primi risultati del GP furono pessimi, ma la Suzuki tornò con una macchina migliorata nel 1967 soprannominata RH67. La potenza era altissima e la maneggevolezza era scadente rispetto alle macchine costruite in Europa da Husqvarna e CZ, ma nonostante ciò, Suzuki decise di costruire poco più di 100 moto di serie basate sul twin-piper RH67, di cui 65 arrivarono in America.

Il TM250, come veniva chiamato, è stato corso in America dai piloti Preston Petty, Walt Axthelm e Gary Conrad con un certo successo. La TM è stata venduta con un kit di parti completo che includeva pistoni, anelli, parti di ricambio della frizione, ingranaggi e getto del carburatore. La RH67 / TM250 è diventata la moto da cross da collezione numero uno in America. Il prezzo di un buon esempio è quasi raddoppiato negli ultimi 10 anni e non sarei sorpreso di vederli valere più di $ 100,000 in altri 10 anni. Valore stimato: $ 40,000.

NUMERO DUE: 1961 LITO 500 MOTOCROSS

Lito500La Svezia era una presenza importante nel motocross iniziale, nota sia per i suoi piloti di talento che per le macchine rivoluzionarie. La svedese Lito è una delle moto da cross più rare degli anni '1950 e '1960. Il marchio ottenne il suo più grande successo quando Sten Lundin guidò una Lito con motore Albin al Campionato del mondo di motocross FIM 1961cc del 500. Un'intensa rivalità tra le moto a quattro tempi dalla Svezia e dalla Gran Bretagna imperversò negli anni '1950 e all'inizio degli anni '1960. Il costruttore svedese Nils Hedlund ha preso le migliori caratteristiche del ferro britannico e ha costruito un motore e un telaio migliori. Il design di Hedlund darebbe il vantaggio agli svedesi.

La situazione sarebbe cambiata nel 1966 quando la Germania dell'Est Paul Friedrichs conquistò il Campionato del mondo FIM 500cc su una CZ ceca a due tempi. Il motocross Lito è apparso per la prima volta alla fine degli anni '50 come Monark. Sfortunatamente, dopo aver vinto il campionato del mondo 500cc nel 1959, la squadra si sciolse alla morte del team manager. La società rivale Lito è intervenuta per rilevare il team e costruire macchine. Fonti esperte affermano che furono costruiti solo sei veri Monark e circa 35 Litos. Diverse repliche sono state costruite nel corso degli anni. Valore stimato: $ 55,000.

NUMERO TRE: 1975 PUCH MC250 TWIN CARB

puchleftLa società austriaca Puch ha assunto il pilota belga di motocross Harry Everts nel 1974 per competere nei campionati mondiali di motocross FIM 250cc. Sebbene abbia ottenuto molti ottimi piazzamenti quel primo anno, fu solo nel 1975 che Everts e Puch trovarono la loro vera forma. Everts ha premiato Puch con il suo primo campionato del mondo di motocross. Non è stata un'impresa da poco per una piccola azienda europea di ciclomotori vincere il campionato del mondo, soprattutto nel solo secondo anno di competizione contro la dominante Suzukis, che aveva vinto quattro campionati 250cc di fila.

Le opere di Everts Puch era una macchina spettacolare. Aveva sospensioni Marzocchi; un design del telaio pulito; custodie, mozzi e forcelle in magnesio; e un design "twin carb" davvero unico con un carburatore Bing con un design tradizionale della porta del pistone e un secondo carb che alimenta una valvola rotante sul lato destro del motore. La fabbrica di Puch è l'unica azienda a produrre in numero significativo la bici ufficiale. Novanta macchine furono costruite nel 1975 e vendute nel 1976. Valore stimato: $ 30,000.

NUMERO QUATTRO: 1966 HUSQVARNA 250 CROSS

husky250cross1200La visione di Edison Dye era quella di vedere il motocross europeo diventare popolare in America come lo era in Europa. Per realizzare quel sogno, Edison ha dovuto importare piloti GP e moto da cross europee e promuovere la prima serie di gare di motocross. L'Husky 250 era senza dubbio la migliore macchina disponibile all'epoca. I quattro campionati del mondo e il successo dell'Inter-Am di Torsten Hallman hanno stuzzicato l'appetito dei piloti americani. Nel 1966 furono importate in America circa cento Croci da 250 cc. Si noti che il modello del 1966 aveva una ruota anteriore da 19 pollici, piccoli carter e un telaio imbullonato. Le Husqvarna del 1966 e del 1967 furono verniciate di colore bordeaux.

Qualsiasi collezionista di prime moto da cross dovrebbe provare a includere una delle prime Husqvarna nella sua collezione. Gli husky sono usciti dalla cassa come un gioiello luccicante e il restauro è facile e divertente rispetto ai CZ e Maicos relativamente grezzi. Valore stimato: $ 14,000.

NUMERO CINQUE: 1967 GREEVES 250 CHALLENGER

greeves2501200Bert Greeves non ha mai pianificato di diventare un produttore di motociclette. I suoi primi affari erano la costruzione di carrozze per invalidi. Eppure, all'inizio degli anni '1960, i Greeves erano di gran lunga i due tempi fuoristrada più popolari. Molti sono stati importati negli Stati Uniti dal distributore di Greeves Nick Nicholson e le parti sono ancora disponibili. Con la forcella tipo Earles e il telaio a I-beam in alluminio, Greeves si distingueva facilmente dalle altre marche. Il Challenger del 1967 era all'apice della popolarità di Greeves e, purtroppo, un ultimo sussulto per la popolarità del marchio.

Mentre la mania del motocross invadeva l'America, le Huskys e le CZ più leggere divennero gli strumenti preferiti. I migliori piloti di Greeves includevano Dave Bickers, Bryan Wade e Gary Bailey. Considero una Greeves una delle bici più belle con cui iniziare una collezione. I prezzi sono molto ragionevoli, dal momento che i Greeves erano abbondanti nel corso della giornata, e costruiti per sopportare molte punizioni. Valore stimato: $ 10,000.

NUMERO SEI: 1968 BULTACO 360 EL BANDIDO

Bultaco360BanditoIl Bultaco El Bandido di fabbricazione spagnola apparve per la prima volta nel 1967 come modello da 350 cc, ma nel 1968 il foro fu aumentato da 83 mm a 85 mm, il che gli diede 362 cc e 43.5 cavalli. Il Bandido era disponibile in entrambi i modelli di motocross e scrambles. In America, il passo lungo (55.9 pollici), l'angolo di sterzata di 31 gradi e l'ampia potenza erano più adatti alle piste di arrampicata più lisce. Valore stimato: $ 15,000.

NUMERO SETTE: YAMAHA YZ1974A 250

yamahayz250AstrapQuando venne introdotta la Yamaha DT1 nel 1968, Don Jones iniziò un programma di sviluppo per i suoi figli, Gary e DeWayne. La fabbrica Yamaha ha sviluppato un rapporto di lavoro con la banda Jones e Gary ha continuato a vincere i 250 Campionati nazionali nel 1971 e 1972 su una versione ibrida del primo DT1 Jones modificato. Notare il motore ribassato, le forcelle abbassate, l'hardware moderno e le cinghie ad anello sul serbatoio del gas. Queste sono tutte modifiche di Don Jones che hanno prodotto la produzione nel 1974. Valore stimato: $ 14,000.

NUMERO OTTO: 1965 CZ250 TWIN PORT

1965-CZ-250-twin-portIl twin-port 250 era una replica della moto GP da fabbrica della CZ. Nel 1964, il belga Joel Robert, in sella a una 250 porte gemelle di produzione, vinse il campionato mondiale 250cc. L'anno successivo, il pilota russo Viktor Arbekov fece eco alla vittoria del titolo di Robert nel 1964 per elevare la CZ sull'altura di cui Torsten Hallman di Husqvarna aveva già goduto. Questo esempio fu presumibilmente restaurato dal meccanico di fabbrica di Joel Robert. Al momento dell'acquisto di un CZ, avvertimento emptor, poiché la storia della motocicletta ceca può essere imprecisa. Valore stimato: $ 14,000.

NUMERO NOVE: 1973 HONDA CR250M ELSINORE

1973hondaelsinorecr2501200Annunciato nell'ottobre del 1972 e messo in vendita nel marzo 1973, l'Elsinore fu preceduto dalla massima pubblicità, grazie a una campagna pubblicitaria di Steve McQueen. Rispetto alle offerte europee, Elsinore era molto più avanti in termini di facilità d'uso, ergonomia, carburazione, durata ed elettricità. Lo stile severo e conservatore, con plastica stampata, un serbatoio del gas in alluminio satinato e l'uso del magnesio nelle carcasse del motore, è diventato il nuovo standard. Come puoi immaginare, Elsinores è diventato popolare quanto la birra gratis. Gary Jones fu ingaggiato per correre la Elsinore nei National AMA del 1973 e premiò la Honda con il suo primo campionato nazionale 250cc. Valore stimato: $ 12,000.

NUMERO 10: 1968 BSA B44 METISSE 500

1968-BSA-METISSE-500Il telaio Rickman Metisse era il telaio all'avanguardia negli anni '1960. I fratelli Rickman erano entrambi piloti GP e sapevano esattamente cosa volevano da un telaio.Il motore BSA B44, con la sua fascia alta Westlake, era probabilmente il motore più leggero e più potente disponibile. Fino ad oggi, negli eventi AHRMA, diversi concorrenti preferiscono questa moto per la sua potenza trattabile, il peso leggero (per una quattro tempi) e la maneggevolezza precisa. Valore stimato: $ 14,000.

 

MENZIONE D'ONORE: 10 BICI INTERESSANTI

sliverpilen1960 Husqvarna Silverpilen 175.

husky500twinbaja1969 Husqvarna 500 Twin Baja Invader.

1968yamaha250dt11968 Yamaha DT1 250.

rokon340autoRokon 1975MX Cobra Automatic del 340.

hodakasuperrat1971 Hodaka Super Ratto 100.

1971dkw1251971 DKW 125MX collegamento principale.

pentondsixday1968 Penton 125 di sei giorni.

bsacatalinascrambler1962 BSA Catalina Scramber 500 piedi replica Minert

czyellowtank1972 CZ 400 Autocisterna gialla.

1964dotdemon1964 DOT Demon 250.

 

Ti potrebbe piacere anche